Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 23-11-2003, 12.22.41   #1
eugenio
 
Messaggi: n/a
il ponte dell'arcobaleno

Per Mary. Non l'ho scritta io. Me l'ha mandata una cara amica quando è morto Tango.....la trovo bellissima e consolatoria



IL PONTE DELL’ARCOBALENO

C’è una parte del paradiso chiamata “ponte dell’arcobaleno”. Quando muore una
bestiola che è stata particolarmente vicina a qualcuno di noi, quì sulla Terra, quella
bestiola va al ponte dell’arcobaleno. Ci sono prati e colline dove tutti i nostri
specialissimi amici possono correre e giocare assieme. Ci sono ciotole di pappa,
acqua fresca e un bel sole splendente, così i nostri amici possono stare al caldo e al
sicuro. Tutti gli animali che erano malati o anziani sono di nuovo in salute e pieni di
forza, tutti quelli che erano feriti o mutilati sono di nuovo forti ed integri, così
come li ricordiamo nei nostri sogni di giorni e tempi passati. Sono felici e sereni,
eccetto che per un piccolo particolare. Ognuno di loro ha nostalgia di una persona
veramente speciale, qualcuno che ha lasciato quì sulla Terra. Giocano e corrono tutti
insieme, ma viene il giorno in cui uno di loro, d’un tratto si ferma e guarda lontano.
Gli occhietti luminosi sono fissi, il corpicino freme d’impazienza. Improvvisamente
si allontana dal gruppo, volando sui prati verdi, sempre più veloce. Ti avrà
riconosciuto! E quando tu e il tuo specialissimo amico finalmente vi incontrerete, il
tuo viso sarà ricoperto da una pioggia festosa di baci, e le tue mani potranno
carezzare ancora l’amata testolina. E tu potrai guardare di nuovo dentro quegli
occhietti fiduciosi, così lontani dalla tua vita, ma mai assenti dal tuo cuore. Ed ora
attraverserete insieme il ponte dell’arcobaleno.
 
Vecchio 23-11-2003, 13.06.32   #2
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Veramente un bel sogno, un modo per stare meglio con se stessi, come dici te, consolatoria. Ma forse non è adatto sul forum della natura, quella è un'altra storia, è un'altro mondo.

Ho perso molti miei amici animali, il loro ricordo sarà dentro me per sempre, vivranno ancora nei ricordi delle persone che lei ricorderanno.
Ora, sepelliti in bei luoghi decisi da me stesso e da mio padre, potranno unirsi alla terra e diventare una cosa unica con essa, trasformare il terreno in fertile e rigenerare le loro pelli in stupende pianticelle, fiori, alberi, nuovamente VIVI e il corso della natura potrà continuare. Duro, reale, naturale, generatore di vita dalla non vita.

Scusatemi, questo messaggio era chiaramente diretto a Mary e non a me, ma forse Mary potrà capire anche la mia visione, la visione naturale nel forum naturale.
Dunadan is offline  
Vecchio 23-11-2003, 14.53.03   #3
eugenio
 
Messaggi: n/a
perchè?

Perchè non è adatto, dunadan? E' una favola di animali.
Non è realistica, ma io sono rimasto commosso quando la mia amica me l'ha mandata, e da allora ho cominciato a volerle bene.
A mio avviso un forum è valido proprio per un scambio di emozioni, altrimenti è uno sterile elenco di scritti e di poesie che puoi trovare su un'antologia. Penso che Mary, che è una persona sensibile, gradisca questo semplice raccontino, come a suo tempo l'ho gradito io. Il fatto che hai partecipato è del tutto normale, e non ti devi affatto scusare. Anzi, ti ringrazio. Ciao!
 
Vecchio 23-11-2003, 17.33.44   #4
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Sono intervenuto così, perchè sto vivendo un periodo in cui ogni favola, ogni poesia, ogni cosa non provata, ogni piacere per il solo piacere, fine a se stesso, non riesco ad accettarlo.

Pensa che HO SMESSO DI LEGGERE ROMANZI, E NON SOPPORTO PIù LE POESIE !!!!
Questo perchè? Perchè ho voglia di risposte certe, ho voglia di una filosofia non fine a se stessa ma fine a un obiettivo.
Filosofia alla Marx, alla Nietzsche.

