Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 26-11-2003, 10.49.21   #11
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Potrebbe andare... per esempio la pet therapy, in particolare coi cavalli, ha dato ottimi risultati nel trattamento di patologie quali l'autismo.
Naima is offline  
Vecchio 26-11-2003, 14.44.41   #12
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
In questo messaggio sono avvenuti dei tagli da parte dei moderatori in maniera non ufficiale, cioè senza dichiarare il fatto.

CHIUNQUE SI RITROVI QUA, TENGA CONTO DI QUESTO, E TENGA CONTO CHE LE MIE PAROLE ERANO ACCOMPAGNATE DALLE PAROLE DI ALTRI CANCELLATI.

ciao
Dunadan is offline  
Vecchio 26-11-2003, 16.09.47   #13
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
x Dunadan

la separazione esiste solo nelle nostre menti, nella realtà non vi è separazione alcuna.
Quando guardi un albero puoi catalogarlo: frutti, foglie, rami, tronco, radici, piccolo, grande...... ma stai sempre parlando dell'albero. Una foglia senza il suo ramo, senza il suo fusto è qualcosa di morto.
Possiamo soffermarci anche su di un solo particolare ma senza mai dimenticare l'interezza.

La follia sta in chi suddivide e sbriciola l'uomo come una macchina assemblata.

Prendiamo, per esempio, la medicina ufficiale che suddivide l'uomo in tante piccole parti sempre più piccole le studia e le indaga separatamente. E' anche importante che ciò avvenga, ma curare un ginocchio dolente senza tener presente il resto del corpo è follia. Si può anche farlo, lo si fa, ma occorre guardare l'interezza del corpo, della psiche, dello spirito dell'uomo.

Parlare di natura non equivale a parlare di Dio? che ci si creda o no.

Ci siamo trasformati in macchine anche per questo. A furia di catalogare, dividere, studiare rincorrendo la separazione abbiamo perso di vista l'interezza del tutto.

Parliamo pure delle foglie degli alberi ma se mentre ne parliamo ci viene in mente un legame con le radici non abbandoniamolo solo perché.... si sta parlando di foglie.
Se guardi una chioma puoi vedere quanto grandi sono le radici dell'albero. Perché un folta chioma deve, necessariamente, avere folte radici per sostenere l'albero. Per questo noi siamo in grando di vedere quello che è nascosto da quello che è visibile, almeno a chi lo sa guardare.




Ciao Mary
Mary is offline  
Vecchio 26-11-2003, 16.54.54   #14
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Abbiamo dovuto analizzare per millenni le cose nella loro interezza senza conoscerne la struttura perchè non avevamo gli strumenti adatti.
Ora che si stanno raggiungendo grandi risultati con lo studio dell'infinitamente piccolo, io credo che sia di estrema importanza.
Poi non capisco dove l'hai letto che se si analizza la parte non si può analizzarla poi nel suo contesto.
Un medico non analizza solo un ginocchio se qella è la parte dolente, guarda il suo paziente tutto intero e poi individua il problema nel ginocchio.

Con questa frase hai distrutto tutto il metodo SCIENTIFICO/RAZIONALE secolare:
Citazione:
la separazione esiste solo nelle nostre menti, nella realtà non vi è separazione alcuna.

Tutto ciò che si analizza prima va visto in generale, poi in particolare per conoscerlo e poi nuovamente in generale. Ma se si salta la ricerca della parte, del particolare, non si saprà mai cosa si ha davanti, s continuerà a credere che l'uomo è speciale rispetto agli altri animali, mentre invece è fatto di cellule esattamente come loro.

Non credo d'aver parlato per sola analisi della parte.
MA questo è un ragionamento che cerchi di fare e sto cercando di capire, cioè forse te dici che Dio è il Tutto, ha creato tutto e bisogna cominciare a capire lui. Mentre io dico che per scoprire il mondo in cui ci siamo ritrovati a nascere non dobbiamo accettare come buone le opinioni che ci impartisce un credo tramandato alla famiglia, ma dobbiamo guardare di cosa sono fatte le cose, come si riproduce la cellula...

Io mi considero una macchina.
Io considero mio padre una macchina, una persona a cui hanno dovuto riaprire le vene arteriose pechè tutto a un tratto un giorno ci si è accorti che gli si stavano chiudendo.

Semplici rubinetti, si otturano, addio, seguendo la fede sarebbe morto a 50 anni, seguendo la medicina gli è stata messa un'anella che gli tiene aperta la vena.

