Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 29-12-2006, 11.17.54   #21
shanti
Ospite
 
Data registrazione: 24-10-2006
Messaggi: 22
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Om Shanti a Tutti

Il fatto è che i veri PROFESSORI, io li chiamo MAESTRI,essendo sempre in SILENZIO non si fanno mai sentire.
Siamo noi che abbiamo bisogno di loro, siamo noi che abbiamo bisogno di cercarli , avere la GRAZIA di trovarne uno e realizzare la VERITA' ULTIMA.
Nel forum siamo solo delle menti più o meno insignificanti, che cercano in qualche modo di salvare l'ego da questo mondo illusorio.
shanti is offline  
Vecchio 29-12-2006, 12.59.32   #22
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

salve!
All'amico chiederei quante frustate, al giorno, mi devo infliggere per mantenere lo stato d'animo giusto nell'attesa di un Maestro? claudio
fallible is offline  
Vecchio 29-12-2006, 14.20.23   #23
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da shanti
Om Shanti a Tutti

Il fatto è che i veri PROFESSORI, io li chiamo MAESTRI,essendo sempre in SILENZIO non si fanno mai sentire.
Siamo noi che abbiamo bisogno di loro, siamo noi che abbiamo bisogno di cercarli , avere la GRAZIA di trovarne uno e realizzare la VERITA' ULTIMA.
Nel forum siamo solo delle menti più o meno insignificanti, che cercano in qualche modo di salvare l'ego da questo mondo illusorio.

Che visione svalutante che hai....probabilmente anche di te stesso/a....Quell'immagine che hai di te e degli altri, creata dalla mente (EGO) e' cio' su cui si puo' lavorare, non e' una bella immagine....e si e' creata attraverso i tuoi pensieri.

A volte, pero', e' meglio un po di buona e sana psicoterapia...perche' il mito dell'illuminazione puo' essere dannoso. Come diceva Dogen, qui gia' tutto e' illuminato e la pratica stessa e' illuminazione. Da non fraintendersi...ovviamente.... perche' noi tendiamo ad avere visioni estreme: o tutto o niente.

Che grande Mito dei Maestri, che hai.....
Certo un Buddha non parla proprio, ma sulla terra non ve ne e' mai stato neanche uno, perche' qui bisogna "parlare"......
Yam is offline  
Vecchio 29-12-2006, 15.43.03   #24
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da shanti
Om Shanti a Tutti

Il fatto è che i veri PROFESSORI, io li chiamo MAESTRI,essendo sempre in SILENZIO non si fanno mai sentire.
Siamo noi che abbiamo bisogno di loro, siamo noi che abbiamo bisogno di cercarli , avere la GRAZIA di trovarne uno e realizzare la VERITA' ULTIMA.
Nel forum siamo solo delle menti più o meno insignificanti, che cercano in qualche modo di salvare l'ego da questo mondo illusorio.


hem si, io dicevo professori perchè maestro suona molto da asilo infantile mentre professore gonfia di più il petto (per quelli che ci tengono ai titoli ovviamente). Considerarci menti più o meno insignificanti direi che vuol dire sputare sul ciò che Dio ha creato con Amore, e non mi sembra un gran passo per accomunarci a Lui.

PS: è curioso che in questo thread qualsiasi risposta rimanga in tema perchè "professori o allievi" sono gli atteggiamenti di chi scrive.
angelo2 is offline  
Vecchio 29-12-2006, 21.49.38   #25
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
a dire ho il vero è un sospetto che mi è venuto leggendo gli ultimi post. C'è un'incessante battaglia su chi ne sa di più, disquisizioni a non finire sull'interpretazione, e ho ragione io e hai torto tu. Ma dico: l'ignorante, l'umile che va a dire una preghiera magari al Santo sbagliato, che accende una candela senza conoscere a memoria la Bibbia e il Vangelo, secondo voi ha qualche possibilità di salvezza?


so solamente una cosa,che l'ipocrisia è un male molto diffuso...
dany83 is offline  
Vecchio 29-12-2006, 23.06.06   #26
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
Tu puoi farti un'idea di me per quello che scrivo.
Bene che me l'hai detto...
Perché per quanto riguarda me, sconsiglio vivamente di cercare di capire chi sono, in base a cosa scrivo.
Questo per il semplice fatto che non scrivo sempre solo cosa credo e considero vero io. Fosse così semplice.
La verità è che mi piace anche mettermi nei panni degli altri, e argomentare dal loro punto di vista.

Citazione:
Io invece posso farmi solo un'idea di Gesù leggendo quello che scrivi tu.

Non mi pare di aver mai scritto qualcosa del genere.
Io di norma consiglio di chiedere direttamente a Gesù, se uno vuole sapere qualcosa su di Lui.
Egli è di continuo alla tua porta che bussa... e in realtà basta solo che tu apri la porta, lo fai entrare, e poi puoi parlargli per quanto tempo vuoi...
Senza intermediari o altro ancora...
(N.B.: Sono nato e cresciuto in ambienti protestanti in cui è assente l'"intermediario", ma ognuno parla direttamente con Gesù quando ne ha più voglia e per quanto tempo vuole).

