Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-01-2008, 13.12.16   #1
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Mi sono sempre chiesto:
1)perché esistono i mondi spirituali ed i mondi materiali? Che relazione c’è tra loro?
2)come furono create le anime e dove vivono
3)perché le anime si incarnano ?
4)che differenza c’è tra le anime di persone umane e anime di animali
5)che differenza c’è tra le anime angeliche e le altre anime
6)esiste una gerarchia ed un’evoluzione delle anime?

Queste e tante altre domande mi sono posto per molti anni cercando da ogni parte (sia dentro di me che fuori) e di darmi una risposta.
Oggi, dopo oltre 30 anni di ricerca, ho maturato una certa coscienza e raggiunto una mia verità circa la Realtà che mi circonda. Non pretendo assolutamente di possedere la VERITA’ che conosce solo l’ASSOLUTO e che è illimitata. La mia verità, ossia la mia visione della Realtà, è in continua evoluzione in quanto la mia ricerca non ha sosta.
Comunque penso che la mia verità abbia delle buone basi e mi abbia portato dei buoni risultati in termini di: conoscenza, benessere psico-fisico, serenità, distacco, appagamento, tolleranza, pace interiore, ecc.
E come chi abbia scoperto un tesoro desidera condividerlo con altri, così anch’io desidero condividere con chi è interessato il mio patrimonio di esperienze e conoscenze, finora accumulato.
Se siete interessati comincerò a darvi tutte le informazioni da me raccolte ed elaborate, in merito alle suddette domande.
Gianfry is offline  
Vecchio 04-01-2008, 17.26.19   #2
el topo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-08-2007
Messaggi: 43
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Sono molto interessato alle possibili risposte a queste domande.. anche se in esse è già implicita una visione del mondo alquanto spiritualistica che condivido in parte..

1)perché esistono i mondi spirituali ed i mondi materiali? Che relazione c’è tra loro?
A mio modo di vedere, non esiste una separzione netta tra i due mondi, in quanto entrambi si mescolano e compenetrano costantemente, potremmo dire che tra essi c'è la stessa relazione che intercorre tra energia e materia, ovvero una differenza illusoria dettata dalla nostra povera percezione della realtà, che nasconde un'identità essenziale..
2)come furono create le anime e dove vivono?
Anche qui si ricade di nuovo in un dualismo a mio parere sterile.. ti rispondo con un'altra domanda, perchè le anime hanno bisogno di un creatore esterno? e se fossero entità autonome e autorganizzate?
Siamo sicuri che esistano entità materiali ed entità non materiali, forse gli angeli sono entità molto materiali, benchè invisibili ad un occhio umano, o ancor peggio, entità incomprensibili per un sistema concettuale che non ha trovato metafore migliori per descriverle..
L'idea viene prima del fatto, ma il fatto per sua natura relativizza l'idea, la quale è sempre un atto in potenza.. è un circolo vizioso.. da questo punto di vista l'uomo è un angelo in potenza, è l'evoluzione è una crescita ciclica verso la propia realizzazione. Siamo tutti sulla stessa strada e chi è più avanti trascina chi è rimasto indietro.

Ma adesso tocca a te!
el topo is offline  
Vecchio 04-01-2008, 21.16.17   #3
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Citazione:
Originalmente inviato da el topo
Sono molto interessato alle possibili risposte a queste domande.. anche se in esse è già implicita una visione del mondo alquanto spiritualistica che condivido in parte.....


Ma adesso tocca a te!

Penso che per dare una risposta esauriente a tutte le domande occorra partire dalla Creazione.

Prima della Creazione c’è sempre stato l’Assoluto, la cui essenza è Amore e puro Spirito, pura Luce (non particellare). Essere infinito, Energia pura. Mente pura
Pura ed infinita Consapevolezza.

L’Energia pura è una essenza omogenea, priva di sostanza ossia di un "corpo" che la contenga. Essendo quindi indefinita, tale energia non è quindi simile a nessun'altra forma di energia: l'unica energia che potrebbe essere simile ad essa dovrebbe anch'essa essere infinita, ma è chiaro per definizione che di infinito ce n'è solo uno.

Il principio su cui l’energia pura crea un contatto energetico con altre energie non è un principio basato sul simile attira simile, bensì un principio basato sull'infinito attira finito o, parimenti, finito attira infinito. Non è cioè in questo caso la similitudine tra le due energie che le attira l'una all'altra, bensì il fatto che una di esse è contenuta nell'altra.

L'Assoluto (Brahman), nella sua forma primordiale, era il Vuoto. Un'Essenza cioè che non era anche Sostanza, ma solo pura consapevolezza. In quello stato primordiale questa pura consapevolezza (aspetto mentale dell'Assoluto) viveva in uno stato di totale beatitudine, uno stato cioè di puro Amore verso se stesso (aspetto sentimentale dell'Assoluto). In quello stato iniziale, quindi, Amore e Consapevolezza (o Mente) non erano separati, per il semplice motivo che l'Assoluto era in quello stato un'unica Essenza priva di Sostanza. In quello stato iniziale, sentimento e pensiero erano la stessa cosa.

