Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 28-12-2007, 10.03.44   #21
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Da Giorgiosan:
(Luca 17,20-21) Interrogato poi dai farisei sul quando verrebbe il regno di Dio, rispose loro: «Il regno di Dio non viene in modo da attirare gli sguardi; né si dirà:
"Eccolo qui", o "eccolo là"; perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi».

Citazione:
da Nefonos:
ritengo che sia un qualcosa di più interiore il regno di Dio, piuttosto che qualcosa che esista, adesso, come un qualcosa di materiale.

Ciao Nefonos!
Quindi nella tua concezione il regno di Dio sarebbe piuttosto qualcosa di interiore rispetto ad un qualcosa di materiale? Dio quindi non è anche e ugualmente "materia" secondo te?
Rispetto il tuo pensiero ma non condivido... Per me Dio è dovunque... quando in Luca, come riportato, è sostenuto che il regno di Dio non viene in modo da attirare gli sguardi è perché Esso è sempre sotto i nostri occhi... vi siamo "immersi" e ne emergiamo... ed essendovi immersi non discriminiamo che tutto è il regno di Dio... dire è più interiore che esteriore, più spirito che materia, è come dire che Dio non è Dio dovunque e in qualsiasi forma manifestantesi... sono le nostre menti che pensano di separare Dio da Dio... invece il suo Regno è in Sé stesso Unito... dovunque... sempre...

"...Solleva una pietra e là troverai me,
Spacca un ceppo e là io sono..."
Detti di Ossirinico

Comunque questo è solo il mio pensiero... nel rispetto di quello altrui

Buona giornata a tutti!
veraluce is offline  
Vecchio 28-12-2007, 10.55.39   #22
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
...dire è più interiore che esteriore, più spirito che materia, è come dire che Dio non è Dio dovunque e in qualsiasi forma manifestantesi... sono le nostre menti che pensano di separare Dio da Dio... invece il suo Regno è in Sé stesso Unito... dovunque... sempre...
Ciao veraluce
io son d'accordo con te:ogni manifestazione è Dio,le divisioni le opera la mente,è così.
Solo che,a furia di disputare degli "eventi" ,si perde di vista quell'Unità che solo l'"interiorità" consente di Vedere.
Noor is offline  
Vecchio 28-12-2007, 12.26.34   #23
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
"mi piac erebbe un commento e una definizione della parola "salvezza" così usata e indicata da ogni "percorso o religione".
Salvezza da che? o da chi?

COSA NE PENSATE DI QUESTA FRASE?
Chiunque vi dica: Questo sentiero è l'unica via che porta a Casa vi insegna la paura e non l'amore.....e pertanto vi impedisce l'illuminazione!

Buona Luce solare natalizia a tutti

Siamo nati per morire, e una volta nati ,quale altro senso piu' concreto della morte vi e' nel trascorrere la vita?... eppure credo che ciascuno di noi desideri che il senso piu' concreto e piu' vero della nostra vita rimanga cmq e sempre la vita; e credo che questo sia il vero significato della salvezza cristiana, salvezza dalla morte eterna, che e' la peggiore condanna per qualsiasi essere umano. Per giungere alla Vita eterna ( che non e' una vita eterna qualsiasi, ...sai che noia...) il cristiano possiede una sola Via che passa per una sola Verita' , e' Gesù Cristo che, come notoriamente sa ogni cristiano di nascita, disse :” io sono la Via, la Verita' , la Vita”.
Questa credo sia la visione cristiana della salvezza , la quale , al contrario di altre religioni, e' garantita a chiunque e sempre ,in qualsiasi momento ,dal momento della nascita fino alla morte, passando per quella Via.

Saluti
and1972rea is offline  
Vecchio 28-12-2007, 15.08.32   #24
Nefonos
Ospite abituale
 
L'avatar di Nefonos
 
Data registrazione: 24-12-2007
Messaggi: 41
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Se vuoi posso stamparti l'intero articolo....non sarebbe più semplice se tu andassi in biblioteca e consultassi il dizionario di teologia che ti ho indicato, fotocopiando l'articolo in questione?
In ogni caso se non hai una biblioteca a disposizione te lo stamperò e te lo invierò.