Io considero mia nonna una macchina.
E' malata d'alzaimer e la sua tesa non ragiona più, non ci riconosce da 4 anni, ora fa fatica anche a comandare le parti del corpo e passa le giornate a delirare, a chiamare sua madre e a delirare ancora, si vede che sta male.
Che razza di anima ha? difettosa?
Io penso che invece il tuo tessuto cerebrale ha qualche problema.

Citazione:
Se guardi una chioma puoi vedere quanto grandi sono le radici dell'albero. Perché un folta chioma deve, necessariamente, avere folte radici per sostenere l'albero. Per questo noi siamo in grando di vedere quello che è nascosto da quello che è visibile, almeno a chi lo sa guardare.
Non è il metodo d'analisi migliore, forse potresti anche sbagliarti, ci sono alberi che hanno grande chioma e piccole radici e viceversa.
Sai chi sa guardare? Lo studioso di botanica.

Mary, te sei carinissima, a modo, simpatica, ma ti sei trovata davanti uno che non sarà mai accecato dalla poesia e dai sentimenti in fatto di natura.
Io non credo nello spirito.
Io credo nella coscienza, cioè quella cosa che ci permette di avere coscienza di noi e che è stata analizzata molto bene dalla psicoogia. Il modo di spiegare come dalla materia(cervello) arrivano i pensieri.(creando quello che religiosamente e filosoficamente è chiamato spirito).


Parlare di natura equivale a parlare di Dio?
Si, se usciamo dalla natura dei dati e andiamo nella natura delle supposizioni.
Parlare della scintilla iniziale, può portare alla suppossizione che vi sia stato eternamente un Dio. In questo senso, parlare di Dio significa parlare di natura. E lo accetto, parliamo pre di dio e di paradiso.


Se poi un giorno qualcuno mi racconta come può nascere qualcosa dal nulla...

...non mi riferisco all'universo, ma a Dio...

Ultima modifica di Dunadan : 26-11-2003 alle ore 17.01.24.
Dunadan is offline  
Vecchio 26-11-2003, 17.41.31   #15
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Dunadan, neanche la scienza ha spiegato un gran che sulla coscienza, se c'è un campo misterioso quello è proprio la coscienza e ancora meno ha spiegato sull'inconscio, questo termine oscuro che appunto "determina" un qualcosa di non verificabile strumentalmente. Come fai a provare che esiste? Come si misura? Una delle poche "scienze" che ancora brancola nel buio è proprio la psicologia. Ma poi all'inizio dell'inizio, quando il mondo si generò, nel momento del big bang, cos'è che ha fatto scattare il tutto? Sai ho letto un libro molto bello, si intitola Breve storia del cosmo e ti spiega da un punto di vista scientifico la "creazione", ma alla fine del libro sai cosa va a tirare fuori lo studioso che lo ha scritto? Proprio Dio, perchè prima del prima cosa ci fosse non lo sa nessuno e chi abbia creato cosa nemmeno. Non che si sappia com'è nato Dio e se qulacuno a sua volta l'abbia creato, ma nemmeno si è tanto sicuri sull'origine della materia e della non materia. Anche chi considera la vita solo da un punto di vista scientifico e verificabile non può che rimanere con tante domande senza risposta.
Naima is offline  
Vecchio 26-11-2003, 19.02.10   #16
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Ok, FORSE (NON LO SO)la coscienza non darà tutte le risposte, ma era un modo per dire che SECONDO ME QUELLA COSA CHE CHIAMIAMO SPIRITUALITà, SPIRITO, NON è ALTRO CHE UN RISULTATO DELLA MATERIA "CERVELLO".
FaTTO DI MATERIA, TUBICINI, CARNE.


IO NON PRETENDO DI DARE LE RISPOSTE DELL'UNIVERSO, IO DICO CHE VALGONO DI PIù LE POCHE COSE CHE CAPIAMO CON LA SCIENZA RISPETTO ALLE MOLTE RISPOSTE CHE CI VENGONO DALL'OPINIONE(RELIGIONE).
OGNI CULTURA HA LA SUA OPINIONE DIFATTI....LA SCIENZA NO., è UGUALE PER TUTTI.

Eppoi , dando un'opinione che non vale niente perchè non provata, trovo anche io che per forza qualche entità eternamente viva c'è , ma non nella forma pensata da voi.
Dunadan is offline  
Vecchio 28-11-2003, 18.22.38   #17
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Dunadan

Non ho detto che non bisogna studiare analizzando le parti, ho solo detto che bisogna guardare l'interezza.
Io non so i medici che hai conosciuto tu. Quelli che ho conosciuto io non ti guardano certo nell'interezza!
Se ti fa male lì cercano (se ci riescono) il rimedio per curare lì, e basta.

