Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 19-11-2007, 11.14.42   #11
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: Su certe interpretazioni nel forum di psicologia

Citazione:
Originalmente inviato da iulbrinner
"Secondo alcuni “condividerei il fondo relativo alla necessità di una riorganizzazione comportamentale maschile su basi generalizzate,tali basi che x ? definisce comportamenti “a blocchi” altro non sarebbe , a mio avviso, che la cultura di massa, la massificazione dei modi di essere” Sono incredibili travisamenti, deliri verbalistici, secondo me !!!!!!!! In sette anni di forum, (anche attualmente tali temi sono stati discussi altrove, in altre sedi), non mi è mai successo una cosa simile! Rileggetemi, ve ne prego, forumisti illuminati di “riflessioni”, se ci siete!" (arsenio)

Egregio, intanto evidenzio che sinora - alla luce delle cose scritte - l'unico che pontifica dando patenti di ragionevolezza o di insipienza culturale, quello sembri proprio essere tu. Basta leggersi questo pistolotto per farsene un'idea.
Nel merito: Quello che a te pare un "travisamento" o un "delirio verbalistico" (ma come ti permetti?!) è, viceversa, un approccio critico al tuo modo di argomentare intorno all'identità maschile che, a mio giudizio e dal mio angolo visuale, è quantomeno discutibile.
A tale riguardo, rilevo semplicemente che, sia nel topic incriminato (Uomini e...no - già il titolo è sintomatico) ma anche in altre discussioni, la definizione che proponi dell'identità maschile per stereotipi generalizzati si coniuga integralmente con la tua ansia di delineare una modellistica di riferimento finalizzata ad una sorta di rifondazione del maschio che, a te, evidentemente, appare necessaria (questa, in breve, quella che a me sembra la tua identità di vedute con tale Pasini); a me non sembra che questa rifondazione sia né necessaria, né auspicabile e non ritengo e non permetto a te o a nessuno di ergersi a giudice e definire il mio punto di vista "delirio verbalistico".
Tra l'altro tu puoi continuare a pensarla come ti pare ed io altrettanto ma, se, stando a come sembra, non sopporti di essere contraddetto, quello inadatto a partecipare ad un forum direi che sei proprio tu.
Rilevo, ancora, che nello stesso topic in argomento c'è stato chi ha evidenziato, quotandolo, come la mia critica alle tue parole fosse tutt'altro che un tentativo di decontestualizzare alcune affermazioni (nevealsole, mi sembra), ma ponesse il problema teorico - quello da me sottolineato, tra gli altri possibili - in una sua dimensione corretta. Ho anche cercato di ribadire tale osservazione con un mio post che, stranamente, chissà perché, chissà come, non è stato pubblicato dai responsabili del forum.
Osservo, infine, quest'ultima frase, del tutto sintomatica e rivelatrice:
"Le migliori interazioni, virtuali e non, le ho sperimentate con alcune ragazze, dove contava soprattutto l'apporto di un'insostituibile intuizione femminile e le loro testimonianze dirette."
Se, oltre alla pretesa di non essere contraddetto, hai anche la pretesa di selezionare i tuoi interlocutori in base al loro sesso, mi sembra non ci sia altro da aggiungere intorno all'arrogante protervia di cui ti rendi protagonista.
Se anche questo post deve essere censurato, come il precedente, invito i responsabili del forum ad una maggiore trasparenza e ad assumere i conseguenti comportamenti, bannandomi per lasciare spazio a chi, in barba ad ogni fondamentale regola di buona educazione, dispensa sentenze di idoneità e diagnosi di delirio.
Sarà così chiaro che non è consentito, in questo forum pubblico, l'esercizio della libera critica.


