Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 03-10-2007, 21.53.55   #11
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Ricetta per la fede?

"La fede è alta sopratutto nei paesi più poveri, appena alzi il tasso culturale la fede cala paurosamente."

...ed anche il materialismo decolla spropositatamente ..

La "ricetta" credo sia proprio quella di una buona e sana cucina ..
Quanto proviene infatti dall'esperienza porta 'pace', la quale ti fa comprendere la vita come parte dell'amore e questo basta... Quando trovi la pace trovi anche Dio ed ogni Vangelo di vita, quale che sia, ri-gorgoglia in tutta la propria bellezza nella propria esistenza ..
Mi piace riassumere così il Vangelo: Dio ti Ama e Conosci te stesso .. ovvero non temere mai di metterti nella verità ( non gli altri, però, ma te stesso ); non è semplicemente chi porta frutto a sperimentare l'Eternità .. ? Chi vive nel/dell'Eternità non ha paura infatti della morte, né di dare la vita, ma la dona di buon cuore e con semplicità, in una gioia che non è di questo mondo...

Da questo mi piace riconoscere da che parte sia la Verità.
koan is offline  
Vecchio 03-10-2007, 23.00.05   #12
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Salve a tutti. Quando sono entrato per la prima volta in questo forum ho pensato che forse leggere le opinioni di tanti credenti e non, mi avrebbe aiutato a capire qualcosa di più sulla fede. E così è stato, e vi ringrazio. Però, inutile negarlo, io di fede non ne ho, credo che il cristianesimo sia un abbaglio colossale costruito ad arte e su misura per farne una religione. E più leggo, studio, cerco,più mi convinco che è così. Sento parecchia gente dire che ha improvvisamente scoperto la fede e si sente meglio, appagata. Io so che si tratta di suggestione. Ma...esiste un modo o un percorso per suggestionarsi?
Salve, l'opinione di molti di noi non sono determinanti per risolvere i tuoi dubbi, perchè il vero problema non è che tu devi adeguarti agli altri - ma sei tu (e solo tu ) che devi cercare la serinita' interiore. Noi siamo vicolati al concetto di Verita', che è il principio di ogni religione. Scopo della Verita' è rivolta alla ricerca del Bene. ( Ma che cosa si intende per Bene?) - per ora parlo della Verita' - perchè tramite questa si raggiunge il Bene. Infatti il primo passo è possedere e "" praticare """ la Verita'. Solo in seguito, raggiunto il traguardo ( la santita' / la perfezione) si potra' accedere il Bene . Sembra un gioco di parole - ma calma, una cosa alla volta. ------- Domanda= che cosa è la Verita'?? - Chi detiene la Verita' ?? - esiste una sola Verita' ?? oppure tante altre Verita' ?? - Gia Mary riferiva la parabola ( orientale )dei ciechi, - ogunno dei quali era convinto di possedere la Verita' e voleva imporla agli altri - per farla breve il tutto fini' a suon di legnate. - Ho problemi con la connessione - e riprendero' appena possibile - scusa
sebastianb is offline  
Vecchio 04-10-2007, 00.14.48   #13
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Ma...esiste un modo o un percorso per suggestionarsi?

Secondo me sì: esiste un percorso per suggestionarsi.
Che è nella sofferenza: dell'incompiutezza, della irrisolutezza, della limitatezza, della sostanziale coscienza dell'insipienza.

Questa la prova chi non ha fede (come te... come me).
E la prova chi ha fede (come Altri).

Tutto per dire: il percorso , fin qui, è lo stesso, perchè Umani siamo tutti.
Quel che cambia NON è il percorso, bensì la risposta (o l'istinto alla risposta) che ciascuno trova congeniale darsi in qualche punto particolarmente critico del percorso stesso.

E' la risposta in quel punto che (secondo me) cambia il percorso.
Senza alcuna irriverenza verso chi crede: c'è chi trova nella fede .... il Jolly "rispondi-tutto".... e c'è chi, semplicemente, trova "naturale" ternersi le domande, magari senza risposta... ma "sentendo" che è meglio una domanda vera (sia pur senza risposta) ... piuttosto che una perfetta risposta "di maniera".

Magari non è un capolavoro della letteratura mondiale... ma averlo letto a sedici anni lascia qualche segno: Fritz Zorn "il cavaliere , la morte e il diavolo".