Io sono in favore del metodo scientifico/razionale il fatto è che sono in favore anche dello spirituale/irrazionale.
Perché dobbiamo sempre pensare che una cosa escluda l'altra?!
Noi siamo il bene ed il male, ogni tentativo di esclude l'altra polarità porta al mal-essere.

La scienza si è separata dalla religione perché la religione ha rifiutato la scienza. Quando, un giorno, comprenderanno che devono considarsi piede destro e piede sinistro dell'uomo allora si potrà iniziare il vero cammino evolutivo.

Noi non siamo macchine ma ci ritroviamo dentro delle macchine, la differenza è grande.

Quando parlavo di alberi il mio riferimento era simbolico. Ci sono alberi dalla foltissima chioma e piccole radici ma la possibilità che cadano al suolo più facilmente degli altri è molto grande.
Così come a molti uomini capita di concentrarsi tutto sul lato materiale e rimpicciolire quello spirituale il rischio di rovinose cadute è assicurato.

""""Mary, te sei carinissima, a modo, simpatica, ma ti sei trovata davanti uno che non sarà mai accecato dalla poesia e dai sentimenti in fatto di natura."""
ti ringrazio tantissimo e sono felicissima che non resti accecato da me. Non lo vorrei mai. Tu sei te stesso, io mi mostro a te per quella che sono. Non voglio cambiare nessuno. Sarebbe terribile, per me, ritenermi responsabile del cambiamento di qualcuno.

Il solo cambiamento che mi auguro per tutti è unicamente quello che nasce dentro se stessi, quello che avviene quando si comprende di essere in errore.
La comprensione dell'errore porta di per sé un cambiamento, senza alcuno sforzo.
Ogni cambiamento che avviene per un credo, una fede, una nuova ideologia porta povertà e non ricchezza, non comporta un progresso, semmai il contrario.

Tu non credi nello spirito e non ci credevo neppure io molti anni fa. Credevo solo nel razionale, nello scientifico, nello sperimentato. Credevo di essere religiosa ma non lo ero. Credevo in dio perchè mi si diceva che..... se non ci credi vai all'inferno!

Oggi so solo di.... non sapere.

So che lo scientifico è solo una parte del tutto. E' come studiare la foglia di un albero ignorandone il tronco e le radici.
Tutto è estremamente importante, ma quel che conta è rendersi conto di sapere ben poco.

Un tempo non sapevano dell'esistenza e della composizione dell'aria, ma la si respirava ugualmente. Oggi sappiamo molto di più su che cosa respiriamo ma..... cambia qualcosa nell'aria?!

Cambia solo il nostro volontario inquinamento.

E' un difficile cammino il nostro, l'importante è non arrendersi.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 29-11-2003, 01.00.58   #18
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
Io non so i medici che hai conosciuto tu. Quelli che ho conosciuto io non ti guardano certo nell'interezza!
Se ti fa male lì cercano (se ci riescono) il rimedio per curare lì, e basta.
Questi medici cattivi che non sanno fare il loro lavoro...
...sembrano dei criminali

Ma cosa devono fare???
Se vai da loro con un buco nella gamba poracci cosa devono fare? guarderanno il tuo fisico in generale poi analizzeranno la gamba e il buco.
Ci saranno medici buoni e medici cattivi... anche loro fanno quello che possono.
Vabbè, avrai incontrato medici cattivi.

Citazione:
Io sono in favore del metodo scientifico/razionale il fatto è che sono in favore anche dello spirituale/irrazionale.
Irrazionale !!!! che bella cosa !!!!
Io avrei detto che "ogni tanto sono aperto a ragionamenti ultraterreni, non spiegabili(un dio, una creazione...)", ma definirli irrazionali ... se dici IRRAZIONALE,...irrazionale è una cosa senza ragione. Devi chiamarli...non spiegabili, senno sembra che sei in favore di cose fuori dalla ragione.

Citazione:
Perché dobbiamo sempre pensare che una cosa escluda l'altra?!
Ok, non facciamolo, però ricordiamoci cosa è "opinione" e cosa è "prova, che da almeno una piccola verità"


Citazione:
Noi siamo il bene ed il male, ogni tentativo di esclude l'altra polarità porta al mal-essere.
Non fare esampi simili, stiamo parlando di Scienza e spirito, bene e male non si collegano al discorso.


Citazione:
La scienza si è separata dalla religione perché la religione ha rifiutato la scienza.
E viceversa.

Citazione:
Quando, un giorno, comprenderanno che devono considarsi piede destro e piede sinistro dell'uomo allora si potrà iniziare il vero cammino evolutivo.
Sono d'accordo, la verità deve essere accompagnata ogni tanto dall'"opinione", basta che non succeda come nella storia passata, che una tira l'altra...


