Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-10-2007, 10.59.06   #1
animastrana
Ospite
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 8
mal di vivere

ciao. vorrei sapere se sono l'unica con questo pesante fardello del mal di vivere.
il mondo attuale, non mi piace, vorrei vivere in un'altra epoca, vorrei le cose più semplici, magari meno agi, ma sentire più calore umano nella quotidianità.
sono stufa dei tg, delle cose aberranti che sento, stufa di sentire che continuano a chiedere soldi per bambini, per la fame, per le malattie rare, per questo e per quello, e non si rende conto nessuno che siamo alle soglie di una profonda povertà, non solo a livello economico, ma in particolare umano?!
sono sempre vissuta in analisi, ma nessuno mi ha mai dato delle risposte...e delle pastiglie?, a cosa ti servono? a non farti porre delle domande a te stessa, a non vedere la bruttura del mondo in qui viviamo?
chi mi conosce, mi vede ridere, scherzare essere l'anima della festa... ma dentro di me c'è sempre la malinconia...
chi si sente come me? chi si sente stanco di vivere senza motivi particolari?
sono animastrana di nik e di fatto, rovisto nelle cose della vita, nei forum, nella lettura, nelle poesie che scrivo, lotto per cercare qualcosa che mi coinvolga...ma tutto...dura così poco...
ciao a tutti. se ci fosse la possibilità di inoculare in me una goccia di calma interiore e serenità attraverso un donatore...sarei la prima a chiedere un trapianto di cellule di buonumore e di voglia di vivere.
animastrana is offline  
Vecchio 13-10-2007, 17.56.18   #2
NebbiaINvalPadana
Ospite abituale
 
L'avatar di NebbiaINvalPadana
 
Data registrazione: 28-12-2006
Messaggi: 158
Riferimento: mal di vivere

Credi di essere l'unica a vedere la realtà? No, sono in moltissimi, un vero esercito ad essere come te.
Il mondo gira e gira, e tu sei obbligato a sottostarci ma stare al passo non è di tuo gradimento?
Pazienza. Devi chiederti come stare meglio, se continui a guardare il problema lo risolverai? No, lo rendi peggiore.

La psicanalisi si è persa un pezzo: siamo nel presente e non nel passato. Percui in questo stesso momento tu puoi cambiare la tua vita, basta prendere coscienza che il passato è passato.

Siamo soli, assolutamente e completamente soli, gli altri non ci devono niente. Nessuno è più interessato agli altri di quanto non lo sia a se stesso. Se si sta bene con gli altri, pensiamo a goderci quei momenti e non sventoliamo come bandieruole ogni volte ache il vento cambia.
Ogni sorpresa nasconde sempre una delusione, ma anche ogni delusione può nascondere una sorpresa.
E' tutto un gran casino, perciò mettere ordine sarebbe inutile.
Passeggiamo.
NebbiaINvalPadana is offline  
Vecchio 13-10-2007, 20.18.27   #3
animastrana
Ospite
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 8
Riferimento: mal di vivere

Citazione:
Originalmente inviato da NebbiaINvalPadana
Credi di essere l'unica a vedere la realtà? No, sono in moltissimi, un vero esercito ad essere come te.
Il mondo gira e gira, e tu sei obbligato a sottostarci ma stare al passo non è di tuo gradimento?
Pazienza. Devi chiederti come stare meglio, se continui a guardare il problema lo risolverai? No, lo rendi peggiore.

La psicanalisi si è persa un pezzo: siamo nel presente e non nel passato. Percui in questo stesso momento tu puoi cambiare la tua vita, basta prendere coscienza che il passato è passato.

Siamo soli, assolutamente e completamente soli, gli altri non ci devono niente. Nessuno è più interessato agli altri di quanto non lo sia a se stesso. Se si sta bene con gli altri, pensiamo a goderci quei momenti e non sventoliamo come bandieruole ogni volte ache il vento cambia.
Ogni sorpresa nasconde sempre una delusione, ma anche ogni delusione può nascondere una sorpresa.
E' tutto un gran casino, perciò mettere ordine sarebbe inutile.
Passeggiamo.

