Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 20-02-2007, 18.50.45   #11
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: Ma quanto male fa? (amicizia mal riposta?)

Citazione:
Originalmente inviato da uranio
Perchè non partiamo da qui nel forum. Prenditi il tuo spazio, esprimi le tue sofferente, disagi, e noi ti ascoltiamo anche se non ci conosciamo e non ci vediamo non importa, vediamo se possiamo aiutarti come tante volte io sono stata aiutata dagli amici del forum.
Tutto questo su tu lo vuoi
---------------------------

esattamente.

Certo il contatto fisico qui manca, ma vedrai che piano piano qualcosa si muoverà.

Intanto abbeverati un po' in questo laghetto di anime che come te cercano conforto, presenza e ascolto e lo danno con tutto il cuore.

Questo é uno strano posto, sai? Sembra quasi irreale, eppure quando sono molto sconfortata e mi sento l'unico essere sulla terra, qui ritrovo l' essenza di qualcosa che non so spiegarti: é come se ritrovassi lo strumento per comunicare che avevo momentaneamente perso.



feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 20-02-2007, 22.14.33   #12
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Ma quanto male fa? (amicizia mal riposta?)

Citazione:
Originalmente inviato da cannella
Grazie davvero della vostra risposta, Rudello e Acquario...
Entrando nello specifico, si tratta di un'amica piu' grande di me di una ventina di anni.

Ho qualche perplessita' nel chiedere conto su questo comportamento, poiche' sembrerebbe un'accusa, e non e' mia intenzione colpevolizzare nessuno- sono convinta che un'amicizia debba essere sentita da entrambe le parti, se cosi' non e' tanto vale che non continui.

Forse il problema è solo il mio autocolpevolizzarmi delle occasioni mancate, non so...

Però nonostante i miei quarantanni suonati non riesco ancora a rendermi conto dell'insostenibile leggerezza dell'essere... non ricordo di essermi mai comportata così...

Tengo sempre presente che ci sono momenti in cui la fragilità temporanea di una persona troverebbe conforto anche solo da una parola...

Cara Cannella, mi sembra di comprendere benissimo quello che esponi con tanta tristezza.

Auto-colpevolizzarsi è una reazione ad un rifiuto vissuto come tale e come tale sofferto.

Ma non è la reazione giusta: anche da bambini si prova questo tormento: nel momento in cui captiamo di essere rifiutati, cadiamo nella disperazione e ci auto-accusiamo.

E' una delle ferite che ci portiamo dietro e che forse proprio perché non cicatrizzata, attrae situazioni simili nella nostra esistenza.

Più concretamente, nel caso che hai riportato potrebbe trattarsi anche della differenza di età ad impedire una vera amicizia: interessi diversi, conoscenze diverse: non sono pochi 20 anni.

Non prendertela troppo! Spesso certe esperienze ci arrivano per farci apprendere qualcosa di noi stessi di cui prima non sapevamo nulla. Quindi tutto a fin di bene, per la nostra crescita interiore.

Un amichevole abbraccio
Patri15 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it