Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 04-08-2006, 01.07.07   #51
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

mah!
a questo punto direi che, per quel che mi riguarda, rimane una persona autentica (uomo e donna che sia) solo chi veramente ha la capacità di essere se stesso senza sotterfugi o inganni e quant'altro già detto in precedenza (vedi "cin cin"). Condivido che sia un fatto soggettivo reputare una persona "autentica" per il proprio modo di essere. Non credo assolutamente all'uomo vero che fa moda e che tutti copiano, di solito si cresce e si diventa adulti e, forse, è proprio questo che rende una persona "vera" o autentica": crescere, maturare ecc.ecc.ecc. diventare consapevolei di sè stessi. Amare un originale, e non una copia o un falso, ma questo è solo per i nostri occhi, per il nostro cuore, e per la nostra mente, potebbe andare bene anche così, perchè denigrare?
Certo che bisogna anche essere buoni accusatori di colpi per la schiettezza con cui, a volte, le persone giudicano gratuitamente, senza conoscenza di causa e con un metro di giudizio pari al righello della scuola elementare.

P.S. ho assistito alla presentazione di un libro della Rita Levi Montalcini, il mio pensiero espresso verbalmente ai miei amici......"se fossi un uomo le farei volentieri la corte"
I gusti non si discutono.
Notte
tammy is offline  
Vecchio 04-08-2006, 08.35.05   #52
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
In linea di massima sono d'accordo con te, ma ti assicuro che non avrei aperto questa discussione se non ci fosse, da parte di alcune donne, questo sbandierato desiderio di trovare questo mitico "vero uomo", e questo altrettanto sbandierato lamentarsi della sua rarità....
Ciao cato, perchè non ci dai la tua definizione di un vero uomo?

Io penso che noi non potremo "risolvere" i problemi di quelle donne, perchè ognuna di loro dovrà riflettere sul perchè non riescono a trovare il vero uomo.

Io mi sento molto in difficoltà verso gli uomini, ai quali vanno le mie scuse, per pretendere di analizzarli e qualificarli. Come se noi donne fossimo superiori a loro.

Se non vogliamo che gli uomini ci dominino, dobbiamo metterci al loro stesso livello; e solo da un rapporto paritario può emergere qualcosa di buono, di costruttivo, di umano.

Io non pretenderò mai un vero uomo e non mi chiederò mai come deve essere un vero uomo, a meno che io non sia sicura di essere una vera donna.

Questo forse, dovrebbero fare quelle donne insoddisfatte della propria vita sentimentale.

Buona giornata, cato
cincin is offline  
Vecchio 04-08-2006, 09.45.13   #53
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da mark rutland

...ma come stai messo a bon ton, Max?


Come sto messo a bon ton?
Male, molto male Mark…m’intendo bene solo con le donne che apprezzano l’uomo sincero e trasparente così come definito da Cincin (molto poche)…il pollo al ristorante lo mangio ancora con le mani.

Nel tuo tentativo di evidenziare una mia possibile caduta di stile, volevo precisare che, a differenza di come hai interpretato tu, le donne da me citate servivano come esempio per “donna bella” e “donna intelligente” quali caratteristiche principali che le evidenziavano.
Il tuo intervento iniziale non avrebbe fatto una grinza se non avessi tirato in ballo l’intesa sessuale, che per me esiste solo ed esclusivamente se le due persone si piacciono.
La scrupolosa ricerca delle caratteristiche che tu dici di porre in atto con una donna, avviene a posteriore rispetto la tua scelta di spendere del tempo in questa ricerca…e questa scelta è, secondo me, puramente estetica in quanto, l’intesa sessuale, poggia le sue fondamenta sul “bello”.

Io non faccio sesso con una donna perché è intelligente…lo faccio perché mi piace fisicamente.

Sarebbe come dire che chi si reca a caccia di donne nei paesi dell’est non lo fa perché li le donne sono disponibili e di una bellezza imperiale ma principalmente perché viene apprezzato il grado di educazione formale, il linguaggio, il ragionamento e tutte quelle caratteristiche che, forse per ragioni di bon ton, hai detto di prediligere in una donna.

