Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-12-2006, 17.25.46   #1
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Il Paradiso è dei professori?

a dire ho il vero è un sospetto che mi è venuto leggendo gli ultimi post. C'è un'incessante battaglia su chi ne sa di più, disquisizioni a non finire sull'interpretazione, e ho ragione io e hai torto tu. Ma dico: l'ignorante, l'umile che va a dire una preghiera magari al Santo sbagliato, che accende una candela senza conoscere a memoria la Bibbia e il Vangelo, secondo voi ha qualche possibilità di salvezza?
angelo2 is offline  
Vecchio 27-12-2006, 17.40.24   #2
Wuaw
Ospite abituale
 
L'avatar di Wuaw
 
Data registrazione: 01-01-2005
Messaggi: 83
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
a dire ho il vero è un sospetto che mi è venuto leggendo gli ultimi post. C'è un'incessante battaglia su chi ne sa di più, disquisizioni a non finire sull'interpretazione, e ho ragione io e hai torto tu. Ma dico: l'ignorante, l'umile che va a dire una preghiera magari al Santo sbagliato, che accende una candela senza conoscere a memoria la Bibbia e il Vangelo, secondo voi ha qualche possibilità di salvezza?

Secondo me è quello che arriva per primo.
Wuaw is offline  
Vecchio 27-12-2006, 19.02.21   #3
Padmani
Ospite
 
Data registrazione: 07-04-2006
Messaggi: 21
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
a dire ho il vero è un sospetto che mi è venuto leggendo gli ultimi post. C'è un'incessante battaglia su chi ne sa di più, disquisizioni a non finire sull'interpretazione, e ho ragione io e hai torto tu. Ma dico: l'ignorante, l'umile che va a dire una preghiera magari al Santo sbagliato, che accende una candela senza conoscere a memoria la Bibbia e il Vangelo, secondo voi ha qualche possibilità di salvezza?

Prima di tutto Buon inizio anno a Te eTutti (ci manca ancora un pò, lo so, ma detesto ''buona fine''... ).
non so più chi ha detto: ''La sapienza non è conoscenza''.
Anche nella vita quotidiana si dice che chi vive con il naso nei libri può essere un pozzo di scienza ma della vita non capisce nulla... così come può aver vinta una battaglia dialettica, ma la sua fondamentale situazione non cambia di una virgola. E dunque...forse chi meno sa, meno si autoinganna.
Ognuno ha le sue caratteristiche, c'è chi arriva alla sua verità attraverso la conoscenza intellettuale, e c'è chi invece abbraccia la visione mistica... Il Paradiso è lì e noi siamo qui: possiamo affannarci con ogni mezzo per arrivarci più vicino che possiamo durante la vita, ma nulla ci assicura che ci siamo riusciti, SAPENTI O IGNORANTI CHE SIAMO.
Questa è l'inaccettabile verità: non sappiamo nulla di ciò che ci aspetta e questo non lo sopportiamo: colmiamo questa paura come possiamo, ma alla fine, come hai già intuito, lo studio e le teorie valgono poco se non si è cercato di capire,nella solitudine della propria essenza, chi ciascuno di noi è.
Padmani.
Padmani is offline  
Vecchio 27-12-2006, 19.17.13   #4
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
a dire ho il vero è un sospetto che mi è venuto leggendo gli ultimi post. C'è un'incessante battaglia su chi ne sa di più, disquisizioni a non finire sull'interpretazione, e ho ragione io e hai torto tu. Ma dico: l'ignorante, l'umile che va a dire una preghiera magari al Santo sbagliato, che accende una candela senza conoscere a memoria la Bibbia e il Vangelo, secondo voi ha qualche possibilità di salvezza?

Certo la Divina Ignoranza e' fondamentale per salvarsi.
La vera Sapienza scaturisce dal Cuore.
Se noti e' sempre la mente (EGO) ...quella che indichi....
Yam is offline  
Vecchio 27-12-2006, 19.29.33   #5
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Buona sera e ciao!
E' una busillis che da sempre mi arrovella ,forse sarà per pigrizia ma è mia opinione che la "cultura" possa servire a bella figura in un forum, ma per la "crescita" serve soprattutto il Servizio claudio
fallible is offline  
Vecchio 27-12-2006, 20.34.01   #6
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
a dire ho il vero è un sospetto che mi è venuto leggendo gli ultimi post. C'è un'incessante battaglia su chi ne sa di più, disquisizioni a non finire sull'interpretazione, e ho ragione io e hai torto tu. Ma dico: l'ignorante, l'umile che va a dire una preghiera magari al Santo sbagliato, che accende una candela senza conoscere a memoria la Bibbia e il Vangelo, secondo voi ha qualche possibilità di salvezza?

