Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 23-09-2002, 10.53.12   #11
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Citazione:
bene...allora siamo tutte streghe no?
Tutte! proprio tutte!
No! non credo che tutte lo siano,
Ti piace e vero la parola strega!
Strega, chi lo è?
chi si interessa come Virtù di erbe?
o chi come Willow di cristalli?
o tu che ti interessi della cabala?
o io o Edali o eccetera eccetera eccetera.
Alla parola strega preferisco sensitiva x chi ha il dono di vedere l'aura o di fare dei voli astrali o è veggente.
per chi approda nella conoscenza delle erbe dei cristalli alchimia le accomunerei alla parola sagae
Strega è un termine se vogliamo dispregiativo, verso chi ha conoscenza basata su erbe, minerali, animali, a fini medici o di potenziamento delle capacità naturali.

Cara la mia streghetta, la storia su di queste sensitive o sagae, è lunga ed è durata nei secoli, e fin tanto che si usa solo la fantasia, per catalogarle, non si accetterà mai che in relatà sono (erano) delle comuni mortali che hanno solo saputo sfruttare ciò che la natura offriva ed offre e le conoscenze che i loro antenati tramandavano di erede in erede.


Armonia is offline  
Vecchio 23-09-2002, 11.16.38   #12
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Poison fanciullino adorato... ...in parte hai ragione, l'elemento che maggiormente si lega alla femminilità è l'acqua...la ricettività...la donna, come da te descritta, va bene...ma ti faccio presente che anche un uomo può definirsi strega, meglio...stregone...
Non sono in grado di lanciare palle infuocate..questo no... ..e comunque non è questo che cerco di fare...
Ma va che sei forte..sai....ogni volta mi fai rimanere senza parole...hahahah!!!!
deirdre is offline  
Vecchio 23-09-2002, 11.34.59   #13
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297

trovo difficile pensare ad una strega senza cappello a punta e relativo brufolone peloso sul naso ...
cmq ... streghe si, possiamo esserlo tutte, ma la differenziazione che ne fa Armonia è giusta. Posso dire con una certa sicurezza, che chiunque può imparare ad utilizzare certe "formule" o fare certi intrugli può studiare per diventare ciò che vuole e spesso può anche ottenere quel che vuole, basta chiedere ... ma esserlo è una sensazione diversa, è un'emozione indescrivilbile, ti lascia dentro qualcosa che ti segna per la vita nn ne puoi fuggire nn puoi rinunciare devi solo accettare ... se puoi ... e viverci insieme .. ecco la differza ...ogni giorno della tua vita sarai messo difronte a te stesso e nn ci sarà mai modo di negare perchè dentro l'anima le certezze che hai benchè le neghi sono terribilmente reali!
kri is offline  
Vecchio 23-09-2002, 19.01.50   #14
Elianto
Ospite
 
L'avatar di Elianto
 
Data registrazione: 22-08-2002
Messaggi: 17
... ma credete che strega sia colei che conosce regole e codici agli altri celati o semplicemente chi conosce il potere che in tutti é latente ?
Ovvero : E' strega colei che sa o colei che sente ?

----

Io non sono tanto d'accordo sul fatto di leggere la stregoneria necessariamente (o anche solo prevalentemente) al femminile. Certo che la strega/donna che brucia sul rogo é sempre stata ben rappresentata in letteratura ed é ben presente nel nostro immaginario, ma non dimenticherei che le persecuzioni per stregoneria (anche se magari non si chiamava ancora così) sono iniziate contro le sette eretiche e non solo, ben prima di quella che Armonia definisce "Il punto di partenza, sul piano giuridico ... la bolla di papa Innocenzo VIII (1484)". (A proposito Armonia, complimenti per la breve ma ricca trattazione).
Tanto per fare l'esempio forse più noto (trito e ritrito, lo so): la soppressione dell'ordine dei Templari. Nelle motivazioni scritte nella bolla che li condannava, il buon Papa Clemente V dice che "essi dunque contro lo stesso Signore Gesù Cristo erano caduti in una innominabile apostasia, nella scelleratezza di una vergognosa idolatria, nel peccato esecrabile dei Sodomiti e in varie altre eresie". Forse non é già questa un'accusa di stregoneria ? Entrando nel dettaglio i capi di imputazione sono più o meno gli stessi. E nella storia della Chiesa questi fatti non sono poi tanto rari.
Che poi sia tutto vero o meno, questo é un altro discorso. Personalmente penso che tutto sia contemporaneamente vero e falso, dipende da come lo si guarda.

