Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-11-2007, 23.38.46   #11
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Citazione:
Originalmente inviato da rigolen
Le religioni Buddhista,Taoista e Giainista sono atee e non ammettono l'esistenza di nessun Dio.

Io farei attenzione. Il discorso è più delicato di quanto possa sembrare.
È assolutamente vero che in India (per quanto riguarda Buddhismo e Giainismo, anche se in India ormai queste due religioni sono state riassorbite dall'Induismo) parlare di un Dio creatore, che interviene nella storia e ha in mano il destino degli uomini è proprio fuori luogo.
Lì si crede che il mondo esista da sempre e per sempre esisterà, e che le divinità che troviamo magari nell'Induismo - che hanno caratteristiche differenti rispetto all'idea che abbiamo noi di Dio -, non possono fare nulla per noi umani (secondo i buddhisti e i giainisti), insomma che quelle divinità si interessano solo a sé stesse, e noi dobbiamo fare la stessa cosa, se vogliamo "liberarci/salvarci" dalla sofferenza.
Ma da qua, arrivare a dire che quelle sono religioni atee, mi pare esagerato, oltre che una visione assolutamente occidentale della realtà. Non perché innanzitutto a quelle latitudini credono in un Dio con caratteristiche differenti rispetto a quelle presenti nelle religioni abramitiche, significa che non credono affatto in Dio.

E fare un discorso dal nostro punto di vista, entrando nel loro mondo con la nostra mentalità, cercando di conformare il loro mondo con il nostro, non lo trovo proprio il massimo.

Quindi, anche se in tali religioni non c'è bisogno di Dio per liberarsi/salvarsi (per questo si parla di "sistema di liberazione ateo", che non necessita di alcun dio - ma questo non significa che loro negano l'esistenza di divinità!), e che ci si deve appoggiare solo sulle proprie forze, dire che Buddha era ateo, oppure Mahavira, io non lo trovo appropriato.

Questo perché oltre al fatto che sarebbe semai meglio parlare di agnosticismo (o indifferenza a riguardo), non è che poi non troviamo proprio nulla che non possa essere considerato come Dio dal loro punto di vista (e non dal nostro).

Nel Giainismo ad esempio, quando si parla di Paramatman, si intende una sorta di principio divino presente in tutti gli esseri.

(Di conseguenza, nonostante il Giainismo sia stato criticato di ateismo persino da parte di persone induiste in India [atei rispetto ai loro dèi, non al Dio monoteista occidentale], questo non significa ancora che i giainisti in sé siano effettivamente atei. Se no potremmo persino arrivare a dire che pure i cristiani sono atei, visto che i pagani nei primi secoli a.C. li consideravano tali [atei rispetto alle divinità pagane - chiaramente]!).



P.S.:
Osservazione che riguarda il mio scorso messaggio: Buddha = Siddhartha Gautama = Siddhattha Gotama = Sakyamuni = Tathagata. Insomma, sono tutti termini per indicare la stessa persona.
Elijah is offline  
Vecchio 05-11-2007, 09.53.26   #12
MaXimiliano
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 31-10-2007
Messaggi: 1
Smile Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Salve a tutti
è la prima volta che scrivo su questo forum. Mi interessava la sezione spiritualità, ma non so se è incentrata prettamente sulla religione cristiana o cattolica. Mi ha interessato leggere il post sul buddhismo e buddha.

Non penso di essere un esperto, ma applico la meditazione buddhista (vipassana) quotidianamente, ho letto molto sull'argomento, viaggiato e praticato con monaci buddisti.

In risposta a Veraluce
Vi chiedo dunque: il Buddhismo è "religione"?
Di fatto lo è, in alcune parti del mondo (Tibet in primis), ma Buddha non ha mai saputo di essere buddista.

E' "ateismo"? Buddha è divinizzato in alcune correnti del buddismo, i più ortodossi invece (ad es. in Birmania) lo riconoscono come uomo, un maestro che ha tramandato la pratica della consapevolezza ai discepoli, lungo una catena che arriva fino a oggi.

Il Buddha "realmente esistito"?
Buddha (letteralmente dal sanscrito "il risvegliato") è il nome che i discepoli dettero a Siddartha Sakyamuni, principe indiano realmente esistito che regnava, nel 500 A.C. in una regione che oggi in realtà corrisponde al Nepal.

Cosa c'entra la gerarchia? Effettivamente non lo so, anche perché il Buddha storico è prima di qualsisai gerarchia ecclesiastica.