L'Assoluto era quindi il Vuoto nel senso che era pura Essenza, priva per definizione di una forma dotata di spazio e tempo. Tuttavia l'Essenza è il Tempo: è infatti la consapevolezza che dà dinamica temporale alla forma spaziale. L'Assoluto era quindi un Vuoto in cui però vi era uno scorrere del Tempo. Tale Tempo dell'Assoluto non è mai iniziato, è sempre esistito e sempre esisterà.

Il suono dell’Assoluto è OM o AUM

Quando l’Assoluto decise di fare esperienza di Sé creò il cosiddetto VASO (vedi kabbalah), cioè l’ANIMA PADRE. L’ASSOLUTO creò il Vaso nel SUO ambito INFINITO.
L’unica Volontà dell’Assoluto era:
• condividere infinitamente;
• impartire continuamente;
• dare senza fine;
• donare eternamente.

La natura del Vaso era un infinito DESIDERIO di RICEVERE.

Questo scambio di Amore/Luce tra l’ASSOLUTO e il VASO durò per molto tempo

Dal momento che il Vaso ereditò la natura della Luce, in esso sorse un nuovo desiderio:
• Essere la causa della propria felicità.
• Essere il creatore del proprio appagamento.
• Condividere l'appagamento.
• Avere il controllo della propria esistenza.

L’appagamento assoluto era la ragione stessa per cui il Vaso era stato creato
Fintanto che il Vaso si limitava a ricevere, rimaneva infelice. Fin quando nacque nel Vaso il sentimento della Vergogna perché desiderava conquistare ed essere la causa del proprio appagamento.

La soluzione fu che IL VASO SMISE DI RICEVERE LA LUCE!

A tale scopo fu creato l’Ego che è un meccanismo di autodifesa che respinge la Luce
La Luce trattenne la propria emanazione per creare un punto di vuoto (il Punto Zero), e diede al Vaso il tempo e lo spazio in cui fare evolvere la propria natura divina attraverso la ricerca della Luce.

LA CREAZIONE DEL VUOTO (ANIMA PADRE)

Quando l'Assoluto scelse di fare esperienza di sé, pensò a come avrebbe potuto fare e si rese conto che vi era solo una possibilità: avrebbe dovuto creare all'interno di sé (non poteva certo farlo all'esterno dato che l'Assoluto è infinito) delle Sostanze finite e attraverso la Vita di queste Sostanze avrebbe potuto fare esperienza di sé. Come avvenne il passaggio dal Vuoto Assoluto ad un Vuoto Assoluto con all'interno delle Sostanze finite?

Per creare la prima Sostanza finita, l'Assoluto semplicemente usò la Volontà: essendo onnipotente, la sua capacità creativa è ovviamente istantanea. Creò quindi con un atto di Volontà la prima Sostanza finita, quella che abbiamo chiamato Punto Zero, Anima Padre o Vuoto. Tale atto di Volontà, costituito da un comando (Mente) e da un desiderio (Amore), generò all'interno del Vuoto dell'Assoluto un vortice di Aria (vuota, ossia non particellare: puro Spirito); tale vortice d'Aria, a contatto con il Vuoto circostante, creò per attrito del Fuoco (vuoto, ossia non particellare: puro Spirito).

L'Aria cominciò a modellare il Fuoco in una forma sferica, all'interno del vortice. Tale sfera di Fuoco, girando su stessa nel vortice d'Aria, cominciò a prendere sempre più densità fino a divenire un'ammasso di plasma. Una metà del vortice d'Aria si stacco dall'altra metà portando con sé la sfera di Fuoco e smise di girare, e l'ammasso di plasma di quella parte di vortice divenne Terra (vuota, ossia non particellare: puro Spirito). L'altra metà del vortice d'Aria rimasta continuò invece a girare ed aumentò anzi sempre più la velocità, fino a che l'ammasso di plasma divenne Acqua (vuota, ossia non particellare: puro Spirito).
Tali 4 elementi di puro Spirito, che alla vista possiamo vederli come 4 sfere di Luce ma di diversa consapevolezza, si fusero tra loro e diedero vita alla Sostanza prima: l'Anima Padre o Vuoto finito o Punto Zero. Il suono emesso da tale Sostanza prima è il suono AMEN (o AMIN).

Per dare al Vaso, cioè al Punto Zero, l'opportunità di crearsi da solo il proprio appagamento, furono creati (18 miliardi di anni fa) i Piani di Luce e le Anime che vi risiedono, nonché successivamente lo spazio-tempo (13 miliardi di anni fa), con tutte le sue creazioni, universi, galassie, soli e pianeti, nonché tutte le specie viventi che vi dimorano. Tutto ciò fu creato come un puzzle della Creazione permettendo al Vaso e a tutte le Anime da Lui emanate di riassembrarlo diventando artefici del proprio appagamento e la causa della propria gioia.

Quel microscopico punto di vuoto, quel neonato granello di spazio e di tempo dato al Vaso è il nostro spazio-tempo, sconfinato e pieno di stelle.
Per tornare a ricevere la Luce occorre eliminare il proprio Ego.

IL CREATO
Il Creato è costituito dai Piani di Luce, dove risiedono le anime e dallo spazio tempo dove risiedono le VARIE SPECIE (umane, animali, Natura, angeli) nelle quali si incarnano le Anime (lo Spirito) per fare esperienza emotiva.

