Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 30-12-2006, 00.33.20   #11
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: quando mettere la parola fine

...con il Testamento biologico, se mai ci arriveremo, ognuno potrà indicare, a terzi, cosa fare della propria e ribadisco PROPRIA, vita in determinati frangenti.

...per conto mio se dovessi diventare un vegetale o un sig. Welby, non la chiamerei più vita e se qualcuno mi aiutasse nel trapasso, gliene sarei grato...

Spaceboy is offline  
Vecchio 30-12-2006, 08.04.51   #12
sentin-ella
cuore
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 10
Riferimento: quando mettere la parola fine

sai cosa?
è che una volta che metti la porola fine...è fine. Non torni indietro.

Una volta che hai questo dono almeno gustatelo finchè nn ti viene tolto...
Sono certa che se mi suicidassi, cosa che per amore da cucciola adolescente tentai (o quasi), non me lo perdonerei per il resto della mia vita! (fa molto Woody Allen sta frase)

Seriamente... sono molti i motivi per dire "la faccio finita", la pressione economica è una grave responsabilità, l'assenza di relazioni interpersonali è frustrante ecc ecc... eppure ci sono persone che agli stessi "problemi" reagiscono in maniera differente. Chissà perchè. Ruba a chi è meglio di te il segreto!
Gli amici? Quali amici? Dove sono?E tu sei veramente un amico? Io ho persone a cui voglio bene da 15 anni ma ancora non so se la vivono come me, o persone incontrate ieri che mi dimostrano molto affetto (magari x bisogno loro e non perchè vedono in me ciò che c'è di speciale) e che reputo amiche. Tutto è straordinariamente relativo.

L'errore sta nel rendere un problema un condizionamento, quando è semplicemente una condizione. Come un videogame, ecco la condizione: sei questo, sei qui, hai questo questo e quest'altro, questo puoi farlo e quest'altro no... alleggerisci il tutto.
Utilizza la morale se ti è utile... quando vedo un uomo sulla sedia a rotelle con il sorriso stampato in faccia non solo penso che ne "sa" più di me sulla vita, ma anche che "è" più di me. E stranamente penso che abbia più consapevolezza delle proprie gambe rispetto a me, perchè ne ha vissuto la mancanza.
Quando una persona sconfigge la malattia mi rendo conto quanto il suo atteggiamento psico-fico sia rilevante in questo.
Malattia è la depressione ad esempio, basterebbe conoscere una nuova persona a settimana per ribaltare il punto di vista.

I consigli sono superflui, anche perchè ad una persona potrebbero funzionare e a d un'altra no... sei tu che stabilisci il tuo mondo! Tu sei ciò che ti dici! Non posso scrivere cosa devi dirti, ma inizia a dirti qualcosa...e solo tu sai quali sono le scintille che farebbero scattare buoni pensieri.

Chi più chi meno viviamo tutti gli stessi stati, anche se si manifestano in modo diverso... ciò che ci confonde è l'energia della forma, dovremmo puntare al contenuto.
Siamo tutti sulla stessa barca ed è per questo che oramai vivo ogni ostacolo come una prova, benchè non manchino le lacrime, cerco di chiudere ogni giornata col sorriso.

buone cose a tutti
sentin-ella is offline  
Vecchio 30-12-2006, 14.20.42   #13
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da Spaceboy
...con il Testamento biologico, se mai ci arriveremo, ognuno potrà indicare, a terzi, cosa fare della propria e ribadisco PROPRIA, vita in determinati frangenti.

...per conto mio se dovessi diventare un vegetale o un sig. Welby, non la chiamerei più vita e se qualcuno mi aiutasse nel trapasso, gliene sarei grato...


Io avrei paura del testamento biologico perchè al momento che lo sottoscrivo mi trovo in una situazione buona e penso in modo diverso, ma se mi dovesse succedere qualcosa e nono posso comunicare che voglio continuare a vivere anche in uno stato precario, mi tolgono la vita lo stesso anche se in quel momento ciò ripensato Finchè non proviamo certe situazioni non possiamo decidere a priori quello che vogliamo fare della ns vita
uranio is offline  
Vecchio 30-12-2006, 16.11.54   #14
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da uranio
Io avrei paura del testamento biologico perchè al momento che lo sottoscrivo mi trovo in una situazione buona e penso in modo diverso, ma se mi dovesse succedere qualcosa e nono posso comunicare che voglio continuare a vivere anche in uno stato precario, mi tolgono la vita lo stesso anche se in quel momento ciò ripensato Finchè non proviamo certe situazioni non possiamo decidere a priori quello che vogliamo fare della ns vita

...bene, allora nel tuo testamento indicherai la non adesione a una qualsivoglia forma di eutanasia.