Spero di aver dato un contributo intelligente, un saluto.ciao
MaXimiliano is offline  
Vecchio 05-11-2007, 10.49.33   #13
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Il Buddismo non e', in ciascuna delle sue tre forme principali, ne ateo ne agnostico. In India e' stato riassorbito intorno all'anno 1000 dal Sanathan Dharma (Induismo e' un ismo inventato da noi occidentali) perche' sostanzialmente non si discosta da quella visione del mondo e della divinita'. (Il problema dell'anatman e' un falso problema ..come ormai ampiamente dimostrato...anche se ancora esitono apologeti del Theravada che lo utilizzano come argomentazione per sottolineare le differenze tra le due tradizioni ... sul forum)

Non e' facile qui in due righe spiegare il perche' il Buddismo non sia Ateo, ma ci provo comunque.
Cio' che va compreso e' come il dio senza nome e senza attributi, presente in ogni tradizione spirituale anche Abramitica, e che nel Buddismo e' Sunyata, si manifesti come Dio persona ( i vari Buddha del Mahayana e del Vajrayana sono espressioni dell'unico Buddha Primordiale e non sono da confondersi con gli Dei...) . Questo nel Sanathan Dharma e' il Parabrahman o Brahman Nirguna che si manifesta come Ishvara o Brahman Saguna....ed e' gia' Egli stesso "manifestazione"..il punto piu' alto della manifestazione. Cosi e' un Buddha e i Buddha sono infiniti...ma sono UNO solo..come ho gia' detto.
In sostanza Sunyata e' il Vuoto primordiale che pero' non e' un mero nulla ma il luogo da cui ogni cosa scaturisce...compreso l'aspetto personale di Dio, cioe' l'aspetto "creatore". Questo nel Sanathan Dharma e' Ishvara i cui tre aspetti sono la trimurti: Brahma, Visnu e Shiva.
L'essenza del Buddismo puo' essere riassunta in: Vuoto-Consapevolezza-Energia...che corrisponde in tutto e per tutto al SatCitAnanda..Hindu'.
SAT e' il Padre...CIT la pura Coscienza o Spirito Consapevole e' il Figlio....e Ananda...e' l'energia della manifestazione...che nel Buddismo e' sostanzialmente Karuna (Amore, Compassione). Su questo si veda il bellissmo saggio del monaco Benedettino Henry Le Saux: Tradizione indù e mistero trinitario
Letture profonde e interessanti sono anche: Ananda Coomaraswamy, Induismo e Buddismo. Apa B. Pant (ex ambasciatore dell'India in Italia) nell'introduzione a : "Shankara e il Kevaladvaita - Mario Piantelli - Edizioni Asram Vidya".
Yam is offline  
Vecchio 05-11-2007, 16.35.29   #14
rigolen
.
 
Data registrazione: 31-10-2007
Messaggi: 31
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Il fondamento del Buddhismo Mahayana,quello di Siddharta Gautama:

in una notte di luna piena tu guardi il riflesso della luna sull'acqua:se il mare è agitato tu vedi molte lune tutte frammentate,se il mare è calmo e liscio,tu vedi il riflesso della luna esattamente com'è.
la stessa cosa vale per la tua mente:se la mente è calma tu puoi vedere la realtà così com'è,se è agitata non puoi vedere la realtà.
Pertanto il vero Buddhismo non consiste nell'adorare Buddha o fare opere pie,
ma nel calmare la propria mente.

Mettiamola in altro modo: se la tua mente è agitata puoi ugualmente comprendere i testi di Ingegneria per dare poi gli esami,ma con quella mente agitata non puoi assolutamente comprendere ciò che dice Buddha perchè,in questo caso,la comprensione è di una diversa qualità:la spiritualità non è
matematica o fisica.

Terzo modo di vedere la cosa: se Hitler legge la Torah può capire cosa c'è scritto in essa? No perchè la sua mente è in conflitto con la mente Ebraica che ha scritto la Bibbia.Mentre se legge gli scritti di Einstein (che è Ebreo) può capir tutto.
Può un Cattolico fondamentalista comprendere il"Sutra del Loto" di Gautama?
Certamente no perchè la sua mente cattolica è in conflitto con la mente Indiana che non è cattolica.

Conclusione? Se sei schierato da una parte contro l'altra,puoi capire la chimica ma non la spiritualità.