Citazione:
Noi non siamo macchine ma ci ritroviamo dentro delle macchine, la differenza è grande.
Questa non è una certezza. Quando sarà una certezza potrai dirla, ora , tienila come OPINIONE.


Citazione:
Quando parlavo di alberi il mio riferimento era simbolico. Ci sono alberi dalla foltissima chioma e piccole radici ma la possibilità che cadano al suolo più facilmente degli altri è molto grande.
ok, siamo ancora nel simbolismo.

Citazione:
Così come a molti uomini capita di concentrarsi tutto sul lato materiale e rimpicciolire quello spirituale il rischio di rovinose cadute è assicurato.
Per i più deboli si, è un fatto di forza, di saper cogliere la realtà come è e avere la forza di viverla! Senza farsi dei viaggi.


Citazione:
Sarebbe terribile, per me, ritenermi responsabile del cambiamento di qualcuno.

Ma no dai. Se credi in quel che dici non devi aver paura di cambiare qualcuno. Se la tua dottrina è completamente provata dentro di te...

Citazione:
Il solo cambiamento che mi auguro per tutti è unicamente quello che nasce dentro se stessi, quello che avviene quando si comprende di essere in errore.
Errore rispetto a opinioni o rispetto alle prove provate?

Citazione:
La comprensione dell'errore porta di per sé un cambiamento, senza alcuno sforzo.
Ogni cambiamento che avviene per un credo, una fede, una nuova ideologia porta povertà e non ricchezza, non comporta un progresso, semmai il contrario.
io penso questo.

Citazione:
Tu non credi nello spirito e non ci credevo neppure io molti anni fa. Credevo solo nel razionale, nello scientifico, nello sperimentato. Credevo di essere religiosa ma non lo ero. Credevo in dio perchè mi si diceva che..... se non ci credi vai all'inferno!
Dimmi quando hai trovato l'errore, fammi capire perchè hai accettato l'idea di spirito.

Citazione:
Oggi so solo di.... non sapere.
Anche io, è per questo che mi rifugio nelle piccole verità, forse sbagliate, ma sempre meglio dell'opinione.Che non mi danno vera certezza comunque.

Citazione:
So che lo scientifico è solo una parte del tutto.
Sai o non sai? io non so nemmeno questo. Io davvero so di non sapere.

Citazione:
Tutto è estremamente importante, ma quel che conta è rendersi conto di sapere ben poco.
Niente.

Citazione:
E' un difficile cammino il nostro, l'importante è non arrendersi.
Noi siamo i più fortunati.
Sai quale è il nostro problema? A volte ABBIAMO TROPPO TEMPO PER PENSARE. E CI FACCIAMO VENIRE LE CRISI ESISTENZIALI.

Forse te ti rifescisci a problemi seri, come la perdita di persone care. Non arrenderti, e se senti di aver bisogno di una fede, usala, attaccatici finche puoi. Io non so niente.
Credi in cosa ti fa sentire meglio. Credere può essere una buona scommessa, e come dice Pascal (era lui?),...se ti sbagli non perdi nulla, se non ti sbagli, ne guadagni TUTTO.

Dipende da quanto ti senti forte.
Dunadan is offline  
Vecchio 03-12-2003, 23.35.53   #19
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Accondiscendenza Zero !

io spero che un giorno
anche per la Scienza
venga allestita una norimberga
come lo fu per il nazismo,sì
spero proprio
di vedere quegli omini occhialuti
a capo chino
davanti al Giudice,scienziati...
scienziati
omini insensibili
col cervello dilaniato
da massacranti dosi
di apprendimento universitario forzato
si sbarazzano della loro umanità
per ricercare
nel chiuso dei loro laboratori
impenetrabili alla vita
stupide formulette
e nuove e sempre più
sofisticate maniere
di calpestare madre natura
sezionando infinito ed eterno
finendo col vendersi ai potenti
per consentir loro
sempre maggiori possibilità
di sfruttamento e prevaricazione,scienziati
...scienziati criminali
al soldo dei militari e delle industrie
pazzi ricercatori
all’inseguimento solo della "scoperta"
capace di placarne
la sete di distruzione
dell'equilibrio naturale delle cose
e poi c’è la scienza medica
a gettar fumo negli occhi
dei pochi scettici
che ne confutano l'efficacia,medica
sì,medica...
adoperandosi più che altro
a cercar rimedio
ai danni da loro stessi provocati
come in un demoniaco,interminabile
devastante effetto domino

W l'intelligenza ! wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 04-12-2003, 02.14.40   #20
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Si bravo, le favole SONO LA VERA VIA DA PERCORRERE.
HAI CAPITO TUTTO. FARò TESORO DEL TUO INSEGNAMENTO.
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it