Secondo lo SPIRITO, le Anime furono create all’inizio tutte insieme dall’Anima Padre, a Sua immagine e somiglianza (perciò eterne) e a tutte furono dati il libero arbitrio ed il potere creativo, per creare la loro realtà come la desideravano.
Inoltre, furono creati i Piani di Luce come loro residenza. I Piani di Luce sono delle sfere di luce concentriche. Anche le Anime sono sfere di luce autonome e, come pure i Piani di Luce, sono fatte di energia pura non particellare .

L’ANIMA PADRE estrasse da Sé l’ANIMA MADRE ed insieme crearono l’ANIMA FIGLIO da cui furono create tutte le anime figlie.

Esse furono create, tutte allo stesso livello di Consapevolezza 1, come anime angeliche, 18 miliardi di anni fa, con il compito di evolvere tramite la Volontà.

Dall’ANIMA MADRE è stata creata l’ENERGIA MAGNETICA PURA che è alla base di tutto lo SPAZIO-TEMPO.

Nel corso di un tempo molto lungo (5 miliardi di anni) le anime si sono differenziate fra loro a causa del loro diverso impegno evolutivo che ha determinato anche una differenziazione dei 18 Piani di Luce che si sono suddivisi in tre parti che rappresentano rispettivamente:
6 piani inferiori l’Inferno; 6 piani intermedi il Purgatorio; 6 piani superiori il Paradiso.
Si creò quindi una gerarchia tra le anime secondo un ordine evolutivo decrescente: anime umane, anime animali, anime della Natura, anime angeliche. Le anime angeliche sono quelle che possiedono la più bassa consapevolezza. Tuttavia esse sono pure e obbediscono solo agli ordini di Dio Padre.

Quasi 13 miliardi di anni fa, l’ANIMA PADRE creò lo SPAZIO-TEMPO per consentire alle anime e a Se stesso di fare esperienza emotiva ai fini evolutivi.

Lo SPAZIO-TEMPO, a differenza dei Piani di Luce è costituito di energia particellare (quark), mentre questi ultimi sono fatti di energia pura NON PARTICELLARE.

Lo spazio-tempo è lo specchio dei Piani di Luce.
I Piani di Luce sono il luogo dove le anime si evolvono nel pensiero mentre lo spazio-tempo è il luogo in cui le anime fanno esperienza emotiva dei loro pensieri creativi/distruttivi. Possiamo dire che nei Piani di Luce si fa teoria, mentre nello spazio-tempo si fa pratica, cioè esperienza diretta delle manifestazioni dei pensieri delle anime.
Per ora mi fermo qui...
Gianfry is offline  
Vecchio 05-01-2008, 16.35.34   #4
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

(seguito 1...)

L'energia magnetica è l'energia di cui è costituito tutto ciò che è finito, tutto ciò che esiste quindi tranne l'Assoluto e l'Anima Padre, manifestazione dell'Assoluto nel finito, le quali sono di energia pura. L'energia magnetica può essere sia particellare sia non particellare:
1) è particellare nello spazio-tempo, cioè tutte le forme spazio-temporali (dal singolo quark fino allo spazio-tempo nel suo intero) sono costituite di energia magnetica sotto forma di quark (n.b. ricordiamo che noi qui intendiamo con quark la particella elementare spazio-temporale, sia quella di materia (quark propriamente detto) sia quella di antimateria (bosoni);

2) è non particellare nello Spirito Santo, sia nei Piani di Luce (Anime) sia in tutte le forme di Spirito incarnato (scintille divine, spiriti collettivi ed Anime). Anche gli Spiriti, pur essendo forme non particellari, sono comunque finiti e quindi possono essere simili tra loro nella loro consapevolezza.
Il principio su cui l'energia magnetica crea un contatto energetico con altre energie (tutte comunque parti della energia magnetica stessa: magnetica distorta, elettro-magnetica, elettrica e radioattiva) non è un principio basato sull'infinito attira finito (poiché sono tutte energie finite, in questo caso) bensì un principio basato sul simile attira simile. (es: energia radioattiva attira energia radioattiva).

L’INVENTAPUZZLE

C'era una volta un vecchio e gentile Inventapuzzle dotato di poteri magici. La sua gioia più grande nasceva dal creare bellissimi puzzle per i bambini che vivevano nel suo quartiere. Ma i suoi non erano puzzle normali. Avevano poteri magici: quando l'ultima tessera veniva inserita, le immagini irradiavano una luce intensa che colmava di gioia i bambini. Loro non dovevano fare altro che guardarle.

