Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 22-11-2002, 21.13.17   #11
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
La natura sana,forte,vitale,istintiva,qu ando è calpestata reagisce con l'odio.Potenziale energetico che esplode prima in maniera anarchica,e poi cercando di ripristinare un "equilibrio" ritenuto a torto o a ragione turbato .Da qui il carattere ancestrale e universale della vendetta,che tutti i sistemi giuridici avanzati hanno cercato di lenire e razionalizzare attraverso principi rigorosi ,ma che comunque recano sempre traccia di quella matrice originaria...
L'attuale cultura del perdonismo produce effetti devastanti...
Il perdono non è dovuto,e non dobbiamo sentirci malvagi se non riusciamo a concederlo.Siamo semplicemente "umani"...o "troppo umani"...
A mio parere si può perdonare solo se in quanto si riesca a comprendere le ragioni dell'altro,e farle proprie.
La bontà non è insita in nessuno...
Penso che si possa riuscire a non concepire più odio solo al termine di un percorso spirituale molto avanzato...in gradio di renderci,fin nelle più remote fibre del nostro Essere,capaci di autentica,e vissuta,"compassione" universale...


direi che la tua definizione è perfetta..tranne per alcuni particolari, ma si tratta di opinione personale....

La bontà è insita nell'uomo tanto quanto la malvagità....è sempre la regola degli opposti non si sfugge....sta all'uomo capire e portare in equilibrio i due fattori...ed è un lavoro arduo...la bontà da sola non può esistere.....come il male...

neppure io adoro il termine compassione, mi ricorda troppo il cristianesimo....

Firenze..tu hai dato una definizione meravigliosa...il problema è che alcune parole evocano collegamenti mentali falsati dalla tradizione....
comunque..se posta in questi termini..sono d'accordo...

Ultima cosa...
che cosa intendi quando dici non concepire l'odio...dare vita...origine...ma quella ci sarà sempre...è l'uomo che dovrebbe riuscire a controllarla...il che non è facile...

deirdre is offline  
Vecchio 23-11-2002, 00.29.52   #12
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
La "compassione"...

Ciao a tutti.
Ho usato il termine compassione,virgolettandolo,in un implicito richiamo al Buddismo ,che mi sembra,ben più del Cristianesimo,in grado di attingere quell'ideale di "amore universale" che il Cristianesimo si propone sì,ma senza fornire,a mio parere,quella "propedeutica" mentale/spirituale per giungervi di cui invece il Buddismo (in tutte le sue scuole) si occupa in maniera estremamente dettagliata.
Il detto evangelico "ama il prossimo tuo come te stesso" non solo non è molto persuasivo nel suo sottinteso,e abbastanza generico,rinvio a un'ipotetica fratellanza universale,ma anzi rimarca appunto l'inestinguibilità di quell'Ego che invece il Buddismo si propone di dissolvere in modo radicale;sradicando gli attaccamenti a tutte quelle passioni (l'odio in primiis) che impediscono alla nostra mente di riacquisire quella natura(che il Buddismo presume originaria) limpida,trasparente,svuotata di ogni brama terrena,e quindi in grado di aprirsi totatalmente all'Altro,e al desiderio di aiutarlo nella sua Unicità.
Questa è l'essenza della compassione buddista...
E io penso che nessun sistema religioso,o di pensiero,sia riuscito ad andare oltre la grandezza di questo insegnamento...
irene is offline  
Vecchio 23-11-2002, 00.57.57   #13
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Re: La "compassione"...

