Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 27-10-2007, 20.16.02   #11
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Come ormai ripetuto più volte, sono un ex credente che passa buona parte del suo tempo libero a cercare risposte che difficilmente troverà. Qualche giorno fa mi è capitata fra le mani una foto commemorativa di Papa Wojtila, dietro era stampata la data e l'ora della sua morte: 2 /4/2005 ore 21:37. Se sommate, le cifre della data danno 13. Stessa cosa per quelle dell'ora, sempre 13. Cosi come 13 era la data del giorno in cui gli spararono. E 13 è il giorno della prima apparizione di Fatima. Fra voi ci sono credenti e non credenti, mi piacerebbe conoscere l'opinione di entrambi su queste coincidenze.

L'interpretazione di questi "segni" vale solo nella sfera individuale ... se tu credi che abbiano nessuno può obiettare.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 27-10-2007, 22.46.40   #12
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Cara Donella, se usciamo dall'argomento non fa niente, ho notato che parliamo spesso sul forum di come è nata la chiesa e pochissimo di chi la guida. Allora, vado a memoria, spero di non sbagliare i nomi. Nel 1978, alla morte di Paolo VI, i candidati a sostituirlo erano sostanzialmente due: Siri e Felici. Vi anche alcuni altri nomi in lizza, Baggio(amicone di Gelli della P2), Villot(ma era nero, nessuna speranza) e Casaroli. Nei primi giorni di conclave fu subito chiaro che i due schieramenti maggiori non avrebbero trovato un accordo, la candidatura di Siri e Felici cadde, i sostenitori di uno non avrebbero mai votato per l'altro. A quel punto serviva un uomo che mettesse in linea il maggior numero di candidati e alla fine si puntò su Luciani. Non fu il volere dei potenti, fu un ripiego, si pensava come dici tu di poterlo manovrare. Quando si accorsero che avrebbe messo le mani nei posti sbagliati lo eliminarono. GP II invece fu attentamente valutato, per evitare di ricadere nello stesso errore. Lui non avrebbe creato problemi con Marcinkus, anzi. Tramite lui fece avere a Solidarnosc (si scrive così?) milioni di dollari. E quando finalmente il famigerato cassiere vaticano fu incriminato lo difese apertamente. E questa è storia.

Condivido, ho sempre pensato che il primo Giovanni Paolo fu eliminato perchè avrebbe rischiato di riportare la chiesa sul cammino di Gesù. Il II fu molto più cauto, forse aveva anche potuto immaginare la fine del I.
Questa la storia, ma in quanto ai progetti programmati dal Fato non li conosco.

I se e i ma non sono ammessi in questa dimensione.

Il fato già sapeva della morte di Papa Luciani, e sapeva che sarebbe stato eletto il prete-operaio. San Pio lo sapeva già molto in anticipo.

Mi domando solo che cosa fa prendere una via invece di un'altra. Può intervenire "qualcosa" o qualcuno a cambiare rotta?

Quanto dipende da Tizio e Caio se accade questo e non quello?

Probabilmente ciascuno di noi viene chiamato (ovvere scende quaggiù) per compiere una missione. Tutti noi abbiamo (almeno credo) una missione da compiere anche se non ne parleranno mai i giornali o le tv.

Probabilmente non eravamo ancora pronti per ricevere Papa Luciani, avevamo bisogno di quel successore. Perchè?

Non ricordo dove ho letto che i rappresentanti del male vengono sulla terra per permettere agli altri di crescere, di sconfiggerlo senza combattere.

Il male non va distrutto va sconfitto, invece il bene si identifica con il male e ne diventa la linfa vitale. Ricordiamoci che senza il bene il male non esiste e viceversa.

Dio ci manda continuamente gli strumenti per vincere ma noi ci divertiamo a perdere. C'è più gusto a perdere che a vincere. Così il gioco può ancora continuare.

Non credo sia Dio a punirci, siamo noi a distruggerci.
Mary is offline  
Vecchio 28-10-2007, 00.46.52   #13
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
L'interpretazione di questi "segni" vale solo nella sfera individuale ... se tu credi che abbiano nessuno può obiettare.

