Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 17-04-2008, 12.40.48   #1
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Ipotesi Gravitazionale

Ciao.

Osservando meglio l'ascensore di Einstein rilevo che in accelerazione le masse
fanno parte della matrice spazio e che toccano io pavimento insieme alla porzione di spazio che fluisce dall'alto verso il basso.
Per capirci e' come se in una tenda di una finestra ci fossero due macchie
e noi tirassimo giu' la tenda arriveremo alla conclusione che le macchie arrivano in basso perche' la tenda si muove verso il basso.
Cioe' nell'ascensore le masse si muovono perche' si muove lo spazio.
Vorrei che chi legge riflettesse un attimo su questo.
Se portiamo in un campo gravitazionale lo stesso concetto e il principio di equivalenza lo legittima dovremo concludere che cio' che noi chiamiamo gravita' non e' altro che il fluire dello spazio dall'esterno all'interno della massa che consideriamo.
Spazio e tempo come si sa sono strettamente legati e questo movimento di spazio potrebbe giustificare un rallentamento del tempo vicino alle masse
in virtu' dell'enunciato di Einstein:Ad ogni velocita' e' associato la velocita' del tempo cioe' piu' e' alta la velocita' di cio' che consideriamo piu' lento sara' il fluire del suo tempo.
Azzardo anche una possibile causa del fluire dello spazio.
Una massa "svuota" lo spazio dove e' collocata.O c'e' lei o c'e' lo spazio.
Potrebbe essere che una massa per "posizionarsi" debba comprimere lo spazio
cioe' questo deve lasciargli il "posto"e la porzione di spazio occupata ora dalla massa si troverebbe "compressa" esternamente alla massa stessa.
Il fluire dello spazio potrebbe essere relazionato con un "rientro" dello spazio
per una sorta di permeabilizzazione della materia stessa.
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 17-04-2008, 15.48.35   #2
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Non ho ben compreso, Simmetria, il concetto che vorresti esprimere, anche perchè non mi è chiaro quale qualità fisiche particolari attribuisci allo "spazio-tempo". Ma ti faccio qualche semplice domanda:
1) ammesso che la gravità possa essere interpretata come successive compressioni dello spazio-tempo come fa ad essere solo attrattiva ?
2) Con quale velocità si propaga tale "flusso" dello spazio-tempo ?
3) la gravità non sembra presentare fenomeni di aberrazione (ovvero sembra agire istantaneamente); come giustifichi questa osservazione in base al tuo modello ?

Ovviamente qualunque modello di gravità deve contenere, come approssimazione, la legge di gravitazione di Newton altrimenti non è plausibile.
Eretiko is offline  
Vecchio 17-04-2008, 20.40.26   #3
Crono80
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-05-2007
Messaggi: 189
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

ma se mettiamo due ascensori vicinissimi, uno ke sale e uno ke scende, allora localmente lo spazio si deformerebbe parecchio dovendo trascinare in alto un ascensore (accelerandolo) e in basso un altro (lasciandogli subire la forza acceleratrice della gravità).

Non sarebbe visibile qlcosa d strano e per nulla raro nella ns realta? ad esempio anche quando a volte due auto sfrecciano parallele in direzioni opposte della carreggiata ?
Crono80 is offline  
Vecchio 18-04-2008, 08.54.00   #4
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Non ho ben compreso, Simmetria, il concetto che vorresti esprimere, anche perchè non mi è chiaro quale qualità fisiche particolari attribuisci allo "spazio-tempo". Ma ti faccio qualche semplice domanda:
1) ammesso che la gravità possa essere interpretata come successive compressioni dello spazio-tempo come fa ad essere solo attrattiva ?
2) Con quale velocità si propaga tale "flusso" dello spazio-tempo ?
3) la gravità non sembra presentare fenomeni di aberrazione (ovvero sembra agire istantaneamente); come giustifichi questa osservazione in base al tuo modello ?

Ovviamente qualunque modello di gravità deve contenere, come approssimazione, la legge di gravitazione di Newton altrimenti non è plausibile.

