Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-12-2007, 11.25.08   #11
Aisha
Ospite abituale
 
L'avatar di Aisha
 
Data registrazione: 07-09-2007
Messaggi: 72
Riferimento: Meditando...

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
ciao Aisha.. parlo di me...
io sono partita con Osho.. ovvio che ti consigli Osho che quanto a Meditazione mi sembra il più azzeccato per l'occidente, benchè sia orientale.. ha divulgato principalmente quella.. più di qualunque altro maestro.. come dire se ne intendeva, mi sono affidata a lui e nn sono mai "caduta".. poi ho proseguito da sola..
iniziare da lui è importante perchè ti riporta sempre a te stessa.. offre un grande pacchetto, non chiude in nessun circuito vizioso.. lascia aperta ogni possibilità.. fa giocare con la meditazione.. è un vero Master!

le visualizzazioni le lascerei per un secondo tempo.. perchè nel visualizzare emergono anche i nostri stati coscienziali sconosciuti.. cioè il nostro bagaglio emozionale assopito.. e ciò può a volte essere sgradito..
Un buon Vipassana.. perchè no? oppure se ami la tranquillità e già ti sei affacciata alla meditazione.. l'osservazione dei pensieri..

(segue)

Grazie anche a te cara, o caro?, Ati...consigli preziosi e stimolanti.....
Anche Osho l'ho sentito nominare ma non lo conosco...ohh santo cielo come sono indietro e quanta ignoranza devo provvedere subito!!!!
Anche tu mi consigli la Vipassana, devo subito capire cos'è
Anche l'osservazione dei pensieri mi affascina...invece che immergersi in esse, ogni tanto quando mi "disturbano" mentre medito li osservo come se mi passassero davanti agli occhi, scorrendo come scene di un film e poi li lascio liberi di andarsene e torno su di me...proverò ad osservarli anche in modo diverso in modo da renderli meno presenti....
Quanto al bagaglio emozionale assopito non sempre piacevole, non credo di avere molti problemi, non chè non abbia un passsato emozionale che può disturbare, anzi, ma è già da tempo che ci lavoro Consapevolmente ed ho imparato ad amarlo e a considerarlo un dono prezioso, insomma non mi spaventa più ma lo considero un buon compagno ed un buon maestro!
Può significare qualcosa il fatto che ogni tanto faccio sogni consapevoli? Ossia che nel sogno vedo una cosa e mi rendo conto che in realtà non è così ma so che è diversa? Tanto per fare un esempio ho sognato che ero alle superiori con i miei compagni e poi nel sogno mi sono resa conto che non sono più alle superiori...
Aisha is offline  
Vecchio 08-12-2007, 13.54.21   #12
Zorro
The Legend
 
Data registrazione: 26-11-2005
Messaggi: 48
Riferimento: Meditando...

Citazione:
Originalmente inviato da Aisha
Grazie anche a te cara, o caro?, Ati...consigli preziosi e stimolanti.....
Anche Osho l'ho sentito nominare ma non lo conosco...ohh santo cielo come sono indietro e quanta ignoranza devo provvedere subito!!!!
Anche tu mi consigli la Vipassana, devo subito capire cos'è
Anche l'osservazione dei pensieri mi affascina...invece che immergersi in esse, ogni tanto quando mi "disturbano" mentre medito li osservo come se mi passassero davanti agli occhi, scorrendo come scene di un film e poi li lascio liberi di andarsene e torno su di me...proverò ad osservarli anche in modo diverso in modo da renderli meno presenti....
Quanto al bagaglio emozionale assopito non sempre piacevole, non credo di avere molti problemi, non chè non abbia un passsato emozionale che può disturbare, anzi, ma è già da tempo che ci lavoro Consapevolmente ed ho imparato ad amarlo e a considerarlo un dono prezioso, insomma non mi spaventa più ma lo considero un buon compagno ed un buon maestro!
Può significare qualcosa il fatto che ogni tanto faccio sogni consapevoli? Ossia che nel sogno vedo una cosa e mi rendo conto che in realtà non è così ma so che è diversa? Tanto per fare un esempio ho sognato che ero alle superiori con i miei compagni e poi nel sogno mi sono resa conto che non sono più alle superiori...


Prendo solo in considerazione le ultime frasi della nostra cara Aisha...
IL sogno... non è questione che sia un sogno consapevole o meno... è normale che durante il sogno accorgersi che si sta vivendo appunto in un sogno, e così è per la maggior parte dei sogni, invece per altri, se sono premonitori o altri, sono talmente intensi che è difficile distinguere la realtà dal sogno, ma questi ultimi sono veramente rari....
Ciauz,

e buona meditazione.


DaniZ
Zorro is offline  
Vecchio 08-12-2007, 14.13.11   #13
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Vipassana...