...e tu, come vivi?... come fai fronte al mal di vivere?...come fai a non scivolare come me, nella voglia di distacco da tutto? ciao e grazie, sicuramente sei più forte di me. purtroppo, passeggiare...per me è una fatica...
animastrana is offline  
Vecchio 13-10-2007, 20.31.39   #4
animastrana
Ospite
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 8
Riferimento: mal di vivere

Citazione:
Originalmente inviato da NebbiaINvalPadana
Credi di essere l'unica a vedere la realtà? No, sono in moltissimi, un vero esercito ad essere come te.
Il mondo gira e gira, e tu sei obbligato a sottostarci ma stare al passo non è di tuo gradimento?
Pazienza. Devi chiederti come stare meglio, se continui a guardare il problema lo risolverai? No, lo rendi peggiore.

La psicanalisi si è persa un pezzo: siamo nel presente e non nel passato. Percui in questo stesso momento tu puoi cambiare la tua vita, basta prendere coscienza che il passato è passato.

Siamo soli, assolutamente e completamente soli, gli altri non ci devono niente. Nessuno è più interessato agli altri di quanto non lo sia a se stesso. Se si sta bene con gli altri, pensiamo a goderci quei momenti e non sventoliamo come bandieruole ogni volte ache il vento cambia.
Ogni sorpresa nasconde sempre una delusione, ma anche ogni delusione può nascondere una sorpresa.
E' tutto un gran casino, perciò mettere ordine sarebbe inutile.
Passeggiamo.
ho girato un pò...ed ho visto che hai tante argomentazioni e risposte per tutti! adesso vedo a farmi una passeggiata! anche se non mi è chiaro il concetto. ciao.
animastrana is offline  
Vecchio 13-10-2007, 20.44.46   #5
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: mal di vivere

Citazione:
Originalmente inviato da animastrana
ciao. vorrei sapere se sono l'unica con questo pesante fardello del mal di vivere.
il mondo attuale, non mi piace, vorrei vivere in un'altra epoca, vorrei le cose più semplici, magari meno agi, ma sentire più calore umano nella quotidianità.
sono stufa dei tg, delle cose aberranti che sento, stufa di sentire che continuano a chiedere soldi per bambini, per la fame, per le malattie rare, per questo e per quello, e non si rende conto nessuno che siamo alle soglie di una profonda povertà, non solo a livello economico, ma in particolare umano?!
sono sempre vissuta in analisi, ma nessuno mi ha mai dato delle risposte...e delle pastiglie?, a cosa ti servono? a non farti porre delle domande a te stessa, a non vedere la bruttura del mondo in qui viviamo?
chi mi conosce, mi vede ridere, scherzare essere l'anima della festa... ma dentro di me c'è sempre la malinconia...
chi si sente come me? chi si sente stanco di vivere senza motivi particolari?
sono animastrana di nik e di fatto, rovisto nelle cose della vita, nei forum, nella lettura, nelle poesie che scrivo, lotto per cercare qualcosa che mi coinvolga...ma tutto...dura così poco...
ciao a tutti. se ci fosse la possibilità di inoculare in me una goccia di calma interiore e serenità attraverso un donatore...sarei la prima a chiedere un trapianto di cellule di buonumore e di voglia di vivere.

Indubbiamente.. le urla dell'anima fanno impazzire.. a volte.
Hai detto tu stessa che il male è nel mondo.. di quel tuo mondo..che si è costruito dentro di te..di quel programma scritto nella nostra percezione inconscia che reagisce agli stimoli esterni..

Che fare.. per trovare quel buonumore che reimposta i dati che giornalmente fluiscono nella nostra coscienza..
Credo che sia il cammino.. cioè..l'andare avanti sperimentando le soluzioni migliori , cioè quelle che sentiamo nostre.. più capaci di rasserenarci.