Te ne sarei grato dato che non mi è possibile accedere a una biblioteca al momento.
Citazione:
Citazione:Originalmente inviato da Nefonos
ritengo che sia un qualcosa di più interiore il regno di Dio, piuttosto che qualcosa che esista, adesso, come un qualcosa di materiale.


E' spirituale, perché in ultima analisi il regno di Dio è lo Spirito Santo che abita nei credenti e li costituisce come popolosalvato ma c'è anche un'azione dello Spirito che agisce nella storia, in difesa di questo popolo, per la propagazione della buona notizia, per la continuità, ecc. ecc., azione complessa che si chiama provvidenza.

Non mi è chiaro questo tuo ultimo passaggio (quello che ho evidenziato in grassetto)
Citazione:
L'anima della teologia è la Scrittura però non è detto che tu debba essere d'accordo sulla interpretazione che ne danno i cattolici

concordo pienamente su questo punto, ma mi era sembrato (e in ciò lungi da me l'esser offensivo) che il tuo punto di vista (collagato questo con quello teologico cattolico) rappresentasse quello più generale di tutti i cristiani.
Citazione:
Mi sembra di capire che dai una interpretazione "millenaristica" al libro Apocalisse e quindi anche al regno dei cieli.

Il millenarismo è certamente presente nell'Apocalisse di Giovanni anche senza un'interpretazione personale. Peraltro il riferimento all'Apocalisse aveva un'altro scopo, infatti intendevo sottolineare come il testo perdesse importanza se fossimo portati ad affermare l'esistenza "adesso" del rengo di Dio. Come può essere presente il regno di Dio adesso e al contempo esserci un giudizio universale proprio nel regno di Dio? Risponderò così anche a veraluce (escludendo il fatto che la mia risposta che hai citato esprimesse il mio punto di vista, ma solo una considerazione su ciò che stato detto) come si potrebbe affermare che ci troviamo ora nel regno di Dio se questo non fosse interpretato nel contesto dell'interiorità? Un regno di Dio di dolore come si presenta quello in cui viviamo mi sembra piuttosto tetro...o no?

Citazione:
Perpensiero originale del cristianesimo cosa intendi? Quello dei Padri?

No, quello dei "Padri" è stato un rimaneggiamento di quello orginiale. Consideriamo già che il pensiero di Gesù Cristo ha subito delle modifiche quando venne riportato per iscritto, figuriamoci quando è stato interpretato da altri indivui...è stato sostanzialmente sconvolto!...
Nefonos is offline  
Vecchio 28-12-2007, 15.12.31   #25
Nefonos
Ospite abituale
 
L'avatar di Nefonos
 
Data registrazione: 24-12-2007
Messaggi: 41
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Penso che tu non conosca la Legge del Karma né il significato di Karma. A mio avviso, il presunto sacrificio di Cristo non ha cancellato nessun peccato originale.

puoi indicarmi il senso di ciò che hai scritto in relazione al tema proposto in questo post?
Nefonos is offline  
Vecchio 28-12-2007, 16.59.52   #26
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Originalmente inviato da Nefonos
Il millenarismo è certamente presente nell'Apocalisse di Giovanni anche senza un'interpretazione personale. Peraltro il riferimento all'Apocalisse aveva un'altro scopo, infatti intendevo sottolineare come il testo perdesse importanza se fossimo portati ad affermare l'esistenza "adesso" del rengo di Dio. Come può essere presente il regno di Dio adesso e al contempo esserci un giudizio universale proprio nel regno di Dio? Risponderò così anche a veraluce (escludendo il fatto che la mia risposta che hai citato esprimesse il mio punto di vista, ma solo una considerazione su ciò che stato detto) come si potrebbe affermare che ci troviamo ora nel regno di Dio se questo non fosse interpretato nel contesto dell'interiorità? Un regno di Dio di dolore come si presenta quello in cui viviamo mi sembra piuttosto tetro...o no?

Lo Spirito fa nuove tutte le cose .
(Apocalisse 21,5)
Noor is offline  
Vecchio 28-12-2007, 20.47.11   #27
Nefonos
Ospite abituale
 
L'avatar di Nefonos
 
Data registrazione: 24-12-2007
Messaggi: 41
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Lo Spirito fa nuove tutte le cose .
(Apocalisse 21,5)
rispetto a ciò che ho scritto ti chiedo perfavore di spiegarmi il significato di questa citazione.

