Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 16-12-2006, 13.12.01   #1
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Scavalcare Dio, andare oltre al concetto di una Divinità che fuori da noi ci giudica e ci premia o ci castiga, a secondo dei casi, è il primo passo da fare per iniziare a muoversi nel cammino della spiritualità. Significa in pratica riappropriarsi di tutte le responsabilità delle nostre scelte e del bene e del male che ne deriva.

Solo una volta lasciata la seduzione che l’immagine della divinità trascendente proietta sul nostro IO glorificandolo, in quanto fatto ad immagine e somiglianza di Dio, solo in quel momento ci riappropriamo di tutti i parametri che ci permettono di muovere i primi passi nella ricerca spirituale, proiettando la nostra anima verso la scoperta.

Saranno passi infantili, passi goffi, come il fantolino che, lasciata la culla inizia a prendere confidenza col mondo, finalmente da solo, sotto gli occhi della mamma che, se è intelligente, interviene in meno possibile.

D'altro canto tutte le grandi tradizioni sapienziali testimoniano che lo stadio della divinità è lo stadio della spiritualità in embrione, che deve essere trascesa affinché la vera ricerca inizi.

VanLag is offline  
Vecchio 16-12-2006, 17.57.29   #2
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Ciao e buon pomeriggio (anche se con questo buio......)!
chissà come mai all'amico Van di Sabato pomeriggio vengono queste idee ....che non possono che trovare piena approvazione da parte mia; nel forum si legge da certi amici, sicuramente onestemante e appassionatamente interessati alla ricerca spirituale, la certezza dell'esistenza di un Dio interessato e partecipe al divenire umano (perchè non a quello di tutte le altre forme manifeste?), nel mio umile "sentire" l'entità superiore che Tutto coinvolge,lo percepisco come un'energia la quale non abbisogna neppure dell'intelligenza per manifestarsi nella sua grandezza perchè E'; è l'animo umano bisognoso di certezza che "prevede" un premio o un castigo in quell'Unione verso la quale siamo proiettati una volta divenuti forma "manifesta". claudio
fallible is offline  
Vecchio 17-12-2006, 15.04.03   #3
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Quando nasce la vera ricerca spirituale?
Il risveglio non può essere imposto dalla chiesa con premio e punizioni. La pericolosità dei dogmatici è nel credersi i soli possessori della verità assoluta. Quando si vuol ragionare e comprendere, molti di quegli insegnamenti religiosi appresi da bambini appaiono assurdi e inaccettabili.
Vi è un momento dove le domande non finiscono mai. A che serve la vita ? perché esiste la sofferenza? Se ci fosse un Dio perché non interviene? A quale scopo la vita?
La ricerca dei perché, il chiedersi il motivo dei fatti, aprano la porta alla vera ricerca spirituale.
Naturalmente non è solo la ricerca dei perché che risolvono i problemi spirituali. Da lì, s’innesta un meccanismo che difficilmente s’interrompe, una molla che ci spinge ogni giorno a proseguire, per quanto piccoli possano essere i primi risultati. Tutto senza l’oppressione di un dogmatismo assurdo che fino allora ci soffocava.
Mi fermo qui.
Salvatore R.
salvatoreR is offline  
Vecchio 17-12-2006, 15.58.45   #4
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Scavalcare Dio, andare oltre al concetto di una Divinità che fuori da noi ci giudica e ci premia o ci castiga,

ma tu sai cos'e' il cristianesimo?
Cristo dice...non sono venuto per giudicare
ed ancora....non sacrifici voglio ma opere di misericordia...
se uno veramente si rendesse conto della Grandezza di DIO capirebbe che non possono esserci peccati di fronte a Lui ma solo il SUO dolore per la nostra visione ottenebrata della vita.

Anche Dio ha il suo inferno: è il suo amore per gli uomini.
Friedrich Wilhelm Nietzsche
aurora is offline  
Vecchio 17-12-2006, 16.50.05   #5
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Vedo le cose da un'altra prospettiva Van, tuttavia quello che scrivi lascia intuire un atteggiamento interiore ampiamente condivisibile.

Vorrei dunque partire da qui per porti una domanda: quale può essere l'azione o quali possono essere le azioni decisive messe in atto da un ricercatore?
freedom is offline  
Vecchio 17-12-2006, 17.55.26   #6
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Citazione:
Originalmente inviato da freedom
Vorrei dunque partire da qui per porti una domanda: quale può essere l'azione o quali possono essere le azioni decisive messe in atto da un ricercatore?
Più che un’azione parlerei di un metodo che io vedo fondamentale, una specie di “conditio sine qua non” si attiva la ricerca e questo metodo è appunto il dubbio…. Il dubitare sempre.
Bisogna elidere tutto tranne l’ineludibile, perché solo quello è reale, solo quello vale la pena di conoscere veramente e di conservare sempre con noi. Il resto sono, per lo più, proiezioni e falsità della nostra mente.
Quando si trova quella realtà che è incancellabile, auto evidente ed auto dimostrante, anche la parola Dio acquista il suo senso.

