Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-11-2007, 18.51.01   #31
LST
Ospite
 
L'avatar di LST
 
Data registrazione: 29-10-2007
Messaggi: 14
Riferimento: cosa vi fa più paura...

la paura di diventare quello che odio, e accorgermene solo quando é troppo tardi

Citazione:
Originalmente inviato da Jaynes
La mia paura più grande...è quella di fermarmi un giorno alla fine di questa corse che è la vita e rendermi conto di non aver saputo vivere. di non aver vissuto, di non aver esplorato la vita nei suoi confini ma di essermi limitato ad accontentarmi. Ne conosco di gente che si accontenta e questo mi fa paura, spero di non ritrovarmi anch'io cosi. Ecco questo è ciò che mi fa paura...

e anche questo non ha un bell aspetto
LST is offline  
Vecchio 06-11-2007, 07.01.49   #32
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Citazione:
Originalmente inviato da LST
la paura di diventare quello che odio, e accorgermene solo quando é troppo tardi



e anche questo non ha un bell aspetto
Non puoi diventare quello che odi perchè quello che odi è già in te, è un tuo aspetto di cui non hai ancora preso consapevolezza!
Odiamo chi ruba la borsetta ad una donna perchè non abbiamo ancora
compreso niente di noi!
Quando cominciamo a scavare e vediamo la nostra ombra e l'abbracciamo,
non possiamo veramente odiare più nessuno., viene naturale amare
il prossimo come "noi stessi", perchè gli altri siamo noi!
paperapersa is offline  
Vecchio 07-11-2007, 12.24.56   #33
teseo
Ospite
 
Data registrazione: 14-05-2006
Messaggi: 7
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Non puoi diventare quello che odi perchè quello che odi è già in te, è un tuo aspetto di cui non hai ancora preso consapevolezza!
Odiamo chi ruba la borsetta ad una donna perchè non abbiamo ancora
compreso niente di noi!
Quando cominciamo a scavare e vediamo la nostra ombra e l'abbracciamo,
non possiamo veramente odiare più nessuno., viene naturale amare
il prossimo come "noi stessi", perchè gli altri siamo noi!


sagge parole malu
tu come hai fatto ad accettare la tua ombra?
teseo is offline  
Vecchio 07-11-2007, 16.50.19   #34
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Ci lavoro ogni giorno, perchè come tutti vivo immersa in questo mondo duale,
di giudizio, di giusto o sbagliato, di destra o sinistra.....di buono o cattivo!
Ma il grosso del lavoro l'ho fatto nel corso di seminari di Psicosintesi e in anni
di auto analisi e osservazione.
cerco di estraniarmi dal"conformismo" e dalle "informazioni" che i mass
media ci propimamo e di mantenere "discernimento dello spirito", ma devo
riconoscere che la tentazione di ricadere nel facile e comune "senso
di giustizia" è grande.
Allora occorre frenare la lingua, astenersi dal partecipare alle discussioni
in cui cercano di coinvolgerti, e limitarsi ad osservare tutte le "subpersonalità
in azione". E osservando lo spettacolo ci si accorge di come tutto
e tutti siano nostri aspetti e con grande "comprensione" e a volte un pizzico di "ironia" ci si limita a sorridere bonariamente.
L'incontro con la mia ombra non è stato gradevole, anzi!!
Ma è stato un indispensabile percorso nel "fango e nel sudiciume"
un necessario sprofondare nel buio dell'inconscio, per incontrare
i miei mostri, i fantasmi, le paure, i sensi di colpa, l'indegnità, la vergogna
e i suoi veleni, sentirsi quasi sopraffare dagli stessi,
ma uscirne fuori "purificata" e "fortificata" ritrovando la luce adamantina
che credevo smarrita per sempre. Ho dovuto scoprirmi "assassina, invidiosa,
gelosa, avida, ladra, puttana, fragile, fuori di testa, capace di odio
e di rancore , maligna, malvagia, posseduta dalle più insane passioni
e dai vizi più sfrenati e ho dovuto riconciliarmi con ogni aspetto
di me e perdonarmi e accettarmi e amarmi e controbilanciare
tutto questo buio con spiragli di luce che divenivano sempre più grandi
e luminosi ogni volta che riuscivo a donarmi perdono e comprensione
e amore. Oggi mi riconosco in ogni essere, perchè ogni essere
è una parte di me, una potenzialità che non ho preso forse in considerazione,
una esperienza chew ho fatto in altre vite o che potrei fare in futuro!
Chi sono io per giudicare qualcuno? Solo uno specchio che riflette tutti
gli aspeti di un immenso Sè.
paperapersa is offline  
Vecchio 07-11-2007, 16.59.15   #35
nemesies
Ospite
 
L'avatar di nemesies
 
Data registrazione: 29-10-2007
Messaggi: 14
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Citazione:
Originalmente inviato da iudichetta
Le paure che una persona adulta può avere sono tanti......
Ma facilmente si pensa: alla morte è alla vecchiaia.
Voi cosa pensate?