Puoi definire la parola salvezza??? pls?
paperapersa is offline  
Vecchio 27-12-2006, 20.55.33   #7
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da Padmani
Prima di tutto Buon inizio anno a Te eTutti (ci manca ancora un pò, lo so, ma detesto ''buona fine''... ).
non so più chi ha detto: ''La sapienza non è conoscenza''.
Anche nella vita quotidiana si dice che chi vive con il naso nei libri può essere un pozzo di scienza ma della vita non capisce nulla... così come può aver vinta una battaglia dialettica, ma la sua fondamentale situazione non cambia di una virgola. E dunque...forse chi meno sa, meno si autoinganna.
Ognuno ha le sue caratteristiche, c'è chi arriva alla sua verità attraverso la conoscenza intellettuale, e c'è chi invece abbraccia la visione mistica... Il Paradiso è lì e noi siamo qui: possiamo affannarci con ogni mezzo per arrivarci più vicino che possiamo durante la vita, ma nulla ci assicura che ci siamo riusciti, SAPENTI O IGNORANTI CHE SIAMO.
Questa è l'inaccettabile verità: non sappiamo nulla di ciò che ci aspetta e questo non lo sopportiamo: colmiamo questa paura come possiamo, ma alla fine, come hai già intuito, lo studio e le teorie valgono poco se non si è cercato di capire,nella solitudine della propria essenza, chi ciascuno di noi è.
Padmani.


perchè "inaccettabile verità" Padmani! E' la cosa che muove tutto l'universo Siamo qui per scoprire noi stessi, imparare dai nostri errori, gioire dei notri successi, che gusto ci sarebbe se avessimo già tutte le soluzioni in tasca? E' proprio questa ricerca che si chiama "vita". se ci pensiamo un attimo vedremo che ognuno ha la certezza di quello che crede, si è mai visto qualcuno credere in quello che non crede o credere che i suoi dubbi ed incertezze siano la verità? Ognuno a modo suo ha la sua verità ed è perfetta così, anche se fosse sbagliata.
angelo2 is offline  
Vecchio 27-12-2006, 21.07.12   #8
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
Ma dico: l'ignorante, l'umile che va a dire una preghiera magari al Santo sbagliato, che accende una candela senza conoscere a memoria la Bibbia e il Vangelo, secondo voi ha qualche possibilità di salvezza?

In quel tempo Gesù prese a dire: «Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così ti è piaciuto. Ogni cosa mi è stata data in mano dal Padre mio; e nessuno conosce il Figlio, se non il Padre; e nessuno conosce il Padre, se non il Figlio, e colui al quale il Figlio voglia rivelarlo.
(Gesù in Matteo 11:25-27)

Si legga poi anche Paolo in 1 Corinzi 1:17-31 o

La sapienza di questo mondo è pazzia davanti a Dio.
(Paolo in 1 Corinzi 3:19)


E riporto infine una breve storia...

Il latte di Dio (da Ferrero, Il segreto dei pesci rossi)

Quando errava nel deserto, un giorno, Mosè incontrò un pastore. Passò tutta la giornata con lui e aiutò a mungere le pecore. All'imbrunire, Mosè vide il pastore che versava un po' di latte migliore in una scodella che poi depose su una pietra poco distante dalla capanna dove si trovavano.
Mosè domandò a che cosa servisse quel latte e il pastore rispose: "È il latte di Dio".
Incuriosito, Mosè gli chiese di spiegarsi. Il pastore gli disse: "Metto sempre da parte il latte migliore e lo offro a Dio".
Mosè sentì il bisogno di correggere la fede ingenua del pastore, e insistette: "E Dio lo beve?".
"Certo!" rispose il pastore.
Mosè cominciò a spiegare che Dio è puro spirito e quindi non può bere latte. Il pastore non gli credeva e Mosè gli suggerì di nascondersi dietro un cespuglio per vedere se Dio sarebbe veramente venuto a vere il suo latte.
Il pastore si nascose appena scese la notte. Al chiarore della luna, vide un volpacchiotto arrivare dal deserto trotterellando. Dopo aver guardato a destra e a sinistra, l'animale si buttò sul latte che lappò golosamente. Poi sparì di nuovo nel deserto.
Il giorno dopo, Mosè vide il pastore triste. "Qualcosa non va?" gli chiese.
"Avevi ragione tu" gemette. "Dio è puro spirito e non vuole il mio latte!".
Sbalordito, Mosè esclamò: "Dovresti essere contento. Adesso sai qualcosa di più su Dio rispetto a qualche giorno fa".
"Sì" ammise il pastore. "Ma la sola cosa che avevo per mostrargli il mio amore mi è stata tolta".
Mosè comprese. Si ritirò in solitudine e cominciò a pregare con tutte le sue forze. Nel corso della notte, Dio gli apparve e gli disse:
"Mosè, hai sbagliato. È vero che sono puro spirito, ma accettavo con piacere il latte offerto dal pastore, in segno del suo amore; però, dal momento che non avevo bisogno del suo latte, lo dividevo con quel volpacchiotto che ne è goloso".

