Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 25-12-2007, 11.40.58   #1
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Sulla salvezza.....

"mi piac erebbe un commento e una definizione della parola "salvezza" così usata e indicata da ogni "percorso o religione".
Salvezza da che? o da chi?

COSA NE PENSATE DI QUESTA FRASE?
Chiunque vi dica: Questo sentiero è l'unica via che porta a Casa vi insegna la paura e non l'amore.....e pertanto vi impedisce l'illuminazione!

Buona Luce solare natalizia a tutti
paperapersa is offline  
Vecchio 25-12-2007, 12.19.59   #2
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
il figliol prodigo

In breve (ho poco tempo):
La Salvezza è comprendere che da sempre siamo salvi e che in fondo non ci siamo mai persi...
Che era l’ultima illusione da svelare e che l’errare non è mai vano ,
perché implica sempre un Ritorno a Casa.
Noor is offline  
Vecchio 25-12-2007, 19.34.04   #3
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Mi piacerebbe un commento della parola salvezza cosi usata da ogni "percorso o religione".Salvezza da che?
Nemmeno io ho mai capito l'uso che la religione cristiana ha fatto del termine salvezza.Perchè dovrei essere un peccatore,e quindi bisognoso di salvezza, per il semplice fatto di essere nato?Io un idea già ce l'ho,ma voglio sapere quello che pensate voi.
Koli is offline  
Vecchio 25-12-2007, 19.38.48   #4
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: Sulla salvezza.....

La salvezza é la pace della mente,essere il "testimone di ciò che accade adesso",sbalzare fuori dal ring della dualità e buttar via i guantoni,esistono tante vie,come numerosi sono i corsi d'acqua che provengono dalla stessa sorgente,l'importante é riuscire a ritornare ad essa.
buone feste!
daniele75 is offline  
Vecchio 26-12-2007, 11.59.33   #5
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Sulla salvezza.....

A mio avviso, la salvezza è legata al peccato. Il peccato porterebbe, secondo le religioni, alla dannazione eterna. La salvezza sarebbe quella grazia che ti sottrae alla dannazione eterna, o inferno.
Secondo me, tutto questo è fuorviante.
Anzitutto non esiste il peccato come viene inteso dalle religioni. Esiste l'esperienza di vita che ognuno di noi attira a sé in base al proprio karma.
Possiamo pensare al karma come un insieme di forme-pensiero (positive e negative), registrate nel nostro DNA, che costituiscono una sorta di programma di vita che l'anima incarnata intende esperire. Quando le varie forme-pensiero si attivano, attirano pensieri e quindi energie simili. Se per esempio ho forme-pensiero di preoccupazione, attirerò proprio quelle situazioni/persone che temo, al fine di riconoscere la paura in me e di rilasciarla con l'intento.
Tornando alla salvezza, le anime sono state create da Dio-Padre eterne con il libero arbitrio e con il potere di creare la propria realtà come la desiderano. Ovviamente ogni anima è responsabile delle proprie creazioni.
Recentamente è entrata in vigore la LEGGE PENALE: detta anche "legge del non ritorno". Indica che nello spazio-tempo oltre un certo livello di giudizio manifestato si verrà condannati ad una pena. Questa Legge è l'unica delle 4 Leggi della vita che è entrata in vigore solo con il recente arrivo di Dio sulla Terra. La Legge penale non influisce sulla creazione della realtà in contemporanea alle altre 5 Leggi divine. Quando essa agisce, modifica la realtà da sola ed autonomamente rispetto alle altre Leggi. La Legge penale rappresenta l'applicazione del Giudizio finale di Dio. Con la legge penale, l'Anima è destinata a vivere per sempre (salvo Grazia divina) in una forma spazio-temporale (sia fisica sia eterica) e vivere sulla propria pelle tutto ciò che ha causato agli altri.
Gianfry is offline  
Vecchio 26-12-2007, 13.43.11   #6
sileno
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 128
Riferimento: Sulla salvezza.....

hanno creato ( e l'hanno creato pure male invischiandosi in una selva orrenda di contraddizioni ) un Dio profondamente ingiusto....attribuisce le colpe al genere umano in toto e non ai singoli peccatori...sicchè io dovrei essere un peccatore solo perchè discendo da peccatori ( andando a pescare una situazione ipotetica fuori del tempo e dello spazio....il mito di prometeo al confronto è molto più adatto a significare per allusione un concetto simile ).....qualsiasi ordinamento giuridico odierno è più giusto di una simile assurdità....come se arrestassero me se mio nonno nel lontano passato ha commesso un crimine....roba da non credere....la maledizione atavica della tragediografia greca al confronto è un felice carosello...