PS: Se fossi una donna (brutta.....tanto per te è irrilevante) un pensierino per una serata con te me lo farei...
maxim is offline  
Vecchio 04-08-2006, 10.39.49   #54
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Come sto messo a bon ton?
Male, molto male Mark…m’intendo bene solo con le donne che apprezzano l’uomo sincero e trasparente così come definito da Cincin (molto poche)…il pollo al ristorante lo mangio ancora con le mani.

ti devo mandare ad un corso intensivo di 'Etiquette' di Emily Post.....un caso disperato alla ER

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Nel tuo tentativo di evidenziare una mia possibile caduta di stile, volevo precisare che, a differenza di come hai interpretato tu, le donne da me citate servivano come esempio per “donna bella” e “donna intelligente” quali caratteristiche principali che le evidenziavano.


ahia.....quindi la arcuri per te sarebbe quella bella e la montalcini quella intelligente?
ahia ahia ahia....ma sei proprio un caso disperato........la arcuri potrebbe risentirsene dicendo che tu non puoi classificarla solo come bella e la montalcini aristocraticamente degnarti di un gelido silenzio di fronte al riconoscimento della sola sua intelligenza.... fortuna che non ci leggono

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Il tuo intervento iniziale non avrebbe fatto una grinza se non avessi tirato in ballo l’intesa sessuale, che per me esiste solo ed esclusivamente se le due persone si piacciono.
La scrupolosa ricerca delle caratteristiche che tu dici di porre in atto con una donna, avviene a posteriore rispetto la tua scelta di spendere del tempo in questa ricerca…e questa scelta è, secondo me, puramente estetica in quanto, l’intesa sessuale, poggia le sue fondamenta sul “bello”.

Io non faccio sesso con una donna perché è intelligente…lo faccio perché mi piace fisicamente.

appunto, per te fa una grinza,secondo te la ricerca di altro si fa a posteriori,tu fai sesso solo con donne che ti piacciono fisicamente e non perchè intelligenti....

non sai che ti perdi e come l'intelligenza si veda anche in certi contesti

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Sarebbe come dire che chi si reca a caccia di donne nei paesi dell’est non lo fa perché li le donne sono disponibili e di una bellezza imperiale ma principalmente perché viene apprezzato il grado di educazione formale, il linguaggio, il ragionamento e tutte quelle caratteristiche che, forse per ragioni di bon ton, hai detto di prediligere in una donna.

no, sarebbe come dire che esistono vari tipi di uomini senza una sostanziale soluzione di priorità, max, questo era il senso.
C'è il tipo di uomo che vuole la donna al suo fianco che fletta il proverbio 'moglie schiava ,zitta e chiava' (scusate la botta di volgarità assoluta)per poi, magari ,rimanerne succube, chi invece vuole solo sesso senza mettersela al fianco cambiandola di continuo, chi cerca altro nella metà che ha al suo fianco .Questo fa sì che questa ultima categoria di uomini dichiari apertamente di cercare una donna di un certo tipo .
Non c'è ipocrisia dettata da bon ton, come tu insinui, in quanto ho detto, Max; non cerco quella che è la bellona e basta .

Se proprio devo mettermi a fianco qualcuna preferisco sia una persona di cui abbia stima e non per la quale nutra sospetto in merito alle qualità umane pur ritenendola una strabellezza


Citazione:
Originalmente inviato da maxim
PS: Se fossi una donna (brutta.....tanto per te è irrilevante) un pensierino per una serata con te me lo farei...

PS:se tu fossi una donna chi ti dice che accetterei il tuo invito ?
PPs: se io fossi una donna( non te preoccupà pe' la bellezza, cocco, c'ho uno stacco de coscia da urlo ) vivremmo nottate d'agosto anche in pieno inverno
mark rutland is offline  
Vecchio 06-08-2006, 10.20.39   #55
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Come sto messo a bon ton?
Male, molto male Mark…m’intendo bene solo con le donne che apprezzano l’uomo sincero e trasparente così come definito da Cincin (molto poche)…

nota a margine ; cercare altro che non sia bellezza fisica in una donna implica altrettanta sincerità e trasparenza.

noto che in tutto il discorso tu ripetutamente sottolinei la tua visione come veritiera e come poco credibile l'altra.....non è così, spiacente, o per lo meno, lo è per te, in base alla tua visione poersonale, ma non per gli altri

Si può essere trasparenti e sinceri sia dicendo ad una donna 'mi piaci fisicamente indi per cui vorrei fare sesso con te' quanto dicendo' mi piaci per la persona che sei per cui vorrei fare sesso con te'

la sincerità è in chi lo dice; un tuo eventuale parere contrario in merito non scalfisce la veridicità di affermazioni opposte alla tua .

Il fatto che tu la pensi diversamente non fa degli altri degli insinceri solo perchè la pensano diversamente, Max
mark rutland is offline  
Vecchio 07-08-2006, 15.22.34   #56
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da cincin
Ciao cato, perchè non ci dai la tua definizione di un vero uomo?

Io penso che noi non potremo "risolvere" i problemi di quelle donne, perchè ognuna di loro dovrà riflettere sul perchè non riescono a trovare il vero uomo.

Io mi sento molto in difficoltà verso gli uomini, ai quali vanno le mie scuse, per pretendere di analizzarli e qualificarli. Come se noi donne fossimo superiori a loro.

Se non vogliamo che gli uomini ci dominino, dobbiamo metterci al loro stesso livello; e solo da un rapporto paritario può emergere qualcosa di buono, di costruttivo, di umano.