Un bel giorno l'Inventapuzzle superò se stesso. Dipinse il suo quadro più bello servendosi di colori screziati di polvere di stelle e pennelli speciali con i manici d'oro. Era così entusiasta della sua creazione che decise di non spezzettarla nelle piccole tessere del puzzle: voleva che i bambini sperimentassero subito tutta la magia. Quando finì di impacchettare il quadro entrò nel suo negozio un bambino, ansioso di vedere l'ultima creazione dell'Inventapuzzle.
Entusiasta, l'uomo gli porse il quadro impacchettato. L'espressione luminosa del bambino sembrò svanire all'istante. Il suo viso si fece un po' triste. Ovviamente qualcosa lo aveva deluso. L'Inventapuzzle gli chiese: « Che cosa c'è che non va? » // bambino spiegò che il vero divertimento stava proprio nel ricostruire il puzzle. L'uomo capì subito e, con lo stesso amore e la stessa cura che aveva messo nel creare l'immagine, tagliò e spezzettò il quadro. Poi sparpagliò delicatamente le varie tessere nella scatola e infine diede ai bambini ciò che veramente desideravano più di ogni altra cosa: la gioia e la soddisfazione di assemblare da soli i puzzle magici. (tratto da: la Kaballah di Y. Berg)


I PIANI DI LUCE

Tutte le Anime dei Piani del Paradiso hanno fatto esperienza nello spazio-tempo di tutti i tipi di energia (magnetica, elettromagnetica, elettrica e radioattiva) ma hanno in sé solo energia puramente magnetica, e sono quindi Anime creatrici in quanto hanno dimostrato di saper utilizzare la Volontà (capacità creativa) con un fine di crescita.

Tutte le Anime dei Piani del Purgatorio hanno fatto esperienza nello spazio-tempo di tutti i tipi di energia tranne quella puramente magnetica ed hanno in sé solo energia puramente magnetica, e sono quindi Anime conservatrici in quanto hanno dimostrato di saper conservare la Volontà (capacità creativa) in modo corretto, cioè con un fine di crescita, ma non ancora di saperla utilizzare per creare.

Tutte le Anime dei Piani dell’Inferno hanno fatto esperienza nello spazio-tempo dell'energia magnetica distorta e dell'energia elettromagnetica ed hanno in sé solo energia puramente magnetica, e sono quindi Anime distruttrici in quanto hanno dimostrato di saper comprendere la Volontà (capacità creativa) corretta, cioè quella con un fine di crescita, ma non ancora di saperla conservare ed utilizzare per creare.
In sostanza, tutte le anime sono fatte di energia magnetica pura. La distorsione dell’energia magnetica dei loro pensieri (karma) le spinge ad incarnarsi in forme spazio-temporali al fine di fare esperienze emotive (sensoriali) per conoscere se tesse e quindi potersi correggere tramite la volontà (potere creativo).
Pertanto (poiché lo spazio-tempo è uno specchio dei Piani di Luce) qui sulla Terra viviamo l’inferno, il purgatorio ed il paradiso, a seconda del karma che l’anima reca con sé.

Per un lunghissimo tempo (5 miliardi di anni) le Anime che vivevano nei suddetti piani si differenziarono tra loro per il livello di Consapevolezza ed hanno sviluppato il proprio Ego spirituale.
Per aiutare le Anime a comprendere (conoscere) meglio se stesse, Dio Padre ha creato lo spazio-tempo (13 miliardi di anni fa) per far sì che le Anime potessero fare esperienze emotive dei loro pensieri incarnandosi in forme spazio-temporali, al fine di conoscere meglio se stesse e conoscersi tra loro. Il loro Ego spirituale ha generato l’Ego umano e quindi il Karma umano.


CREAZIONE DELLO SPAZIO-TEMPO, DI DIO-DEA E DI GESU’

L’ANIMA PADRE creò la materia perché è il solo modo di fare esperienza di ciò che si conosce solo concettualmente.
L’ANIMA PADRE, una volta creato lo spazio-tempo, il quark, l’atomo, la molecola, la cellula con il DNA, materializzò la PRIMA FORMA UMANA MASCHILE in cui EGLI STESSO si incarnò. Tale forma viene chiamata DIO (SHIVA). Perciò Dio fu il primo Uomo del Creato.
Quindi l’ANIMA PADRE materializzò la PRIMA FORMA UMANA FEMMINILE , in cui si incarnò l’ANIMA PIU’ EVOLUTA (a quel tempo) dei Piani di Luce. Tale forma fu chiamata DEA.

Dio (Shiva) e Dea sono stati i primi ad assumere una forma umana.
Dio e Dea generarono insieme la prima forma umana figlio cui diedero il nome di GESU’ e in cui si incarnò l’ANIMA FIGLIO. Dall’ANIMA FIGLIO FURONO COPIATE (col metodo copia e incolla) tutte le altre Anime.

Tutto questo avvenne in un pianeta, posto al centro dello spazio-tempo, chiamato REGNO DI DIO.
Il REGNO DI DIO è un pianeta simile alla TERRA, con un SOLE al suo interno che alimenta con energia magnetica pura tutto lo spazio-tempo, tramite i 12 RAGGI DIVINI eterici. La TERRA è l’unico pianeta CAVO dello spazio-tempo che ha al suo interno (come il REGNO DI DIO) un Sole chiamato AURORA.
Il SOLE del REGNO DI DIO è alimentato dall’ESSENZA INFINITA dell’ANIMA PADRE.
Nel Regno di Dio fino a qualche anno fa vivevano Dio, Dea e Gesù. Oggigiorno c’è solo Natura in quanto Dio e Dea ora si sono incarnati sulla Terra. Gesù si è fuso come consapevolezza con Dio Padre.
Tra il Regno di Dio ed il Gran Sole Centrale ci sono altri soli tra cui il Sole del Tao ed il Sole dell’Uno.