Noor... in sintesi il viaggio interiore di ricerca è una Vipassana..
Vipassana come saprai in pali significa più o meno guardare le cose come realmente sono in profondità...
e cioè, nella Tradizione buddhista significa imparare a sviluppare la propria concentrazione mentale in modo che la stessa divenga più Attenta, Attiva, pronta da poter penetrare, da potersi utilizzare come utile strumento per osservare e scoprire la natura mentale e fisica, fino a raggiunere una grande capacità d'introspezione.. che mano a mano dovrebbe liberare dai condizionamenti, dalle illusioni e dalle paure e tensioni che vivono cristallizzate in noi...
la Vipassana è in genere una meditazione guidata (buddhismo Theravada), subordinata a specifici percorsi strutturati, ecco perchè non la nomino.. ma se qualcuno se la sente di intraprendere quella strada un po' troppo seriosa per il mio gusto occidentale, benvenga..
lì necessitano Maestri qualificati perchè si va a toccare direttamente una parte profonda di noi.. è la Via seria e secondo me necessita di un shanga con le sue pratiche spirituali e giornaliere del tutto rispettabili..
Ciò che chiamiamo ed osserviamo della vipassana è totalmente più soft
per vipassana a volte s'intende anche solo la meditazione camminata.. tanto per portare un esempio.. anzi è una delle pratiche monastiche della Vipassana.. ma credo ci siamo intesi...
atisha is offline  
Vecchio 08-12-2007, 14.52.31   #14
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Meditando...

Citazione:
Originalmente inviato da Aisha
Salve,
per non uscire sempre fuori discussione nel 3d sul Reiki, apro una discussione a parte qui, anche se immagino che avrete affrontato l'argomento meditazione diverse volte....

Non so consigliarti alcun testo che ti insegni a meditare: di quelli che conosco non ne ho applicato alcuno... nessuno metodo mi ha convinto.

Desidero però dirti solo qualche cosa che attingo dalla mia esperienza.

Meditazione e riflessione sono, per me termini equivalenti.
L'elemento determinante è l'interesse per un determinato argomento; l'interesse induce tutte quelle condizioni che sono indispensabili al "pensare" efficace: attenzione e concentrazione.
Se qualcosa mi interessa veramente non importa in che situazione mi trovi, né dove mi trovi....la riflessione procede nonostante tutto...(se sono in compagnia accade spesso che qualcuno mi " accusi" di essere soprappensiero.
Ad un certo punto, però, sento l'urgenza di stare solo e di svolgere attività solo automatiche...come il camminare ( mi rendo conto alla fine di avere camminato a lungo per un tempo psicologico vicino allo zero o se sto svolgendo un lavoro non avverto la fatica e la noia...).

Ho imparato a prendere al volo ogni stimolo che mi raggiunga da qualsiasi fonte: una frase ascoltata in un film, o letta in un libro, nel giornale, o ascoltata in una conversazione col mio prossimo e che desti il mio interesse.

Vi sono, poi, parole o discorsi che mi colpiscono in modo speciale... mi lasciano perplesso...e qualche volta sconvolto ...so, per esperienza, che questo genere riguarda me stesso e la mia coscienza. Capire per quale motivo mi hanno colpito richiede (a me) a volte tempi lunghi di riflessione ed alcune restano irrisolte...questa io la chiamo introspezione, ed è l'attività più proficua perché conoscere se stessi è estremamente importante...come tutti sanno.

Per queste ragioni non ho mai applicato alcun metodo che mi venisse proposto.

So che ho detto cose abbastanza ovvie...ma per me è così.

Ciao Aisha
Giorgiosan is offline  
Vecchio 08-12-2007, 15.59.21   #15
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: Meditando...

un altro link interessante:

http://www.lameditazionecomevia.it/meditare.htm

con esercizi:

http://www.lameditazionecomevia.it/gliesercizi.htm
ancient is offline  
Vecchio 08-12-2007, 16.11.33   #16
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Meditando...

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Meditazione e riflessione sono, per me termini equivalenti.
No Giorgio,non c'entrano nulla..anzi sono forse uno l'opposto dell'altro..
Nessun intento polemico il mio..solo constato l'assoluta ignoranza nella "materia" da parte di tutti i Cattolici praticanti,per questo auspico sempre l'incontro nella "pratica",ad esempio, tra Cattolicesimo e buddhismo
..appunto per certa pratica che ritengo necessaria per un incontro vero con noi stessi,lasciando perdere certe divergenze teoriche (come invece è già stato troppo evidenziato nell'altro thread.)
La meditazione non appartiene a nessun credo,è il fiore della Ricerca in Oriente
e andrebbe "adottata" da chi chiunque intraprenda un Cammino consapevole.
Noor is offline  
Vecchio 08-12-2007, 18.50.14   #17
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Meditando...