Poi.. vi è un dato di fatto.. come le cellule primordiali, evolvendosi..
si unirono in organismi più complessi.. integrandosi meglio nell'ambiente
terrestre.. così.. adesso che le comunicazioni fra persone sono più facili.. o meglio.. tecnologicamente più facili..
si potrebbe immaginare un ulteriore salto evolutivo..quello dell'anima ..
proseguendo quel programma che sembra la nostra evoluzione..
l'evoluzione nell'amore.. termine nevvero molto abusato.. ma che rende meglio il concetto di spinta verso un'unione globale.
Ciao
cielosereno52 is offline  
Vecchio 13-10-2007, 22.08.29   #6
semiseria
Ospite abituale
 
L'avatar di semiseria
 
Data registrazione: 03-09-2007
Messaggi: 40
Riferimento: mal di vivere

Non sei sola. Chi non ha mai avuto la sensazione che nulla avesse senso?
Vedere la realtà però non necessariamente coincide con lo smarrimento totale del senso.
"Un albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce"

Non siamo dopotutto così soli. Non ho parole "giuste" da darti, ma ascolterò le tue, se vorrai dialogare.
Hai mai letto "Spesso il male di vivere ho incontrato" di Montale? Come vedi ci sono illustri testimoni del tuo stesso sentire.
A presto.
semiseria is offline  
Vecchio 13-10-2007, 23.31.10   #7
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: mal di vivere

animastrana, la realta' è quella che è, non è mai stata bella e non lo sara' mai.Ma non devi cercare la risposta in te o farti crescere dentro la malinconia, ...siii TU il cambiamento che vorresti vedere intorno a te....rispondi al male con il bene, con il sorriso , ti assicuro che DARE fa bene a se stessi molto piu' del ricevere.
ciao
aurora is offline  
Vecchio 14-10-2007, 09.15.33   #8
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: mal di vivere

Ti capisco molto bene.

A me è capitato e capita di ritrovarmi nel deserto poi su un ghiacciaio o in una caverna. Prima mi incavolavo oggi so che è solo una esperienza che deve essere vissuta.

Ci sono domande che non troveranno mai risposte: perchè sono qui? da dove vengo? dove vado? cosa devo fare?
E nonostante si sia consapevoli che non esiste una risposta certa dobbiamo cercare di trovarla.

Il mondo, specialmente quello attuale, è uno schifo globale ma siamo qui e dobbiamo sperimentarlo. Questo non vuol dire sedersi e aspettare che passi e che altri facciano il lavoro di trasformazione.

Vuol dire essere qui e cercare di divenire consapevoli del nostro viaggio.

Un giorno ero ferma al semaforo e, ad un tratto, senza volerlo mi resi conto che io ero "già morta".
In un tempo X nello spazio Y io non c'ero più, vi era un corpo inanimato o non c'era più neppure un corpo.
E anche tutta quell'altra gente intorno a me era già morta.

Non è un gioco ma una consapevolezza che sconvolge nel momento in cui ti accade.

Dopo, quando tornò il calore nel mio corpo, pensai a quel che dovevo o non dovero fare in attesa di quel giorno. Come volevo vivere la mia vita nel frattempo.

Se pensi che ogni giorno può essere l'ultimo allora puoi scoprire quanto sia straordinario ammirare un cielo azzurro solcato da nuvole bianche, quanto sia straordinario ascoltare la voce di una persona cara.
E che incredibile stupore e meraviglia provi nell'ascoltare il tuo respiro, muovere le dita delle mani, accarezzarti il viso caldo e morbido.

Raramente io dò offerte alla raccolta per questo e per quello, contribuirò sostanziosamente quando andranno in giro per reperire fondi sulla contraccezione, sul controllo delle nascite.

Il mondo impoverisce materialmente perchè ci sono parassiti insaziabili di denaro e di potere. Ci sono gli stolti che detengono il potere e distruggono distruggono il mondo.

Io lotto contro costoro con la consapevolezza, con la ricerca di me stessa.

Siamo immersi in una società globalizzata di uomini privi di umanità.

La povertà materiale è niente rispetto alla povertà dello spirito, alla distruzione della spiritualità.

Noi siamo qui con la responsabilità di vivere le nostre vite.
Responsabili di noi stessi e delle nostre azioni e quindi anche degli altri.

Sperimentiamo pure il "mal di vivere", io l'ho fatto. Sono stata in terapia tanti anni, e poi un giorno mi sono accorta che mi crogiolavo, mi adagiavo, mi divertivo da pazzi nel mio malessere.