Ritengo che se e' chiaro il concetto che ho espresso le domande poste abbiano immediatamente una risposta che poi e' la piu' semplice.
E vorrei rispondere anche a Crono 80.
In pratica non cambierebbe nulla per cio' che riguarda la fisica delle masse in un campo gravitazionale.
1) So che le cause proposte per giustificare questo flusso sono un po' azzardate ma resta il fatto che come ho ricordato, lo stesso e' legittimato dal principio di equivalenza.
Comunque il mio pensiero va nella direzione che la massa per "esserci" abbia "spinto" il volume di spazio dove si trova (o c'e' lei o ce' lo spazio al suo posto) e che lo spazio si sia compresso per questo in maniera disomogenea in quanto occuperebbe ipoteticamente sfere con raggio crescente.
Ora lo stesso spazio ritornerebbe a rioccupare per una sorta di permeabilita' della massa il posto di prima.Quindi il tessuto gravitazionale insistendo nella direzione della massa "accompagnera'" cio' che e' immerso al suo interno nella direzione della massa stessa.Cio' che noi interpretiamo come forza attrattiva.
2) La disomogenita' fa si che si possa parlare di accelerazione di movimento e questo sarebbe l'accelerazione di gravita'.
3) Se il flusso e' continuo l'azione e' immediata.
Il flusso dello spazio farebbe ipotizzare un rallentamento temporale in vicinanza delle masse per i motivi gia' postati.
Per cio' che riguarda gli ascensori di Crono 80 la forza gravitazionale essendo attrattiva ci porta solo sull'ascensore che prende la direzione giusta.....
Cio' che ho scritto vuole essere solo una riflessione senza pretese basata sul fatto che forse in accelerazione ci si dimentica dello spazio che insieme alle masse subisce lo stesso spostamento.
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 18-04-2008, 12.39.53   #5
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Anche ipotizzando lo spazio parzialmente "elastico", non capisco Simmetria come possa accadere che un corpo sia "impermeabile" mentre comprime lo spazio, e sia invece "permeabile" in fase di rilascio dello stesso. Inoltre un corpo B "trascinato" dallo spazio che si rilascia dovrebbe quasi necessariamente collidere con il corpo A che ha causato la compressione.
Oppure il corpo A stesso verrebbe a sua volta trascinato in direzione opposta dalla decompressione. Insomma, non mi sembra che ci siamo con le caratteristiche della gravità.

Inoltre, queste fasi di compressione/rilascio dovrebbero stabilizzarsi dopo un certo tempo: la gravità che fine farebbe ?

Poi perchè l'azione dovrebbe essere istantanea ?
Eretiko is offline  
Vecchio 18-04-2008, 14.20.45   #6
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
1)....corpo sia "impermeabile" mentre comprime lo spazio, e sia invece "permeabile" in fase di rilascio dello stesso.

2) Inoltre un corpo B "trascinato" dallo spazio che si rilascia dovrebbe quasi necessariamente collidere con il corpo A che ha causato la compressione.
Oppure il corpo A stesso verrebbe a sua volta trascinato in direzione opposta dalla decompressione. Insomma, non mi sembra che ci siamo con le caratteristiche della gravità.

3) Inoltre, queste fasi di compressione/rilascio dovrebbero stabilizzarsi dopo un certo tempo: la gravità che fine farebbe ?

4) Poi perchè l'azione dovrebbe essere istantanea ?

1) Sulla possibilita' della permeabilita' al momento e' solo un'ipotesi.

2) All'origine dell'universo ho ipotizzato che la massa prendesse il posto dello spazio nel modo come postato.
E solo dopo si sarebbero create le condizioni di una "permeabilizzazione" con conseguenza che lo spazio cosi' contratto potesse ritornare alla sua posizione originale fenomeno che sta durando nel tempo e chissa' quando potra' avere termine.
Il fenomeno della compressione dello spazio sarebbe avvenuto una volta sola all'origine dei tempi. Non si tratterebbe di un effetto a "fisarmonica".
Una sola compressione e un rientro lentissimo nel tempo i cui effetti sarebbero la gravita'.

3) Ci si dovrebbe aspettare che chissa' quando il fenomeno termini con conseguenza che si puo' immaginare.

4) Io non userei il termine istantaneo che in relativita' creerebbe dei problemi,
essendo lo spazio in continuo flusso cio' che ingloba ne segue il destino.
Ripeto tutto nasce dalla considerazione iniziale che e' anche lo spazio ad essere coinvolto nel principio di equivalenza io ho cercato solo di dare una mia personale spiegazione sulle possibili cause.
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 19-04-2008, 10.08.25   #7
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
1) Sulla possibilita' della permeabilita' al momento e' solo un'ipotesi.

Il corpo (la massa), pero', come ha giustamente sottolineato Eretiko, dovrebbe essere permeabile sia in fase di compressione che di decompressione dello spazio......In caso contrario gli squilibri di forze sulle superfici di separazione sarebbero talmente grandi da comportare castrofiche esplosioni o implosioni.

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
2) All'origine dell'universo ho ipotizzato che la massa prendesse il posto dello spazio nel modo come postato.
E solo dopo si sarebbero create le condizioni di una "permeabilizzazione" con conseguenza che lo spazio cosi' contratto potesse ritornare alla sua posizione originale fenomeno che sta durando nel tempo e chissa' quando potra' avere termine.
Il fenomeno della compressione dello spazio sarebbe avvenuto una volta sola all'origine dei tempi. Non si tratterebbe di un effetto a "fisarmonica".
Una sola compressione e un rientro lentissimo nel tempo i cui effetti sarebbero la gravita'.