Citazione:
Originalmente inviato da aurora
ma tu sai cos'e' il cristianesimo?
Beh si, penso di si….. So anche chi fu Cristo in accordo con le testimonianze storiche, e con le scritture apocrife e non.
Cristo, era un grande profeta che poteva, (secondo l’antica religione ebraica), parlare in nome di Dio. Questo in accordo con la religione nella quale nacque e si sviluppo la sua vita ed il suo messaggio, che prevedeva che ci fossero uomini con quelle caratteristiche. Sicuramente, sempre in accordo con le scritture e con la religione del suo tempo, ne lui ne la gente ebraica pensavano che fosse Dio. Gli antichi ebrei avevano un concetto altissimo di Dio, per loro era bestemmia anche il solo nominarlo, figuriamoci quindi asserire di essere Dio stesso.

Gesù che era un uomo sensibile e illuminato, usando la metafora “figlio di Dio” non aveva certo in mente, in accordo coi suoi tempi, il senso letterale della perifrasi.
A equiparalo a Dio stesso furono le manipolazioni successive. Mi sembra che fu qualche concilio, magari quello di Nicea, ma ora non ricordo. E sicuramente grande peso ebbe il sincretismo col culto di Mitra, che era la religione dominante ai tempi dell'arrivo del cristianesimo a Roma.
D’altro canto ho già analizzato più volte come il concetto di Dio del cristianesimo risenta delle influenze neoplatoniche, oltre che del filonismo e dello gnosticismo. Infatti l’idea di Dio come un concetto di sommo bene e somma verità, è sicuramente di provenienza ellenica, (Platone), e non ha nulla a che vedere col Dio personale e un po’ capriccioso degli ebrei che chiedeva ad Abramo il sacrifico del figlio Isacco, per saggiarne la fede.

Ma tu lo sai cos’è il cristianesimo?


Ultima modifica di VanLag : 17-12-2006 alle ore 20.54.43.
VanLag is offline  
Vecchio 17-12-2006, 18.25.56   #7
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag

Scavalcare Dio, andare oltre al concetto di una Divinità


Solo una volta lasciata la seduzione che l’immagine della divinità trascendente proietta sul nostro IO glorificandolo, in quanto fatto ad immagine e somiglianza di Dio, solo in quel momento ci riappropriamo di tutti i parametri che ci permettono di muovere i primi passi nella ricerca spirituale, proiettando la nostra anima verso la scoperta.


[Pienamente d'accordo!]

"andare oltre il concetto di Dio"
'andare oltre il concetto' e[>cong.] 'andare oltre il pensiero di Dio' !

Lasciare la seduzione di quella immagine gratificante il nostro io[minuscolo]
(super-io per dirla in termini di psicologia// "io-ego" per dirla stile 'spiritualità')

Lasciare ogni rassicurante àncora,
trovarsi nudi nella condizione di.. essere (!)
Nessun appiglio, nessun pre-concetto!

Nessun rifugio fuori (che sia concetto interiore o luogo)
al di fuori di.. di ciò che è (!), di.. essere (!)

Allora.. : Dio-E' (..semplicemente!);
senza alcun bisogno di "saperlo".

Gyta

*nella condizione per.. essere!

Ultima modifica di gyta : 17-12-2006 alle ore 19.52.34. Motivo: errore di battitura (in termini DI psicologia e non CI psicologia!)
gyta is offline  
Vecchio 17-12-2006, 18.34.29   #8
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Non posso che condividere questa visione della ricerca spirituale che è infatti perfettamente in linea con la mia strada. Al pari dei buddisti vengo spesso accusato di essere “ateo” cioè senza Dio. Io rispondo che non lo sono affatto, ma credo che Dio, intesto come quell’essenza universale non interventista che permea l’universo, non possa far nulla per noi e per il nostro percorso, poiché è in noi stessi che dobbiamo cercare. Come recitava un vecchio adagio, Dio ha nascosto se stesso e la sua verità nel posto in cui l’uomo non guarda mai, nel suo stesso cuore.

Ciao
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 17-12-2006, 20.43.43   #9
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Più che un’azione parlerei di un metodo che io vedo fondamentale, una specie di “conditio sine qua non” si attiva la ricerca e questo metodo è appunto il dubbio…. Il dubitare sempre.
Bisogna elidere tutto tranne l’ineludibile, perché solo quello è reale, solo quello vale la pena di conoscere veramente e di conservare sempre con noi. Il resto sono, per lo più, proiezioni e falsità della nostra mente.
Quando si trova quella realtà che è incancellabile, auto evidente ed auto dimostrante, anche la parola Dio acquista il suo senso.

Sono d'accordo.

Non ho altro da aggiungere perchè non saprei cosa aggiungere. Magari rifletto un pò se può esserci utile lanciare un thread sul metodo della ricerca. O magari sugli interrogativi che, normalmente, possono scaturire dall'applicazione di siffatto metodo.



P.S.
se per caso sei interessato e ti viene in mente un thread potresti tentare tu.

Ultima modifica di freedom : 17-12-2006 alle ore 21.53.18.
freedom is offline  
Vecchio 17-12-2006, 21.53.28   #10
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Scavalcare Dio per una vera ricerca spirituale.

Nessun appiglio e nessun pre-concetto.....
Fosse cosi facile. Sono marchiati con il ferro e il fuoco nella nostra anima e con quelli si possono rimuovere...non con semplici parole.
Il cadere ogni volta mi fa essere solo piu' umile, il silenzio mi lascia lo spazio per Vedermi.

Il Dio persona non e' separato dal Dio impersonale, solo che oggi e' molto di moda l'aspetto impersonale.
Il concetto di Dio quindi si e' spostato su quello del Dio impersonale, ma la sostanza e' sempre la stessa.
Yam is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it