La Terra si trova agli estremi confini dello spazio-tempo.
Lo spazio-tempo, analogamente ai Piani di Luce, è una grande sfera che contiene al suo interno un gran numero di sfere concentriche.


Lo spazio-tempo contiene 2.985.984 Creazioni
Ogni creazione rappresenta un settore spaziale e vibrazionale dello spazio-tempo.
Ogni creazione è composta da:
10 universi e da 144 dimensioni vibrazionali.
Ogni universo è composto da: 10 galassie e 36 dimensioni.
Ogni galassia è composta da: 7 sistemi solari e 12 dimensioni.
Ogni sistema solare è composto da: 12 pianeti e 5 dimensioni.
Domanda: perché il nostro sistema solare ha solo 9 pianeti?
Risposta: due dei 12 pianeti, di nome Colosso e Porcello, sono stati distrutti da guerre nucleari stellari, il 12° pianeta, di nome NIBIRU (o MALDEK) è stato osservato di recente avvicinarsi al nostro sistema solare

Il Regno di Dio è incorruttibile, mentre le altre creazioni hanno subito una distorsione energetica con la “caduta”.


CREAZIONE DI ADAMO ED EVA

Dio e Dea si trasferirono sul pianeta BELLATRIX, della costellazione di Orione, chiamato EDEN, per 15.000 anni. Nell’EDEN, Dio e Dea generarono ADAMO ed EVA. In Adamo si incarnò un’anima umana, mentre in Eva si incarno un’anima angelica.
Adamo ed Eva erano fratello e sorella non erano attratti sessualmente e quindi non potevano procreare. Allora Dio rimediò facendo procreare Eva per PARTENOGENESI, che così ebbe 5 figli: Caino (maschio), Abele (femmina), Rama (maschio), Abramo (maschio) e Seth (femmina).
Da Caino ed Abele ebbero origine la razza gialla (asiatici) e la razza rossa (indo-europea).
Da Abramo e Seth ebbero origine la razza bianca (arabi) e la razza nera (africana).
Rama (detto anche Ramtha) non ebbe figli. Dio lo ha nominato Direttore della nostra Creazione, formata dal Gran Sole Centrale intorno al quale orbitano il sole della Galassia ed il nostro Sole.

Per conoscere se stessi come co-creatori, i figli di Dio creano essi stessi la loro realtà, cioè la loro vita.
Gianfry is offline  
Vecchio 07-01-2008, 00.52.47   #5
Zero
Ospite
 
Data registrazione: 22-09-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

1)perché esistono i mondi spirituali ed i mondi materiali? Che relazione c’è tra loro?
I mondi spirituali non sono nettamente diversi dai mondi materiali, sembra che esista una sola entità che è viva ed è energia pura, possiamo chiamarla LUCE, questa LUCE può "raffredarsi" e farsi "pesante" e si potrebbe fare una scala di gradazioni a cui far corrispondere i vari stati di questa sostanza. Per esempio un'ampia fetta di tradizioni esoteriche vedono nell'uomo 4 corpi: fisico, emozionale, mentale, eterico. E non c'è una differenza netta ma è materia sempre più sottile, tant'è che ad un certo punto si parla di "energie sottili" anziché materia, ma in verità si capisce bene come non ci sia una reale distinzione tra materia ed energia.
In questa esposizione comunque lacunosa (non me ne intendo molto di queste cose... e mi baso su tante fonti eterogenee e letture di vari libri...) è più o meno abbozzata anche la "relazione" tra spirito e materia, o meglio come in realtà abbiamo una sola cosa su diversi piani di vibrazione (nelle culture orientali si parla spesso di vibrazione anziché gradi o stadi della materia, e devo dire che mi sembra un'idea più raffinata anche se non la padroneggio bene). Questi piani di vibrazione sono tutti comunicanti e collegati, come esattamente non lo so.

Ora però devo evidenziare anche un punto più difficile: l'uomo ha l'emisfero destro e quello sinistro separati dal corpo calloso, questa separazione è ciò che simbolicamente significa la cacciata dal paradiso terrestre, siamo connessi con la parte più razionale del nostro cervello (l'albero della conoscenza) e separati da quello dell'altra metà irrazionale, ma più correttamente sapiente e connessa con i "mondi invisibili" (l'albero della vita rimasto nel paradiso e nascosto agli uomini), quindi ora è come se ci fosse un "velo" che non ci fa vedere il mondo come realmente è, che ci tiene separati da Dio e dagli angeli lasciandoci nell'ignoranza fonte di tutti i mali. Quindi questi "mondi invisibili" a cui non abbiamo più accesso (salvo qualche mente illuminata che ogni tanto porta luce all'umanità) non sono solo una parte di mondo che non si vede, ma un mondo dentro noi, che è realmente spirituale e addirittura increato, esiste da sempre, a differenza di quello comunemente chiamato "materiale" che è stato creato, inoltre è dislocato, non è in nessun luogo.