Quando il giovanissimo autore, senz'altro "spesso", scrive con la Rabbia di chi si sa condannato a morte per un cancro alla gola, e tra i dolori di quel cancro...riflette e ti fa riflettere su qualcosa che suona così: "il cattolico è colui per il quale se il passero cinguetta sull'albero è volontà di dio, ed è colui per il quale, se il passero cade stecchito dal ramo è volontà di dio"...

Questo ti segna davvero... (perchè è VERO)

Anche perchè poi cresci, vivi, vedi, credi o provi a credere... e realizzi quanto sia falso che "cercare dio è già averlo trovato"... e vedi vedi vedi che chi l'ha trovato è come il cattolico di Fritz Zorn, che gli va bene tutto, purchè possa ritenerne la Volontà ascritta ad ALTRO DA SE'....

E' lì, è allora, che il Jolly (per qualcuno) vacilla... alla ricerca di risposte più vere e coerenti... che magari non troverà mai... ma che ALMENO ... VUOL CERCARE.... dispostisssimo alla nobile sconfitta di non averle trovate... e sempre sentendosi più Vivo di chi le ha trovate..... in parrocchia.

Senza alcuna polemica, MA DAVVERO, verso alcuno.
donella is offline  
Vecchio 04-10-2007, 07.28.01   #14
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Secondo me sì: esiste un percorso per suggestionarsi.
Che è nella sofferenza: dell'incompiutezza, della irrisolutezza, della limitatezza, della sostanziale coscienza dell'insipienza.

Questa la prova chi non ha fede (come te... come me).
E la prova chi ha fede (come Altri).

Tutto per dire: il percorso , fin qui, è lo stesso, perchè Umani siamo tutti.
Quel che cambia NON è il percorso, bensì la risposta (o l'istinto alla risposta) che ciascuno trova congeniale darsi in qualche punto particolarmente critico del percorso stesso.

E' la risposta in quel punto che (secondo me) cambia il percorso.
Senza alcuna irriverenza verso chi crede: c'è chi trova nella fede .... il Jolly "rispondi-tutto".... e c'è chi, semplicemente, trova "naturale" ternersi le domande, magari senza risposta... ma "sentendo" che è meglio una domanda vera (sia pur senza risposta) ... piuttosto che una perfetta risposta "di maniera".

Magari non è un capolavoro della letteratura mondiale... ma averlo letto a sedici anni lascia qualche segno: Fritz Zorn "il cavaliere , la morte e il diavolo".

Quando il giovanissimo autore, senz'altro "spesso", scrive con la Rabbia di chi si sa condannato a morte per un cancro alla gola, e tra i dolori di quel cancro...riflette e ti fa riflettere su qualcosa che suona così: "il cattolico è colui per il quale se il passero cinguetta sull'albero è volontà di dio, ed è colui per il quale, se il passero cade stecchito dal ramo è volontà di dio"...

Questo ti segna davvero... (perchè è VERO)

Anche perchè poi cresci, vivi, vedi, credi o provi a credere... e realizzi quanto sia falso che "cercare dio è già averlo trovato"... e vedi vedi vedi che chi l'ha trovato è come il cattolico di Fritz Zorn, che gli va bene tutto, purchè possa ritenerne la Volontà ascritta ad ALTRO DA SE'....

E' lì, è allora, che il Jolly (per qualcuno) vacilla... alla ricerca di risposte più vere e coerenti... che magari non troverà mai... ma che ALMENO ... VUOL CERCARE.... dispostisssimo alla nobile sconfitta di non averle trovate... e sempre sentendosi più Vivo di chi le ha trovate..... in parrocchia.

Senza alcuna polemica, MA DAVVERO, verso alcuno.
Se il passero muore stecchito è perchè l'uomo ha inquinato l'aria, il cibo, l'acqua..... se ci sono le malattie nel mondo è perchè l'uomo pensa
il male e lo produce.... Se io non ho successo è perchè non mi impegno e non
attivo i miei talenti e mi lascio sedurre da ozio, dipendenze varie etc....
In poche parole aiutati che Dio t'aiuta.....volgi la tua mente il tuo cuore
e tutto te stesso al Sommmo Bene, cioè DIO, trova il Suo Amore e procedi......( per verdi pascoli mi conduce, non temerò alcun male,
felicità e grazie mi saranno compagne per tutti i giorni della mia vita e abiterò
per lunghi ani nella casa del Padre....)
paperapersa is offline  
Vecchio 04-10-2007, 10.04.57   #15
daria
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 78
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Salve a tutti. Quando sono entrato per la prima volta in questo forum ho pensato che forse leggere le opinioni di tanti credenti e non, mi avrebbe aiutato a capire qualcosa di più sulla fede. E così è stato, e vi ringrazio. Però, inutile negarlo, io di fede non ne ho, credo che il cristianesimo sia un abbaglio colossale costruito ad arte e su misura per farne una religione. E più leggo, studio, cerco,più mi convinco che è così. Sento parecchia gente dire che ha improvvisamente scoperto la fede e si sente meglio, appagata. Io so che si tratta di suggestione. Ma...esiste un modo o un percorso per suggestionarsi?