Cadere nel fango può accadere durante la nostra gita in montagna, ma poi ti rialzi e ti lavi. Non puoi andartene in giro con il fango addosso, anche se ti diverte far vedere agli altri che sei riuscita a venir fuori dalle sabbie mobili.

Sapessi quante volte mi sono ritravata in profonde trappole, proprio quando credevo di aver superato tutto. A volte ho creduto proprio di non farcela.

E' un rischio, tutto è un rischio ma va affrontato.

Niente fughe ma superamenti, sconfitte e vittorie, cadere e rialzarsi, provare e riprovare e cercare. Cercare sempre.

Ti auguro di riuscirci, ma se già in questo istante accarezzi il tuo viso e ti guardarti intorno vuol dire che sei già in cammino.

Ti abbraccio
Mary
Mary is offline  
Vecchio 14-10-2007, 15.21.26   #9
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: mal di vivere

Citazione:
Originalmente inviato da animastrana
chi si sente come me? chi si sente stanco di vivere senza motivi particolari?
sono animastrana di nik e di fatto, rovisto nelle cose della vita, nei forum, nella lettura, nelle poesie che scrivo, lotto per cercare qualcosa che mi coinvolga...ma tutto...dura così poco...
ciao a tutti. se ci fosse la possibilità di inoculare in me una goccia di calma interiore e serenità attraverso un donatore...sarei la prima a chiedere un trapianto di cellule di buonumore e di voglia di vivere.



ciao!
credo che sia molto utile avere delle risposte da chi si sente come te.
Ma credo anche sia utile ascoltare una persona come me..non avverto il mal di vivere,ma so cos'è e ho incontrato alcune persone che avevano questa sorta di "pesantezza addosso".Quando parli della goccia di calma che cerchi..
vorrei fare il possibile per almeno farti intravedere che non è una cosa impossibile.
Principalmente credo che alle persone troppo spesso malinconiche manchi una passione.
Ovviamente prendi queste parole solo come una mia idea,sappi che non mi sento in grado di darti consigli pratici nè di dare una risposta ai tuoi perchè!

Per passione intendo qualsiasi cosa che la mattina ti faccia alzare con la volgia di farla.Che ti faccia sopportare i momenti difficili,i momenti noiosi,i momenti tristi..perchè sai che a un certo punto della giornata,o della settimana,farai quella cosa.Guarda che tanta gente non vive poi cosi serenamente:
..otto ore seduti davanti a un computer..in mezzo alla confusione,ai tg...
alla politica e alle notizie scioccanti che la riguardano,tanta gente non arriva con serenità alla fine del mese perchè gli stipendi sono quelli che sonoe la vita costa sempre di più..
In effetti,oggettivamente,non è affatto facile affrontare la vita col sorriso!
Ma tante persone sanno che,dopo aver sopportato un po'...avranno finalmente tempo e modo di:viaggiare,stare coi propri cari,coi propri amici,suonare,ballare,cantare, leggere,scrivere.Eccetera eccetera!E' questo piccolo mondo che ci creiamo fatto di attività fini a se stesse,non obbligatorie,non retribuite,non controllate..e quindi non stancanti!che secondo me ci permette di avere,alla fine ,un bel sorriso interiore.

Tu parli di letture,di poesie,è già tanto!Cerca di pensare che nel tuo piccolo non puoi farti carico di tutto quello che hai intorno e che non ti piace..Non si può cambiare il mondo intero!
Però puoi fare tantissime cose per sentirti soddisfatta!Visto che scrivi,perchè non partecipi a qualche concorso?
Perchè ogni tanto non fai qualche piccolo viaggio,che ti permette di respirare almeno per un po' un'aria diversa?


E poi ,cosa intendi con:"Tutto dura così poco?"
Quest'affermazione mi resta oscura..