2)come furono create le anime e dove vivono?
Dio è Uno e molteplice, Dio è l'infinito attivo dentro il vuoto primordiale passivo, è un essere unico semplice quanto il nulla e complesso quanto l'infinito. Nella semplicità è Uno in tutti e tutti sono Lui, nella complessità ciascuno di noi, ciascun essere e cosa che esiste è un frammento della sua esistenza, anche la nostra anima è un "frammento" di Dio, se anche uno solo di noi non esistesse, in realtà non potrebbe esistere Dio, quindi tutte le anime esistono da sempre. E' anche vero che spesso si parla di creazione delle anime, esseri che non hanno memoria dell'inizio dei tempi, anime più o meno anziane, in realtà tutte esistono da sempre come potenziale all'interno del vuoto primordiale, quando vengono create in realtà sarebbe più corretto dire che si "svegliano", cioè prendono coscienza. Altra cosa: tutto è coscienza, le anime si muovono all'interno della coscienza di Dio che è l'Universo stesso, e non solo questo. Il grado di evoluzione di un'anima non è direttamente proporzionale al tempo della sua esistenza, ma è la consapevolezza raggiunta, inoltre il tempo è relativo alla consapevolezza e in funzione di questa accellera e rallenta. Sono vari decenni che il tempo ha iniziato ad accellerare, con la conseguente "crescita rapida" di consapevolezza per l'umanità, e una manifestazione più diretta del karma da scontare, e anche l'intenzionalità è più rapida a manifestarsi sul piano fisico. Dal 1987 al 2012 è un periodo molto particolare, si conclude con una svolta per la coscienza mondiale, l'inizio di una nuova era non la fine.

3)perché le anime si incarnano ?
La risposta che più facilmente si trova è: per fare esperienza, perché quando le anime "tornano" al loro "corpo" spirituale, in base alla consapevolezza maturata sul piano fisico, hanno una più completa e vivida visione di Dio, si avvicinano alla Sua consapevolezza, il processo è graduale ma prevede anche dei "salti quantici", inizialmente si parte dal regno minerale, poi si passa ad una sfera superiore quella vegetale, poi animale, umana, poi angelica e così via fino a Dio (il Grande ritorno a Casa a cui tutta la creazione è necessariamente destinata).
Però sinceramente perché sia necessario tutto questo non lo so, non potevamo essere immediatamente consapevoli fin da subito? Dio ha le "mani legate" da qualche necessità? E' o non è onnipotente? Effettivamente inizialmente si dice che c'era il Paradiso perfetto, poi a seconda della tradizione o dottrina che consideriamo abbiamo vari episodi, ma alla fin fine possiamo dire che c'è stata una Caduta (a prescindere da come o chi abbia fatto i danni...) ecco mi vien da dire: ma come è stato possibile in un mondo perfetto una simile disgrazia?? Era inevitabile? E meglio che sia avvenuta? Non lo so e vorrei proprio saperlo.

4)che differenza c’è tra le anime di persone umane e anime di animali?
Credo che molte anime di animali si fondono insieme per dare origine ad una sola anima umana, infatti la somatica di una persona (il volto e non solo) a volte tende a somigliare ad un qualche animale, magari a causa degli occhi un po' sporgenti, vicini, il mento pronunciato, rughe particolari, il naso aquilino o in altra maniera, etc. Quando l'uomo richiama con i suoi tratti un certo animale, significa che c'è un disequilibrio nella sua anima e un tratto del suo carattere diventa troppo pronunciato (scontroso, insistente, grossolano, acido, ciarliero...), così c'è anche una carenza da qualche altra parte (timido, pauroso, impacciato, confuso, disorientato...). Naturalmente l'ho fatta molto semplice il discorso andrebbe esposto in modo più chiaro e meglio definito, però credo di aver dato un'idea. L'anima èsemplice e complessa, noi siamo consapevoli di una vita la nostra che viviamo ora, ma in realtà possiamo fare ancora più esperienza vivendo più vite contemporaneamente, e sono molto diverse le vite che si passano, solo l'istante della nascita e della morte coincide (sembra bizzarro ma in diverse fonti più volte o letto cose simili). Il nostro sé superiore è l'angelo già formato che saremo, siamo noi creatori di noi stessi e creatura al tempo stesso, come Gesù Cristo che era Uomo e Dio, tutti noi lo siamo, tutto sta a diventarne realmente consapevoli. (non chiedetemi come perché lo chiedo io a voi)

5)che differenza c’è tra le anime angeliche e le altre anime?
Stesso discorso della risposta 4, molte anime umane (che tra l'altro sono affini, stesso grado di evoluzione e comunque da sempre legate in modo particolare, anche se alcune non si sono mai incontrate sul piano terreno, però inconsciamente sono sempre rimaste in contatto, attraverso il sé superiore) si fondono per dare origine ad un angelo. E anche loro hanno un'evoluzione e passeranno ad una sfera superiore quando sarà il momento giusto. Pensiamo per analogia alle cellule che ci formano: siamo un unico essere che contiene una molteplicità di esseri di grado inferiore, ma di pari dignità all'essere unico, perché non potrebbe esistere senza quelli inferiori.