deporre le armi e cercare la pace,
potrebbe essere una ricetta.
camminare verso la luce impedirà di vedere le nostre ombre.
rispetto il tuo pensare che si tratti di suggestione, in molti casi condivido con te il pensiero, si tratta proprio di suggestione, ma chissà perchè, io riesco a capire quando lo è e quando non lo è.(non sempre) come lo capisco? non te lo so dire, ma so che ho sviluppato dei sensi che sanno andare oltre alla semplice domanda che necessita di risposta, o forse perchè non ho sensi troppo sviluppati, in fondo Gesù preferisce gli umili e i semplici, i bambini che ancora hanno l'innocenza, i grandi l'innocenza non se la ricordano nemmeno, e non perchè ho smesso di farmi domande, sarebbe sciocco da parte mia. ma perchè raccolgo dei feed-back dagli altri che mi lasciano senza fiato.
vi racconto un episodio.
in reparto c'è una signora anziana, le è morta la figlia molti anni fa, si sta lasciando andare, non vuole più mangiare, è triste, depressa lo sguardo è fisso nel nulla, non parla quasi mai.
un giorno dopo vari tentativi fatti dai colleghi, mi avvicino al suo letto, le dico poche parole, comincio ad imboccarla a piccoli bocconi, lei apre la bocca, deglutisce, finisce il pasto.
le dico, -brava, ha mangiato tutto, è un buon segno-
mi risponde ghiacciandomi - è stata mia figlia a darmi da mangiare, per questo ho accettato-
le dico - no, non è stata sua figlia-
risponde con uno stentato sorriso - sì, è stata lei-
Detto questo, non voglio nemmeno pensare che io possa fare qualcosa di straordinario, anzi, spero tu lo capisca, ma sono convinta che Dio attraverso i nostri gesti a volte si manifesti. ma noi non riusciamo a cogliere questi piccoli immensi gesti d'amore.
Dio si manifesta ai più piccoli, umili, semplici, non possiamo incontrarlo nelle maestose cerimonie, nei grandi discorsi, nei grandi scrittori, no, questo non lo credo neppure io.
spero di non averti annoiato.
so, che con questo mi attirerò delle risate, non importa, ho scritto la verità, la mia, quella che sento essere la verità. autosuggestione? no, semplicemente la mia verità. ognuno ha la sua verità, vive nella sua verità, questa è solo la mia, una dei 7 miliardi di possibili verità su questa terra.