Citazione:
Messaggio originale inviato da irene
Ciao a tutti.
Ho usato il termine compassione,virgolettandolo,in un implicito richiamo al Buddismo ,che mi sembra,ben più del Cristianesimo,in grado di attingere quell'ideale di "amore universale" che il Cristianesimo si propone sì,ma senza fornire,a mio parere,quella "propedeutica" mentale/spirituale per giungervi di cui invece il Buddismo (in tutte le sue scuole) si occupa in maniera estremamente dettagliata.
Il detto evangelico "ama il prossimo tuo come te stesso" non solo non è molto persuasivo nel suo sottinteso,e abbastanza generico,rinvio a un'ipotetica fratellanza universale,ma anzi rimarca appunto l'inestinguibilità di quell'Ego che invece il Buddismo si propone di dissolvere in modo radicale;sradicando gli attaccamenti a tutte quelle passioni (l'odio in primiis) che impediscono alla nostra mente di riacquisire quella natura(che il Buddismo presume originaria) limpida,trasparente,svuotata di ogni brama terrena,e quindi in grado di aprirsi totatalmente all'Altro,e al desiderio di aiutarlo nella sua Unicità.
Questa è l'essenza della compassione buddista...
E io penso che nessun sistema religioso,o di pensiero,sia riuscito ad andare oltre la grandezza di questo insegnamento...


Acc... che dire?
Questa è classe, lipidissima classe.
Che studi hai fatto?
Quando sarò meno intontito dal sonno cercherò di capire meglio il tutto.

Sviluppa ulteriormente l'intero concetto e soprattutto parlaci del buddismo. Karma, la via di mezzo, ottuplice sentiero. appassionante, continua.
Ciao e benvenuta nel grande circo.

ciao
visechi is offline  
Vecchio 23-11-2002, 07.17.51   #14
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Re: La "compassione"...

[quote]Messaggio originale inviato da irene
Ciao a tutti.
Ho usato il termine compassione,virgolettandolo,in un implicito richiamo al Buddismo ,che mi sembra,ben più del Cristianesimo,in grado di attingere quell'ideale di "amore universale" che il Cristianesimo si propone sì,ma senza fornire,a mio parere,quella "propedeutica" mentale/spirituale per giungervi di cui invece il Buddismo (in tutte le sue scuole) si occupa in maniera estremamente dettagliata.
Il detto evangelico "ama il prossimo tuo come te stesso" non solo non è molto persuasivo nel suo sottinteso,e abbastanza generico,rinvio a un'ipotetica fratellanza universale,ma anzi rimarca appunto l'inestinguibilità di quell'Ego che invece il Buddismo si propone di dissolvere in modo radicale;sradicando gli attaccamenti a tutte quelle passioni (l'odio in primiis) che impediscono alla nostra mente di riacquisire quella natura(che il Buddismo presume originaria) limpida,trasparente,svuotata di ogni brama terrena,e quindi in grado di aprirsi totatalmente all'Altro,e al desiderio di aiutarlo nella sua Unicità.
Questa è l'essenza della compassione buddista...
E io penso che nessun sistema religioso,o di pensiero,sia riuscito ad andare oltre la grandezza di questo insegnamento...


QUOTE]

Ciao Irene,
notevole la tua spiegazione, peccato che io soffra di una forma allergica nei confronti dele tradizioni orientali....
Tu dici che il buddismo è "la pillola magica" che permette all'uomo di vivere in un modo più sereno, io sono assolutamente in disaccordo. Mi spiego, l'ho già affermato più di una volta, non sono convinta sia necessario ricorrere a forme di pensiero cosi lontane dal nostro per ottenere la cosidetta pace interiore.. (tra l'altro non mi pare il caso di portare il discorso di nuovo sulla religione...)..ma saprai meglio di me che abbiamo un nostro metodo...una nostra tradizione che non si lega espressamente ad un credo...
comunque sia..ricordiamo che i sentieri sono molti, il fine unico..non importa come una persona arrivi alla meta...
Non credo sia facile portare i fattori opposti in equilibrio...anzi è un lungo e duro lavoro...

L'amore universale....esclude l'individualità... e questo non lo trovo poi cosi grandioso. Sarò io a sbagliare, ma anche se alcuni concetti sono per me accettabili...altri li trovo assolutamente inaccettabili.

deirdre is offline  
Vecchio 23-11-2002, 09.31.54   #15
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
per irene

Tu dici:
E io penso che nessun sistema religioso,o di pensiero,sia riuscito ad andare oltre la grandezza di questo insegnamento...