Ritorno al fatto che la cosa migliore è quella di seguire i propri gusti,e di partecipare in maniera attiva a un progetto,un concorso,un'attività volontaria,insomma cerca di applicarti a seguire una strada ben precisa,che ti piaccia,che ti faccia sentire realizzata.Qualcosa che pensi di saper fare,o che vorretsi imparare.Dici che non riesci a trovare qualcosa che ti coinvolga,ma forse devi solo cercare più a fondo e fare anche delle prove.Non tirarti indietro prima di ricevere delle delusioni,non pensare:tanto sicuramente non mi piacerà,tanto non ha senso,sto meglio a casa,tanto la vita è triste...


La vita è triste finchè non scocca una scintilla che ti fa venir voglia di "fare"!
Vorrei tanto che tu mi rispondessi

Un abbraccio
aile is offline  
Vecchio 14-10-2007, 15.39.00   #10
kore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 343
Riferimento: mal di vivere

Citazione:
Originalmente inviato da animastrana
ciao. vorrei sapere se sono l'unica con questo pesante fardello del mal di vivere.
il mondo attuale, non mi piace, vorrei vivere in un'altra epoca, vorrei le cose più semplici, magari meno agi, ma sentire più calore umano nella quotidianità.
sono stufa dei tg, delle cose aberranti che sento, stufa di sentire che continuano a chiedere soldi per bambini, per la fame, per le malattie rare, per questo e per quello, e non si rende conto nessuno che siamo alle soglie di una profonda povertà, non solo a livello economico, ma in particolare umano?!
sono sempre vissuta in analisi, ma nessuno mi ha mai dato delle risposte...e delle pastiglie?, a cosa ti servono? a non farti porre delle domande a te stessa, a non vedere la bruttura del mondo in qui viviamo?
chi mi conosce, mi vede ridere, scherzare essere l'anima della festa... ma dentro di me c'è sempre la malinconia...
chi si sente come me? chi si sente stanco di vivere senza motivi particolari?
sono animastrana di nik e di fatto, rovisto nelle cose della vita, nei forum, nella lettura, nelle poesie che scrivo, lotto per cercare qualcosa che mi coinvolga...ma tutto...dura così poco...
ciao a tutti. se ci fosse la possibilità di inoculare in me una goccia di calma interiore e serenità attraverso un donatore...sarei la prima a chiedere un trapianto di cellule di buonumore e di voglia di vivere.

Cara Animastrana, la psicoterapia l'ho fatta anche io.
Gli esiti sono stati molto positivi.
Se prima dicevo "il mondo fa schifo", adesso sono in grado di rendermene profondamente conto, cogliendo tutte le sfumature che prima, nonostante il mio pessimismo depressivo, non vedevo.
Come a dire: si stava meglio quando si stava peggio!
Di risposte, ti dirò, non ne ho nemmeno una. Ma penso che la ricerca delle risposte sia lavoro di tutta una vita.
L'inquietudine appartiene all'uomo libero, a chi non è alienato.
Mai, nella storia, l'uomo è stato felice, non facciamoci illusioni.
La nostra epoca non è peggiore di quelle che l'hanno preceduta. Gli uomini eccellenti sono sempre stati tragicamente pochi, spesso sono stati perseguitati, ma solo apparentemente sconfitti.
Noi possiamo raccogliere quella eredità, custodirla e tramandarla. E proprio perché rara, ci sembrerà ancora più preziosa.
Questa fratellanza spirituale mi aiuta a sentirmi meno isolata, il ricordo di queste persone, sebbene morte da secoli, mi fa provare sentimenti di gratitudine.
La voglia di vivere bisogna attingerla da tutto ciò che si ama, fosse pure un pezzo di carta con su scritta un'umile poesia o l'albero del giardino condominiale.
Forse ragiono in modo semplice, forse sono eccessivamente superficiale e dico delle banalità, ma quando passeggio per il centro storico e sulla mia testa incombe la facciata del duomo, quando vado a visitare una mostra e mi trovo davanti a un quadro che mi piace particolarmente, quando leggo un libro o una poesia oppure cammino per la campagna, quando sono circondata dalle cose o dalle persone che amo e vedo che "sono", NONOSTANTE TUTTO, la meraviglia che provo mi fa amare la vita.
Ha ragione Mary, l'unico "rimedio" è coltivare la spiritualità nelle forme e nei modi che ci sono propri.
kore is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it