daria
daria is offline  
Vecchio 04-10-2007, 10.50.34   #16
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da sebastianb
Salve, l'opinione di molti di noi non sono determinanti per risolvere i tuoi dubbi, perchè il vero problema non è che tu devi adeguarti agli altri - ma sei tu (e solo tu ) che devi cercare la serinita' interiore. Noi siamo vicolati al concetto di Verita', che è il principio di ogni religione. Scopo della Verita' è rivolta alla ricerca del Bene. ( Ma che cosa si intende per Bene?) - per ora parlo della Verita' - perchè tramite questa si raggiunge il Bene. Infatti il primo passo è possedere e "" praticare """ la Verita'. Solo in seguito, raggiunto il traguardo ( la santita' / la perfezione) si potra' accedere il Bene . Sembra un gioco di parole - ma calma, una cosa alla volta. ------- Domanda= che cosa è la Verita'?? - Chi detiene la Verita' ?? - esiste una sola Verita' ?? oppure tante altre Verita' ?? - Gia Mary riferiva la parabola ( orientale )dei ciechi, - ogunno dei quali era convinto di possedere la Verita' e voleva imporla agli altri - per farla breve il tutto fini' a suon di legnate. - Ho problemi con la connessione - e riprendero' appena possibile - scusa
-----
Riprendo lo scritto interrotto. = Allora, raggiunto lo scopo ( la santita') non si ha piu' bisogno della Verita'-------- Veniamo al contesto cristiano ( dato che è la nostra realta') -- Che cosa è la Verita? - questa domanda "" l'avrebbe"" rivolta il procuratore Pilato al Nazareno (Gv. 18,38) a seguito di quanto disse il Prigioniero = è per questo che sono nato, è per questo che sono venuto al mondo, per rendere testimonianza della Verita' ( Gv.18,37) ----- Ma qui urge una riflessione "laica" = La dottrina cristiana sostiene che i vangeli sono la testimonianza della " storicita' " del Nazareno !! Infatti è quello che vogliono farci credere. Ma Giovanni era "" presente "" all'interrogatorio ???? Ma quando mai un "" estraneo """ puo' assistere alla fase preliminare di un procedimento giudiziario svolto da un magistrato?? E' stato un funzionario o una guardia presente che in seguito riferi' esattamente la cronaca dei fatti all' apostolo (evengelista ? ) Giovanni ? - A Torino ho posto questa domanda a un teologo che opera presso la curia della mia citta' - Alla mia domanda rimase perplesso ma "subito" si riprese dicendomi = la fede puo' tutto ( che bella risposta !!) Che strano mistero !! --- Ora ammesso e concesso che il Nazareno abbia veramente pronunciato quella frase ( Gv.18,37) sarebbe una conferma che Yeshua era un Sapiente, un "portatore" di Verita' - come quello apparso in Oriente 500 anni prima del Nazareno. -- Gli Illuminati / Sapienti - pur con linguaggi diversi e corrispondenti al loro contesto storico-geografico in cui operano - hanno il medesimo scopo = la crescita spirituale ( tramite la Verita') per poter accedere al Bene ! -------------- Per 'Oriente la storia di un "fondatore " di una religione è del tutto secondaria. Se nel buddismo viene negata l'esistenza del principe Siddarta ( il futuro Budda) non reca nessun danno. Quello che è piu' importante è quello che ha lasciato = il Darma. Per gli orientali primario è "" sapere "" che "" avere " fede " - E' piu' meritevole lo sforzo per la " conoscenza " che " Credere " - L'Illuminato d'Oriente considerava le speculazioni metafisiche senza senso e una perdita di tempo !! E a tal proposito cito' la parabola della freccia avvelenata ( che colpisce un uomo, il quale prima di farsi curare si pone infinite domanda sull'origine della freccia - e nel frattempo il veleno lo portera' alla tomba - sprecando cosi' il suo tempo ). --- Il monoteismo è proprio questo. L'interesse maggiore è porsi domande che nulla hanno a che fare con la crescita spirituale. E' la religione del TU DEVI !!! - Provate dire a un sacerdote che il Nazareno Non è mai esistito - che renderebbe cosi' non credibile il cardine dottrinario nonchè dogma basilare del cristianesimo = la rivelazione del Dio che si incarna in quell'uomo !! Jesu Il Cristo !! Vivessimo nei secoli bui del Medioevo il "rogo " era assicurato !!! L'imposizione autoritaria del clero - ideale stampella del potere regio - ha terrorizzato per secoli la " mente " dei puri con una " Verita' "" indiscussa = dal cielo è sceso il Dio Yahwè che si è incarnato in un uomo, che ha sofferto e morto per redimere l'umanita'- Guai a contestare quella Verita'. Ad una mente immacolata viene introiettato il dogma del Tu Devi == Tu devi credere che Dio ha creato il tutto dal nulla - Tu devi credere nel Dio incarnato - Tu devi credere nella Vergine Madre - Tu devi credere nella Trinita' - Tu devi credere nella consustanzialita' del Dio Yahwè con Jesu Il Cristo - Tu devi credere nella resurrezione - Tu devi credere nella Vergine Maria, unico essere vivente ad essere stata concepita senza peccato - Tu devi credere nella Vergine Maria, unica ad essere stata assunta ( con corpo e anima ) in cielo - Tu devi credere nella transustanziazione eucaristica - Tu devi credere nel Vicario di Jesu Il Cristo e nella sua infallibilita' - Tu devi , Tu devi= Queste imposizioni dogmatiche spacciate come Verita' soffocano la liberta' di pensiero. Il devoto è come frastornato, rimbambito. Solo superando la "sbornia" del Tu devi, si potra' " ri/avere la mente libera da impedimenti pesantemente precostituiti. Optare cio' che è bene per un individuo è una decisione che riguarda unicamente quella persona = NON costringendola a credere nell'esistenza di un Dio minaccioso, severo e vendicativo. - Solo liberandosi dalla dottrina del Tu devi - quindi liberarsi da quella zavorra dogmatica accumulata nei secoli dai " maestri " - si potra' scoprire che Yeshua ( al pari di altri Sapienti) voleva contribuire al benessere e allo sviluppo interiore dell'uomo. Solo questo e basta !! Yeshua ben Yosef mai e poi mai pretese di imporre pseudoverita' per accedere al BENE ( alla santita') quali: Trinita'/Verginita'/Incarnazione/Infallibilita'/Immacolata/Assunta/Limbo/Peccato mortale/Peccato veniale - ecc. ecc. ecc... ---------- Pertanto, caro amico la tua crisi è il primo grande passo che hai compiuto, la scala per salire è ancora lunga , tutto dipende da te. - cordialita'
sebastianb is offline  
Vecchio 04-10-2007, 14.58.20   #17
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Se il passero muore stecchito è perchè l'uomo ha inquinato l'aria, il cibo, l'acqua..... se ci sono le malattie nel mondo è perchè l'uomo pensa
il male e lo produce.... Se io non ho successo è perchè non mi impegno e non
attivo i miei talenti e mi lascio sedurre da ozio, dipendenze varie etc....
In poche parole aiutati che Dio t'aiuta.....volgi la tua mente il tuo cuore
e tutto te stesso al Sommmo Bene, cioè DIO, trova il Suo Amore e procedi......( per verdi pascoli mi conduce, non temerò alcun male,
felicità e grazie mi saranno compagne per tutti i giorni della mia vita e abiterò
per lunghi ani nella casa del Padre....)