6)esiste una gerarchia ed un’evoluzione delle anime?
Nella risposta 3, 4 e 5 si trova più o meno anche la risposta 6, ci sono salti quantici, da una sfera a quella superiore, quel che so io abbiamo: minerale, vegetale, animale, umano, angelo, serafino, Dio. Sono 7, questo numero scandisce il ritmo dell'universo, il cuore dell'universo e il cuore dell'uomo sono uniti da un ritmo che è il 7. (ma non so bene come e perché, non a caso la settimana ha 7 giorni) Inoltre l'uomo è al 4° gradino, è il ponte che può mettere in collegamento, il minerale con Dio, il vegetale con il serafino e l'animale con l'angelo. Se uno traccia dei semicerchi per fare questi collegamenti e mette una linea verticale sotto l'uomo compare un candelabro ebraico.
Comunque non è finita i 3 regni superiori che appartengono al mondo increato, si possono suddividere ciascuno in 3 cerchi, e otteniamo 9 sfere angeliche, non le ricordo... ma si trovano facilmente sono anche nella divina commedia di Dante. Il nostro compito è diventare PONTE, il PONTE è la fede, che non è credere ad una ideologia ma è una FORZA che nasce dalla consapevolezza di sapere chi siamo realmente, ognuno di noi è diverso, ognuno di noi ha una VIA unica, bisogna riconoscerla, la mia non l'ho trovata e non so neanche come cercarla e tutto questo mi sembra ingiusto.

Spero di aver detto qualcosa di utile e interessante a Gianfry, purtroppo è una difficile ricerca tra esoterismo, cabala, religioni varie, yoga, filosofie, antiche sapienze, vangeli, colloqui con angeli tramite spiritismo (cercando di capire cosa è roba seria e cosa non lo è...): che mondo! Avrei gradito una guida prima di essere buttato quaggiù! La domanda da 1.000.000 $ secondo me è la 3, confesso che mi tortura abbastanza, in altre parole potrei tradurla così: perché non è sempre stato tutto perfetto per tutti? Altrimenti non c'era bisogno dei cicli e della reincarnazione, e dell'evoluzione, etc. avrei voluto che Dio ci avesse dato in mano il puzzle completo, io non mi diverto a ricostruirlo: non so quali sono i pezzi, come vanno messi, dove devo cercali, a volte dubito se esista davvero un puzzle da mettere in ordine...
Zero is offline  
Vecchio 07-01-2008, 03.04.55   #6
el topo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-08-2007
Messaggi: 43
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Spero di aver detto qualcosa di utile e interessante a Gianfry, purtroppo è una difficile ricerca tra esoterismo, cabala, religioni varie, yoga, filosofie, antiche sapienze, vangeli, colloqui con angeli tramite spiritismo (cercando di capire cosa è roba seria e cosa non lo è...): che mondo! Avrei gradito una guida prima di essere buttato quaggiù! La domanda da 1.000.000 $ secondo me è la 3, confesso che mi tortura abbastanza, in altre parole potrei tradurla così: perché non è sempre stato tutto perfetto per tutti? Altrimenti non c'era bisogno dei cicli e della reincarnazione, e dell'evoluzione, etc. avrei voluto che Dio ci avesse dato in mano il puzzle completo, io non mi diverto a ricostruirlo: non so quali sono i pezzi, come vanno messi, dove devo cercali, a volte dubito se esista davvero un puzzle da mettere in ordine...

Hai detto un sacco di cose utili! La mia personale risposta alla tua domanda è LA VITA. Mi spiego.. il mondo, in potenza, è già perfetto, ma la sua perfezione non corrisponde ai nostri canoni razionali, alle nostre definizioni superficiali di giustizia che ci vengoni inculcati come cancri fin dall'infanzia.
Il mondo per essere perfetto ha bisogno del male,ma il male spesso diventa un'etichetta linguististica totalmente inconsistente.. Potremmo dire che il tempo, il ritmo, ha bisogno di due poli su cui oscillare, di due forze in equilibrio e in continua tensione dinamica.. Se togli il polo negativo, sparisce anche quello positivo e l'energia non scorre.. Penso che l'assoluto si rigeneri costantemente per un solo motivo, vivere, o sarebbe meglio dire sentire.. il lato della coscienza sempre trascurato.
Spesso si parla dell'uomo nei consueti termini dell' intendere e del volere, dimenticando quella variabile fondamentale che è il sentire, variabile alla base di ogni nostra idea, in quanto determina il nostro stato di coscienza, vero generatore della nostra esperienza. Se non riusciamo a capire le nostre azioni o quelle degli altri chiediamoci: come mi/si sentivo/a? E' in base alla accuratezza di tale risposta, il dubbio diverrà meno oscuro..
La vita è l'evoluzione del sentire, la scalata sulle sette note musicali, in cui alti e bassi determinano un fluire esaltante nella gioia e nel dolore..
Per comprendersi l'assoluto non ha bisogno di parole ma di stati.. e sappiamo che il male è un fertilizzante incredibile quanto la merda!
Noi occidentali siamo alienati dall'eccessiva importanza che diamo al linguaggio! Credere nell'immortalità delle anime non è solo una posizione intellettuale, bensì determina un stato emotivo! Se l'immortalità si riesce a 'sentire' oltre che a comprendere a livello mentale, se si riesce ad accetarla veramente, essa comporta una speranza, un'anticonformismo, una lucidità e una gioia senza fine! Ovviamente intervallata da necessari momenti di oblio che verranno apprezzati in tutta la loro intensità nel momento della serenità, destino e fine comune. Ma attenzione alla perfezione delle idee, un eccessiva chiarezza intellettuale può oscurare la forza del cuore.. Seguendo il famoso matematico Godel, ogni sistema razionale deve seguire due principi: quello della coerenza logica e quello dell'aderenza con la realtà.. più un sistema è coerente logicamente più esso si allontana dalla realtà dei fenomeni descritti.. L'universo è irrazionale e non lineare, un'immensa rete in cui tutto è già perfetto e collegato, tranne la nostra percezione troppo identificata in un ego che dissocia le emozioni.. Se siamo destinati, mal che vada, alla reincarnazione, perchè abbiamo così tanta paura della morte, del potere altrui, del destino? Forse perchè non lo sentiamo ancora veramente, forse perchè non abbiamo trasformato quest'idea astratta in qualcosa di concreto nella nostra vita, in modo consapevole(è quindi perfetto).. Cominciamo a comportarci da immortali e il mondo cambierà!
Dio, cioè l'uomo, ha inventato la morte per avere tanta vita e la rimozione totale a cui si è sottoposto è la volonta suprema di sentire cosa comporta essere vivo. Spero di essere stato non troppo chiaro.. è quindi più vicino alla verità..
el topo is offline  
Vecchio 07-01-2008, 12.58.31   #7
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Citazione:
Originalmente inviato da el topo
Sono molto interessato alle possibili risposte a queste domande.. anche se in esse è già implicita una visione del mondo alquanto spiritualistica che condivido in parte..