PS: non pensate che sia un ateo....forse nemmeno sono un agnostico.....consideratemi semplicemente un libero pensatore
sileno is offline  
Vecchio 26-12-2007, 16.48.46   #7
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Originalmente inviato da sileno
...come se arrestassero me... se mio nonno nel lontano passato ha comesso un crimine...roba da non credere...
Questa era la stessa obbiezione che facevo in merito al peccato originale in un altra dicussione.Non credete che questa teoria non sia più credibile in quanto,al di la del presunto errore di traduzione comesso da Sant'agostino il quale avrebbe confuso la morte con il peccato, commentando l'Epistola ai romani,si rifà ad un racconto che a mio parere è puramente simbolico.Cito dal Chatechismo della Chiesa Cattolica:http://Chatechismo della Chiesa Cattolica
Citazione:
Paragrafo 7.La caduta. 402 Tutti gli uomini sono coinvolti nel peccato di Adamo.San Paolo afferma:"Per la disobbiedenza di uno solo tutti sono stati costituiti peccatori"(Rm 5,19);"Come a causa di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e con il peccato la morte,così anche la morte ha raggiunto tutti gli uomini,perchè tutti hanno peccato..."(Rm 5.12).
Se la maggioranza dei credenti italiani non crede alla ceazione cosi com'è raccontata nella Bibbia,("affidandosi" a Darwin),perchè non dovrebbero, di conseguenza, esprimere almeno qualche sensato dubbio riguardo il peccato, visto che le basi per sostenerlo,(l'esistenza reale di Adamo ed Eva),vengono meno?
Infine,(è un obbiezione classica,ma attuale),sinceramente, vi sembra un Dio infinitamente buono,quello che per lo sbaglio(era uno sbaglio?)di due creature,condanni tutta l'umanita?Voi ve la sentireste di condannare una persona perchè un suo lontano parente ha comesso un omicidio ancor'prima che lui nascesse?Qua non è necessario essere teisti o meno per scrutare l'incongruenza.Basta ragionare.Se poi qualcuno mi vuol dire che la fede non rientra(strettamente) nell'ambito della ragione è un altro discorso.Questo però non è ciò che afferma la grandiosa tradizione medioevale e il Papa.
Io credo che tutto il discorso che ruota intorno al peccato originale sia molto utile alla gerarchia ecclesiastica per poter meglio "guidare le coscienze".
Qualcuno che si trova in disaccordo con quest'approccio mi dica qual'è la sua posizione.(evitando di fare ricorso al disegno provvidenziale che per definizione è imperscrutabile).
Koli is offline  
Vecchio 26-12-2007, 20.45.12   #8
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Sulla salvezza.....

Sul peccato originale.
A mio avviso, la verità sul peccato originale, come descritto nella Bibbia, è metaforica.

La "mela", il frutto dell'albero della Saggezza e Sapienza (posto al centro del "Giardino dell'EDEN", cioè nel cuore degli esseri umani), doveva essere colto quando fosse stato maturo, cioè Adamo ed Eva (insieme ai loro discendenti) avrebbero dovuto prima sviluppare dentro di sé la Saggezza e la Sapienza per poter usufruire poi della Forza, del Potere e di tante altre qualità divine (contenute nei 144 ologrammi fenotipi). http://www.ascensione.org/ologrammi_fenotipi.htm
Invece Adamo ed Eva, sedotti da un Essere (molto vicino a Dio), sotto le sembianze di un serpente (anche questo metaforico), che voleva essere uguale a Dio, hanno commesso l'errore di "mangiare il frutto acerbo" e sono caduti di consapevolezza.
La "caduta" vuol significare la scelta di Adamo, Eva ed i loro discendenti, di volere fare l'esperienza del bene e del male per poter comprendere la Vita e sviluppare la Saggezza e la Sapienza. Hanno voluto fare come il Figliol Prodigo e Dio li ha lasciati liberi di fare le loro esperienze. A causa dell'inesperienza commisero molti inevitabili errori e patito molte sofferenze che tuttavia gli son servite proprio per crescere. Era evitabile la "caduta". Secondo me no! Era l'unico modo per l'Umanità di crescere.