...ma quello che può andare bene per te, può non andare bene a me...

...rivendico la mia libertà di scelta, come la rivendico per ognuno di noi.

...nessuno è il dopositario della verità assoluta, ma democrazia c'è posto per tutti...

Spaceboy is offline  
Vecchio 30-12-2006, 20.36.30   #15
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da Spaceboy
...bene, allora nel tuo testamento indicherai la non adesione a una qualsivoglia forma di eutanasia.

...ma quello che può andare bene per te, può non andare bene a me...

...rivendico la mia libertà di scelta, come la rivendico per ognuno di noi.

...nessuno è il dopositario della verità assoluta, ma democrazia c'è posto per tutti...

Io certamentenon lascerò nessun testamento, ma tantomeno gli altri devono decidere sulla mia pelle. Fortunatamente siamo tutti diversi
uranio is offline  
Vecchio 30-12-2006, 21.25.31   #16
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da Spaceboy
...bene, allora nel tuo testamento indicherai la non adesione a una qualsivoglia forma di eutanasia.


se permetti l'intrusione, non è questo il punto.

E' che rimane il fatto che il "testamento biologico" (cui io plaudo, ma che non considero esaustivo) tu lo scrivi in condizioni esistenziali assai diverse da quello in cui sarà da attuare!

Si, mi rendo anche conto che è così per ogni testamento, e che l'amante cui ho donato il mio patrimonio al momento giusto potrà essere in altre braccia, ma qui si tratta della propria pellaccia!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 31-12-2006, 22.35.26   #17
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da sentin-ella
sai cosa?
è che una volta che metti la porola fine...è fine. Non torni indietro.

Una volta che hai questo dono almeno gustatelo finchè nn ti viene tolto...
Sono certa che se mi suicidassi, cosa che per amore da cucciola adolescente tentai (o quasi), non me lo perdonerei per il resto della mia vita! (fa molto Woody Allen sta frase)
......
buone cose a tutti

Il suicidio è un altro argomento. Non credo si possa accostare a chi si trova come Wlby. Sarebbe offensivo nei confronti di ques'uomo che amava vivere e amava la vita.

Dire basta ad una vita più o meno vegetativa dovrebbe essere un diritto.

Quando è solo a causa di strumenti umani che la vita continua non dovrebbero esserci troppi interrogativi per ritornare alla ....natura. Al corso della natura. Fermo restando tutti i mezzi per alleviare il dolore.

La chiesa ha sempre esaltato la sofferenza, ma soffrire o non soffrire deve essere una scelta personale. Se uno vuol portare il cilicio (strumento di tortura personale) liberissimo di portarlo ma non può in alcun modo imporlo agli altri o pretendere di imporlo ad altri.

Io sono stata vicino alla morte, e vi posso garantire che pur di far cessare la sofferenza continuata si è disposti anche a morire.

Che ne dica la chiesa, io sono dell'idea che il dolore è solo uno strumento utilissimo che madre natura mette in ogni organismo per aiutarlo a sopravvivere. Senza il dolore si può morire molto facilmente. Ma quando la spia rossa resta accesa e noi sappiamo dove sta il guasto, che senso ha lasciarla accesa quando non serve più?

L'anno scorso mio padre è morto di tumore, dopo lunga sofferenza. Aveva lottato, cercato, curato, resistito poi un giorno mi disse: "Maria, sono stanco."

Mi fu chiesto se volevamo continuare con la nutrizione artificiale. Io, figlia, non sapevo. Non volevo lasciarlo andare, ma non volevo neppure vederlo soffrire. Domandai a lui che mi rispose: No. Basta.

Il nostro cuore vorrebbe non lasciare andare le persone a noi care, ma è proprio il nostro amore più grande che deve rispondere: va bene.

"Va bene" risposi. E se avessi dovute decidere solo io ? come avrei fatto?
Il mio cuore si sarebbe diviso in due.