Non vorrei mai che apparisse provocazione, perchè è solo una modesta quanto candida riflessione interrogativa : in base al principio che esprimi.... lo schizofrenico andrebbe tranquillizzato sull'effettività di quella voce di dio che sente così spesso (quella che magari gli dice "uccidi-uccidi-uccidi-devi uccidere"? O magari anche "invidiato" giacchè la sente?
donella is offline  
Vecchio 28-10-2007, 01.47.16   #14
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Mai sentito parlare di probabilità ?

La somma di quelle date/tempi segnalati da berenger rientra nel calcolo probabilistico.

E se per caso la somma invece di 13 avesse fatto 666 ?
E le coincidenze, per improbabile che sia, hanno una probabilità non nulla di accadere; esattamente come le non-coincidenze.

Non posso esprimermi su GPII pontefice: da non credente non posso fare giudizi. Ma sul GPII politico sì. E noto che tra alcune luci del suo operato ci sono anche molte ombre. Tento un elenco (delle ombre).

Marcinkus, come già fatto notare, che si è salvato dalla giustizia.
Un vescovo americano pedofilo, anche lui salvato grazie al passaporto diplomatico.
L'amicizia con il dittatore Pinochet.
La battaglia contro la teologia della liberazione.
Il silenzio sulla guerra civile nei balcani.
Incoraggiamento ad aver figli tra le popolazioni povere.
Eretiko is offline  
Vecchio 29-10-2007, 08.53.36   #15
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Non vorrei mai che apparisse provocazione, perchè è solo una modesta quanto candida riflessione interrogativa : in base al principio che esprimi.... lo schizofrenico andrebbe tranquillizzato sull'effettività di quella voce di dio che sente così spesso (quella che magari gli dice "uccidi-uccidi-uccidi-devi uccidere"? O magari anche "invidiato" giacchè la sente?

Non la considero affatto una provocazione.


Quella persona crederà che è un comando di Dio e la sua coscienza lo spingerà a compier quegli atti.

Per il comportamento da tenere nei suoi confronti sono possibili tante opzioni: quelle psicologiche le lascio agli esperti...quelle sociali sono di tentare impedire che possa compiere quegli atti, a mio parere,... ma lui continuerà a credere di essere nella verità fino a quando lo crederà...
Giorgiosan is offline  
Vecchio 30-10-2007, 12.03.54   #16
griago
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Personalmente non trovo queste coincidenze numeriche significative, ma le vedo solo come curiosità.

Il motivo è semplice: i risultati che escono fuori non sono "assoluti" ma dipendono completamente dalle convenzioni in cui nascono.

Mi spiego meglio.

Le somme che escono fuori e che sono sempre 13 dipendono da fattori come:
  • esprimiamo i numeri in base 10
  • abbiamo deciso che un minuto è di 60 secondi ed un'ora di 60 minuti e così via
  • abbiamo deciso che l'anno zero (o l'anno uno ... che sarebbe anche più corretto) è convenzionalmente l'anno di nascita di Cristo
  • abbiamo deciso di avere un calendario solare con la suddivisione in mesi che tutti conosciamo
  • abbiamo deciso che l'ora 0 è proprio in quel momento della giornata e che questa a sua volta è divisa in 24 ore

Basta che anche una sola di queste condizioni non sia verificata che la coincidenza non esiste più.

Quindi coincidenze basate sulla manipolazione di cifre (e non su quantità effettive) tendo a pensare che sono poco o per nulla significative.

Viceversa credo molto nel significato di coincidenze che non dipendono dal sistema di riferimento scelto. Ad esempio sogno una situazione e quella situazione la vivo nella giornata.
griago is offline  
Vecchio 30-10-2007, 14.13.29   #17
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Non la considero affatto una provocazione.


Quella persona crederà che è un comando di Dio e la sua coscienza lo spingerà a compier quegli atti.

