Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 21-10-2005, 17.46.02   #1
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
domanda

La felicità esiste su questa terra?
iudichetta is offline  
Vecchio 21-10-2005, 17.50.48   #2
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
La felicita' sono attimi...la serenita' e' qualcosa di piu' importante...

Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 21-10-2005, 18.11.46   #3
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Re: domanda

Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
La felicità esiste su questa terra?
nonimportachi is offline  
Vecchio 21-10-2005, 18.59.04   #4
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Re: domanda

Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
La felicità esiste su questa terra?
Se fai questa domanda non sei felice.

Che si risponda, semplicemente, non è quel che tu desideri, ma per risponderti con un minimo di profondità sarebbe oportuno aprire il tuo "diario" a pagina 21/10/2005...

Perchè lo chiedi?
Mistico is offline  
Vecchio 21-10-2005, 19.16.13   #5
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
Mistico lo ssò che io non sono felice.PPerò vorrei sapere, il giudizzio di altre persone.
iudichetta is offline  
Vecchio 21-10-2005, 19.55.03   #6
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
Mistico lo ssò che io non sono felice.PPerò vorrei sapere, il giudizzio di altre persone.

cara Iudichetta,
ci sono momenti nella vita e anche lunghi periodi di felicità.
Sono momenti legati ad emozioni particolari che coinvolgono tutto il tuo essere. Uno di questi momenti di estasi è l'unione totale di corpo, anima e sentimento fra due innamorati/amanti.
Chi si ama in maniera totale in questo modo riesce a mantenere la felicità di questi momenti per lunghi periodi,
Un altra emozione che dà felicità è per una donna mettere al mondo il proprio figlio voluto e amato.
Ci sono poi momenti di gioia in tante parti della vita ma si alternano a dispiaceri, dolori per la perdita di qualcuno che è caro, preoccupazioni etc....
Tutto questo è il vivere normale di ogni essere umano
che cresce attraverso le varie esperienze positive, ma soprattutto negative. Si cresce e ci si perfeziona errando.
Sì si può essere felici Iudichetta, soprattutto quando si comprende il valore della bellezza, dell'armonia che ci circonda
quando riusciamo a entrare dentro a tutto ciò e a vederci la mano di Dio. Allora la vita diventa un canto di gratitudine
e di gioia (vedi san Francesco e la sua letizia)
paperapersa is offline  
Vecchio 21-10-2005, 20.30.44   #7
ElyTo
Ospite
 
Data registrazione: 02-09-2005
Messaggi: 10
Concordo sul fatto che la serenità è la cosa più importante.
se poi si riesce ad essere anche felici, massimo, ma penso che sia molto raro essere davvero felici per lunghi periodi della vita. Più che altro ci può essere la felicità legata ad un particolare momento o avvenimento.
ElyTo is offline  
Vecchio 21-10-2005, 23.46.16   #8
oizirbaf
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 11-01-2005
Messaggi: 168
Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa

Sì si può essere felici Iudichetta, soprattutto quando si comprende il valore della bellezza, dell'armonia che ci circonda, quando riusciamo a entrare dentro a tutto ciò e a vederci la mano di Dio. Allora la vita diventa un canto di gratitudine e di gioia (vedi san Francesco e la sua letizia)

... davvero bella questa tua risposta: pur non credendo in Dio mi ritrovo nel canto di gioia e gratitudine di Francesco (... i miei figli, non a caso, si chiamano Chiara e Francesco). Di fronte all'eterno fluire del Cosmo anche la mia felicita' non può essere che un momento (anche se a me sembra lungo) che contiene in sè la sua fine: viverla gioiosamente significa accettare tutto ciò che viene. Parole? Chi sa non parla, chi parla - come me - non sa. Solo quando attraverò il confine lo saprò ... ma non potrò comunicarvelo.
oizirbaf is offline  
Vecchio 21-10-2005, 23.49.40   #9
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Certo che esiste su questa terra la "felicità" a parte che ci perdiamo quasi sempre per strada considerando il "significato " del termine ed osservando le nostre esperienze di vita, fosse mai che aderiscano perfettamente al significato dato dal dizionario, piuttosto che dargliene uno nostro, personale, "vissuto"...


Certo esiste la felicità su questa terra, il problema dell'uomo è sempre quello di quantizzare, contare, inventagliare la propria vita...e li si perde...nel cercare un tipo di investimento umano che dia nel tempo risultati tangibili


Ecco forse, il non pensare che la "felicità" sia una "cosa" quindi non aspettarsi che produca effetti è già un buon risultato...

Anche se tutto sommato credo che la felicità sia uno stato dell'essere molto intimo, incomunicabile, frammentato, e direi sommerso o meglio sopito a causa del nostro modo di vivere...
Kim is offline  
Vecchio 22-10-2005, 00.26.58   #10
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
Mistico lo so che io non sono felice. Però vorrei sapere, il giudizio di altre persone.
La felicità esiste e lo sai. La vedi in altre persone se non in te, eppure ad ogni momento felice segue un momento di infelicità... relativo.

C'è gente che grida di dolore se gli tiri un pelo, ce n'è altra che non grida neanche se gli spezzi un braccio: Tutto dipende dalla propria "soglia" di dolore e la felicità ha la propria soglia, diversa, in tutti noi.

Quando si è abituati ad avere quel che si vuole e si è ricchi quanto basta a permettersi ogni capriccio, ...quando appena qualcosa va meno bene del solito sembra già una disgrazia ed è infelicità.

Quando si è abituati alla miseria ed ai guai, invece, basta niente per esser felici.

Ricordo la mia infanzia. Con quasi nulla si giocava e ci si divertiva per giornate intere. Oggi se non c'è in casa la "Playstation 2" con i giochi che tutti gli altri hanno... sembra quasi come se l'infanzia non valesse la pena d'esser vissuta.

Cominciamo già da piccoli a non saper vivere!

Cosa ti manca, Iudichetta?

Ho 53 anni adesso e gioco ancora con i bambini quando posso. I loro genitori dicono di me: "Umberto ha un dono speciale con i bambini..." e non sanno che mi cercano perchè mi diverto più di loro, ad insegnargli come si "inventa" una magia, come si usa la fantasia, come si dipinge il mondo di oro e di azzurro senza aver pennelli ne' oro e ne' colori...

La vita va inventata, poi creduta... ed allora tutto diventa vero!


Hai bisogno di amici capaci di credere insieme a te... Soli si crede alla tristezza e basta.
Mistico is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it