Sono parole di un maestro di meditazione...molto belle e significative:

"..quando avete finito i lavori della giornata, siete seduti e siete lì. Non andate a vedere altrove, non cercate ciò che potrebbe distarvi alla televisione, non cercate nel taccuino il numero di telefono di un amico che potrebbe essere il vostro clown di servizio per quella sera. Guardate ciò che è lì, sentite il vostro corpo, senza provare niente. In meditazione, non siete tenuti a niente, soprattutto a “meditare”! State semplicemente. Non c’è niente da seguire, niente da rifiutare. Lasciate venire, lasciate andare. Assistete a ciò che è lì, compreso ciò che la vostra memoria chiama “niente”. “Niente” è un altro concetto. Non c’è mai “niente”: voi siete sempre lì in quanto puro sguardo. Ma non provate a guardare questo “puro sguardo”! Realizzate che siete persi nei vostri pensieri? E allora? Assistete a questo, soltanto. Da sempre non fate che assistere alle modalità che chiamate la vostra vita. Vedrete presto che tutto è vuoto di sostanza, che non ci sono cose separate dallo sguardo, veramente! "
Jean Bouchart d’ Orval.
Noor is offline  
Vecchio 08-12-2007, 20.06.39   #18
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Meditando...

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
No Giorgio,non c'entrano nulla..anzi sono forse uno l'opposto dell'altro..
Nessun intento polemico il mio..solo constato l'assoluta ignoranza nella "materia" da parte di tutti i Cattolici praticanti,per questo auspico sempre l'incontro nella "pratica",ad esempio, tra Cattolicesimo e buddhismo
..appunto per certa pratica che ritengo necessaria per un incontro vero con noi stessi,lasciando perdere certe divergenze teoriche (come invece è già stato troppo evidenziato nell'altro thread.)
La meditazione non appartiene a nessun credo,è il fiore della Ricerca in Oriente
e andrebbe "adottata" da chi chiunque intraprenda un Cammino consapevole.

Il misticismo cattolico conosce le tecniche di meditazione, che preferisco chiamare riflessione. Ci sono moltissimi maestri che lo hanno insegnato e lo insegnano.
Per me non c'è alcuna differenza nella sostanza fra riflessione e meditazione. Non credo che l'oriente come del resto l'occidente abbia alcun primato e credo, anch'io, che tutte le tecniche ascetiche siano precedenti e indipendenti dalle religioni.Sono un fenomeno umano universale.


Ci sono molte persone nate in ambiente cristiano e magari battezzate che non sanno nulla del tesoro mistico cattolico e per questo rimangono affascinati dal patrimonio conservato in altre religioni.

Chi conosce S.Pietro d' Alcantara, s.Giovanni della Croce, santa Teresa d'Avila (per citarne appena tre perché noti ).

Basta prendere un semplice "Compendio di teologia ascetica" come quello di Tanquerey per averne una idea.

Se si parla di contemplazione allora sì che c'è una differenza fra questa e la riflessione-meditazione, perché la contemplazione non è discorsiva. Gli stati mistici sono forme superiori di contemplazione che si possono raggiungere solo ad una condizione...la grazia di Dio. Essi possono implicare rapimenti ed estasi e la notte oscura che purifica i sensi e l'anima.

Può darsi che parliamo della stessa cosa ma io lo esprimo secondo la mia esperienza e la mia cultura di fede.

Ciao

P:S: Ho precisato nel post precedente che per me riflessione e sinonimo di meditazione.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 08-12-2007, 21.15.29   #19
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Meditando...

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Se si parla di contemplazione allora sì che c'è una differenza fra questa e la riflessione-meditazione, perché la contemplazione non è discorsiva.
Neanche la meditazione è discorsiva..ed io invece la avvicino all'esperienza della contemplazione,che,come hai ben detto, è la Porta dell'Estasi mistica...
Comunque,liberissimo di chiamare la tua "riflessione",meditazione,ness uno te lo vieta..
Noor is offline  
Vecchio 08-12-2007, 22.03.55   #20
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Meditando...

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Neanche la meditazione è discorsiva..ed io invece la avvicino all'esperienza della contemplazione,che,come hai ben detto, è la Porta dell'Estasi mistica...
Comunque,liberissimo di chiamare la tua "riflessione",meditazione,ness uno te lo vieta..

Nel linguaggio mistico cattolico solo la contemplazione non è discorsiva.
Nel tuo linguaggio non lo è neppure la meditazione.

Potremmo usare la definizione neutra e neutrale del vocabolario :

meditare Considerare a lungo e intensamente un problema, impegnando tutte le proprie facoltà spirituali. Quando l'impegno è limitato alle sole facoltà intellettive o pratiche indica soprattutto applicazione o riflessione
( Devoto-Oli)
Giorgiosan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it