Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 07-05-2007, 16.14.15   #21
dalmatina7
Ospite abituale
 
L'avatar di dalmatina7
 
Data registrazione: 09-06-2006
Messaggi: 134
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Forse è vero, la soluzione migliore all'inquietudine che sento è conservare il proprio corpo per chi ci amerà, ma non perchè sono contraria al tipo di scambio fisico di per sè, ma perchè sento che poi mi lascia solo un vuoto, e non è il caso.
Diverse sono le situazioni in cui uno lo fa e poi sta bene così, anche se non c'è amore, ma io non sto bene solo con questo, perciò ho aperto il post!!!
dalmatina7 is offline  
Vecchio 07-05-2007, 20.55.11   #22
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Nonostante non la conosca, cara dalmatina, posso capire in parte le sue sensazioni.

Anche io mi sono ritrovato -tempo addietro- a chiedermi perchè non riuscivo più a riconoscermi in me stesso.
L'apparire diversi da come ci si ritiene d'essere, o l'essere diversi da come si vorrebbe è spesso doloroso.
E' un dolore sordo che arriva da dentro e che ci chiama a gran voce, come un urlo dal profondo; ci pare di essere "cattivi" e di aver sbagliato tutto, di andare verso una strada buia e sconsolata, una strada errata, ma al contempo ci pare impossibile lasciarla, ci si sente trascinati "a braccia" verso quella direzione, la si percorre senza rendersene conto.
Ma i passi che inizialmente sembravano leggeri ed agevolati divengono sempre più pesanti, ci si impantana in un nero fango che nulla regala.
E si soffre ancora di più perchè non si comprende che sta succedendo.
Spesso il grosso problema è la non accettazione delle proprie scelte...
Fortunatamente alla fine sono arrivato a delle conclusioni, nonostante la ricerca non sia ancora terminata ( come tutti, probabilmente ).


Ma lasciamo perdere certi toni.
Lei, dalmatina, mi pare un carattere lunare e come tale le racconterò una favola

C'era una volta -o almeno, così si inizia una favola- una lepre selvatica.
La lepre era tanto agitata perchè tutti i giorni, all'uscita della sua tana, stava un gheppio in attesa.
Il gheppio era lì ad aspettarla, non si muoveva mai, ma la lepre temeva ugualmente la sua presenza.
"Prima o poi mi catturerà!" pensava lei.
Un mattino però il gheppio non c'era.
La lepre era felicissima, saltava per ogni dove, correva per il bosco fiera di esser sfuggita dal gheppio, ma ad un tratto quanto terrore!
Il rapace era là in alto, ali aperte, e ghermiva un serpente ormai morto!
La piccola lepre, intimorita, pensò che forse -se fosse riuscita a volare più in alto del gheppio- allora avrebbe potuto evitarlo.
Si girò, prese lo slancio e si gettò dalla rupe più alta per spiccare il volo!
E VIA!!!


Come la terminereste questa favola?
Ecco, il finale a lei più consono è anche la metafora di ciò che le è più congeniale

io la pulce nell'orecchio gliel'ho messa . . .
Poi magari era la pulce sbagliata


Un abbraccio
Elusin is offline  
Vecchio 08-05-2007, 09.54.07   #23
dalmatina7
Ospite abituale
 
L'avatar di dalmatina7
 
Data registrazione: 09-06-2006
Messaggi: 134
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Ciao e grazie per la tua attenzione.
Non c'è mattina da quando è successa questa ultima cosa, che io non ci pensi. Ieri sono arrivata alla conclusione che se evitavo di vivere un momento così intimo col mio ex, giovedì scorso, non avrei fatto un soldo di danno.
Credo che non mi abbia lasciato niente di speciale addosso, e anzi sono rimasta quasi disgustata dall'idea che lui abbia una ragazza e che la stava tradendo, dal fatto che mi abbia fatto vedere che si è comprato quel cosetto per soddisfare i loro desideri a letto, dal fatto che mi chiedeva di non lasciargli segni sul collo ecc, e dal fatto che abbia chiuso la porta a chiave perchè lei ce l'ha e potrebbe entrare.
Pensavo... ma in che razza di situazione mi trovo? IO?
Intendiamoci, io sono stata l'unico amore serio del mio ex, lui prende e lascia senza problemi, per lui le donne non contano niente, le usa per i propri scopi e poi le molla, con me si era comportato diversamente. Quindi ogni volta che so che ha una nuova ragazza, e la cosa avviene con la frequenza di 2-3 al mese, nè mi stupisco, nè presto attenzione, provo anzi "pena" per la nuova arrivata.
Tutto questo per dire che se giovedì ci limitavamo a pranzare insieme e a fare una passeggiata mi sarebbe rimasta una sensazione migliore addosso, di me, di lui, della nostra amicizia.
Con l'altro ormai è più di un mese che non ci incontriamo in quel senso, e l'ultima volta stavamo provando a stare insieme, ma lui non è mai stato convinto di voler stare con me. Per problemi suoi, non fa che ripetere che sono la sua ragazza ideale e bla bla bla, ma poi non sa prendersi le responsabilità, non sa amare, non sa stare.
Qualche volta proprio per questi suoi continui "non lo so" sono andata col mio ex.
Volevo sentirmi libera, volevo sentire una voce forte dentro che dicesse "non mi vuoi? chissenefrega allora faccio quello che mi pare e non sto qui ad aspettarti ancora"...
dalmatina7 is offline  
Vecchio 08-05-2007, 09.59.37   #24
gentlemen
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-12-2006
Messaggi: 76
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Citazione:
Originalmente inviato da Elusin
Nonostante non la conosca, cara dalmatina, posso capire in parte le sue sensazioni.