Gentile iulbrinner, come detto nel mio thread di oggi, senza più risentimento. Ho letto il tuo presente post,esprime giudizi molto sfavorevoli su alcuni miei concetti, su cui spero avrai riflettuto, e senza la pretesa di esprimere verità assolute. Ma mi sembra che questa volta non ci siano grossolani travisamenti. Dovuti alla fretta? Può darsi. Ma tu poi non hai recepito i miei chiarimenti, come lodevolmente veraluce. In un forum converrai che non si può risultare simpatici a tutti, e c'è sempre una selezione con chi riesce a condividere certe nostre idee ed il modo di esprimerle.

Saluti e buon proseguimento a riflessioni

arsenio
arsenio is offline  
Vecchio 19-11-2007, 11.18.23   #12
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: Su certe interpretazioni nel forum di psicologia

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Credo che l'intenzione di Arsenio quando ha iniziato questa discussione fosse quella di cercare anche un chiarimento...



E' vero!



Convengo anche in questo perché il rispetto è importante.



Non è una bella cosa ma probabilmente è vero anche questo (io comunque personalmente non ci avevo fatto caso)



Non so se siano mediocri.... però penso che anche l'onestà, come il rispetto,
sia importante.
Per quelli che non vogliono capire direi che secondo me dovrebbero cercare di farlo anche se non condividono... io potrei non pensarla come te ma dovrei lo stesso cercare di comprenderti per poter dialogare (almeno io la vedo così)




Sarebbe bello se regnasse la trasparenza e anche la gentilezza verso il prossimo... io mi auguro che si migliori tutti quanti in questo senso.




Non sei incompreso, anche se per un pò ti sei sentito così forse... ci sono anche persone che vorrebbero stabilire un vero dialogo con te... e in queste includi anche me... sperando di esserne all'altezza ovviamente .

Tornando al tema principale, sicuramente penso che bisogna essere disponibili nei confronti di chi sta partecipando ad una discussione insieme a noi...
qui possiamo allenare le nostre capacità sociali e a dire il vero da quando frequento il forum son diventata ancora più comprensiva nei confronti delle persone che incontro nella vita quotidiana... qui si ha modo di entrare in contatto con tanti "caratteri" diversi (perché il carattere si intuisce anche dall'espressività trasmessa con lo scrivere) e si ha modo di capire meglio, anche quando sbagliamo noi, e il perché dei nostri sbagli.
Credo che ci si debba impegnare a confrontarsi con gentilezza, anche quando vogliamo esprimere il nostro dissenso... in fondo non costa nulla essere gentili.
Io mi impegnerò a far questo... migliorerò per far migliorare il forum e di conseguenza... migliorerà un pochino anche il mondo,no?

P.S.= Il signor webmaster oltre ad essere degna persona, opera in modo ineccepibile permettendo a noi di poter comunicare ed esprimere le nostre idee. (E per favore non censuri questo P.S. perchè lei merita tutto il nostro rispetto! )

Pace a tutti!


Ciao veraluce

Quando si fa sera / m'illumino di lucevera

arsenio is offline  
Vecchio 19-11-2007, 17.14.22   #13
iulbrinner
Utente bannato
 
Data registrazione: 25-10-2007
Messaggi: 303
Riferimento: Su certe interpretazioni nel forum di psicologia

"Gentile iulbrinner, come detto nel mio thread di oggi, senza più risentimento. Ho letto il tuo presente post,esprime giudizi molto sfavorevoli su alcuni miei concetti, su cui spero avrai riflettuto, e senza la pretesa di esprimere verità assolute. Ma mi sembra che questa volta non ci siano grossolani travisamenti. Dovuti alla fretta? Può darsi. Ma tu poi non hai recepito i miei chiarimenti, come lodevolmente veraluce. In un forum converrai che non si può risultare simpatici a tutti, e c'è sempre una selezione con chi riesce a condividere certe nostre idee ed il modo di esprimerle." (arsenio)

