Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 25-08-2007, 07.47.11   #51
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: la nostra identita' in una societa' virtuale

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
katerpillar
hava


Katerpillar

Ti chiedo scusa per il tanto tempo passato, ma mi era completamente sfuggita la tua richiesta di delucidazioni, ma cerco di farlo subito.

In più discussioni abbiamo affermato l'importanza del dare/avere, relazionandoci con gli altri; riguardo al forum, guardando la mia esperienza, ho visto che noi prendiamo dagli altri e diamo agli altri in modo più rapido che non in quella che chiamiamo realtà.

Con riguardo alle esemplificazioni, nell'affermare che era comprensibilisismo il concetto posto tra: il virtuale ed il reale, sottoscritto da alcuni e, mi sembra, da te avvallato, posso aggiungere questo: alcune volte quella che può sembrare una inutile pignoleria, può avere in se delle motivazioni un tantino più profonde che molte volte possono sfuggire, basterebbe chiedere ulteriori chiarimenti come hai fatto tù, per avere un approfondimento che potrebbe risultare più soddisfacente.



Il --dare e ricevere--comprende nella vita reale campi diversi di reciprochi doveri e volonta' di adattarsi ai bisogni altrui. Nel virtuale e' limitato ad uno scambio di opinioni ed alle volte consigli [come in questo forum] , senza coinvolgerci piu' profondamente.
hava is offline  
Vecchio 25-08-2007, 10.27.17   #52
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Talking Riferimento: la nostra identita' in una societa' virtuale

Citazione:
Originalmente inviato da Catoblepa:
C' è forse un aspetto che un pò di disturba; mi capita talvolta di leggere delle risposte un pò buoniste e ammantate di uno spirito di "fratellanza" che trovo un pò stucchevole ed artificioso. D'accordo rispettare le regole ed il bon-ton del forum, ma credo che ogni tanto un pò di pepe ci voglia, anche in chi come noi, è portato a "riflettere".

Invece io non vedo cosa ci sia di disturbante o artificioso nelle risposte "ammantate di uno spirito di fratellanza"... almeno per quanto concerne il mio puntino di vista. Si può esprimere il proprio pensiero anche così ( non siamo mica tutti uguali? )... è il contenuto che costituisce il pepe di una discussione e non la forma in cui si esplica.
Se una persona è sensibile, calma, tollerante e crede nella fratellanza nella vita di tutti i giorni, perché dovrebbe essere "stucchevole" se lo esprime anche attraverso un forum?

Per quanto riguarda poi il tema di questa discussione posso dire me che sono la stessa persona, sia nel concreto che nel virtuale... forse perché non ho motivo di essere "altro" ( mi affaticherebbe! )... mentre per il nickname ho semplicemente usato il "soprannome" che mi ha "affibbiato" il mio compagno di vita ( mi ha gentilmente chiesto lui di non usare il mio nome "anagrafico" e l'ho rispettato ).
Per cui credo che il forum ( e il virtuale in genere ) rispecchi abbastanza la società in cui siamo inseriti: ci sono persone che mentono e persone sincere, persone che giudicano ( anche se non si dovrebbe ) e persone che rispettano il pensiero del prossimo. L'uso che se ne fa o quello che rappresenta il forum è anch'esso strettamente legato alle condizioni della società "concreta" ( non potrebbe essere altrimenti, siamo il "prodotto" di tale società! ).

Con tutto ciò sottolineo ( come sempre ) che ho espresso soltanto un mio personale pensiero senza scopo di ledere il pensiero altri.

Pace & Amore
veraluce is offline  
Vecchio 25-08-2007, 14.24.08   #53
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
La dimensione onirica del reale e del virtuale

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Colgo l'invito di Hava a tornare al quesito inziale. Nel quale i termini "virtuale" e "reale" (onestamente) mi sembrano utilizzati in accezioni di immediata leggibilità e che non rendono affatto necessario alcun loro ulteriore approfondimento. Sarà gentile Hava a dirmi se sbaglio, ma credo volesse intendersi per "reale" la vita a cui si partecipa con proprie fisicità e identità esposte, e, semplicemente, per "virtuale", quella a cui si partecipa in assenza di queste.
Questa differenza è oggettiva , tra le due modalità relazionali, e dalla sostanza di questa differenza nasceva la domanda. Che, poi, le definizioni siano più o meno filosoficamente appropriate (scusate ma) a me sembra un problema diverso rispetto a quello posto, e la sostanza della differenza tale resta , comunque la si chiami.


La cara Donella ha già tagliato corto sul non-tema della definizione reale-virtuale, che è una ovvietà, e lei fa bene a ribadirlo per chi è più duro di comprendonio.
Non occorre allora ribadire un bel niente visto che lo ha già fatto Donella; è solo che volevo raccontarvi una cosa, ossia che stanotte ho fatto un sogno. Anzi due, in verità. Me lo concedete?

Nel primo sogno, molto bello, mi incontravo biblicamente con una ragazza carina, che assomigliava tanto a Kate Moss, ma non vi voglio tediare oltremodo sul tema. Ahimè era solo un sogno; .. posso forse definirla una immagine onirica, virtuale? direi di sì... purtroppo era tutt'altro che reale.

Nel secondo sogno, assai meno bello del primo devo dire…, è venuto a farmi visita il Visir col turbante, il quale mi ha detto: “ se adesso ti tiro un pugno in faccia e un calcio nei c……glioni secondo te è reale o è virtuale?”.
Nel sogno non ho fatto in tempo a dare una risposta, ma al risveglio mi son detto: casomai me lo avesse dato il pugno o il calcio, non avrei potuto sentire dolore fisico visto che stavo dormendo comodamente nel mio letto multipiazza... forse che sarebbe stato un pugno o un calcio "virtuale"?