"Prima di aprire la Santa Bibbia,fai una halakà (opera buona) in nome di Abramo e Sara,altrimenti non capirai una parola di ciò che leggi."
( Rabbi 'Aqiba )

Rigolen.
rigolen is offline  
Vecchio 05-11-2007, 16.38.33   #15
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
In sostanza Sunyata e' il Vuoto primordiale che pero' non e' un mero nulla ma il luogo da cui ogni cosa scaturisce...compreso l'aspetto personale di Dio

Esattamente Yam!
E' in cosa differisce sostanzialmente il Sunyata del Buddha, dal Tao dei Taoisti o dal Sè degli Induisti?
E' unicamente il Logos che è diverso mi pare..
Ho letto sopra di te ,tutte quelle erudite classificazioni che poco dicono in sostanza,quando la Philosophia Perennis unisce..
Noor is offline  
Vecchio 05-11-2007, 17.41.39   #16
niemand
Ospite
 
Data registrazione: 23-11-2005
Messaggi: 13
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Salve
(Cosi e' un Buddha e i Buddha sono infiniti...ma sono UNO solo..come ho gia' detto.)

Mi sembra una cosa piuttosto facile dire che i buddha sono infiniti?
Non è il caso di guardare un po’ più lontano, e forse pronunciarsi che ci sono 12 bodhisattva,
è uno di loro nella sua ultima incarnazione sulla terra ha terminato la sua missione salendo al grado di buddha gautama, aprendo la strada per il prossimo bodhisattva che la sua missione terminerà all’incirca 3000 anni e salirà al grado di Maytre Buddha.
niemand is offline  
Vecchio 05-11-2007, 17.45.45   #17
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Salve e buon pomeriggio!
come ho scritto nel mio post non sono mancate le più erudite espressioni riguardo al buddhismo...,elaborazione posteriore della parola di Gautama; yam ( passata l'inc.....ra?) nella sua notevolissima erudizione giunge a cocludere In sostanza Sunyata e' il Vuoto primordiale che pero' non e' un mero nulla ma il luogo da cui ogni cosa scaturisce...compreso l'aspetto personale di Dio
sarà sicuramente giusto ma,a me, suona un voler rendere "umano" ciò che umano non E'; scusate se disturbo ma sono fatto così claudio
fallible is offline  
Vecchio 05-11-2007, 19.24.58   #18
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Soltanto ora ho potuto leggere gli interventi alla discussione e sicuramente
dovrò rileggerli più approfonditamente per riflettere sui contenuti

Comunque, come prima cosa vi ringrazio tutti per aver dato un contributo preziosissimo al mio bagaglio conoscitivo... grazie, grazie, grazie!
(...e un benvenuto a MaXimiliano ... mi sembra giusto fare gli onori di casa... ).

Citazione:
Originalmente inviato da Tmusa:
Ragionare sul Buddhismo è esattamente ciò che il Buddha non avrebbe mai voluto si facesse. C'è un famoso sutra che lo spiega con una metafora:
E' come se uno colpito da una freccia si metta a disquisire su chi sia stato a colpirlo, a quale famiglia appartenga, se ha fratelli o sorelle, invece di strapparsi di dosso quella freccia.
Non serve parlarne ma agire.
Esiste o non esiste Dio?
Non ci interessa.
Ciò che interessa è realizzare l'Illuminazione.
Forse ci interessa sapere perché dobbiamo realizzare l'Illuminazione.
Forse ci può interessare un modo o ascoltare un percorso di successo nella sua realizzazione. Ma basta cosi. Poi via alla ricerca fino alla meta.
Comunque il motivo che spinge verso un percorso di liberazione è l'inaccettabilità dello stato di sofferenza in cui siamo condannati a vivere.

Solo chi trova assolutamente insopportabile soggiacere al dominio, della malattia, della vecchiaia, e della morte, può sperare di uscirne.

Che ci crediate o no, l'illuminazione è la via d'uscita, e lo è veramente!

Attenzione però, perché chi cade anche nel più tenue attaccamento al mondo e alla vita, è fuori.

Ragionare e compiacersi dei propri ragionamenti è veleno mortale per uno spirito puro. Ecco perché bisogna limitarsi.

Allora perché continui a scrivere?

Non lo so.