Anche io mi sono ritrovato -tempo addietro- a chiedermi perchè non riuscivo più a riconoscermi in me stesso.
L'apparire diversi da come ci si ritiene d'essere, o l'essere diversi da come si vorrebbe è spesso doloroso.
E' un dolore sordo che arriva da dentro e che ci chiama a gran voce, come un urlo dal profondo; ci pare di essere "cattivi" e di aver sbagliato tutto, di andare verso una strada buia e sconsolata, una strada errata, ma al contempo ci pare impossibile lasciarla, ci si sente trascinati "a braccia" verso quella direzione, la si percorre senza rendersene conto.
Ma i passi che inizialmente sembravano leggeri ed agevolati divengono sempre più pesanti, ci si impantana in un nero fango che nulla regala.
E si soffre ancora di più perchè non si comprende che sta succedendo.
Spesso il grosso problema è la non accettazione delle proprie scelte...
Fortunatamente alla fine sono arrivato a delle conclusioni, nonostante la ricerca non sia ancora terminata ( come tutti, probabilmente ).


Ma lasciamo perdere certi toni.
Lei, dalmatina, mi pare un carattere lunare e come tale le racconterò una favola

C'era una volta -o almeno, così si inizia una favola- una lepre selvatica.
La lepre era tanto agitata perchè tutti i giorni, all'uscita della sua tana, stava un gheppio in attesa.
Il gheppio era lì ad aspettarla, non si muoveva mai, ma la lepre temeva ugualmente la sua presenza.
"Prima o poi mi catturerà!" pensava lei.
Un mattino però il gheppio non c'era.
La lepre era felicissima, saltava per ogni dove, correva per il bosco fiera di esser sfuggita dal gheppio, ma ad un tratto quanto terrore!
Il rapace era là in alto, ali aperte, e ghermiva un serpente ormai morto!
La piccola lepre, intimorita, pensò che forse -se fosse riuscita a volare più in alto del gheppio- allora avrebbe potuto evitarlo.
Si girò, prese lo slancio e si gettò dalla rupe più alta per spiccare il volo!
E VIA!!!


Come la terminereste questa favola?
Ecco, il finale a lei più consono è anche la metafora di ciò che le è più congeniale

io la pulce nell'orecchio gliel'ho messa . . .
Poi magari era la pulce sbagliata


Un abbraccio
Per favore, dico sul serio, puoi spiegare la morale di questa storiella....o almeno il messaggio che si intravede.
Ciao
gentlemen is offline  
Vecchio 08-05-2007, 12.59.57   #25
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Citazione:
Originalmente inviato da dalmatina7
Ciao e grazie per la tua attenzione.
Non c'è mattina da quando è successa questa ultima cosa, che io non ci pensi. Ieri sono arrivata alla conclusione che se evitavo di vivere un momento così intimo col mio ex, giovedì scorso, non avrei fatto un soldo di danno.

il mio professore di italiano diceva sempre "la storia non si fa con i se, con i ma o con i ma-però"...
vabbè, diceva anche tante "castronate" (come diceva lui), ma non si può sempre sbagliare, giusto?