Mi scuso, ma in una mia precedente risposta ho scordato un "non"
la frase "(escludendo il fatto che la mia risposta che hai citato esprimesse il mio punto di vista, ma solo una considerazione su ciò che stato detto)" doveva in realtà essere "(escludendo il fatto che la mia risposta, che hai citato, non esprimesse il mio punto di vista, ma solo una considerazione su ciò che stato detto)"...scusatemi per l'errore che avrebbe potuto creare delle incomprensioni
Nefonos is offline  
Vecchio 29-12-2007, 08.45.34   #28
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Originalmente inviato da Nefonos
rispetto a ciò che ho scritto ti chiedo perfavore di spiegarmi il significato di questa citazione.
Non esiste nessun millenarismo,nessun tempo, per lo Spirito.
Ecco il senso.
Noor is offline  
Vecchio 29-12-2007, 09.06.56   #29
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Sulla salvezza.....

Citazione:
Originalmente inviato da Nefonos
Te ne sarei grato dato che non mi è possibile accedere a una biblioteca al momento.


Non mi è chiaro questo tuo ultimo passaggio (quello che ho evidenziato in grassetto)

Il millenarismo è certamente presente nell'Apocalisse di Giovanni anche senza un'interpretazione personale. Peraltro il riferimento all'Apocalisse aveva un'altro scopo, infatti intendevo sottolineare come il testo perdesse importanza se fossimo portati ad affermare l'esistenza "adesso" del rengo di Dio. Come può essere presente il regno di Dio adesso e al contempo esserci un giudizio universale proprio nel regno di Dio? Risponderò così anche a veraluce (escludendo il fatto che la mia risposta che hai citato esprimesse il mio punto di vista, ma solo una considerazione su ciò che stato detto) come si potrebbe affermare che ci troviamo ora nel regno di Dio se questo non fosse interpretato nel contesto dell'interiorità? Un regno di Dio di dolore come si presenta quello in cui viviamo mi sembra piuttosto tetro...o no?



No, quello dei "Padri" è stato un rimaneggiamento di quello orginiale. Consideriamo già che il pensiero di Gesù Cristo ha subito delle modifiche quando venne riportato per iscritto, figuriamoci quando è stato interpretato da altri indivui...è stato sostanzialmente sconvolto!...

L'azione nella storia dello Spirito si effettua secondo le modalità che lo Spirito solo conosce: per esempio, molti hanno interpretato come azione provvidenziale ispirata e guidata dallo Spirito quella di Giovanni Paolo II nei confronti della Polonia con tutte le conseguenze sull'intero pianeta che la questione Polonia ha significato.

Nell'A.T. l'azione provvidenziale di Dio è esplicitamente rivelata...pensa a Ciro:

(2Cronache 36,22) Nel primo anno di Ciro, re di Persia, affinché si adempisse la parola del Signore pronunziata per bocca di Geremia, il Signore destò lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale a voce e per iscritto, fece pubblicare per tutto il suo regno questo editto:

(Isaia 45,13) Io ho suscitato Ciro, nella giustizia,
e appianerò tutte le sue vie;
egli ricostruirà la mia città
e rimanderà liberi i miei esuli
senza prezzo di riscatto e senza doni,
dice il Signore degli eserciti».


So che conosci questi passi...li pubblico per esemplificare quanto ho detto.


Il messaggio dell'Apocalisse si può riassumere cosi: Dio porta a compimento il piano di salvezza che si è attuato in due fasi: quello dell'inaugurazione sulla terra del regno di cristo e quello della salvezza escatologica che si realizzerà dopo lo scontro definitivo su tutte le forze avverse.



Come facciamo, dunque, a conoscere, il "pensiero" originale di Gesù, per quanto riguarda la testimonianza scritta rappresentata dai Vangeli?


Se vuoi che ti invii gli articoli devi darmi un indirizzo e-mail.

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 29-12-2007, 12.20.42   #30
Nefonos
Ospite abituale
 
L'avatar di Nefonos
 
Data registrazione: 24-12-2007
Messaggi: 41
Riferimento: Sulla salvezza.....