Ciao Tmusa!
Nel tuo post, con l'aiuto del sutra, ci hai portato a conoscenza di quale dovrebbe essere l'atteggiamento (se così posso dire) di coloro che sono interessati a realizzare l'illuminazione... suppongo però che, anche se il Buddha non era propenso ai ragionamenti sul Buddhismo (come mi informi ),
probabilmente non era ostile ad un'equa conoscenza di ciò che esso è...
Per il Buddha l'Illuminazione è avvenuta "spontaneamente"...i buddhisti, che a lui seguirono, credo che dovettero "conoscere prima" la sua esperienza per poi tentare il "cammino"... (o sbaglio? ) Leggevo su un libro (di cui ora non ricordo il titolo ) che comunque i monaci Buddhisti quando sono in monastero dedicano del tempo allo studio.


Citazione:
Originalmente inviato da Yam:
Il Buddismo non e', in ciascuna delle sue tre forme principali, ne ateo ne agnostico. In India e' stato riassorbito intorno all'anno 1000 dal Sanathan Dharma (Induismo e' un ismo inventato da noi occidentali) perche' sostanzialmente non si discosta da quella visione del mondo e della divinita'. (Il problema dell'anatman e' un falso problema ..come ormai ampiamente dimostrato...anche se ancora esitono apologeti del Theravada che lo utilizzano come argomentazione per sottolineare le differenze tra le due tradizioni ... sul forum)

Non e' facile qui in due righe spiegare il perche' il Buddismo non sia Ateo, ma ci provo comunque.
Cio' che va compreso e' come il dio senza nome e senza attributi, presente in ogni tradizione spirituale anche Abramitica, e che nel Buddismo e' Sunyata, si manifesti come Dio persona ( i vari Buddha del Mahayana e del Vajrayana sono espressioni dell'unico Buddha Primordiale e non sono da confondersi con gli Dei...) . Questo nel Sanathan Dharma e' il Parabrahman o Brahman Nirguna che si manifesta come Ishvara o Brahman Saguna....ed e' gia' Egli stesso "manifestazione"..il punto piu' alto della manifestazione. Cosi e' un Buddha e i Buddha sono infiniti...ma sono UNO solo..come ho gia' detto.
In sostanza Sunyata e' il Vuoto primordiale che pero' non e' un mero nulla ma il luogo da cui ogni cosa scaturisce...compreso l'aspetto personale di Dio, cioe' l'aspetto "creatore". Questo nel Sanathan Dharma e' Ishvara i cui tre aspetti sono la trimurti: Brahma, Visnu e Shiva.
L'essenza del Buddismo puo' essere riassunta in: Vuoto-Consapevolezza-Energia...che corrisponde in tutto e per tutto al SatCitAnanda..Hindu'.
SAT e' il Padre...CIT la pura Coscienza o Spirito Consapevole e' il Figlio....e Ananda...e' l'energia della manifestazione...che nel Buddismo e' sostanzialmente Karuna (Amore, Compassione).

Ho notato anch'io come possano rispecchiarsi le due prospettive ( Buddhismo e Indu-"ismo" ) nonostante la mia ancor scarsa conoscenza in proposito...
(approfondirò attraverso le letture che hai indicato)



Citazione:
Originalmente inviato da Elijah:
P.S.: Osservazione che riguarda il mio scorso messaggio: Buddha = Siddhartha Gautama = Siddhattha Gotama = Sakyamuni = Tathagata. Insomma, sono tutti termini per indicare la stessa persona.

Hai fatto bene a puntualizzare... perché ancora non ho molta dimestichezza con questa affascinante terminologia... e rischio di "perdermi" !

veraluce is offline  
Vecchio 05-11-2007, 20.45.32   #19
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Siccome il Buddha ha dichiarato che e' possibile raggiungengere l'illuminazione, il Buddhismo e' anche e soprattutto un movimento di pensiero.

Come e' possibile che il nulla primordiale che e' prima della nascita di qalunque insegnamento possa essere raggiunto ?
Flow is offline  
Vecchio 05-11-2007, 21.39.19   #20
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Dubbi sul Buddismo

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Siccome il Buddha ha dichiarato che e' possibile raggiungengere l'illuminazione, il Buddhismo e' anche e soprattutto un movimento di pensiero.

Come e' possibile che il nulla primordiale che e' prima della nascita di qalunque insegnamento possa essere raggiunto ?


Visto che comunichiamo col pensiero.."raggiungere l'illuminazione" indica solo un'Esperienza diversamente incomunicabile.
In realtà si tratta di un ri-trovare ,o meglio ri-conoscere la propria Essenza Naturale .
Noor is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it