Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 23-09-2007, 23.47.39   #31
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Qual è la Salvezza di Cristo?

Non so da cosa o da chi necessiti la salvezza, di certo da noi stessi.

Se uno crede alla reincarnazione, come me, allora c'è una esperienza da fare, prove da superare, mete da raggiungere vita dopo vita. E quella salvezza è racchiusa in paletti con su scritte delle precise indicazioni che ci servono per il nostro viaggio. Vita dopo vita molte cose prendono un senso.

Ma, senza la reincarnazione di obiezioni io ne avrei parecchie.

Quando vengo al mondo, senza colpa, perchè non trovo giusto che la colpa dei padri che non ho voluto nè cercato debba ricadere su di me. Non ho chiesto di nascere, non ho chiesto di morire, non ho chiesto di vivere. Allora perchè mi si chiede questo e quello? perchè mi si condanna al peccato, alla sofferenza, al dolore? A questo punto il vero amore verso i propri figli sarebbe non farli nascere!
Una volta nata subisco tali e tante ingiustizie, sopprusi, inganni, condizionamenti, illusioni che non vedo più una mia personale libera scelta.
Devo essere salvata quando non ho fatto niente per essere in pericolo?

Gesù viene a salvarmi ma non ho chiesto io di essere qui, non se ne poteva fare a meno?

Se invece crediamo che esista una casa dalla quale proveniamo allora il discorso cambia. Allora la salvezza può consistere nell'affrontare le prove, le esperienze senza restarne vittime.

Ma che io debba essere punita per un peccato fatto senza di me, mi sembra il soppruso per eccellenza.

Chiedo scusa se era solo di un discorso teologico che si voleva intrattenere sono andata fuori argomento.
Mary is offline  
Vecchio 24-09-2007, 00.45.52   #32
Horus_il_falco
Nuovo iscritto
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 148
Riferimento: Qual è la Salvezza di Cristo?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Non so da cosa o da chi necessiti la salvezza, di certo da noi stessi.

Se uno crede alla reincarnazione, come me, allora c'è una esperienza da fare, prove da superare, mete da raggiungere vita dopo vita. E quella salvezza è racchiusa in paletti con su scritte delle precise indicazioni che ci servono per il nostro viaggio. Vita dopo vita molte cose prendono un senso.

Ma, senza la reincarnazione di obiezioni io ne avrei parecchie.

Quando vengo al mondo, senza colpa, perchè non trovo giusto che la colpa dei padri che non ho voluto nè cercato debba ricadere su di me. Non ho chiesto di nascere, non ho chiesto di morire, non ho chiesto di vivere. Allora perchè mi si chiede questo e quello? perchè mi si condanna al peccato, alla sofferenza, al dolore? A questo punto il vero amore verso i propri figli sarebbe non farli nascere!
Una volta nata subisco tali e tante ingiustizie, sopprusi, inganni, condizionamenti, illusioni che non vedo più una mia personale libera scelta.
Devo essere salvata quando non ho fatto niente per essere in pericolo?

Gesù viene a salvarmi ma non ho chiesto io di essere qui, non se ne poteva fare a meno?

Se invece crediamo che esista una casa dalla quale proveniamo allora il discorso cambia. Allora la salvezza può consistere nell'affrontare le prove, le esperienze senza restarne vittime.

Ma che io debba essere punita per un peccato fatto senza di me, mi sembra il soppruso per eccellenza.

Chiedo scusa se era solo di un discorso teologico che si voleva intrattenere sono andata fuori argomento.

Da cosa dovresti essere salvata?
qualunque cosa potrebbe
la salvezza è che tu sia affermata così come sei, unica e irripetibile, ed è giusto dire prove da superare e mete da raggiungere.
Essere voluta, essere amata significa non solo un sentimento forte, ma a ben vedere significa essere affermati, sostenuti e teologicamente parlando essere anche redenti dal peccato.Essere affermati positivamente nel proprio essere libero.
Perchè il peccato originale è una condizione esistenziale non è una colpa nel senso etico del termine. O almeno non lo è per noi. Secondo il racconto biblico, lo fu per i progenitori della specie.
La redenzione significa che il peccato non ci definisce più. Non saremo esenti come per decreto dal commettere altri peccati, ma possiamo sempre ripartire. Gesù ci ha redento. Per le sue piaghe siamo stati guariti.
Tutto l'odio che c'è nel mondo non si può spiegare soltanto con i peccati umani degli uomini e delle donne.
Nel mondo ci sono i diavoli ed Cristo ci ha redento dall'essere loro proprietà perchè veramente siamo di Dio.
Non vi è più quel muro di separazione che separava le cose profonde dalle cose umane.
ma il diavolo è scatenato.
Horus_il_falco is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it