No, non dovremmo lasciare questo compito alle persone che ci amano. Il testamento biologico potrebbe aiutarle.

Mary
Mary is offline  
Vecchio 01-01-2007, 13.03.12   #18
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
se permetti l'intrusione, non è questo il punto.

E' che rimane il fatto che il "testamento biologico" (cui io plaudo, ma che non considero esaustivo) tu lo scrivi in condizioni esistenziali assai diverse da quello in cui sarà da attuare!

Si, mi rendo anche conto che è così per ogni testamento, e che l'amante cui ho donato il mio patrimonio al momento giusto potrà essere in altre braccia, ma qui si tratta della propria pellaccia!
Proprio perchè la pella è mia, voglio decidere io cosa devo fare nel momento in cui mi dovessi trovare in serie difficoltà fisiche. Io penso che l'unica cosa da fare è quella di dare alla persona che sta male la possibilità di togliersi la vita con le proprie mani, attuare un meccanismo in cui sia la persona malata ad effettuare il gesto. Tu mi chiedrai ma se la persona non ha capacità d'intendere e volere? Io lotterei solo per farla soffrire, ma non avrei il coraggio di farla morire staccando una spina. Nella vita non si è mai sicuri cosa possa succedere, ogni giorno è importante e molte persone date per perse si sono salvate
uranio is offline  
Vecchio 01-01-2007, 18.40.56   #19
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da uranio
|(((... Tu mi chiedrai ma se la persona non ha capacità d'intendere e volere? Io lotterei solo per farla soffrire, ma non avrei il coraggio di farla morire staccando una spina. Nella vita non si è mai sicuri cosa possa succedere, ogni giorno è importante e molte persone date per perse si sono salvate


No, non ti ho chiesto né ti chiederò quello che tu proponi, ma ripeterò il concetto che forse ho espresso male.

"OGGI" io faccio un testamento secondo quello che sento. Ma "DOMANI", quando mi capiterà ce venga applicato, sarò ancora dello stesso parere?...

Se sarò a tempo di cambiarlo, quello di oggi è inutile, sennò sarà vincolante, ma in modo dubitativo.

Esattamente come abbiamo vanificato il matrimonio (che "prometto" a fare oggi una cosa che "domani" potrò tranquillamente rescindere?) è vano il testamento biologico, almeno come lo si vuole presentare.

Solo un (comodo) scarico di responsabilità per i terzi. Per la persona non c'è alcun guadagno.

Chiaro, adesso?
Lucio Musto is offline  
Vecchio 23-01-2007, 20.34.11   #20
Stacey
Ospite
 
Data registrazione: 02-01-2007
Messaggi: 4
Riferimento: quando mettere la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da sentin-ella
sai cosa?
è che una volta che metti la porola fine...è fine. Non torni indietro.



Già ... non torni più indietro, e quando compi il gesto lo sai!!! Probabilmente chi decide di fare questo passo, è proprio quello che vuole ... , ma non riuscirò mai a capire con che coraggio un individuo possa privarsi del dopo più grande che abbia mai ricevuto: la propria vita!
Tutti i giorni viviamo situazioni che ci portano attraverso stadi emotivi differenti: dalla felicità estrema, alla sofferenza, alla delusione, alla tristezza! A chi non è mai venuto un momento di depressione? Chi non si è mai sentito fallito, perso, disperato ...! Ma poi si riparte, si ricomincia, il ciclo continua ... e la vita è bella per questo ...! Se fosse sempre tutto stupendo, non saremmo in grado di gustare i momenti felici non avendo mai conosciuto quelli tristi!
Se riusciamo ad accorgerci di questo, se capiamo che tutti noi dentro abbiamo la forza necessaria per superare tutti i problemi e le avversioni che incontriamo nel nostro cammino, allora secondo me l'idea di tolgiersi la vita non ci passa nemmeno per la testa!
Io ho riflettuto su questa cosa (non perchè volevo compiere il gesto ... ma solo x scoprire come la penso a riguardo!) e sono giunta alla conclusione che non avrei mai il coraggio di mettere il punto alla mia vita, non ho il coraggio di dire basta! Sono troppo felice di esserci, di vivere, di provare ogni giorno emozioni diverse. Sono troppo curiosa di scoprire cosa c'è in serbo per me, ho troppa voglia di conoscere , di crescere di VIVERE!
Stacey is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it