Elianto
Elianto is offline  
Vecchio 23-09-2002, 20.11.09   #15
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Ciao Elianto, ti ringrazio per i complimenti, ma come ho già detto ad un amico che mi ha scritto in pvt, ripeto ora anche quà, che si potrebbe parlare a lungo di questo argomento che non tratta solo donne come tu ben sai ed hai sottolineato.
Si potrebbe parlare delll'astrologo Cecco d'Ascoli che fu arso vivo come eretico nel 1327. O della chiesa, le cui motivazioni per scatenare persecuzioni di massa contro le streghe vanno cercate proprio nella sua progressiva dissoluzione; o dei protestanti che furono ancora più spietati dei cattolici, perchè vedevano nella magia e stregoneria l'incarnazione dell'idolatria della ritualità, della superstizione. Gli scienziati, per esempio si dividevano in due categorie.
O per esempio, che in una lettera dell'arcivescovo Incmaro di Reims, dell'860, si sostiene per la prima volta l'idea che le donne cosiddette "lascive" se si accorgono che il loro amante vuol contrarre un matrimonio regolare, uccidono con arti magiche il suo desiderio, cosicché egli non possa avere alcun rapporto con sua moglie. L'idea dell'impotenza come frutto di magia trovò ampi consensi presso i teologi medievali (Burcardo di Worms, Ivo di Chartres, Graziano, Pietro Lombardo, Alberto Magno, Bonaventura, Tommaso d'Aquino).
Torno a ripetermi, dal punto di vista storico sarebbe interessante approfondire l'argomento, sempre che, chi non ama l'argomento si limiti solo a non cliccarci sopra, invece che scrivere cazzaggiando frasi prive di significato come se si fosse nella chat E' ovvio che sarebbe chiedere troppo, per cui, spesso si demorde anche nel voler controbattere per evitare diatribe sterili e prive di significato.
Armonia is offline  
Vecchio 23-09-2002, 22.21.16   #16
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Molto interessante la tua esposizione... , la storia della santa Inquisizione, dei roghi ecc..hanno un fascino potente sull' "uomo". Pensare a delle donne o uomini...arsi vivi...perchè giudicate/i eretiche/ci (c ..suscita interesse.
Giudicati da altri uomini...un tantino esaltati... a mio parere....
Ciò che io intendo chiedere è la vostra opinione in merito alla "visione" della persona "strega"....cosa significa per voi...cosa vi fa sentire in questo...come dire..."stato"....come diceva qualcuno..è qualcosa che senti dentro..ti spinge a fare delle ricerche per capire..l'interesse diventa parte integrante dell'esistenza, esistono poi...persone che hanno delle doti particolari e se sanno farene buon uso, possono andare ad interagire con gli "eventi".
Ci sono religioni che si avvalgono della magia..vedi la wicca..direi molto diffusa....
Possiamo anche parlare del passato...anzi è molto utile per capire gli eventi...ma...appurato che quest'arte è ancora "viva" ai giorni nostri...chiedevo...(meglio).. .mi domandavo...cosa spinge così tante persone ad interessarsi di queste "pratiche"...
Voglia.... o illusione di potere?
La ricerca interiore?
La religione...vista in un certo modo?
Cosa spinge a fare quel salto...scatta qualcosa che spinge l'individuo a credere all'esistenza di queste forze...Poi vengono fatte distinzioni tra mago e strega..e si fanno dei dibattiti infiniti sul significato...
la magia è unica, l'interpretazione è soggettiva....
notte...baci
deirdre is offline  
Vecchio 24-09-2002, 09.07.01   #17
Elianto
Ospite
 
L'avatar di Elianto
 
Data registrazione: 22-08-2002
Messaggi: 17
... degli approfondimenti

Vedi Armonia, tu parli dell'opportunità di approfondire l'argomento. Personalmente certi argomenti li approfondisco molto mal volentieri, intanto perché non ci sono solide basi oggettive su cui fondare una discussione. La storia, si sa, la fa chi comanda, e chi comanda sa sempre far pulito di quello che non é conforme alla sua visione. Nei roghi non sono bruciate solo le persone ma anche i libri e le idee. Senza considerare che le idee delle minoranze (che siano state ristrette a circoli di iniziati o meno) non son mai state troppo pubblicizzate.
Quel che resta sono opinioni e non per questo sarebbe meno interessante disquisirne. Solo che troppi danno per certe le leggende, il mondo trabocca di sedicenti alchimisti e cabalisti, streghe e maghi ... come se il Trismegisto avesse scritto un Manuale delle Giovani Marmotte per spiegare a cani e porci i sui segreti cosmici. Allora finisce che ti ritrovi invischiato in discussioni in cui si confonde Zoroastro col Signore degli anelli e la Tavola di Smeraldo con i Puffi. Stando così le cose, io quasi quasi preferisco che si resti al cazzeggio. Perlomeno é chiaro a tutti.
E poi chiedo ... se veramente qualcuno sapesse ... ne parlerebbe in un forum ?