Preciso: i giudizi sfavorevoli del mio ultimo intervento non sono diretti verso i concetti, a leggere bene, ma verso i comportamenti (questo mi sembra già un altro travisamento e non è mio).
Per il resto, pur esprimendo dissenso (non giudizi sfavorevoli) intorno ad un certo modo di affrontare certe questioni sono, per mia natura e per radicate convinzioni, rispettoso di ogni punto di vista, anche di quelli che, dal mio angolo visuale, possano risultare tra i più indigesti. Basta rileggersi ancora una volta le cose scritte. Stanno lì e possono essere verificate.
Per quanto riguarda l'asserito travisamento sui contenuti, preciso ancora che quei contenuti li ho letti con molta attenzione e sono intervenuto con il mio punto di vista solo dopo attenta riflessione. Continuo a credere che la tematica dell'identità maschile e la sua odierna messa in discussione fosse l'epicentro della questione; una tematica di notevole spessore, anche per come è stata posta.
Invece mi si dice che non è così ma ancora non mi si offre un'interpretazione alternativa della tematica che avrei frainteso. Poco male, se a questo gap, poi, non fosse corrisposta persino l'accusa di voler travisare con argomenti "deliranti".
Convengo, tuttavia, su un punto: anche dai comportamenti verbali su un forum (privato, ma aperto al pubblico) ci si può formare un'idea sul nostro interlocutore. Su questo, almeno su questo, siamo d'accordo.
iulbrinner is offline  
Vecchio 20-11-2007, 10.24.26   #14
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: Su certe interpretazioni nel forum di psicologia

Citazione:
Originalmente inviato da iulbrinner
"Gentile iulbrinner, come detto nel mio thread di oggi, senza più risentimento. Ho letto il tuo presente post,esprime giudizi molto sfavorevoli su alcuni miei concetti, su cui spero avrai riflettuto, e senza la pretesa di esprimere verità assolute. Ma mi sembra che questa volta non ci siano grossolani travisamenti. Dovuti alla fretta? Può darsi. Ma tu poi non hai recepito i miei chiarimenti, come lodevolmente veraluce. In un forum converrai che non si può risultare simpatici a tutti, e c'è sempre una selezione con chi riesce a condividere certe nostre idee ed il modo di esprimerle." (arsenio)

Preciso: i giudizi sfavorevoli del mio ultimo intervento non sono diretti verso i concetti, a leggere bene, ma verso i comportamenti (questo mi sembra già un altro travisamento e non è mio).
Per il resto, pur esprimendo dissenso (non giudizi sfavorevoli) intorno ad un certo modo di affrontare certe questioni sono, per mia natura e per radicate convinzioni, rispettoso di ogni punto di vista, anche di quelli che, dal mio angolo visuale, possano risultare tra i più indigesti. Basta rileggersi ancora una volta le cose scritte. Stanno lì e possono essere verificate.
Per quanto riguarda l'asserito travisamento sui contenuti, preciso ancora che quei contenuti li ho letti con molta attenzione e sono intervenuto con il mio punto di vista solo dopo attenta riflessione. Continuo a credere che la tematica dell'identità maschile e la sua odierna messa in discussione fosse l'epicentro della questione; una tematica di notevole spessore, anche per come è stata posta.
Invece mi si dice che non è così ma ancora non mi si offre un'interpretazione alternativa della tematica che avrei frainteso. Poco male, se a questo gap, poi, non fosse corrisposta persino l'accusa di voler travisare con argomenti "deliranti".
Convengo, tuttavia, su un punto: anche dai comportamenti verbali su un forum (privato, ma aperto al pubblico) ci si può formare un'idea sul nostro interlocutore. Su questo, almeno su questo, siamo d'accordo.

Un'ultima cosa. Da questa vicenda ne esce danneggiata la vera persona che non c'entra per nulla: canella, che l'ha presa malissimo. Io le ho già fatte le mie mortificate scuse, dicendole che quella locuzione le era stata presa a prestito e che avevo capito che lei soltanto si rammaricava di una situazione sociale.Non so esattamente cosa avesse capito, ma le mie allusioni non erano assolutamente dirette a lei. Comunque io ripeto, se sono corresponsabile le ho fatto le mie scuse.
Spero che mi rilegga

Saluti
arsenio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it