Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 03-12-2007, 12.20.35   #11
Martino Giusti
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Per aile "ama e fai ciò che vuoi" è di S. Agostino.

Ma qualcuno ha mai fatto questa domanda ad un ateo convinto? Mi pare che qui si fanno domande e si danno risposte senza tener conto del soggetto della domanda! Cosa credete vi risponderà un ateo convinto?
Martino Giusti is offline  
Vecchio 03-12-2007, 12.58.07   #12
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da Martino Giusti
Per aile "ama e fai ciò che vuoi" è di S. Agostino.

Ma qualcuno ha mai fatto questa domanda ad un ateo convinto? Mi pare che qui si fanno domande e si danno risposte senza tener conto del soggetto della domanda! Cosa credete vi risponderà un ateo convinto?
Ma l'ateo non se la pone la domanda. L'ateo dice che se l'importante è vivere una vita degna di questo nome, per se e per gli altri. Perché poi con la morte tutto finisce. Per l'ateo non esiste un dopo.
berenger11 is offline  
Vecchio 03-12-2007, 14.34.07   #13
Zorro
The Legend
 
Data registrazione: 26-11-2005
Messaggi: 48
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Finchè associamo Dio ad una religione non se ne esce...
Dio è tutto quello che esiste, tutto quello che c'è di buono o cattivo ( anche qui è relativa la distinzione ) nel mondo...
Un ateo può entrare nel regno di Dio? Dico sì, perchè non dovrebbe?
Ma esiste un regno di Dio?
Viene spontanea poi la domanda, cosa c'è dopo la morte?

Ad ogni modo neppure il vescovo mi sembrava convinto, con la sua risposta ( temo di no )... non dà certezza ma indecisione...

Dio non appartiene ad alcuna religione!


DaniZ
Zorro is offline  
Vecchio 03-12-2007, 17.52.27   #14
Rising Star
Ospite abituale
 
L'avatar di Rising Star
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 213
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Come se non bastasse, in questa interessante discussione, ci metto un "carico da trenta":
Gesù dice: "Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli." (Mt 7,21)
Quindi, secondo quanto detto da Gesù, non è sufficiente essere credenti ed operare come tali, è necessario operare secondo la volontà di Dio!
Saluti.
Rising Star is offline  
Vecchio 03-12-2007, 17.52.49   #15
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Il vescovo ha citato le parole di Gesù" NESSUNO VA AL PADRE SE NON PER MEZZO DI ME". Ha detto che anche il peggiore dei criminali, se pentito e credente in Lui, può salvarsi, "COME ACCADE AL BUON LADRONE", e poi "MA COME PUO DIO ACCOGLIERE CHI NON CREDE IN LUI, SE NON CREDE NON CREDE NEPPURE AL PARADISO, IL PARADISO E UN BANCHETTO RISERVATO A CHI HA MERITATO E HA CHIESTO DI SEDERE A QUELLA TAVOLA", sto citando a memoria, il discorso era circa cosi.
P.S. esaurita la risposta ha fatto una strana precisazione, magari ne parliamo in una prossima discussione, ha detto:
E RISAPUTO CHE NEI PAESI CATTOLICI LA CUCINA E MIGLIORE.
Il vescovo ne sa qualcosa visto il peso.
C'è una graziosa barzelletta sul Paradiso!
UN MUSULMANO vi arriva e si guarda in giro e vede gente
di tutti gli angoli della terra e di tutte le religioni più sconosciute tutte beate
poi vede un muro alto e sente delle voci provenire da dietro. Si informa del perchè del muro e di chi faccia tanto chiasso!
Gli viene detto: No sai lì dietro ci stanno i cattolici che credono di essere
i soli quì e bisogna lasciarli nella loro illusione!
paperapersa is offline  
Vecchio 04-12-2007, 00.24.16   #16
Zorro
The Legend
 
Data registrazione: 26-11-2005
Messaggi: 48
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da Rising Star
Come se non bastasse, in questa interessante discussione, ci metto un "carico da trenta":
Gesù dice: "Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli." (Mt 7,21)
Quindi, secondo quanto detto da Gesù, non è sufficiente essere credenti ed operare come tali, è necessario operare secondo la volontà di Dio!
Saluti.

Ecco a quello che volevo arrivare...
Che tu sia ateo, mussulmano, buddista o altro... alla fine di tutto si ritorna a Dio!
Ecco cos'è la morte, un RITORNARE AD ESSERE... che poi è il nostro scopo di Vita!


DaniZ
Zorro is offline  
Vecchio 04-12-2007, 10.02.48   #17
alf54
Ospite
 
L'avatar di alf54
 
Data registrazione: 07-08-2006
Messaggi: 21
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

rising star ha centrato il problema qui non si tratta se essere credenti o meno ma di colui che fa la volontà del padre.
ora il problema è, si riconosce che cè un padre? da cui tutto dipende?
una condizione importantissima a mio avviso per non meritare il regno è la negazione dello spirito da cui tutto si muove.

zorro dice:

Finchè associamo Dio ad una religione non se ne esce...
Dio è tutto quello che esiste, tutto quello che c'è di buono o cattivo ( anche qui è relativa la distinzione ) nel mondo...
Un ateo può entrare nel regno di Dio? Dico sì, perchè non dovrebbe?
Ma esiste un regno di Dio?
Viene spontanea poi la domanda, cosa c'è dopo la morte?