Citazione:
Originalmente inviato da dalmatina7
Credo che non mi abbia lasciato niente di speciale addosso, e anzi sono rimasta quasi disgustata dall'idea che lui abbia una ragazza e che la stava tradendo, dal fatto che mi abbia fatto vedere che si è comprato quel cosetto per soddisfare i loro desideri a letto, dal fatto che mi chiedeva di non lasciargli segni sul collo ecc, e dal fatto che abbia chiuso la porta a chiave perchè lei ce l'ha e potrebbe entrare.
Pensavo... ma in che razza di situazione mi trovo?
Citazione:
Originalmente inviato da dalmatina7
IO?
"IO?" ... bhe, certamente il suo obbiettivo è molto molto molto in alto se crede di non poter sbagliare!
Ma spero solo che quest'esperienza le faccia capire che nessuno è perfetto, ed anzi, piuttosto che reprimere quello che ha così faticosamente liberato, dovrebbe prima chiedersi quale è la personalità che più le si addice...
Ed imparare a conoscerla.
Se la conosce può renderla parte di se in maniera più armoniosa, può essere lei a tenere le briglie, e non ritrovarsi ogni periodo, ciclicamente, a dipendere da quei frammenti che non trova.

Citazione:
Originalmente inviato da dalmatina7
Intendiamoci, io sono stata l'unico amore serio del mio ex, lui prende e lascia senza problemi, per lui le donne non contano niente, le usa per i propri scopi e poi le molla, con me si era comportato diversamente. Quindi ogni volta che so che ha una nuova ragazza, e la cosa avviene con la frequenza di 2-3 al mese, nè mi stupisco, nè presto attenzione, provo anzi "pena" per la nuova arrivata.
Tutto questo per dire che se giovedì ci limitavamo a pranzare insieme e a fare una passeggiata mi sarebbe rimasta una sensazione migliore addosso, di me, di lui, della nostra amicizia.
Con l'altro ormai è più di un mese che non ci incontriamo in quel senso, e l'ultima volta stavamo provando a stare insieme, ma lui non è mai stato convinto di voler stare con me. Per problemi suoi, non fa che ripetere che sono la sua ragazza ideale e bla bla bla, ma poi non sa prendersi le responsabilità, non sa amare, non sa stare.
Qualche volta proprio per questi suoi continui "non lo so" sono andata col mio ex.
Volevo sentirmi libera, volevo sentire una voce forte dentro che dicesse "non mi vuoi? chissenefrega allora faccio quello che mi pare e non sto qui ad aspettarti ancora"...

ah! la ripicca, nonchè la vendetta!
Come mi piace!
E' un sentimento suicida, visto come finisce sempre
Anche io sono molto sanguigno su certi argomenti ed ho avuto spesso (praticamente sempre) istinti simili, ed alla fine mi sono sempre ( e dico sempre ) schiantato contro un muro di cemento armato a 3 strati
Credo che su certe cose l'onestà paghi.

Non voglio poi permettermi di approfondire sul discorso sincerità, sul dialogo tra persone che si amano e cose simili, sono discorsi triti e ritriti...
Tutti sappiamo che nella vita colpisce di più il vuoto, la mancanza, piuttosto che il pieno.
Per questo ci si rende conto di ciò che si ha solamente quando questo è perduto...
Forse sarebbe meglio pensare di più ai "pieni" e meno ai vuoti:
Le parole che dovrei dire, si sostituiscono alle parole che HO DETTO.
La carezza che dovrei (o non dovrei) ricevere diventa la carezza che HO RICEVUTO o la carezza che NON HO RICEVUTO.
La persona che dovrei evitare, la persona che dovrei convincere, la persona che dovrei lasciare, la persona che dovrei curare....
La vita di ognuno ne è piena!
Sfortunatamente non sempre certe decisioni sono unilaterali



Citazione:
Originalmente inviato da gentlemen
Per favore, dico sul serio, puoi spiegare la morale di questa storiella....o almeno il messaggio che si intravede.
Ciao

Certamente, Gentlemen, visto che me lo chiede perfavore...
Allora, la storiella non ha un finale, quindi non ha una morale ben definita ma solo un insieme di elementi da cui trarne una:
parafrasandola grossolanamente, questa favola contiene:

1) La paura per un supposto problema (il gheppio).

2) L'angoscia della lepre ed il suo senso di impotenza di fronte al problema (convinzione di avere poche e sofferte soluzioni).

3) La non accettazione delle proprie peculiarità, e la sfiducia verso se stessi ( la lepre non si ritiene in grado di superare il problema stando sulla terra, luogo che le compete ).

4) La disperata ricerca di una soluzione momentanea senza pensare profondamente alle conseguenze delle proprie azioni (il salto dalla rupe).

Ma soprattutto la questione trasversale a tutta la favola:

Siamo sicuri che il gheppio fosse veramente in attesa della lepre?
Se la lepre avesse chiesto al gheppio, forse lui le avrebbe potuto dire che aspettava il serpente?
Oppure la lepre gettandosi dalla rupe ha spiccato veramente il volo? E si è elevata superando i propri limiti?
O magari è caduta su un covone di fieno dove ha incontrato dei neri corvi che generosamente scacciarono il gheppio?


La "morale" è proprio nel finale che non c'è, proprio perchè non può esserci una "morale" sola, valida per tutti quanti.