Ci sono uomini che si credono molto sapienti e deridono la fede dei semplici e delle "vecchiette".
Dobbiamo ricordare sempre la gioiosa preghiera di Gesù:
"Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così ti è piaciuto."


Elijah is offline  
Vecchio 28-12-2006, 11.50.00   #9
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
In quel tempo Gesù prese a dire: «Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così ti è piaciuto. Ogni cosa mi è stata data in mano dal Padre mio; e nessuno conosce il Figlio, se non il Padre; e nessuno conosce il Padre, se non il Figlio, e colui al quale il Figlio voglia rivelarlo.
(Gesù in Matteo 11:25-27)

Si legga poi anche Paolo in 1 Corinzi 1:17-31 o

La sapienza di questo mondo è pazzia davanti a Dio.
(Paolo in 1 Corinzi 3:19)


E riporto infine una breve storia...

Il latte di Dio (da Ferrero, Il segreto dei pesci rossi)

Quando errava nel deserto, un giorno, Mosè incontrò un pastore. Passò tutta la giornata con lui e aiutò a mungere le pecore. All'imbrunire, Mosè vide il pastore che versava un po' di latte migliore in una scodella che poi depose su una pietra poco distante dalla capanna dove si trovavano.
Mosè domandò a che cosa servisse quel latte e il pastore rispose: "È il latte di Dio".
Incuriosito, Mosè gli chiese di spiegarsi. Il pastore gli disse: "Metto sempre da parte il latte migliore e lo offro a Dio".
Mosè sentì il bisogno di correggere la fede ingenua del pastore, e insistette: "E Dio lo beve?".
"Certo!" rispose il pastore.
Mosè cominciò a spiegare che Dio è puro spirito e quindi non può bere latte. Il pastore non gli credeva e Mosè gli suggerì di nascondersi dietro un cespuglio per vedere se Dio sarebbe veramente venuto a vere il suo latte.
Il pastore si nascose appena scese la notte. Al chiarore della luna, vide un volpacchiotto arrivare dal deserto trotterellando. Dopo aver guardato a destra e a sinistra, l'animale si buttò sul latte che lappò golosamente. Poi sparì di nuovo nel deserto.
Il giorno dopo, Mosè vide il pastore triste. "Qualcosa non va?" gli chiese.
"Avevi ragione tu" gemette. "Dio è puro spirito e non vuole il mio latte!".
Sbalordito, Mosè esclamò: "Dovresti essere contento. Adesso sai qualcosa di più su Dio rispetto a qualche giorno fa".
"Sì" ammise il pastore. "Ma la sola cosa che avevo per mostrargli il mio amore mi è stata tolta".
Mosè comprese. Si ritirò in solitudine e cominciò a pregare con tutte le sue forze. Nel corso della notte, Dio gli apparve e gli disse:
"Mosè, hai sbagliato. È vero che sono puro spirito, ma accettavo con piacere il latte offerto dal pastore, in segno del suo amore; però, dal momento che non avevo bisogno del suo latte, lo dividevo con quel volpacchiotto che ne è goloso".

Ci sono uomini che si credono molto sapienti e deridono la fede dei semplici e delle "vecchiette".
Dobbiamo ricordare sempre la gioiosa preghiera di Gesù:
"Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così ti è piaciuto."




si ecco appunto, metti il gettone nella macchinetta e viene fuori la risposta del giorno.
angelo2 is offline  
Vecchio 28-12-2006, 12.35.03   #10
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Il Paradiso è dei professori?

Citazione:
Originalmente inviato da angelo2
si ecco appunto, metti il gettone nella macchinetta e viene fuori la risposta del giorno.

Scusa non ho capito...questa risposta.....

Si puo' essere ignoranti, ma profondi....ma si puo' anche essere ignoranti e basta....oppure colti ed ignoranti.
Ogni volta che "siamo veri" lo siamo e basta, bisogna comprendere cosa significa.
C'e' una sorta di discesa che puo' avvenire in noi: dalla macchinosa testa al sentire spontaneo del cuore....poi ognuno sara' quel che sara'...alcuni manifesteranno certe doti, certi doni...anche intellettuali, altri manifesteranno altre propensioni......ciascuno dovrebbe guardarsi dentro e vedere come si sta autolimitando.....autopunendo, come sta torturando la propria anima....e smettere di farlo.

Non ho trovato ideologiche le risposte di Elijah, che e' giovane, sveglio ed intelligente (che dopo questa leccatina sentira' il suo orgoglio vibrare....e quella e' la mente...l'ego...il cuore non vibra e non g-orgogli-a...e' fermo e stabile come una roccia, saldo come la base di una montagna e su quello la nostra vera natura riposa costantemente...).

Quando diveniamo ideologici, orgogliosi, gelosi, invidiosi ecc. ecc. di solito, almeno qui nel forum, vogliamo difendere qualcosa. Nel caso di Elijah, spesso, l'autenticita' del suo beniamino: Gesu'. (Ho notato pero' che lo fa sempre meno con la testa e sempre piu' con il Cuore ).
Yam is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it