In una piega (o piaga) caratteriale (MIA quanto vuoi).... quando ero più piccola ...sì: piccola... che NON è sinonimo di "più giovane"... mi accorsi di una cosa strana: pensavo a dio quando ero Felice (perchè già da allora non cercavo raccomandazioni): ero pazzoidemente "convinta" che inpegnarmi fosse un mio dovere, MA che "riuscire" NON fosse un mio corripsettivo diritto.

Per cui succedeva che quando tutto andava "male" non pregavo dio: mi impegnavo e basta; MA quando tutto andava bene... era TROPPO bene perchè tutto potesse essere merito SOLO MIO.... e allora, solo allora, pensavo a dio.

Poi... crescendo, ma non di età, mi accorsi di Quanti... malgrado ogni impegno... avessero solo ortiche da mangiare.... dopo averle colte a mani nude non potendo permettersi neanche i guanti. E poi mi accorsi di quanti, ancora dietro a questi nella infinita lista del SOLO essere nati - senza colpa alcuna -nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, fossero gia nati solo per essere vittime sacrificali di non si sa cosa e di non sa si in nome di chi. IN quella occasione di consapevolezza... un dio cosi patrigno... preferii dimenticarlo....


Comoda la vita italiana, pure fra le rate....
Se apri la finestra e GUARDI.... i problemi non sono quelli di pagare la finanziaria per le rate del TV al plasma.... Se apri lafinestra vedi un mondo di orrori vissuto da PERSONE V E R E , NON DA PERSONAGGI DI UN GIOCO DELLA PLAYSTATION... MA DIO PER QUELLI DOVE STA
donella is offline  
Vecchio 04-10-2007, 15.17.57   #18
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Se il passero muore stecchito è perchè l'uomo ha inquinato l'aria, il cibo, l'acqua..... se ci sono le malattie nel mondo è perchè l'uomo pensa
il male e lo produce.... Se io non ho successo è perchè non mi impegno e non
attivo i miei talenti e mi lascio sedurre da ozio, dipendenze varie etc....
In poche parole aiutati che Dio t'aiuta.....volgi la tua mente il tuo cuore
e tutto te stesso al Sommmo Bene, cioè DIO, trova il Suo Amore e procedi......( per verdi pascoli mi conduce, non temerò alcun male,
felicità e grazie mi saranno compagne per tutti i giorni della mia vita e abiterò
per lunghi ani nella casa del Padre....)

