Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 14-11-2003, 01.55.24   #11
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
beh penso che la solitudina sia una sensazione che una persona si crea nella sua mente ,si puo essere soli un mezzo a mille persone come si puo pensare di non esserlo in mezzo al deserto o in una camera isolata e non e tanto quello che ti circonda che ti fa pensare alle altre persone ma sono i ricordi che ti fanno compagni ,di solito bei ricordi di persone che anche se ti sono lontane alla fine ti siedono di fianco sempre
bomber is offline  
Vecchio 18-11-2003, 15.32.45   #12
moni
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-11-2003
Messaggi: 78
Vivendo in un paese piccolo fatto di cani, gatti, pecore, caprette, pettegole a gogo, panettieri che scorazzano, gelatai che han chiuso per la stagione... beh spesso ti trovi ad osservare la gente intorno a te...

Ho sempre sostenuto che il primo mezzo per non sentirsi "soli" è comunicare. E' accrescersi con l'altro. Sempre. Ho anche però sempre sostenuto che quando la sottoscritta non c'è... nel senso di "testa"... beh di confronti, di parole di comunicazioni.. proprio, zero!! Sì... o tutto o niente... farci cosa, ad ognuno il suo...

Spesso mi sono trovata a parlare con persone che trasmettevano solitudine al primo sguardo. Solitudine da figli, da marito, da abitudini. Solitudine da amici, da fidanzato/a, dal lavoro. Gente che vivendo in un piccolo paese si sente soffocare e morire dentro, perchè il paese non ti offre nulla e ti uccide dentro. Ho sempre guardato queste persone con ...come dire tristezza, perchè mi chiedevo come fosse mai possibile non andare oltre.
Premetto che io amo il mio paese, la mia valle, con tutti i suoi pregi e difetti, con tutti gli animali veri e quelli "adottati"... per cui soffro due volte nel rendermi conto di certe cose... Cerchi nel tuo piccolo di trasmettere ciò che senti e pensi tu, spesso susciti sorrisi, altre volte susciti "invidia" altre volte incomprensione... oppure la solita frase... "beata te che hai buontempo"...

Bah.. buontempo... ok non ho il problema di una famiglia sulle spalle, non ho il problema di tirare la fine del mese... La salute per ora va bene, ho un tetto sulla testa.. Sì sotto certi punti di vista sono molto fortunata... Però...anche quando non stavo benissimo... non mi sono mai come dire crogiolata troppo nel mio dolore... nella mia solitudine, perchè è sciocco e inutile. soprattutto inutile.

L'anziano può parlarmi di solitudine... perchè magari abbandonato da figli, dalla società... ma anche lui a volte è più "vivo" di mille altri giovani... Ho mio nonno che ha la bellezza di 91 anni... e continua a dirmi che se aspetto ancora un po' a metter su famiglia..."passo fuori come i funghi"... e sorrido... si sorrido perchè... mi trovo a guardare il mondo.. a vedere tanta sofferenza, a vedere tanta solitudine attorno a me... e mi rendo conto nella mia sola persona di sentirmi piena di energia, di voglia, di vitalità, di amicizia .. di tante e tante cose... ed ho solo paura di non aver abbastanza tempo per... farne ancora tante e tante di cose...

Spesso mi guardo attorno e vedo volti "spenti" o tristi... cerco nel mio modo casinista di coinvolgere, di travolgere.. spesso travolgo sul serio e ... il volto spento diventa incazzoso... e quello triste diventa quasi "epatitico"... ma per un istante è passato sul loro volto un'espressione di vita.. alla faccia di tutta quella assurda e pure un po' antipatica solitudine...

nonostante... io l'inviti spesso a cena... (ma a proposito...quanto mangia??? )

alla prox!!
moni is offline  
Vecchio 19-11-2003, 13.48.06   #13
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
La solitudine...
attendo la sua dolce carezza,
ed anelo la sua saggezza.

Allontanarmi, staccarmi da tante vicende,
che in verità non mi appartengono.

Ogni giorno la cerco ed ogni giorno la perdo.
Come un fiore di primavera, semplice e grandioso,
appena colto si avvia verso la morte, così la solitudine
appena la stringi senti già che stà per sparire.

La solitudine sofferta é tale perché imposta.
La solitudino goduta é tale perché fortemente voluta ed assaporata.

Che grande spreco riempire questi momenti di dolore...
Attilio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it