Quella che chiamiamo massa è una porzione di spazio più organizzata, dove le frequenze di oscillazione della materia (e quindi l'energia associata a tali oscillazioni) è molto inferiore a quella dello spazio esterno che, pertanto, tende a comprimerla, ma non a schiacciarla perchè la massa non ha occupato tutto lo spazio a sua disposizione....Ovviamente all'aumentare della densità (fino al paradosso del buco nero) sempre meno spazio "vuoto" rimane a disposizione all'interno della superficie che delimita la massa e la forza di compressione aumenta enormemente fino al punto che............

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
3) Ci si dovrebbe aspettare che chissa' quando il fenomeno termini con conseguenza che si puo' immaginare.

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
4) Io non userei il termine istantaneo che in relativita' creerebbe dei problemi,
essendo lo spazio in continuo flusso cio' che ingloba ne segue il destino.
Ripeto tutto nasce dalla considerazione iniziale che e' anche lo spazio ad essere coinvolto nel principio di equivalenza io ho cercato solo di dare una mia personale spiegazione sulle possibili cause.

Infatti....Io penso al Big Bang come a un "bubbone" scoppiato in una matrice tridimensionale priva di curvatura, che ha localmente "distorto" la matrice stessa, per una qualche rottura di simmetria avvenuta nella distribuzione di frequenza di oscillazione prima della materia = massa energia. Per il resto si ha un perenne fluire di onde sul principio delle corde vibranti, ma senza limiti (e quindi condizioni al contorno).
Marius is offline  
Vecchio 19-04-2008, 12.07.27   #8
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
...Il corpo (la massa), pero', come ha giustamente sottolineato Eretiko, dovrebbe essere permeabile sia in fase di compressione che di decompressione dello spazio......In caso contrario gli squilibri di forze sulle superfici di separazione sarebbero talmente grandi da comportare castrofiche esplosioni o implosioni....

Ciao Marius

Dovremo ammettere per dare una connotazione un po' piu' realistica a questa ipotesi che la determinazione di massa dovremmo farla non dal nostro sistema di riferimento ma dal sistema ultimo infinitesimo solidale con un quanto di massa.Dal nostro sistema per forza di cose non avremo mai una rappresentazione della realta' dell'unita' di massa.
Ma "scendendo" nell'abisso dell'infinitamente piccolo ritengo che il quanto di massa per coerenza dovrebbe essere una sfera cava dove cio' che e' massa e' solo nel guscio esterno mentre all'interno c'e' il vuoto.
Questa sferetta occuperebbe lo spazio dove prima c'era lo spazio spostandolo di una quantita' pari circa al suo volume.
Qui potrebbero succedere due cose.

1) La sferetta all'origine dei tempi e' gia' permeabile e in questo caso lo spazio stesso tenderebbe cosi' semplicemente a fluire all'interno in un processo come gia' postato.

2) La sferetta non e' permeabile creando una spostamento di spazio e quindi una compressione dello spazio stesso. E ' solo dopo, per eventi che e' difficile ipotizzare,che la superfice della sferetta e quindi la massa diventerebbe permeabile facendo fluire lo spazio all'interno di essa essendo vuota.
Ed e' questo processo di rientro che stando a questa ipotesi giustificherebbe la gravita' e solo la forza attrattiva.
Non c'e' motivo di credere che questa permeabilizzazione possa essere diversa tra i quanti di massa dando cosi' origine a gravita' diverse su stesse masse perche' in natura a parita' di massa la gravita' e' la stessa.

Nella prima ipotesi ci si dovrebbe aspettare forse una rarefazione dello spazio intorno al guscio in quanto parte e' entrato dentro l'unita' di materia.
E cio' comporterebbe un ristabilirsi delle pressioni nella direzione del guscio
che non riesco a vedere collimato perfettamente con la gravita' pur rientrando lo stesso nel principio di equivalenza.
Un vero potenziale lo vedrei di piu' nella seconda ipotesi.
In tutti i modi lo spostamento dello spazio avverrebbe come la logica ci
suggerisce in tempi galattici per cui dovrebbero essere scongiurati i pericoli a cui Marius faceva riferimento.
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 20-04-2008, 10.01.23   #9
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
1) La sferetta all'origine dei tempi e' gia' permeabile e in questo caso lo spazio stesso tenderebbe cosi' semplicemente a fluire all'interno in un processo come gia' postato.