Stamattina, al risveglio, esco di casa e un tipo ha parcheggiato l’auto davanti alla rampa di uscita di un garage, su cui stava sostando – ansioso di uscirsene – un ragazzone baffuto. L’auto malparcheggiata sostava lì da minuti, e il baffuto trinariciuto e fumante suonava il clacson a più non posso.
A quel punto compare un bell’imbusto, un signore un po' in sovrappeso, con un accento romano e una camicia sportiva a righe così inelegante: era il padrone maleducato dell’auto malparcheggiata.
Si avvicina svampito , con un sorriso ebete nei confronti dell’incazzatissimo baffuto.
In un lampo il baffuto colpisce con una testata al viso il bell’imbusto maleducato in camicia, che immediatamente comincia a sanguinare dal naso.

Mi sono chiesto: il pugno era reale o virtuale?
Secondo me era reale, mica virtuale; usciva anche il sangue.

Donella sarà d'accordo con me.
E casomai non fosse d'accordo, che importa? tanto non può mica venire a casa mia a prendermi a testate (reali) in faccia.
Fortuna che siamo sul Forum, và.
marco gallione is offline  
Vecchio 25-08-2007, 17.45.13   #54
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: la nostra identita' in una societa' virtuale

Citazione:
Invece io non vedo cosa ci sia di disturbante o artificioso nelle risposte "ammantate di uno spirito di fratellanza"... almeno per quanto concerne il mio puntino di vista. Si può esprimere il proprio pensiero anche così ( non siamo mica tutti uguali? )... è il contenuto che costituisce il pepe di una discussione e non la forma in cui si esplica.
Se una persona è sensibile, calma, tollerante e crede nella fratellanza nella vita di tutti i giorni, perché dovrebbe essere "stucchevole" se lo esprime anche attraverso un forum?

Essenzialmente mi ritrovo d'accordo con Catoblepa: sì alle buone maniere ( ci sono forum che sono una vera accozzaglia di epiteti ingiuriosi, soprattutto poi dove si parla di politica) ma il buonismo di cui a volte copriamo certi nostri pensieri rischia di essere IPOCRISIA.

Siamo sempre così buoni nella realtà?

Il fatto stesso di essere seduti davanti ad uno schermo ci pone in una condizione di maggiore calma, ma anche di concentrazione - dovendo usare le parole giuste per farci capire.

Nella realtà, le parole hanno un peso diverso, non stiamo così attenti a come le formuliamo, oltre a tutto possiamo aiutarci con i gesti, con lo sguardo, con vari movimenti del corpo - esplicativi quanto e più delle sole parole.

Senza dire che nel virtuale si mente, cosa che in linea di massima non credo, penso piuttosto che siamo costretti a relazionarci diversamente che nel reale.

Ciao a tutti
Patri15 is offline  
Vecchio 25-08-2007, 19.40.35   #55
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Talking Riferimento: la nostra identita' in una societa' virtuale

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15:
Essenzialmente mi ritrovo d'accordo con Catoblepa: sì alle buone maniere ( ci sono forum che sono una vera accozzaglia di epiteti ingiuriosi, soprattutto poi dove si parla di politica) ma il buonismo di cui a volte copriamo certi nostri pensieri rischia di essere IPOCRISIA.

Siamo sempre così buoni nella realtà?

Il fatto stesso di essere seduti davanti ad uno schermo ci pone in una condizione di maggiore calma, ma anche di concentrazione - dovendo usare le parole giuste per farci capire.

Nella realtà, le parole hanno un peso diverso, non stiamo così attenti a come le formuliamo, oltre a tutto possiamo aiutarci con i gesti, con lo sguardo, con vari movimenti del corpo - esplicativi quanto e più delle sole parole.

Senza dire che nel virtuale si mente, cosa che in linea di massima non credo, penso piuttosto che siamo costretti a relazionarci diversamente che nel reale.


Anch'io condivido il fatto che il falso buonismo non sia cosa bella ( premesso che tutto ciò che è falso non è bello )...
ma non escludo che non possa esistere anche un "vero" buonismo ( concedetemi l'espressione )... non mi sentirei ( e parlo per me stessa ovviamente ) di escludere che una persona che è gentile, educata, etc su un forum non possa esserlo anche nel quotidiano della vita... intendevo dire solo questo nel mio post precedente .

Buona sera a voi!
veraluce is offline  
Vecchio 26-08-2007, 01.47.03   #56
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: la nostra identita' in una societa' virtuale

hava
Citazione:
Il --dare e ricevere--comprende nella vita reale campi diversi di reciprochi doveri e volonta' di adattarsi ai bisogni altrui. Nel virtuale e' limitato ad uno scambio di opinioni ed alle volte consigli [come in questo forum] , senza coinvolgerci piu' profondamente.
katerpillar

Ne sei proprio sicura? Beate tu che vivi di certezze. Se fossi in te farei un indagine più approfondita prima di tirare certe conclusioni.
katerpillar is offline  
Vecchio 26-08-2007, 09.45.33   #57
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: la nostra identita' in una societa' virtuale

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
hava
katerpillar

Ne sei proprio sicura? Beate tu che vivi di certezze. Se fossi in te farei un indagine più approfondita prima di tirare certe conclusioni.


Non ho alcuna ambizione di postare verita' scientifiche, e non credo che cio' sia richiesto in questo forum.
Io mi accontento di esprimere opinioni che ognuno puo' contrastare.
A te e a tutto il forum auguro una bella domenica.
hava is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it