io penso invece che la morte e la vecchiaia siano le cose che piu' spaventano una persona..la vecchiaia forse un po' di meno..anche se per alcune donne io penso sia l'incubo maggiore..

io sono giovane..e la morte la vivo da giovane..(spero) come una cosa lontana..per lo meno per me e per quelli che sono giovani come me..

ho invece l;ansia e il terrore della consapevolezza che le persone che amiamo tanto prima o poi sono destinate a scomparire..e' una cosa ke mi rattrista tantissimo..
nemesies is offline  
Vecchio 07-11-2007, 18.52.31   #36
LST
Ospite
 
L'avatar di LST
 
Data registrazione: 29-10-2007
Messaggi: 14
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Non puoi diventare quello che odi perchè quello che odi è già in te, è un tuo aspetto di cui non hai ancora preso consapevolezza!

bel tentativo cara papera psicosintetica.
ma lo so che é gia in me. é proprio perché ne sono consapevole, di quello che é e di quello che puó fare, che mi fa paura la possibilitá che prenda il controllo senza che me ne renda conto.

Citazione:
Originalmente inviato da nemesis
ho invece l;ansia e il terrore della consapevolezza che le persone che amiamo tanto prima o poi sono destinate a scomparire..e' una cosa ke mi rattrista tantissimo..

non ti rattrista di piu la possibilitá di togliere alle persone che tengono a te la tua presenza morendo prima di loro, lasciandole cosí in una vita profondamente segnata dal dolore causato dalla tua perdita?
LST is offline  
Vecchio 07-11-2007, 22.19.04   #37
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
....L'incontro con la mia ombra non è stato gradevole, anzi!!
Ma è stato un indispensabile percorso nel "fango e nel sudiciume"
un necessario sprofondare nel buio dell'inconscio, per incontrare
i miei mostri, i fantasmi, le paure, i sensi di colpa, l'indegnità, la vergogna
e i suoi veleni, sentirsi quasi sopraffare dagli stessi,
ma uscirne fuori "purificata" e "fortificata" ritrovando la luce adamantina
che credevo smarrita per sempre. Ho dovuto scoprirmi "assassina, invidiosa,
gelosa, avida, ladra, puttana, fragile, fuori di testa, capace di odio
e di rancore , maligna, malvagia, posseduta dalle più insane passioni
e dai vizi più sfrenati e ho dovuto riconciliarmi con ogni aspetto
di me e perdonarmi e accettarmi e amarmi e controbilanciare
tutto questo buio con spiragli di luce che divenivano sempre più grandi
e luminosi ogni volta che riuscivo a donarmi perdono e comprensione
e amore. Oggi mi riconosco in ogni essere, perchè ogni essere
è una parte di me, una potenzialità che non ho preso forse in considerazione,
una esperienza chew ho fatto in altre vite o che potrei fare in futuro!
Chi sono io per giudicare qualcuno? Solo uno specchio che riflette tutti
gli aspeti di un immenso Sè.

Quindi chi cerca farfalle non può che andare in un prato fiorito, chi cerca funghi deve andare in un bosco, così chi cerca la propria ombra vede e incontra le stesse cose.

Mi riconosco in quel che scrivi perchè è lo stesso viaggio che ho intrapreso.

Tra le mie paure è non portare a termine quel che sono venuta a fare in questa vita, per pigrizia, imperizia, paura...... Lasciarmi prendere troppo dal gioco a fare la "buona" , la "vittima" , la "ignorante".....

Paura di usare male i miei doni, e paura delle malattie, del dolore. Mi rendo conto di essere circondata, assediata da ogni genere di paura. L'importante è non farsi paralizzare, non farsi sottomettere.
Mary is offline  
Vecchio 08-11-2007, 17.10.40   #38
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Quindi chi cerca farfalle non può che andare in un prato fiorito, chi cerca funghi deve andare in un bosco, così chi cerca la propria ombra vede e incontra le stesse cose.

Mi riconosco in quel che scrivi perchè è lo stesso viaggio che ho intrapreso.

Tra le mie paure è non portare a termine quel che sono venuta a fare in questa vita, per pigrizia, imperizia, paura...... Lasciarmi prendere troppo dal gioco a fare la "buona" , la "vittima" , la "ignorante".....

Paura di usare male i miei doni, e paura delle malattie, del dolore. Mi rendo conto di essere circondata, assediata da ogni genere di paura. L'importante è non farsi paralizzare, non farsi sottomettere.
E' impossibile, cara Mary che tu fallisca la tua missione di vita.!
Vedi se penso a quando ero piccola, a come avrei voluto fare la missionaria in Africa, e poi invece, studiare il pianoforte, e poi studiare e divenire cantante lirica, e poi fare la hostess, e poi insegnare lingua tedesca e poi........
diventare quella che sono, un'insieme di tutte quelle parti che hanno fatto di me quella che oggi sono e che con gioia e anche fatica , perchè no, ho costruito, ma senza mai rinnegare la parte più vera di me, la mia anima!!
Certo sono andata su e giù. a destra e a sinistra, ho avuto momenti di dubbi
come tutti, ma dentro di me era come se avessi la certezza di essere guidata.