Così, io ho un'immagine di un forum sulla Natura, come un forum quasi scientifico.

Leggere un romanzo, specialmente di alto livello spesso mi ha dato un aiuto/non aiuto nel concepire la vita. Però ora preferisco testi che vadano subito al dunque, filosofia pura.

Una poesia melodica è quasi perdita di tempo.

So che questo che dico è sbagliato (ma fino a un certo punto), e forse si tratta solo di un periodo passeggero.

E' per me il periodo delle corse di qua e di là, fra un po' mi calmenò anch'io ad acoltare il venticello e magari scriverò una poesia.
Dunadan is offline  
Vecchio 23-11-2003, 22.02.01   #5
eugenio
 
Messaggi: n/a
dunadan

Io penso che stai passando un periodo critico nel tuo percorso della vita. La ricerca di un obbiettivo! A mio avviso se ami la filosofia c'è la sezione apposita, e non c'è problema. Se entri nella sezione "natura", si può passare dalla scienza alla fantasia, pur di stare nell'ambito della natura. Anche a me piace la filosofia, e a 40 anni mi sono messo a fare esami alla Statale di Milano, proprio nella facoltà di filosofia. Però, una volta dato con successo gli esami in "storia della filosofia, sociologia, psicologia e logica", mi sono risposato e ho piantato lì. Adesso mi ricordo pochissimo, anche perchè non frequentavo, perchè dovevo mantenere la famiglia.
Per quanto riguarda la natura, si può benissimo parlarne. Ad esempio in questi giorni sto osservando la mia cagnetta di dieci chili, che è velocissima anche di riflessi. Dato che la velocità di trasmissione nelle fibre nervose è limitata, non capisco come fa sta bestiola in piena velocità, a stoppare a due centimetri da un muro, o a schivare un'ostacolo per pochi millimetri. La sua prontezza è incredibile. Cavoli, la velocità di trasmissione dei segnali nervosi dal cervello alle estremità è molto lenta. Come funziona quel cervellino? E' un argomento interessante, ma io non ho tempo ... e forse sono diventato pigro. Ti ho citato il primo argomento che mi è venuto in testa. Fai bene secondo me a studiare Marx e Nietzche , anche perchè sono esattamente all'opposto. Tieni presente però che il secondo è un genio, ma è un pò pazzo. Sia Hitler che Mussolini, deformando però il suo pensiero, hanno preso a piene mani dalle sue teorie. E' da prendere insomma con le molle. In quanto a Marx credo che molte delle sue ideee come sociologo sono ancora valide. Aveva previsto che il potere sarebbe passato in poche mani, e tu vedi adesso che le sette sorelle del petrolio scatenano guerre dove fa loro comodo. Sono praticamente padrone del mondo e hanno il povero Bush come marionetta. Dove non sono d'accordo è sulla dittatura del proletariato. Figuriamoci...Il proletariato che vota Berlusconi..ahahahah!!! Scusa se mi sono dilungato con le chiacchiere. Ti saluto! Eugenio
 
Vecchio 24-11-2003, 16.39.06   #6
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Grazie Eugenio

non volevo piangere, ma sto piangendo.

Quando andrò dall'altra parte, mi vedrò venire incontro insieme alle persone che ho amato anche loro, piccoli e dolcissime creature?! Sì, lo vorrei tanto.

Per me non esiste più piccolo o più grande. Quando ami, non puoi fare distinzione alcuna. Un essere umano ed un animale sembra abissale come differenza, ma solo per chi non è capace d'amare.

Se ami, ami. E non esiste un amore diverso per ogni esigenza.

La luce che riflette una goccia di rugiada è diversa da quella che riflette la luna?! Non proviene sempre dallo stesso sole?!

Bisogna sperimentare per poter comprendere. Non si può fare diversamente.
Io avrei riso, molti e molti anni fa, di queste mie lacrime. Le avrei definite sciocche, stupide, non degne di un essere umano. Oggi so che non è così.

Aggiungo solo questo: è buona cosa che ci siano delle suddivisioni di argomenti. Ma trasformarle in barriere tra un discorso e l'altro lo trovo sbagliato. Come se noi fossimo delle categorie, suddivise per settori a compartimenti stagni.