Per il comportamento da tenere nei suoi confronti sono possibili tante opzioni: quelle psicologiche le lascio agli esperti...quelle sociali sono di tentare impedire che possa compiere quegli atti, a mio parere,... ma lui continuerà a credere di essere nella verità fino a quando lo crederà...


Scusami: ero partita dal tuo "se tu credi questi siano segni... NESSUNO PUO' OBIETTARE (ndr: "perchè fa parte del tuo sentire").

A questo si collegava il mio interrogativo sul "sentire" dello schizofrenico.
Riguardo al quale credo tutti (fuorchè l'eventuale collega in patologia) , ritengo, prenderebbero atto dell'oggettivo "c'è qualcosa che non va... uhmmm". Tu no: prendo atto.

Tornando alla domanda di Berenger (che certamente non soffre di alcuna patologia similare), SE lui prima OSSERVA una ricorrenza numerica (CHE E' REALE SE SI PARLA DI QUEI DATI COMEDA LUI TRASCRITTI, e se, POI, chiede "secondo voi significa qualcosa?".... scusa Giorgiosan, ma non mi sembra che rispondergli che la ricorrenza di quei dati - come posti - esista, sia una risposta: questo era semplicemente il presupposto della domanda.
Chi fa la domanda non "sente" - in conseguenza - nè bianco nè nero. Attende di farsi un'idea. Altrimenti non avrebbe fatto la domanda. Al massimo avrebbe ritenuto di comparteciparci una rivelazione. Ma così NON è.

Potrà farsela, st'idea, sentendosi dire quel dato di fatto che già sapeva così bene .... da far partire da lì la sua domanda, effettivamente.... (scoop degli scoop )... è un dato di fatto?

(Ma così praticate sono le regole di Schopenhauer?)

Cordialissimo Ciao.
donella is offline  
Vecchio 30-10-2007, 20.26.25   #18
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Scusami: ero partita dal tuo "se tu credi questi siano segni... NESSUNO PUO' OBIETTARE (ndr: "perchè fa parte del tuo sentire").

A questo si collegava il mio interrogativo sul "sentire" dello schizofrenico.
Riguardo al quale credo tutti (fuorchè l'eventuale collega in patologia) , ritengo, prenderebbero atto dell'oggettivo "c'è qualcosa che non va... uhmmm". Tu no: prendo atto.

Tornando alla domanda di Berenger (che certamente non soffre di alcuna patologia similare), SE lui prima OSSERVA una ricorrenza numerica (CHE E' REALE SE SI PARLA DI QUEI DATI COMEDA LUI TRASCRITTI, e se, POI, chiede "secondo voi significa qualcosa?".... scusa Giorgiosan, ma non mi sembra che rispondergli che la ricorrenza di quei dati - come posti - esista, sia una risposta: questo era semplicemente il presupposto della domanda.
Chi fa la domanda non "sente" - in conseguenza - nè bianco nè nero. Attende di farsi un'idea. Altrimenti non avrebbe fatto la domanda. Al massimo avrebbe ritenuto di comparteciparci una rivelazione. Ma così NON è.

Potrà farsela, st'idea, sentendosi dire quel dato di fatto che già sapeva così bene .... da far partire da lì la sua domanda, effettivamente.... (scoop degli scoop )... è un dato di fatto?

(Ma così praticate sono le regole di Schopenhauer?)

Cordialissimo Ciao.

Scusami ... ma non ho capito niente.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 30-10-2007, 23.33.22   #19
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Scusami ... ma non ho capito niente.

Sì... da dove?

----------

Bando agli scherzi (perdonami... ma alla battuta facile ti sei "offerto" Tu!)... ci riprovo:

Immagina che io chiedessi (come ha fatto l'Autore della discussione) "ho notato che in questi X eventi torna ricorrente il numero 17(che è lo stesso ricorrente in una profezia X) : secondo voi che mi leggete, questo FATTO, potrebbe indicare l'esistenza di un legame tra gli eventi e la profezia ?".