Ok

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
2) La sferetta non e' permeabile creando una spostamento di spazio e quindi una compressione dello spazio stesso. E ' solo dopo, per eventi che e' difficile ipotizzare,che la superfice della sferetta e quindi la massa diventerebbe permeabile facendo fluire lo spazio all'interno di essa essendo vuota.

Questa configurazione mi pare instabile perchè, a mio avviso, la sferetta imploderebbe istantaneamente.

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
Ed e' questo processo di rientro che stando a questa ipotesi giustificherebbe la gravita' e solo la forza attrattiva.
Non c'e' motivo di credere che questa permeabilizzazione possa essere diversa tra i quanti di massa dando cosi' origine a gravita' diverse su stesse masse perche' in natura a parita' di massa la gravita' e' la stessa.

A questo punto si potrebbe dire che la gravità è la stessa a parità di massa, ma la pressione gravitazionale dipende dall'estensione della superficie sferica.......Ad es la forza gravitazionale dovuta alla presenza della massa della terra nello spazio potrebbe essere uguale (faccio un esempio) a quella di un corpo celeste sferico molto più piccolo, ma più denso.....Ma la pressione gravitazionale sulla superficie sarebbe molto più forte nel secondo caso, rispetto al primo......


Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
Nella prima ipotesi ci si dovrebbe aspettare forse una rarefazione dello spazio intorno al guscio in quanto parte e' entrato dentro l'unita' di materia.
E cio' comporterebbe un ristabilirsi delle pressioni nella direzione del guscio
che non riesco a vedere collimato perfettamente con la gravita' pur rientrando lo stesso nel principio di equivalenza.

E invece, secondo me, funziona proprio così.....Il flusso gravitazionale che pervade ogni forma di materia (e,se vogliamo, coincide con la natura ondulatoria stessa della materia) non è monodirezionale, anche se le linee di forza hanno direzione prevalende dalla parte in cui c'è rarefazione di spazio....
E' una sorta di equilibrio idrodinamico dove le masse immerse nei fluidi sono, in misura diversa, permeabili e tendono a ristabilire le pressioni....Innescando moti orbitali e/o rotatori quando restano eccessi di energia non compensata....

Ciao.
Marius is offline  
Vecchio 20-04-2008, 16.58.13   #10
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Ipotesi Gravitazionale

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
Ok

A questo punto si potrebbe dire che la gravità è la stessa a parità di massa, ma la pressione gravitazionale dipende dall'estensione della superficie sferica.......Ad es la forza gravitazionale dovuta alla presenza della massa della terra nello spazio potrebbe essere uguale (faccio un esempio) a quella di un corpo celeste sferico molto più piccolo, ma più denso.....Ma la pressione gravitazionale sulla superficie sarebbe molto più forte nel secondo caso, rispetto al primo......


Noi dobbiamo pensare che su questa sferetta si abbia la stessa pressione di spazio distribuita uniformemente sulla superfice.
Due volumi differenti a parita' di massa contengono lo stesso numero di sferette e la risultante "gravitazionale"sara' la stessa che verra' avvertita in misura diversa a seconda della distribuzione delle sferette stesse.
Al limite se noi le avessimo tutte distribuite linearmente pur conservando ognuna la propria caratteristica gravitazionale questa si fara' sentire in misura completamente diversa dal considerare lo stesso numero ma "impachettato".
Certo il meccanismo intimo di queste interazioni non lo conosciamo ma anche la gravita' "conosciuta" nelle stesse condizioni ha dei lati oscuri.
Prendiamo atto che potrebbe esserci un meccanismo di flusso spaziale di questo tipo alla base della gravita' legittimato dal principio di equivalenza.
Questo effetto di permeabilizzazione ci suggerisce anche se pensiamo
a "pori" nella membrana di massa del quanto di massa che la gravita' stessa e' come se fosse quantizzata in quanto la' dove non ci sono "pori" non c'e' flusso.Sarebbe interessante se fosse possibile rendere la membrana stessa impermeabile allora saremmo senza gravita'.
Ritengo comunque a prescindere dalle cause del flusso spaziale molto piu' interessante vedere gli effetti di tale flusso.
In primis non sarebbe piu' necessario fare riferimento ad un modello spazio-temporale curvo.Sarebbe sostituito da un modello dinamico di spazio.
Se pensiamo ad una flessione della traiettoria della luce in presenza di un forte campo gravitazionale questa non sarebbe piu' deviata dovendo seguire uno spazio geodetico "statico" ma devierebbe semplicemente in quanto trascinata dal flusso spaziale dinamico della massa.
Esistono poi delle altre implicazioni tanto che si potrebbe arrivare ad una teoria parallela alla R.G. in considerazione del flusso spaziale e ricordo sempre legittimato dal principio di equivalenza.
Marius,Loris,Eretiko se volete si potrebbe continuare...
Ciao
SIMMETRIA is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it