Quando il Gesù disse che siamo tutti fratelli ha voluto sintetizare in una breve frase tutto il dire del Buddismo. Con questo non voglio certamente osanare un Gesù e limitare un Budda, sarei sciocco. Voglio solo dire che esiste la sintesi di un concetto frastagliato come quello buddista, dove troppe regole secondo me hanno creato una falsa religiosità. Falsa religiosità che troviamo anche nell'attuale cristianesimo.

Bhè, dalle religioni e dalle loro codifiche si salvi chi può!
firenze is offline  
Vecchio 23-11-2002, 09.53.29   #16
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
Mi associo al pensiero di Firenze. Forse dovremmo riacquistare il significato di parole come compassione, responsabilità, sacrificio perchè nel tempo sono state distorte a favore dei potenti, ma esse racchiudono un grande significato di amore in primis per se stessi che come ogni cosa si riflette su ciò che ci circonda.

A 15 anni sul mio diario scolastico tra interrogazioni e compiti c'erano anche due frasi che possono essere lette in chive semplicistica o se ne può oltrepassare l'apparenza:

alza gli occhi e guarda il cielo. E' l'unica cosa più grande di te.

La vita è come uno specchio. Se vuoi che ti sorrida devi sorriderle

Willow is offline  
Vecchio 23-11-2002, 10.28.51   #17
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
Ciao Willow, ben ritrovata.
Purtroppo queste parole dal bel contenuto sono state prese in prestito solo per stimolare l'animo umano a dare soldi ad enti che dovrebbero gestirli in aiuto ai bisognosi. Non ti nascondo che ho i miei dubbi su questo gran daffare ad aiutare il prossimo...

firenze is offline  
Vecchio 23-11-2002, 15.15.49   #18
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
PER VISECHI
Ti ringrazio per le tue gentili parole,ma non ho assolutamente la competenza necessaria per esprimere qualcosa di particolarmente illuminante sui temi da te proposti...
Complimenti a te per la tua capacità di analisi e di scrittura!

PER DEIRDRE
Le tue parole,per quanto possa sembrare strano,mi hanno ricordato quelle dello stesso Dalai Lama quando ha esortato gli Occidentali a non cercare,per partito preso,risposte ai propri interrogativi esistenziali al di fuori della propria tradizione religiosa di appartenenza...
Del resto,me lo chiedo spesso anch'io,se ed in quale misura noi Occidentali,che rechiamo impressa,forse anche nel nostro codice genetico,la memoria della Bibbia...dei Miti greci...di Cartesio...di Kant...e via dicendo....possiamo davvero recepire ,in tutta la loro autentica essenza,forme di pensiero così lontane dal nostro comune retaggio culturale...

PER FIRENZE
Il Cristianesimo(mi ridferisco ai Vangeli,e non ai loro interpreti) ha certamente una capacità di sintesi e forse anche di presa emotiva immediata superiore a quella del Buddismo.
Però il Buddismo fornisce un sistema di pensiero che,sfrondato da certi eccessi,mi sembra più intimamente convincente di quello fornito dagli esegeti del Cristianesimo,che,quanto ad attitudine a spaccare il capello in quattro,non sono stati certo secondi agli Orientali (pensa alle tediosissime dispute teologiche medioevali...)
Per il resto,la statura di Cristo non è certo seconda a quella di Budda.Peccato che la Chiesa l'abbia così malamente interpretata,creando e pepetuando le condizioni del distacco dell'Occidente dalla sua religione "storica"....


Bacioni a tutti e buon week end!!!!
irene is offline  
Vecchio 28-11-2002, 10.24.51   #19
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Re: per irene

Citazione:
Messaggio originale inviato da firenze

Bhè, dalle religioni e dalle loro codifiche si salvi chi può!

ma anche da te!!!! Va Firenze...fatte n'esame di coscienza...tanto a te vengono benino...poi ci relazioni ok?
un bacio tesorino..... occhio alle tentazioni del demonio
deirdre is offline  
Vecchio 28-11-2002, 12.18.45   #20
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
per deirdre

Forse sarebbe interessante ,da parte tua,argomentare in modo un po' più esauriente l'affermazione espressa nel precedente thread.Per quanto mi riguarda,ho sempre trovato le critiche,se decentemente motivate,sempre più costruttive dei complimenti.
Ciao.
irene is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it