E' evidente che io ho osservato una ricorrenza.
E' evidente che a questa ricorrenza sarei tentata di dare un senso.
E' evidente che mi piacerebbe conoscere la lettura dei miei simili sul punto per almeno completare o addirittura formarmi un'idea in proposito (altrimenti non avrei fatto la domanda! Se fossi stata certa dell'esistenza di un legame significante, avrei RIVELATO, ma NON avrei CHIESTO!).

Ora, ad una Persona che chiede (mi chiedo io), che senso ha rispondere ... se a te sembra che il legame ci sia... nessuno può obiettare nulla

NON sto osservando il MERITO. Sto osservando il METODO.
Quella persona ha fatto una DOMANDA.
Non mi sembra che sia una risposta... quella consistente nel ... riformulare la proposizione di domanda e... solo togliendo il punto interrogativo... sentirsi paghi di averla tradotta in risposta...
Tutto qui!
donella is offline  
Vecchio 31-10-2007, 01.07.41   #20
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Giovanni Paolo II e le coincidenze.

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Sì... da dove?

----------

Bando agli scherzi (perdonami... ma alla battuta facile ti sei "offerto" Tu!)... ci riprovo:

Immagina che io chiedessi (come ha fatto l'Autore della discussione) "ho notato che in questi X eventi torna ricorrente il numero 17(che è lo stesso ricorrente in una profezia X) : secondo voi che mi leggete, questo FATTO, potrebbe indicare l'esistenza di un legame tra gli eventi e la profezia ?".

E' evidente che io ho osservato una ricorrenza.
E' evidente che a questa ricorrenza sarei tentata di dare un senso.
E' evidente che mi piacerebbe conoscere la lettura dei miei simili sul punto per almeno completare o addirittura formarmi un'idea in proposito (altrimenti non avrei fatto la domanda! Se fossi stata certa dell'esistenza di un legame significante, avrei RIVELATO, ma NON avrei CHIESTO!).

Ora, ad una Persona che chiede (mi chiedo io), che senso ha rispondere ... se a te sembra che il legame ci sia... nessuno può obiettare nulla

NON sto osservando il MERITO. Sto osservando il METODO.
Quella persona ha fatto una DOMANDA.
Non mi sembra che sia una risposta... quella consistente nel ... riformulare la proposizione di domanda e... solo togliendo il punto interrogativo... sentirsi paghi di averla tradotta in risposta...
Tutto qui!


Si ma da come è stata posta la domanda
-è evidente che Berenger crede che quei numeri significhino qualcosa
-è evidente che si rivolge soprattutto a qualcuno che,come lui,è interessato al significato di quelle coincidenze (visto che ha anche accennato a credenti e non credenti)
-è evidente che,se non credesse alle coincidenze, non gli sarebbe venuto in mente di fare la domanda,o almeno non posta in quel modo.

Quindi implicitamente io ci ho letto:
"Sono interessato a sapere come vi ponete voi davanti a questo fatto:sono dei segni oppure o no?".

Quindi un intervento del tipo:"se ci vedi dei segni,nessuno può obiettare"
io lo interpreto come un modo corretto e pacato per dire:ma come mi dovrei porre,davanti a dei numeri che ricorrono nella vita di una persona??Quali segni ci dovrei vedere?

Magari Berenger avrebbe dovuto scrivere qualcosa in più,e chiedere qualcosa,la sua domanda così
attira ovviamente risposte che non sono risposte,ma altre domande.

Nel post originale,Berenger non parla di nessuna profezia,solo del numero 13 che ricorre.Anch'io non ho capito cosa intendeva,e anch'io gli ho risposto senza risposta.
Non so ancora cosa ci si debba vedere,avevo trovato un link,ma forse era troppo di parte,dove si parlava del fatto che GP II sarebbe stato l'ultimo papa..
Insomma se ci sono domande troppo aperte,è normale che ci siano risposte altrettanto..aperte.

xgiorgiosan:so che sai rispondere da solo..ma mi sono sentita chiamata in causa per il semplice motivo che mi è piaciuta la tua risposta,e l'avrei scritta anch'io se mi fosse venuta in mente
aile is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it