Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 06-02-2006, 18.07.49   #1
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
rimorso

Sempre mi sono chiesta come una persona può vivere con il rimorso di aver ucciso un essere umano???
iudichetta is offline  
Vecchio 06-02-2006, 18.23.53   #2
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
bisogna vedere se tale rimorso c'è...

ti faccio un esempio...
una persona che sperpera denaro al gioco (vedi videopoker)
inizialmente magari prova giusto per provare, poi si fa prendere e ha la mente talmente ottenebrata e schiava che spende tutto senza rimorsi... alcuni...

l'EGO... porta a "assuefazione" e soffocamento dell'anima se non equilibrato...
turaz is offline  
Vecchio 06-02-2006, 18.26.01   #3
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
bisogna vedere se tale rimorso c'è...

ti faccio un esempio...
una persona che sperpera denaro al gioco (vedi videopoker)
inizialmente magari prova giusto per provare, poi si fa prendere e ha la mente talmente ottenebrata e schiava che spende tutto senza rimorsi... alcuni...

l'EGO... porta a "assuefazione" e soffocamento dell'anima se non equilibrato...

può dirsi la stessa cosa anche per un omicidio? Credo sia più forte come "emozione" (non so quale altro termine usare per definire lo stato non normale di una persona che uccide....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 06-02-2006, 18.33.02   #4
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
il livello dell'"emozione" a parer mio dipende dalle esperienze di vita.
pertanto non è "categorizzabile".

per esempio per un cacciatore uccidere un passerotto non da un'emozione "negativa" ma positiva....tanto per dirne uno...

da dove nasce questa visione?
probabilmente da un'analisi distorta (egoicamente) delle cose che a sua volta deriva da un'infanzia o episodi distorti
turaz is offline  
Vecchio 06-02-2006, 19.51.45   #5
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
si potrebbe dire che ho ucciso una potenziale persona, visto che ho abortito.

Rimorso?

Sì, c'è stato

ed è passato col tempo.

Il nostro grande guaritore, il tempo, sa chiudere anche le ferite del rimorso.

Perchè dal rimorso sono uscita, dai rimpianti no
Willow is offline  
Vecchio 06-02-2006, 20.20.52   #6
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
che dire?

niente, sono scelte personali che escludono il giudizio di alcuno.
Hai ragione il tempo guarisce e fà scordare, ai rimpianti, credo, si possa rimediare. Quando sarà ci sarà qualcos'altro di bello e se così non fosse...ciò che è passato è passato e la vita prosegue per sè stessi e per quelli che amiamo. Chiudersi nei rimpianti non serve proprio a nessuno, men che meno a te.

un abbraccio cara willow, mi spiace leggerti così, triste.
T.

Ultima modifica di tammy : 06-02-2006 alle ore 20.22.24.
tammy is offline  
Vecchio 06-02-2006, 20.37.00   #7
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
E' l'inverno

una grosso abbraccio anche a te
Willow is offline  
Vecchio 06-02-2006, 21.14.29   #8
Melany
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 422
Re: rimorso

Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
Sempre mi sono chiesta come una persona può vivere con il rimorso di aver ucciso un essere umano???

Io penso che certe cose bisogna viverle per sapere che cosa si prova e perchè si arriva a questa scelta. Se una persona non lo ha vissuto non può capire. E comunque resto dell'idea che nel caso di una quattordicenne incinta, a mali estremi estremi rimedi, per me l'unica soluzione è l'aborto. Ovvio, poi, che sarebbe meglio prevenire la cosa e non arrivare mai a tanto.
Melany is offline  
Vecchio 06-02-2006, 21.22.46   #9
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Io credo che si impari a convivere con il rimorso ed è anche giusto che sia cosi'....esperieze cosi' terribili possono anche divenire fonte di ispirazione personale e trasforame le persone in maniera positiva per loro e per gli altri....(non parlo di aborto non ritenendolo personalmente un omicidio)
Kim is offline  
Vecchio 06-02-2006, 21.48.21   #10
Adele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-05-2005
Messaggi: 72
Bisogna sempre analizzare la personalità del soggetto in questione, il livello di narcisismo e la capacità di provare empatia. Esiste un meccanismo di negazione per cui si vive come se l'omicidio non fosse mai stato commesso o fosse stato provocato da cause non imputabili alla volontà personale. E' un metodo indolore e molto economico....
C'è chi uccide per ottenere vantaggi economici, è inutile dire che per questa categoria di persone il "ricco" è considerato allo stesso livello di un oggetto per cui, il rimorso provocato dalla sua uccisione, è paragonabile a quello scaturito da un buon investimento in borsa.
C'è ancora chi uccide per il piacere di uccidere, neanche in tal caso si può parlare di rimorso: proveresti rimorso per qualcosa che ti gratifica?
Detto in breve, non sempre l'omicidio provoca rimorso ma, nel caso questo accada, credo che l'assassino abbia davanti una vita davvero miserevole, per trovare sollievo dal rimorso credo vi siano solo due strade: la confessione o il soccorso dei meccanismi di difesa ( come la negazione prima citata)
Adele is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it