Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 10-12-2007, 10.20.55   #31
crepuscolo
viandante
 
Data registrazione: 19-11-2006
Messaggi: 199
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Quale salvezza? Parliamo sempre di ciò che in vita auspichiamo meglio per noi...abbiamo vissuto soffrendo quindi troveremo poi la felicità...
La vita la viviamo qui e ora, possiamo in ogni momento accendere il tergicristallo e guardare fuori, senza procedere ad occhi chiusi e con il vetro appannato...come possiamo salvarci da ciò che siamo? è assurdo chiederlo. Siamo ciò che ci è dato essere, la bontà o la cattiveria sono nostri giudizi. Diciamo :quel popolo è cattivo perchè fa la guerra contro quell'altro popolo...ma anche l'altro fa la guerra e noi non la facciamo solo perchè non c'è la condizione in quel momento. Vivere amando e rinunciando a tutto forse è bello, ma è il cuore che deve amare e la rinuncia non deve essere rinuncia, ma vita...invece siamo sempre a chiederci cosa devo fare per andare in Paradiso? Sempre a gloriarci dei nostri punti Paradiso, ma quale Paradiso sarebbe questo? Quello di chi si strappa le vesti per arrivare primo...una carezza al negretto che soffre, una piccola elemosina, una preghiera!!! per favore usciamo da questo tunnel!!!
crepuscolo is offline  
Vecchio 29-01-2008, 18.17.01   #32
theadviser
no perditempo
 
Data registrazione: 31-01-2007
Messaggi: 48
Re: Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da Cesare Santucci
La risposta, dal punto di vista cattolico, la ha data in questi giorni il Papa nella "Spe salvi".
"Possono esserci persone che hanno distrutto totalmente in se stesse il desiderio della verita' e la disponbilita' all'amore. Persone in cui tutto e' diventato menzogna; persone che hanno vissuto per l'odio e hanno calpestato in se stesse l'amore ... alcune figure della nostra stessa storia lasciano discernere in modo spaventoso profili di tal genere. In simili individui ... la distruzione del bene sarebbe irrevocabile: e' questo che si indica con la parola INFERNO".
Dunque e' chiaro: per perdere la salvezza eterna (secondo l'insegnamento del Santo Padre) bisogna essere stati, in vita, ben diversi dal tipo d'uomo descritto nella domanda, o anche da qualcuno un po' meno esemplare di lui.
Il Monsignor Vescovo cui lo scrivente si e' rivolto era probabilmente un ex alunno di quel collegio religioso in cui, nella dispensa, a terrore dei ladruncoli di generi alimentari, era stato messo un cartello con la scritta: "Dio ti vede!"
Quanto alla fede, nessuno se la puo' dare da se': se VERAMENTE non credo, NON PUO' ESSERE COLPA MIA per la contarddizion che nol consente. Magari sara' colpa di qualche ecclesiastico, come quel vescovo ...
Saluti.
CESARE SANTUCCI.


Credo che la risposta dell'amico cesare sia più che esauriente ai dubbi sollevati e mi sento di avallarla in pieno!!
theadviser is offline  
Vecchio 29-01-2008, 23.11.57   #33
Giraffin
Ospite
 
Data registrazione: 09-11-2007
Messaggi: 17
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Una persona che ha vissuto una vita ammirevole, aiutando tutti coloro che ha incontrato, perdonando quelli che l'hanno danneggiata, facendo dell'onestà e della moralità un suo modo di essere, secondo voi potrà entrare nel regno di Dio anche se atea convinta ? Gradirei il vostro punto di vista, dato che stamattina ho rivolto questa domanda ad un vescovo e mi ha risposto" Temo di no"!

ciao Berengher11,
ho letto tutte le risposte e credo che la più azzeccata sia quella di Paolo di Abramo, ... "Basta che quando entra vedendo Dio nel Suo regno si ricordi di ricredersi".

Tutto dipende dal PERCHE' era ateo..

Un ateo come lo hai descritto potrebbe andare subito in PARADISO se non ha avuto la possibilità in vita di conoscere e amare Dio.

Potrebbe andare in PURGATORIO, se conoscendo Dio in vita l'ha rifiutato in modo deliberato, in Purgatorio perchè si dispiacerebbe di aver fatto la più grande omissione (non aver amato DIO)... avete visto il film Shindlerlist? alla fine il grande Shindler si dispera perchè non ha fatto di più, non riesce a godere del molto bene fatto, ma piange disperato per le 2 o 10 persone che non ha salvato perchè ha sprecato i soldi in cose futili...
il Purgatorio per quell'ateo sarebbe così, non potrebbe godere del tanto bene fatto perchè si dispiacerebbe di aver vissuto senza Dio.