Giovanni, Apocalisse 21,7
Citazione:
[1]Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più. [2]Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. [3]Udii allora una voce potente che usciva dal trono:

"Ecco la dimora di Dio con gli uomini!
Egli dimorerà tra di loro
ed essi saranno suo popolo
ed egli sarà il "Dio-con-loro".
[4]E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
non ci sarà più la morte,
né lutto, né lamento, né affanno,
perché le cose di prima sono passate".

[5]E Colui che sedeva sul trono disse: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose"; e soggiunse: "Scrivi, perché queste parole sono certe e veraci.

[6]Ecco sono compiute!
Io sono l'Alfa e l'Omega,
il Principio e la Fine.
A colui che ha sete darò gratuitamente
acqua della fonte della vita.[7]Chi sarà vittorioso erediterà questi beni;
io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio.

tratto dal sito http://www.liberliber.it/biblioteca/...html/08_01.htm





Citazione:

Il millenarismo, che è un complesso di dottrine che traggono spunto dalle attese messianiche del giudaismo, deriva il suo nome dai «mille anni» del regno di Cristo di cui parla Apocalisse 20, 1-10, al termine dei quali (e prima del trionfo definitivo di Cristo e dei suoi Santi) dovrebbe verificarsi per un breve periodo la liberazione di Satana, precedentemente incatenato e ridotto all’impotenza. Questi mille anni, secondo i sostenitori del cosiddetto «millenarismo catastrofico» (Wessinger, 1997) – la corrente millenarista attualmente più diffusa – saranno preceduti da un periodo in cui le cose andranno di male in peggio (guerre, terremoti, sconvolgimenti politici di grossa portata, trionfo momentaneo dell’Anticristo) fino a che Gesù Cristo ritorni nella gloria per inaugurare il millennio di pace.

tratto dal sito: http://www.acquaviva2000.com/MAGIA/millenarismo.htm


Per Noor:
Come puoi vedere la tua citazione è successiva al cambiamento radicale che avverrebbe nel mondo in cui alla fine "E Colui che sedeva sul trono disse: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose"", nel senso che quelle precedenti non esistono più, indi quello che era prima ha perso qualunque valore.






Citazione:
L'azione nella storia dello Spirito si effettua secondo le modalità che lo Spirito solo conosce: per esempio, molti hanno interpretato come azione provvidenziale ispirata e guidata dallo Spirito quella di Giovanni Paolo II nei confronti della Polonia con tutte le conseguenze sull'intero pianeta che la questione Polonia ha significato.

Nell'A.T. l'azione provvidenziale di Dio è esplicitamente rivelata...pensa a Ciro:

(2Cronache 36,22) Nel primo anno di Ciro, re di Persia, affinché si adempisse la parola del Signore pronunziata per bocca di Geremia, il Signore destò lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale a voce e per iscritto, fece pubblicare per tutto il suo regno questo editto:

(Isaia 45,13) Io ho suscitato Ciro, nella giustizia,
e appianerò tutte le sue vie;
egli ricostruirà la mia città
e rimanderà liberi i miei esuli
senza prezzo di riscatto e senza doni,
dice il Signore degli eserciti».

So che conosci questi passi...li pubblico per esemplificare quanto ho detto.

per Giorgiosan:

Grazie, ora mi è più chiaro ciò che volevi dirmi. Però, a quanto posso pensare a livello personale, Dio non si limiterebbe a salvare solo il popolo eletto, ma piuttosto estenderebbe la provvidenza a tutti coloro che, pur professando anche religioni differenti, agiscono rettamente (e in ciò che io trovo il carattere interiore , in quanto tutto parte dal singolo e non è la comunità di cui un individuo fa parte a determinare positivamente o negativamente l'aiuto di Dio). Non so se ho reso l'idea.



Citazione:
Come facciamo, dunque, a conoscere, il "pensiero" originale di Gesù, per quanto riguarda la testimonianza scritta rappresentata dai Vangeli?
Conoscere il pensiero originale è ovviamente impossibile, ma per evitare che il suo stesso messaggio possa allontanarsi sempre più da come era stato trasmesso inizialmente è necessario evitare interpretazioni sempre più disparate e differenti, che giungono quindi ad essere inconcludenti.

Arrivederci.
Nefonos is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it