E' vero che anche nei momenti più bui c'era qualcosa dentro che mi
spingeva a collegarmi al Trascendente!
E' per quewsto che ti dono una mia poesia che riassume la mia vita:


Sona stata povera Dio,per dire: mai più la povertà!
Ho accettato la carità per divenire caritatevole.
Ho perso due fratelli di sangue per aprire le braccia a tutti i miei fratelli
in spirito.
Sono stata orfana e ho pregato: non togliere più il padre ai figli,
anche se questa fosse l'unica strada per cercarti !
Sono stata la "prima della classe" per comprendere, apprezzare
ed aiutare gli ultimi
Sono stata tradita dalle amiche per credere all'evolversi dei rapporti
e poter essere "amica di tutti".
Sono stata "pecora nera" per sentirmi addosso la vergogna e il rifiuto
e non giudicare più alcuno
Sono stat "malata" per comprendere di quanto amore e compassione
necessitano i malati
sono stata sola e inascoltata
per poter aprire le mie orecchie e il mio cuore a chi è solo e soffre.
Sono stata derisa per il mio aspetto
per supaerare l'aspetto di ognuno
e andare all'essenza, per scoprire
la bellezza nascosta in ogni essere e creatura.
Sono stata "zittita" per capire l'ascolto
"umiliata" per capire il perdono,
ma sono stata anche e soprattutto tanto amata
per poter distribuire a piene mani
tutto l'amore di cui mi hai colamato e mi colmi.
Non so cos'altro dovrò imparare o Padre,
dure lezioni mi sono data, per comprendere le parti del Tutto,
le tante sfaccettature del tuo Essere, ma sono qui, nell'eterno presente
a gioire della vita, e a berne il dolce e l'amaro
in un gustoso equilibrio di sapori e profumi
e così sia.


Quanto alle malattie, al dolore e alle paure che tentano di immettere in noi, occorre sempre lavorare e sostituire i non voglio con i voglio
e immaginare sempre la realizzazione dei nostri desideri più veri.
Mi spiego, io non dico mai non voglio ammalarmi,
ma "voglio stare bene" e mi immmagino sempre piena di vigore e di energia...
Inoltre inizio la mia giornata con un grande atto di fede: di nulla io manco
e te ne sono profondamente grata!
Basta provare con vera fede!
Come ha detto il maestro dei maestri, quando pregate non fate come i farisei,
ma pregate come se aveste già ottenuto! Grandioso no!
E' sempre una preghiera di gratitudine che sboccia dall'intimo
e che affida al Creatore la realizzazione dei nostri bisogni.
paperapersa is offline  
Vecchio 08-11-2007, 17.49.15   #39
nemesies
Ospite
 
L'avatar di nemesies
 
Data registrazione: 29-10-2007
Messaggi: 14
Riferimento: cosa vi fa più paura...

non ti rattrista di piu la possibilitá di togliere alle persone che tengono a te la tua presenza morendo prima di loro, lasciandole cosí in una vita profondamente segnata dal dolore causato dalla tua perdita?[/quote]

no sinceramente....forse sara' sintomo di egoismo ma sto piu' male nel perdere che nel sottrarre..capisci? un saluto,antonietta
nemesies is offline  
Vecchio 09-11-2007, 21.18.09   #40
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: cosa vi fa più paura...

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
.....Basta provare con vera fede!
Come ha detto il maestro dei maestri, quando pregate non fate come i farisei,
ma pregate come se aveste già ottenuto! Grandioso no!
E' sempre una preghiera di gratitudine che sboccia dall'intimo
e che affida al Creatore la realizzazione dei nostri bisogni.

Mi sono permessa di mettere il tuo scritto, la tua poesia fra i miei scritti più importanti e cari.

Un tempo tra le mie paure più subdole e insopportabili si nascondeva la solitudine. Credevo di essere l'unica al mondo a subire torti ed ingiustizie, dolori e angosce. No, non siamo soli, sono in tanti a fare il nostro stesso cammino. Oggi lo so.

Oggi ho vinto la paura della solitudine, perchè è impossibile essere soli. Anche nell'angolo più sperduto di un deserto mille anime palpitano all'unisono.

Le paure si vincono affrontandole, guardandole in faccia e comprendendole.

Dovremmo avere paura dell'indifferenza, della superficialità, della perdita del contatto con questa realtà ma anche della spiritualità.

Oggi ho visto un palloncino volare via nel cielo azzurro.

Ecco, mi sono detta, uno spirito senza più radici.

E' facile innalzarsi quando si sono persi i "pesi" su questa terra. Ma il palloncino è destinato a restare nelle mani di un bambino e non volarsene via.

Il nostro spirito tende ad innalzarsi a staccarsi da questo mondo materiale, ma è necessario che resti legato a questo mondo, dentro un pesante corpo materiale, con tutte le paure, con tutte le difficoltà che il cammino richiede.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it