Oppure potrebbe decidere di andare ALL'INFERNO, decidere cioè di non cedere all'evidenza che ha di fronte a se, Dio esiste e le cose che per una vita ha creduto sono sbagliate... se le sue idee sono così irrimediabilmente radicate e non modificabili, purtroppo è destinato all'Inferno, cioè a VIVERE in Eterno SENZA DIO.
Credo che questa opzione sia molto rara, una persona che ha vissuto "perdonando quelli che l'hanno danneggiata", ha quell'umiltà necessaria e sufficiente alla salvezza e al Paradiso.

perciò io punto per l'ateo buono in Paradiso subito o dopo un po' di Purgatorio!
Giraffin is offline  
Vecchio 07-02-2008, 13.39.19   #34
marco cossu
Ospite abituale
 
L'avatar di marco cossu
 
Data registrazione: 30-01-2008
Messaggi: 92
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Una persona che ha vissuto una vita ammirevole, aiutando tutti coloro che ha incontrato, perdonando quelli che l'hanno danneggiata, facendo dell'onestà e della moralità un suo modo di essere, secondo voi potrà entrare nel regno di Dio anche se atea convinta ? Gradirei il vostro punto di vista, dato che stamattina ho rivolto questa domanda ad un vescovo e mi ha risposto" Temo di no"!


cosa sono l'onestà e la moralità?
marco cossu is offline  
Vecchio 07-02-2008, 16.14.19   #35
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da marco cossu
cosa sono l'onestà e la moralità?
A mio modo di vedere il ricordarsi, prima di qualsiasi azione, se cio che si sta per fare puo far male a qualcuno.
Il provare rimorso per le colpe commesse da altri.
berenger11 is offline  
Vecchio 09-02-2008, 23.33.12   #36
Flavio**61
Ospite abituale
 
L'avatar di Flavio**61
 
Data registrazione: 12-03-2005
Messaggi: 388
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Una persona che ha vissuto una vita ammirevole, aiutando tutti coloro che ha incontrato, perdonando quelli che l'hanno danneggiata, facendo dell'onestà e della moralità un suo modo di essere, secondo voi potrà entrare nel regno di Dio anche se atea convinta ? Gradirei il vostro punto di vista, dato che stamattina ho rivolto questa domanda ad un vescovo e mi ha risposto" Temo di no"!

Come darti torto quando dici …
.” Volevo far notare che la bellisima frase di tommaso dice appunto che Dio é ovunque, sotto una pietra, dentro un pezzo di legno, dentro l'uomo e intorno a lui.
Alla chiesa queste parole non piacciono per niente perché in pratica esclude i preti, nessun tramite fra Dio e l'uomo.”

La maggior parte del clero ( non tutto il clero ) risponderebbe come quel “vescovo “…………

Allora prima di tutto ……nessuno può sapere se quell’ateo ipotetico ….si salva…

Nessuno può sapere se berlusconi si salva o se padre pio si è salvato…..

Dal Nuovo Testamento ….viene fuori che si salva ….chi crede in Gesù….

Chi si comporta e vive come ci ha insegnato Gesù ,si salva….

Ma quello che ci ha insegnato Gesù già lo si sapeva, era già nel cuore degli uomini ( perché Dio era già dentro ogni uomo )…non ha detto niente di nuovo …resta solo sempre il fatto che per l’uomo è difficile metterlo in pratica ….

Come diceva san Paolo….

….non quello che voglio faccio …ma quello che detesto….

In sostanza si salva chi vive e si relaziona alla sua verità conosciuta…….. di qualsiasi religione sia anche se ateo

Si salva chi vive in buona fede…in base alla sua verità conosciuta….. di qualsiasi religione sia anche se ateo ( Dio è dentro ogni uomo …quindi è il medesimo Dio ….Dio è uno solo )


Per questo motivo ognuno di noi nel suo intimo sa se si salva …..per questo motivo un uomo non può sapere se un altro uomo si salva…tanto meno un vescovo

Solo Dio può vedere nell’intimo di ogni uomo ….perchè Dio oltre ad essere….sotto ogni pietra ….dentro ogni pezzo di legno è anche dentro ogni uomo e fuori da ogni uomo…

Ciao Flavio
Flavio**61 is offline  
Vecchio 10-02-2008, 02.51.19   #37
marco cossu
Ospite abituale
 
L'avatar di marco cossu
 
Data registrazione: 30-01-2008
Messaggi: 92
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
A mio modo di vedere il ricordarsi, prima di qualsiasi azione, se cio che si sta per fare puo far male a qualcuno.
Il provare rimorso per le colpe commesse da altri.


cosa ne pensi dell'eutanasia?
marco cossu is offline  
Vecchio 10-02-2008, 13.29.23   #38
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Citazione:
Originalmente inviato da marco cossu
cosa ne pensi dell'eutanasia?
Penso che una persona debba avere il diritto assoluto di decidere della sua vita. Se le sofferenze sono diventate insopportabili, le speranze di miglioramento nulle, un ammalato terminale deve poter decidere di farla finita.
Chi lo aiuterà è una persona che merita cento paradisi.
berenger11 is offline  
Vecchio 12-02-2008, 20.57.10   #39
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Riferimento: Requisiti per la salvezza.

Per Giorgio.
La mirra e l'aloe sarebbero serviti a poco con un cadavere.
E se il cadavere non fosse ancora cadavere a tutti gli effetti?

Nella Xiv stazione di rennes niente di strano.
Be insomma...considera che è notte, il corpo ha la ferita del colpo di lancia a sinistra e non a destra.
Mettila davanti ad uno specchio.
La ferita va al suo posto, solo che,invece di entrare i portatori escono, dal sepolcro.
E XIV davanti ad uno specchio diventa VIX.
Mah!
berenger11 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it