Io non pretenderò mai un vero uomo e non mi chiederò mai come deve essere un vero uomo, a meno che io non sia sicura di essere una vera donna.

Questo forse, dovrebbero fare quelle donne insoddisfatte della propria vita sentimentale.

Buona giornata, cato

Con un pò di ritardo ma ti rispondo: per me è un uomo vero quello che non ha paura di mostrarsi coi suoi pregi e difetti a chi gli si trova davanti; paradossalmente è un vero uomo anche chi è immaturo ma ne è consapevole e lo ammette agli altri, ossia non si spaccia per quello che non è.

Che ci sia un fondo di insoddisfazione nelle donne che richiedono la presenza di questa figura (che in realtà non è l'uomo vero ma il maschio stereotipo che secoli di maschilismo assecondato dalle donne hanno creato) ci credo.
In fin dei conti donne che cercano "quel tipo" di vero uomo sono donne probabilmente insicure, che non vedono l'ora di appoggiarsi al proprio compagno per potersi scaricare di qualche peso o responsabilità poco gradita.

Molto simile è la situazione dell'uomo che cerca una mamma in ogni donna che incontra (par condicio... )
Ok? Ciao!!!
catoblepa is offline  
Vecchio 07-08-2006, 17.28.28   #57
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da mark rutland
nota a margine ; cercare altro che non sia bellezza fisica in una donna implica altrettanta sincerità e trasparenza.

noto che in tutto il discorso tu ripetutamente sottolinei la tua visione come veritiera e come poco credibile l'altra.....non è così, spiacente, o per lo meno, lo è per te, in base alla tua visione poersonale, ma non per gli altri

Si può essere trasparenti e sinceri sia dicendo ad una donna 'mi piaci fisicamente indi per cui vorrei fare sesso con te' quanto dicendo' mi piaci per la persona che sei per cui vorrei fare sesso con te'

la sincerità è in chi lo dice; un tuo eventuale parere contrario in merito non scalfisce la veridicità di affermazioni opposte alla tua .

Il fatto che tu la pensi diversamente non fa degli altri degli insinceri solo perchè la pensano diversamente, Max

Mark...come stai messo a donne?

Questa discussione è un pò perversa...

...una donna amante dei piedi maschili ed un uomo completamente disinteressato alla bellezza femminile...e ciò che rende il tutto ancora più piccante è il titolo...
..."chi è un vero uomo"
maxim is offline  
Vecchio 07-08-2006, 21.06.02   #58
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Mark...come stai messo a donne?

Questa discussione è un pò perversa...

...una donna amante dei piedi maschili ed un uomo completamente disinteressato alla bellezza femminile...e ciò che rende il tutto ancora più piccante è il titolo...
..."chi è un vero uomo"


maxim....dipende da cosa definisci come bellezza
tu associ questa parola solo alla bellezza FISICA, io alla bellezza DELLA PERSONA.
ho detto semplicemente che sessualmente la bellezza fisica non è il primo elemento cui tengo conto rispetto alla bellezza come persona della donna ; la sola bellezza FISICA è poco attraente per me e questo in effetti indispettisce le donne che puntano molto ( e solo) su quello.
Una donna con un fisico non eccezionale ma interessante come persona mi stimola molto di più della donna bella e basta....


hai una capacità di interpretazione delle parole altrui che mi lascia impressionato, max
mark rutland is offline  
Vecchio 08-08-2006, 14.10.19   #59
ar6niolupin
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 17-07-2006
Messaggi: 2
Riferimento: Chi è un "vero" uomo?

Salve a tutti!
Scusate l'emozione, ma e' la prima volta che scrivo in un forum.
Io penso che un 'Vero Uomo' sia colui che riflette all'esterno la sua Vera Personalità.
Prima pero', deve essere la persona stessa ad essere consapevole di se stessa, accettarsi, convivere con la propria Vera Personalità, e quindi,se si vuole,farsi conoscere. Poi, una volta identificati pregi e difetti, sta nel Vero Uomo, adattarsi all'ambiente che lo circonda con la sua personalità, e migliorare il migliorabile.
Non penso ci sia un Vero Uomo, ma dei Veri Uomini. E quindi ognuno con carattereistiche caratteriali diverse l'uno dall'altro.
Il discorso vale anche per la Vera Donna.

Purtroppo la società che viviamo è piena di stereotipi,
e molte persone che credono di non avere una buona personalità per riuscire nelle varie vicende della vita(lavoro, famiglia, corteggiamento...), finiscono per inseguirli , quindi non mostrarsi per quel che sono,e non sfruttare a pieno le proprie potenzialità.
Si puo' anche aver paura di mostrarsi, per non perdere ciò che si ha.

So' di non avere una buona capacità di esposizione, ma spero di essermi fatto capire.

Un saluto,
Riccardo
ar6niolupin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it