Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Riflessioni > La Riflessione
 La Riflessione - Commenti sugli articoli della omonima rubrica presente su WWW.RIFLESSIONI.IT - Indice articoli rubrica


Vecchio 17-11-2012, 21.27.32   #11
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Islam e ragione

Citazione:
(scritto da hicher): Islam non significa ne obbedienza ne pace e se volete discutere con un musulmano ... eccomi qua.. potete chiedere e dibattere e eventualmente aiutarmi ad uscire da questo "buio intellettuale".

TRATTO DA GOOGLE:- Islam (in arabo: إسلام) e’ una parola araba che significa “sottomissione”, “obbedienza”. Nel suo aspetto religioso, l’ Islam predica la sottomissione e l’obbedienza ad Allah (Subhanahu Wa Ta'ala).
La nostra Religione, caso unico nel suo genere, non prende il nome dal suo fondatore o dal popolo da cui ha avuto origine (come invece avviene, per esempio, per Cristianesimo, Buddismo, Giudaismo...). L’ Islam non appartiene in particolare ne’ a persona, ne’ a paese determinati. Essa e’ una religione universale; un Musulmano e’ tale, quale sia la sua razza, il suo paese, la sua comunita’.


Aiutami anche a me ad uscire da questo buio spirituale.

Ciao
Duc in altum! is offline  
Vecchio 18-11-2012, 21.57.21   #12
hicher
Ospite
 
Data registrazione: 31-12-2007
Messaggi: 31
Riferimento: Islam e ragione

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
TRATTO DA GOOGLE:- Islam (in arabo: إسلام) e’ una parola araba che significa “sottomissione”, “obbedienza”.


Aiutami anche a me ad uscire da questo buio spirituale.

Ciao
L’Islam termine arabo, letteralmente “arrendersi” volontariamente alla volontà di Allah (in arabo, Allah: Dio).

l'obbedienza o la sottomissione non è il significato del termine ISLAM ma bensì un implicazione della resa (ِal-islam) a Dio come l'unico capace di capire il suo creato.

Entrare nell'islam vuol dire decidere di affidare "volontariamente" a Dio la decisione su ciò che è bene e ciò che è male.

l'obbedienza è condizionata dalla convinzione.

osserva i tre seguenti versetti sparsi nel corano:

Non gli abbiamo indicato le due vie?
----------------
e gli abbiamo indicato la Retta Via, sia esso riconoscente o ingrato.
-------------
Se il tuo Signore volesse, tutti coloro che sono sulla terra crederebbero. Sta a te costringerli ad essere credenti?


Possiamo discutere la relazione fra ragione e islam in dettaglio e potremmo trattare un punto alla volta.
hicher is offline  
Vecchio 19-11-2012, 19.09.21   #13
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Islam e ragione

Molto interessante questa traduzione: "arrendersi volontariamente", grazie, adesso potresti spiegarmi se per questa resa c'è bisogno della fede, se la fede è un dono di Dio (Allah), un'esperienza della vita, oppure deve emergere dallo sforzo della sola persona.





Citazione:
(scritto da hicher): Se il tuo Signore volesse, tutti coloro che sono sulla terra crederebbero. Sta a te costringerli ad essere credenti?

Il ruolo del punto interrogativo. O si può omettere.


Saluti.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 19-11-2012, 22.23.21   #14
hicher
Ospite
 
Data registrazione: 31-12-2007
Messaggi: 31
Riferimento: Islam e ragione

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Potresti spiegarmi se per questa resa c'è bisogno della fede, se la fede è un dono di Dio (Allah), un'esperienza della vita, oppure deve emergere dallo sforzo della sola persona.

Saluti.

Il concetto della fede nell'islam è diverso da altri religioni:

Fede o Iman nell'islam vuol dire credere (in una maniera decisiva e basandosi su delle prove) in una idea che rispecchia la realtà o non la contraddice.

l'islam è composto da Aqida e Sciariaa .. aqida è l'insieme di credenze
mentre sciariaa è composta delle azioni da fare o non fare.