Non ha senso dirsi cristiani senza avere una relazione personale con il Nazareno. Questo è almeno quanto penso io (veramente? Mah?)

Citazione:
Non ti sembra invece molto simile ad un dialogo tra professori e allievi?
Se io faccio una domanda per avere uno scambio di idee con qualcuno e mi si risponde ad esempio che Sant'Agostino ha risposto così, dico: chi se ne frega? Io non volevo parlare con Sant'Agostino.
Non ti sembra che tu non abbia capito chi sono io?

Mi parli di Santi, quando per me i Santi sono persone qualsiasi come me e te* (ma questo non significa che non mi interessino le loro testimonianze e le loro parole, anzi, Agostino d'Ippona fu un personaggio davvero interessante, come anche le sue parole).

* Paolo di Tarso considerava bene o male tutti i cristiani "santi".

Elijah is offline  
Vecchio 30-12-2006, 00.41.32   #27
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Bene che me l'hai detto...
Perché per quanto riguarda me, sconsiglio vivamente di cercare di capire chi sono, in base a cosa scrivo.
Questo per il semplice fatto che non scrivo sempre solo cosa credo e considero vero io. Fosse così semplice.
La verità è che mi piace anche mettermi nei panni degli altri, e argomentare dal loro punto di vista.



Non mi pare di aver mai scritto qualcosa del genere.
Io di norma consiglio di chiedere direttamente a Gesù, se uno vuole sapere qualcosa su di Lui.
Egli è di continuo alla tua porta che bussa... e in realtà basta solo che tu apri la porta, lo fai entrare, e poi puoi parlargli per quanto tempo vuoi...
Senza intermediari o altro ancora...
(N.B.: Sono nato e cresciuto in ambienti protestanti in cui è assente l'"intermediario", ma ognuno parla direttamente con Gesù quando ne ha più voglia e per quanto tempo vuole).

Non ha senso dirsi cristiani senza avere una relazione personale con il Nazareno. Questo è almeno quanto penso io (veramente? Mah?)


Non ti sembra che tu non abbia capito chi sono io?

Mi parli di Santi, quando per me i Santi sono persone qualsiasi come me e te* (ma questo non significa che non mi interessino le loro testimonianze e le loro parole, anzi, Agostino d'Ippona fu un personaggio davvero interessante, come anche le sue parole).

* Paolo di Tarso considerava bene o male tutti i cristiani "santi".


no infatti non ho capito chi sei, e come potrei? ti sto proprio dicendo che di tuo non leggo nulla, solo citazioni. il sant'agostino era solo un esempio ma anche se scrivevi di babbo natale sarebbe stato lo stesso, non era farina del tuo sacco e quindi non aiuta gli altri a conoscerti.
angelo2 is offline  
Vecchio 30-12-2006, 12.27.13   #28
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2

PS: è curioso che in questo thread qualsiasi risposta rimanga in tema perchè "professori o allievi" sono gli atteggiamenti di chi scrive.

E il tuo "atteggiamento" qual e', secondo te?
Come si puo' essere liberi da un "atteggiamento"?
Chi e' che si "atteggia"?

Parlare di se profondamente in un forum e' un po oltre cio' che veramente si puo' fare, tu metteresti in piazza la tua intimita' (cosa che nessun vero maestro ti chiede...al massimo te lo chiede l'operatore di un gruppo di autoaiuto....cosa che un forum non e'.)...dicevo...metteresti in piazza la tua intimita'...quando chi scrive spesso non legge neanche cio' che hai scritto e si limita a sparare le sue sentenze, i suoi giudizi, i suoi preconcetti? Il forum e' una piazza nel vero senso della parola...ma... se sei abbastanza attento, qualcuno con cui scendere piu' in profondita' lo incontri .

I presupposti

Aggrapparsi alle scritture o a un maestro e' una fase della ricerca e nell'esporre le parole dei propri maestri ci puo' essere sincerita' o dogmatismo. Ho un profondo rispetto per chi espone le parole del maestro con sensibilita'.
Altri vogliono fare tutto da se e arrivano a scrivere interi trattati sul loro modo di intendere le cose, su internet si incontrano molti di questi "personaggi". (personaggio o maschera, come ho gia' indicato ha a che fare con l'etimologia della parola "persona"....e quindi "personalita'"...che e' cio' che deve essere messo da parte)
Tra i due "atteggiamenti", perche' la personalita' non puo' far altro che "atteggiarsi", il primo e' piu' vicino a quell'abbandono di se necessario ad uscire da una visione soggettiva della Realta'.
Lo e' perche' viene riconosciuta la propria assoluta ignoranza e si inizia a cercare....
Hui Neng il sesto patriarca Zen era un semplice contadino...ho sempre trovato degli stimoli - invece che guardare la TV...che non posseggo, o leggere i giornali (ascolto la radio), o andare in giro a sprecare il mio tempo - nel leggere* cosa altri che hanno percorso la Via, hanno detto, e non privilegio nessuna tradizione, pur praticandone una da parecchio tempo. Questo e' l'unico modo che ho di non farmi abbindolare da questo o da quello o dalla mia stessa personalita' o mente o ego.
Alcuni non hanno bisogno di niente, sono gia' puri sin da bambini o lo diventano dopo, spontaneamente....ma sono casi rarissimi e non mi pare che qui ce ne sia alcuno....per il momento.....perche' quell'ego, o personalita' o mente e' sempre presente e non ha mai una "visione" unificante....ma "separativa".