Ogni finale presuppone un diverso approccio verso la vita, ed è anche l'approccio probabilmente più congeniale alla natura stessa di chi la trova.
Chi pretende di essere ciò che nn è, chi si intestardisce verso mete che non gli si addicono, non fa altro che soffrire durante il percorso, ma soprattutto si assicura la sofferenza durante la permanenza presso la meta prescelta.
A meno che non sia la sofferenza la vera meta prescelta, allora buon divertimento :P

Bhe, comunque io ho trovato il mio finale, voi trovatevi il vostro
Elusin is offline  
Vecchio 08-05-2007, 14.20.04   #26
Shabaka
Ospite
 
Data registrazione: 16-04-2007
Messaggi: 13
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Ciao dalamtina,forse stai attraversando un cambiamento profondo,mettendo in discussione l'immagine romantica che avevi dell'amore,che molte ragazze hanno quando sono giovani,e poi,lentamente questa immagine cambia,diventa più adulta.
Shabaka is offline  
Vecchio 08-05-2007, 15.49.24   #27
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Citazione:
Originalmente inviato da Lord Kellian
Non seguire rigide regole puritane! Ricordati che noi siamo liberi. E che impariamo solamente sbagliando. Può capitare a tutti un momento di solitudine e di avere il desiderio di un'abbraccio consolatore. Ah! Potessi io sbagliare come sbagli tu.

Come si fa a considerare il sesso un peccato? Qualcosa che sporca! Teorie morali di uomini che non capiscono il mondo. Che non vedeno la verità. Ma purtroppo ognuno ha le sue. E se incontri un uomo che ti vorrà "pulita", vediamo un po' se egli non avrà commesso errori in vita sua! Un uomo irreprensibile? Solo nelle favole. E in agguato c'è l'orco.

Preferisco stare fra gli animali, a volte, che non giudicano, ma amano onestamente. Piuttosto che uomini che si alimentano di un'etica fasulla.
Al mondo ci sono omicidi e finanzieri che mandano sul lastrico migliaia di persone. Non stai facendo del male a nessuno. Nemmeno a te stessa. Una vita esemplare? E perché? Nessuno di superiore te ne renderà merito. Rifletti, sì, rifletti sulle tue idee, sulla percezione che hai di te stessa. Troverai che sbagliare è l'unico modo che hai per crescere, per migliorare. Per essere veramente autentica. Che è ciò che conta.

non posso fare a meno di quotare quest post che mi è piaciuto tantissimo.

Dalmatina, è giusto fare le cose che ci fanno star bene e smettere quelle che ci fanno star male, per cui se ritieni che la relazione con questi ragazzi ti tolga qualcosa di importante, hai ragione di voler troncare.

Lasciamo perdere però etiche e moralismi da "persone per bene"che sinceramente le fregature grandi della mia vita me le sono beccate proprio dai "ben pensanti".
In oltre ti consiglio, quando troverai un nuovo amore (sono certa arriverà presto ), di pretendere ed esigere rispetto nei confronti delle tue scelte, delle tue debolezze e caratteristiche: dubito che tu lo giudicherai in base a quante e quali partner ha avuto prima di te...pretendi lo stesso da parte sua!

Ultima modifica di odissea : 08-05-2007 alle ore 20.22.39.
odissea is offline  
Vecchio 08-05-2007, 16.26.58   #28
dalmatina7
Ospite abituale
 
L'avatar di dalmatina7
 
Data registrazione: 09-06-2006
Messaggi: 134
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Beh... si.
Questo è un momento di cambiamento lo sento profondamente. Ho necessità e voglia di cambiare alcune cose nella mia vita.
Umh... per me il coniglio si è schiantato al suolo...
dalmatina7 is offline  
Vecchio 08-05-2007, 23.06.55   #29
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Citazione:
Originalmente inviato da dalmatina7
Beh... si.
Questo è un momento di cambiamento lo sento profondamente. Ho necessità e voglia di cambiare alcune cose nella mia vita.
Umh... per me il coniglio si è schiantato al suolo...
------------------

eh, eh! anche per me!

però almeno si é fatto un voletto all'aria aperta.

feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 10-05-2007, 08.42.47   #30
Elusin
Ospite
 
L'avatar di Elusin
 
Data registrazione: 20-11-2004
Messaggi: 41
Riferimento: Cosa sta succedendo alla mia vita intima?

Citazione:
Originalmente inviato da feng qi
------------------

eh, eh! anche per me!

però almeno si é fatto un voletto all'aria aperta.

feng qi

concordo...

Povera lepre selvatica

Bhe, per lo meno è schiattata suggerendoci qualcosa
Elusin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it