Perché la caduta ha coinvolto tutti gli esseri umani noi compresi?
Perché l'Umanità è un'Unica Consapevolezza e quindi ogni essere umano eredita tutto quello che hanno pensato, detto e fatto i propri antenati. E' il cosiddetto Karma che ereditiamo geneticamente nel nostro DNA. Perché?
Perché solo così possiamo ricordare ciò che hanno pensato e fatto i nostri antenati allo scopo di riviverlo e trascenderlo.
Inoltre occorre tener presente che tutte le anime si reincarnano migliaia di volte fin quando non viene rilasciato completamente il proprio karma.

Dio è Buono, ma anche Giusto e dà a ciascuno essere umano ciò che merita.
Il nostro obiettivo finale è raggiungere il Regno di Dio che sarà costruito da Dio-Padre medesimo su questa Terra e per il quale Dio stesso si è ora incarnato, come aveva promesso Gesù.
Oggi abbiamo la fortuna di poter seguire la via dell'Ascensione Globale sotto la guida diretta adi Dio-Padre. Tutti abbiamo la possibilità di ascendere, ma Dio non impone a nessuno di ascendere. E' solo una nostra libera scelta.
Gianfry is offline  
Vecchio 26-12-2007, 20.45.23   #9
Nefonos
Ospite abituale
 
L'avatar di Nefonos
 
Data registrazione: 24-12-2007
Messaggi: 41
Riferimento: Sulla salvezza.....

Credo che nel termine salvezza adottato dalla religione cristiana come da altre sia incluso il significato di "luogo in cui non ci saranno più sofferenze".
Infatti, quando adottiamo l'espressione "in salvo", designamo una situazione nella quale non incombe su di noi alcun genere di pericolo.
Mi scuso se riprendo la citazione di Koli, ma voglio sottolineare un particolare
Citazione:
Paragrafo 7.La caduta. 402 Tutti gli uomini sono coinvolti nel peccato di Adamo.San Paolo afferma:"Per la disobbiedenza di uno solo tutti sono stati costituiti peccatori"(Rm 5,19);"Come a causa di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e con il peccato la morte,così anche la morte ha raggiunto tutti gli uomini,perchè tutti hanno peccato..."(Rm 5.12).
ho evidenziato la parte che vorrei mettere in luce. Se, come dice Paolo, i discendenti di Adamo ed Eva, erano sottposti alle conseguenze del peccato originale per colpa di un solo uomo, è anche vero che il debito è stato pur saldato con lo stesso sacrificio di Cristo. Questo che scrivo non è un concetto puramente astratto in quanto, facendo un collegamento logico si giunge a comprendere come non incomba più il pericolo del atto di colpevolezza iniziale. Con questa precisazione intendevo solo mostrare la separazione effettiva tra peccato originale e salvezza per evitare di discorrere di qualcosa che presenta un diverso significato.
Nefonos is offline  
Vecchio 26-12-2007, 21.46.24   #10
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Sulla salvezza.....

Carissima Paperapersa,Secondo la mia modesta esperienza,tento di rispondere anch'io alla tua giusta domanda.Secondo me si raggiunge la salvezza,quando,interpretando nel modo giusto gli insegnamenti della tradizione,giuntaci da Gesù sino ai giorni nostri,( Mi raccomando però,non quelli che ci trasmette la chiesa cattolica romana,perchè,come tu giustamente dici, ti allontanano dall'amore) ed applicandoli nel cammino della nostra esistenza,si riesce a trascorrerla in felicità,senza odio o rancori,in completo amore verso il proprio prossimo.questo per me è salvezza.paradiso raggiunto su questa terra.
Tanto la parola salvezza,quanto il peccato veniale, ed altre fantasie ancora, sono niente altro che strumenti usati dalla chiesa cattolica romana per procirarsi nuove affiliazioni,cancellando il peccato di Adamo ed Eva con il battesimo,e mantenersele poi con la promessa della salvezza futura.
E' per questo motivo che io auspico una grande e radicale riforma nella chiesa,per una nuova catechesi più credibile,più costruttiva ed efficace.
Se ti interessa leggi il mio blog Ciao espert37
espert37 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it