perchè non si dovrebbe uscirne ? il problema non è la religione ma l'uomo all'interno di essa, il termine religione se lo vediamo dal lato di rileggere un evento o un racconto se lo si legge dal punto di vista dell'uomo ha un senso ma se lo vediamo dal punto di vista di dio ne ha un'altro bisogna scegliere da che parte si sta.
se invece lo vediamo dal lato rilegare ovverosia legare l'uomo al divino come pure può significare il contrario anche qui bisogna scegliere da che parte si sta.
la religione qualunque essa sia secondo il mio punto di vista è un mezzo, una via attraverso il quale l'uomo può avvicinarsi al divino e non come molti dicono che sia stata inventata, tra le tante cose da inventare non si poteva inventare altro? secondo me lo scopo della religione è altro che purtroppo l'uomo usa per se stesso e non per altri scopi.

zorro dice che un ateo può entrare nel regno si è messo al posto di dio questo vale anche per un credente, il problema è qui si crede che tutto quello che l'uomo è o fa è opera di dio ? ci si riesce a mettersi nelle sue mani?

anche la domanda cosa c'è dopo la morte è una conseguenza
alf54 is offline  
Vecchio 06-12-2007, 19.13.19   #18
theadviser
no perditempo
 
Data registrazione: 31-01-2007
Messaggi: 48
Re: Requisiti per la salvezza.

caro berenger11

è palese che la tua risposta alla domanda è SI e non ci voglio andare nemmeno io in paradiso se non ci sono persone che hanno agito così.
ma è anche palese la tua provocazione scusa, cosa ti aspettavi che ti rispondesse un vescovo ?
Se chiedi a un cantante: un muto può fare un concerto ? quello ti dirà no, ma in assoluto non può dirlo perchè se quel muto per un miracolo divino o della scienza riacquistasse la voce potrebbe fare benissimo un concerto.

Chiedere ad un vescovo se un "ateo" convinto che etc etc può entrare in paradiso è ovvio che ti risponda di no, cos'altro avrebbe potuto risponderti, ma egli stesso sa di non poter rispondere con una verità assoluta a questa domanda.

Il mio consiglio e punto di visto è che nella realtà un uomo così virtuoso e perfetto è difficile che esista.

Chi è senza peccato scagli la prima pietra ! te la senti di scagliarla???

in fede, the adviser
theadviser is offline  
Vecchio 06-12-2007, 20.53.06   #19
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Re: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da theadviser
caro berenger11

è palese che la tua risposta alla domanda è SI e non ci voglio andare nemmeno io in paradiso se non ci sono persone che hanno agito così.
ma è anche palese la tua provocazione scusa, cosa ti aspettavi che ti rispondesse un vescovo ?
Se chiedi a un cantante: un muto può fare un concerto ? quello ti dirà no, ma in assoluto non può dirlo perchè se quel muto per un miracolo divino o della scienza riacquistasse la voce potrebbe fare benissimo un concerto.

Chiedere ad un vescovo se un "ateo" convinto che etc etc può entrare in paradiso è ovvio che ti risponda di no, cos'altro avrebbe potuto risponderti, ma egli stesso sa di non poter rispondere con una verità assoluta a questa domanda.

Il mio consiglio e punto di visto è che nella realtà un uomo così virtuoso e perfetto è difficile che esista.

Chi è senza peccato scagli la prima pietra ! te la senti di scagliarla???

in fede, the adviser
La domanda al vescovo l'ho fatta di proposito. A volte ho visto lavorare i medici volontari in africa, gente che potrebbe starsene in ufficio e guadagnare 200 euro a visita. Tra loro ci sono parecchi atei, chi lavora nella miseria perde la fede facilmente. Eppure secondo il vescovo puoi essere il migliore degli uomini ma se non credi non hai il pass per il paradiso.
berenger11 is offline  
Vecchio 07-12-2007, 00.26.58   #20
Rising Star
Ospite abituale
 
L'avatar di Rising Star
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 213
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Scusatemi, non è mia intenzione giocare a briscola, ma devo lanciare un altro carico da trenta; come si concilia ciò che viene detto in questa discussione, con la seguente frase di Gesù, riportata dall'apostolo Giovanni (Gv 6,43-47) e indicata anche nel post dell'amico berenger11 (come citazione del vescovo interpellato):

"Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. (...) In verità, in verità vi dico: chi crede ha la vita eterna."

Sembrerebbe che tale frase di Gesù, non lasci scampo: solo chi crede avrà la vita eterna.
Chi l'ha detto, poi, che "Una persona che ha vissuto una vita ammirevole, aiutando tutti coloro che ha incontrato, perdonando quelli che l'hanno danneggiata, facendo dell'onestà e della moralità un suo modo di essere" operi secondo la volontà di Dio?
È possibile entrare a casa di qualcuno se non si è coscienti che quella casa ha un padrone? E si può entrare in una casa se non si è invitati? Altrimenti sarebbe violazione di domicilio!

Qualcuno ha visto il film "Il nome della rosa" ? Beh, alla fine, il protagonista delle esperienze che ha vissuto in giovane età, dice qualcosa di molto interessante:

"L'anticristo può nascere dalla stessa pietà, dall'eccessivo amor di Dio, o dalla Verità, come l'eretico nasce dal santo e l'indemoniato dal veggente; e la Verità si manifesta a tratti anche negli errori del Mondo, così che dobbiamo decifrarne i segni anche là dove ci appaiono oscuri e intessuti in una volontà del tutto intesa al male."

La volontà di Dio, spesso, non coincide con quella dell'uomo.
Pace a voi.
Rising Star is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it