*In Tibet, paese di poverissimi montanari che per cibo avevano solo Tsampa (farina d'orzo), sale, burro e Te', i libri sono considerati Sacri, qualsiasi cosa contengano, anche se sono scritti in una lingua sconosciuta...e' proprio la parola scritta...in se....che ha un valore molto grande.
Quando Castaneda torna dallo Stregone e gli porta il suo primo libro (A scuola dallo Stregone), Don Juan lo ringrazia. Castaneda ritrovera' poco dopo il libro nel cesso, usato come carta igienica....ma questo e' un altro discorso.

La pratica

(Nota bene: questa e' solo una premessa per un dialogo sincero.)

Ci pensa la nostra Vita con i suoi accadimenti a svelarci il senso profondo delle cose, se siamo svegli e pronti. Il silenzio e la meditazione possono aiutare, ma il vero Guru e' la Vita stessa, e' il nostro il vero Maestro.

Ultima modifica di Yam : 30-12-2006 alle ore 13.40.38.
Yam is offline  
Vecchio 30-12-2006, 13.44.25   #29
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
No infatti non ho capito chi sei, e come potrei? Ti sto proprio dicendo che di tuo non leggo nulla, solo citazioni.
[...]
Non era farina del tuo sacco e quindi non aiuta gli altri a conoscerti.

Sai Angelo, a livello filosofico il dibattito è piuttosto aperto...

Avranno ragione gli empiristi o i razionalisti...?
Conoscenza a posteriori o conoscenza a priori?

Io, tu, qualsiasi persona di questo mondo, possiamo realmente parlare e dire qualcosa di nostro? O si tratta esclusivamente di qualcosa, di una conoscenza tramandata, che abbiamo sempre e solo acquisito da altri - quindi non nostra?

Cosa è farina del tuo/mio sacco?

Se tu fossi nato in una cultura africana o indiana o altro ancora, penseresti esattamente le stesse cose che pensi adesso? Sì?
Quanto l'ambiente che ti circonda influisce sul tuo pensiero? E quanto è effettivamente tuo?
Le parole con le quali parli sono forse tue?

Cosa è farina del tuo sacco?

Comunque sia, personalmente trovo che quanto diceva Göethe (altra citazione ) sia piuttosto importante:
Tutti i pensieri intelligenti sono già stati pensati; occorre solo tentare di ripensarli.
(Johann Wolfgang Göethe)

Ecco che dunque le citazioni diventano un qualcosa di relativamente importante.
Quanto dico io non ha tanta importanza... ciò che importa è che vegano ripensati i pensieri di un certo valore...
Per poi...

Elijah is offline  
Vecchio 30-12-2006, 13.59.33   #30
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
....

Parlare di se profondamente in un forum e' un po oltre cio' che veramente si puo' fare, tu metteresti in piazza la tua intimita' (cosa che nessun vero maestro ti chiede...al massimo te lo chiede l'operatore di un gruppo di autoaiuto....cosa che un forum non e'.)...dicevo...metteresti in piazza la tua intimita'...quando chi scrive spesso non legge neanche cio' che hai scritto e si limita a sparare le sue sentenze, i suoi giudizi, i suoi preconcetti? Il forum e' una piazza nel vero senso della parola...ma... se sei abbastanza attento, qualcuno con cui scendere piu' in profondita' lo incontri .
....

.

Concordo, YAM, a me è capitato (altrove), ed effettivamente è caso raro e difficile... un pò come trovare un amico in metropolitana!

Citazione:
...
E il tuo "atteggiamento" qual e', secondo te?
Come si puo' essere liberi da un "atteggiamento"?
Chi e' che si "atteggia"?...

"atteggiamento" è una parola che si presta a sgradevoli interpretazioni di falsità ed affettazione. Molto spesso è invece solo il nostro modo di "porgerci", che in una "comunità disabile" come quella del forum che ci è poco familiare può apparire esasperato ed artefatto.

Dei "modi di porgerci", o se preferisci delle "maschere", noi le indossiamo sempre, a farci ben caso, anche quando in solitudine ci rivolgiamo a noi stessi!
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it