Aqida o fede è l'idea fondamentale su cui si basa l'islam esclusa la prassi o i rituali
Capire che esiste un Dio unico e che il corano è l'ultimo messaggio di dio devono essere il risultato di uno sforzo mentale e non di una fede cieca.

Nel Corano:

1-Non hanno riflettuto in loro stessi? Allah ha creato i cieli e la terra e tutto ciò che vi è frammezzo secondo verità e per un termine stabilito. Molti uomini però non credono nell'incontro con il loro Signore. (8) Non hanno forse viaggiato sulla terra, e visto quel che è accaduto a coloro chi li hanno preceduti? Erano più forti di loro e avevano coltivato e popolato la terra più di quanto essi non l'abbiano fatto. Giunsero con prove evidenti Messaggeri della loro gente: non fu Allah a far loro torto, furono essi a far torto a se stessi.

2-In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell'alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto,

3-Di': “Percorrete la terra e guardate come Egli ha dato inizio alla creazione. Poi sarà Allah a dare origine all'ultima generazione. Allah è onnipotente”.

La fede è un dono perché dio crea delle circostanze favorevoli ma lo sforzo mentale e la decisione spettano alla persona..

Dio dice "Chi segue la retta via, la segue a suo vantaggio; e chi si svia lo fa a suo danno; e nessuno porterà il peso di un altro. Non castigheremo alcun popolo senza prima inviar loro un messaggero."

Dal versetto si capisce che l'uomo è responsabile del suo pensiero e delle sue decisioni. Dio aiuta a creare le circostanze ma l'essere umano è libero di rifiutare il messaggio e non crederci.

Mentre quegli che non hanno avuto circostanze favorevoli per capire il messaggio o conoscerlo non saranno resi responsabili per la loro scelta.

In fine la fede non è un dono nel senso che "si viene folgorati su la via di damasco"
ma che il musulmano ringrazia dio perché ha creato una occasione favorevole perché lui scopra una verità a traverso la sua ragione e non in modo passivo.

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!

Il ruolo del punto interrogativo. O si può omettere.
No, non si può omettere.
hicher is offline  
Vecchio 20-11-2012, 10.01.27   #15
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Islam e ragione

Citazione:
(scritto da hicher): Il concetto della fede nell'islam è diverso da altri religioni: Fede o Iman nell'islam vuol dire credere (in una maniera decisiva e basandosi su delle prove) in una idea che rispecchia la realtà o non la contraddice.


Credere in un'idea o credere in una filosofia o credere in una dottrina, dov'è la diversità dalle altre religioni?
Penso che dovrebbe rispecchiare la realtà universalmente, per tutti, e non in maniera relativa, anche perchè quali sarebbero queste prove?!?!



Citazione:
Capire che esiste un Dio unico e che il corano è l'ultimo messaggio di dio devono essere il risultato di uno sforzo mentale e non di una fede cieca [...] La fede è un dono perché dio crea delle circostanze favorevoli ma lo sforzo mentale e la decisione spettano alla persona...


Dunque la fede diventa lo sforzo d'uno dopo aver ricevuto un invito (la circostanza favorevole), mai, allora, per sola volontà propria.
Di conseguenza perché non può essere considerato come accidente divino la folgorazione sulla via di Damasco?



Citazione:
Dal versetto si capisce che l'uomo è responsabile del suo pensiero e delle sue decisioni. Dio aiuta a creare le circostanze ma l'essere umano è libero di rifiutare il messaggio e non crederci.


Ma questa donna o uomo, è responsabile delle sue decisioni in piena libertà?
Se poi l'essere umano può rifiutarsi di credere non coincide con il concetto del libero arbitrio di noi cattolici/cristiani? (dov'è la diversità?)



Citazione:
Mentre quegli che non hanno avuto circostanze favorevoli per capire il messaggio o conoscerlo non saranno resi responsabili per la loro scelta


Ebbene abbiamo un Allah/Dio elitario insomma, a chi tanto e a chi niente; inoltre questa tua affermazione mi fa pensare che se allora un killer non ha ricevuto "circostanze favorevoli" dobbiamo assolverlo, spiritualmente, poichè non era nella grazia divina.


Come sempre grazie, alla prossima.
Duc in altum! is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it