Ho dimenticato le cose piu ovvie...
Il passero, prima o poi, cade stecchito ... semplicemente perche non nacque immortale.
Indipendemente dallo inquinamento... resta il cattolico , qualunque cosa accada al passero, a vederci sempre chiara e ed eloquente... la volonta di dio... che canti , che si riproduca, che viva, che muoia, che generi altri passeri a tre teste per via di cose tipo Chernobyl.... a proposito.... le cose tipo Chernobyl o tipo Birmania... sono sempre volonta di dio
donella is offline  
Vecchio 04-10-2007, 17.22.52   #19
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da donella
In una piega (o piaga) caratteriale (MIA quanto vuoi).... quando ero più piccola ...sì: piccola... che NON è sinonimo di "più giovane"... mi accorsi di una cosa strana: pensavo a dio quando ero Felice (perchè già da allora non cercavo raccomandazioni): ero pazzoidemente "convinta" che inpegnarmi fosse un mio dovere, MA che "riuscire" NON fosse un mio corripsettivo diritto.

Per cui succedeva che quando tutto andava "male" non pregavo dio: mi impegnavo e basta; MA quando tutto andava bene... era TROPPO bene perchè tutto potesse essere merito SOLO MIO.... e allora, solo allora, pensavo a dio.

Poi... crescendo, ma non di età, mi accorsi di Quanti... malgrado ogni impegno... avessero solo ortiche da mangiare.... dopo averle colte a mani nude non potendo permettersi neanche i guanti. E poi mi accorsi di quanti, ancora dietro a questi nella infinita lista del SOLO essere nati - senza colpa alcuna -nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, fossero gia nati solo per essere vittime sacrificali di non si sa cosa e di non sa si in nome di chi. IN quella occasione di consapevolezza... un dio cosi patrigno... preferii dimenticarlo....


Comoda la vita italiana, pure fra le rate....
Se apri la finestra e GUARDI.... i problemi non sono quelli di pagare la finanziaria per le rate del TV al plasma.... Se apri lafinestra vedi un mondo di orrori vissuto da PERSONE V E R E , NON DA PERSONAGGI DI UN GIOCO DELLA PLAYSTATION... MA DIO PER QUELLI DOVE STA
Il mio intervento donella voleva proprio dire che " non c'è volontà di Dio"
nelle scelte che l'uomo opera,che siamo sempre e solo noi a muovere
cause che producono effetti, nel micro e nel macrocosmo.....che continuiamo
a scegliere lo stato di dualità invece che di unità.....e da ciò viene tutto
ciò che ci sembra "il male....." MA A TE COME A ME è SICURAMENTE CAPITATO di avere delle esperienze che hai giudicato negativamente
nel momento in cui le hai vissute e che oggi in retrospettiva devi ringraziare
perchè ti hanno fatto crescere..Così tutto il male del mondo, quello che ci appare inconcepibile, insopportabile, assurdo per un essere "consapevole",
un giorno ci sembrerà il lato esperienziale che è stato necessario per fare
crescere, evolvere e spingere la Coscienza e la Responsabilità dell'uomo
a diventare Divino o Supercosciente......
paperapersa is offline  
Vecchio 04-10-2007, 17.27.37   #20
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Ricetta per la fede?

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Ho dimenticato le cose piu ovvie...
Il passero, prima o poi, cade stecchito ... semplicemente perche non nacque immortale.
Indipendemente dallo inquinamento... resta il cattolico , qualunque cosa accada al passero, a vederci sempre chiara e ed eloquente... la volonta di dio... che canti , che si riproduca, che viva, che muoia, che generi altri passeri a tre teste per via di cose tipo Chernobyl.... a proposito.... le cose tipo Chernobyl o tipo Birmania... sono sempre volonta di dio
Infatti tutto scorre, passa e si trasforma ed evolve verso forme diverse
ma soprattutto ciò che evolve è la coscienza che cresce proprio grazie
a errori e prove come Chernobyl, la Birmania, le guerre, le violenze etc....
Secondo certe dottrine anche Giuda va rivalutato perchè strumento indispensabile perchè si compisse ciò che Gesù aveva accettato,
il suo tradimento e la sua crocifissione che doveva divenire simbolo
e fondamento di una religione.
Tutta la moderna psicologia aiuta l'uomo ad accettare senza giudizio
anche le peggiori zone ombra della anima e quindi della coscienza......
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it