Noi siamo un tutt'uno. Siamo un insieme. E l'amore per la natura per gli animali non è molto diverso dall'amore verso Dio, verso coloro che compongono questa nostra società, verso noi stessi.

Sto attenta anch'io a non uscire fuori argomento. Ma se un argomento si aggancia a qualcosa d'altro non credete che bisognerebbe comunque approfittare di quel che sentiamo e pensiamo in quel momento, senza fare acrobazie tra i fari argomenti catalogati?
Quel che esce dal nostro cuore è sempre un dono per chi può vederlo, riceverlo e accettarlo.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 24-11-2003, 18.15.52   #7
eugenio
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary
Grazie Eugenio

non volevo piangere, ma sto piangendo.

Quando andrò dall'altra parte, mi vedrò venire incontro insieme alle persone che ho amato anche loro, piccoli e dolcissime creature?! Sì, lo vorrei tanto.

Per me non esiste più piccolo o più grande. Quando ami, non puoi fare distinzione alcuna. Un essere umano ed un animale sembra abissale come differenza, ma solo per chi non è capace d'amare.

Se ami, ami. E non esiste un amore diverso per ogni esigenza.

La luce che riflette una goccia di rugiada è diversa da quella che riflette la luna?! Non proviene sempre dallo stesso sole?!

Bisogna sperimentare per poter comprendere. Non si può fare diversamente.
Io avrei riso, molti e molti anni fa, di queste mie lacrime. Le avrei definite sciocche, stupide, non degne di un essere umano. Oggi so che non è così.

Aggiungo solo questo: è buona cosa che ci siano delle suddivisioni di argomenti. Ma trasformarle in barriere tra un discorso e l'altro lo trovo sbagliato. Come se noi fossimo delle categorie, suddivise per settori a compartimenti stagni.

Noi siamo un tutt'uno. Siamo un insieme. E l'amore per la natura per gli animali non è molto diverso dall'amore verso Dio, verso coloro che compongono questa nostra società, verso noi stessi.

Sto attenta anch'io a non uscire fuori argomento. Ma se un argomento si aggancia a qualcosa d'altro non credete che bisognerebbe comunque approfittare di quel che sentiamo e pensiamo in quel momento, senza fare acrobazie tra i fari argomenti catalogati?
Quel che esce dal nostro cuore è sempre un dono per chi può vederlo, riceverlo e accettarlo.

Ciao
Mary



Certo Mary...ho cercato di comunicare un'emozione che mi aveva trasmesso la mia amica. Se no perchè ci scriviamo se non per quello? Per arricchirci reciprocamente...No???? Ciao mary!

Eugenio
 
Vecchio 24-11-2003, 22.03.48   #8
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Non sono del tutto d'accordo che questo sia luogo sia di fantasia che di natura. Le vedo troppo come cose separate.
Non posso vietarvi di parlare di spiritualità qua, ANCHE SE CI SAREBBE UNA SEZIONE ADEGUATA.

Il problema quale è? che per me natura è natura e basta, per voi natura è natura+spiritualità.

PER ME IN QUESTO FORUM SI DOVREBBE PARLARE DI EVOLUZIONISMO, DARWIN, BOTANICA, FIORI, MENDEL....

ma è dura oppormi a voi in questo, perchè nel concetto di natura può starci quasi tutto, specialmente per chi è credente.
Dunadan is offline  
Vecchio 25-11-2003, 11.14.22   #9
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Potremmo metterla così, fa parte dei processi mentali umani (concetto che rientra nel fisico, nel reale) attribuire anche agli animali che hanno amato particolari sentimenti, emozioni e "spiritualità" anche se questo dovesse essere un autoinganno creato per sopportare la loro perdita.... quindi.... questo messaggio ci parla anche della psiche umana, che fa parte della natura.
Naima is offline  
Vecchio 25-11-2003, 20.37.38   #10
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Per un credente parlare di paradiso è uguale a parlare di natura.

Però non capisco il fatto della psiche, vuol dire che se un PAZZO va nel forum di psicologia a parlare di Cavalli, è comunque accettato perchè è un pazzo e va d'accordo con lo studio della psiche?
Dunadan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it