Per deirdre:
Religioni e Magia ... questo é un punto in cui gli storici delle Religioni non trovano un accordo. Qual'é il limite ? Cosa c'é di più 'magico' dell'Eucarestia Cristiana ?
Tu chiedi <<cosa spinge così tante persone ad interessarsi di queste "pratiche"... >>. Si dice che il crollo delle ideologie, dopo il crollo delle religioni stia creando nelle persone (quelle con la pancia piena ovviamente, le altre hanno altri problemi), un vuoto interiore che deve in qualche modo essere riempito. Siamo molto critici verso quello che conosciamo così come siamo attratti ed impressionati da quello che ci é ignoto (umano, molto umano), aggiungici inoltre la voglia di trovare scorciatoie ed ecco che si spiega la corsa alla magia, alla new age, alle religioni orientali,a l misticismo in genere. Con questo non giudico. Non mi sento in grado di farlo.
Dice il Dalai Lama sono sconsigliabili le conversioni, anche verso la sua religione, che é quello in cui crede. Ogni religione é una strada e tutte le strade portano allo stesso posto. Cercare una religione lontana dalla propria cultura rende solo tutto più difficile. Solo opinioni, ovviamente.

Elianto
Elianto is offline  
Vecchio 24-09-2002, 09.50.23   #18
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Non ho dubbi su quanto affermi...in effetti il momento dell'eucarestia cristiana è considerato un rituale magico..questo è noto a chi si occupa o semplicemente s'interessa d'occultismo.
Quando dico che abbiamo una nostra tradizione, intendo proprio ciò che tu sostieni...
La corsa alle religioni orientali avviene per il motivo da te indicato...crollo delle ideologie e conseguente vuoto interiore...questo perchè? perchè l'uomo ha bisogno di credere in qualcosa...chi sostiene d'essere ateo crede comunque all'esistenza di un qualcosa di superiore, magari non si chiama Dio...
comunque...tornando al mio discorso...io ho sentito il desiderio di cercare una spiegazione, vedere se è realmente possibile interagire con le forze dell'universo e non per scopi personali...ma per dare una conferma a ciò che dentro di me stava nascendo...
Come ho detto più di una volta è inutile ricercare nelle civiltà orientali una spiegazione...vero...le meditazioni, lo yoga ecc..sono mezzi utilissimi...ma possediamo una ns. tradizione detta anche Scienza ermetica..come saprai coloro che hanno reso nota questa scienza hanno preso il misticismo d'israele e l'hanno adattato alla religione cristiana dando origine alla cabala ermetica o cristiana...potente mezzo che da esaurienti spiegazioni alle domande che l'uomo si pone sull'origine e d il perchè dell'esistenza. Questa è una mia modesta opinione....

Ultima cosa che mi sta sullo stomaco...ho l'abitudine di dire sempre ciò che penso.... esiste libertà di parola ed ognuno esprime come può e come meglio crede il proprio pensiero..anche con battute... almeno si ride un pochino..pur parlando di argomenti seri..o seriosi...o mattoni...!
baci
deirdre is offline  
Vecchio 25-09-2002, 13.37.43   #19
virtù
Ospite
 
Data registrazione: 03-09-2002
Messaggi: 7
Strega, sensitiva.....meglio strega!

Cara Armonia, e' meglio strega a sensitiva....ti da' un senso di difesa.
Sentire e' mettersi a nudo.....strega ti da una corazza che ti protegge...dammi retta e' meglio!
virtù is offline  
Vecchio 26-09-2002, 09.23.39   #20
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
Ma è poi così importante dare delle etichette?

noi siamo uomini e donne, solo che a seconda del corpo in cui siamo incarnati abbiamo predisposizione a usare alcune energie, piuttosto che altre. Così laddove un uomo può sentirsi più a suo agio meditando, una donna lo può essere usando le erbe.
Credo in ogni caso che sia più saggio seguire le propie inclinazioni personali.

Bisogna anche fare i conti con chi ci si trova davanti. ho una amica che può essere definita chiaroveggente, ma visto che non può andare in giro a dire alle persone la propia vita e tendenzialmente il propio futuro, usa come "trucco" i tarocchi. così sono le persone che vanno da lei e scelgono in coscienza di farsi raccontare i fatti propi.
Willow is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it