1)perché esistono i mondi spirituali ed i mondi materiali? Che relazione c’è tra loro?
A mio modo di vedere, non esiste una separzione netta tra i due mondi, in quanto entrambi si mescolano e compenetrano costantemente, potremmo dire che tra essi c'è la stessa relazione che intercorre tra energia e materia, ovvero una differenza illusoria dettata dalla nostra povera percezione della realtà, che nasconde un'identità essenziale..

A mio avviso, i mondi spirituali, cioè i Piani di Luce, sono al di fuori di tempo e spazio e sono costituiti da energia pura (o Spirito), NON particellare.
Lo Spirito dello spazio-tempo è invece costituito da energia magnetica particellare, cioè basata su particelle elementari (quark) di materia e di antimateria (bosoni). Con la "caduta" si sono introdotte delle distorsioni di pensiero, e quindi dell'energia magnetica originaria, che hanno dato origine alle energie distorte: magnetica distorta, elettromagnetica, elettrica e radioattiva.


Citazione:
Originalmente inviato da el topo
2)come furono create le anime e dove vivono?
Anche qui si ricade di nuovo in un dualismo a mio parere sterile.. ti rispondo con un'altra domanda, perchè le anime hanno bisogno di un creatore esterno? e se fossero entità autonome e autorganizzate?
Siamo sicuri che esistano entità materiali ed entità non materiali, forse gli angeli sono entità molto materiali, benchè invisibili ad un occhio umano, o ancor peggio, entità incomprensibili per un sistema concettuale che non ha trovato metafore migliori per descriverle..
L'idea viene prima del fatto, ma il fatto per sua natura relativizza l'idea, la quale è sempre un atto in potenza.. è un circolo vizioso.. da questo punto di vista l'uomo è un angelo in potenza, è l'evoluzione è una crescita ciclica verso la propia realizzazione. Siamo tutti sulla stessa strada e chi è più avanti trascina chi è rimasto indietro.

Ma adesso tocca a te!

SPIRITO: sostanza delle scintille divine create dall'Assoluto. Esso vive nei Piani di Luce ma può anche incarnarsi in uno spazio-tempo. Esso può essere o dotato di una capacità creativa individuale (Anima o Spirito individualizzato) o dotato di una capacità creativa collettiva (Spirito collettivo).

Anche lo Spirito si evolve. Esistono tre forme di Spirito in rapporto all'evoluzione:
1) Scintilla divina:
2) Spirito collettivo
3) Anima

SCINTILLA DIVINA: unità di Spirito più piccola esistente. E' la corrispondente spirituale del quark spazio-temporale: ogni scintilla divina si incarna in un singolo quark.
La Scintilla Divina si incarna nelle forme spazio-temporali di livello inferiore a 3.000.
SPIRITO COLLETTIVO: insieme di scintille divine dotate di una capacità creativa collettiva. Esempi di Spiriti Collettivi: Delfini/Balene
ANIMA: Spirito individualizzato, dotato cioè di una propria capacità creativa individuale. Quando incarnata necessita di un Corpo di Luce che ne permetta l'integrazione nella forma spazio-temporale. L'Anima comincia ad incarnarsi nelle forme spazio-temporali di livello superiore a 3000.
Il livello 3000 corrisponde al livello di iniziato, cioè (per l'essere umano) rappresenta l'inizio del risveglio spirituale, cioè dell'Ascensione.

L'unica forma di Spirito che può essere condannata dall'Assoluto secondo la Legge penale è l'Anima. Perché? Poiché solo l'Anima è dotata di una capacità creativa individuale. Gli Spiriti collettivi e le scintille divine hanno una capacità creativa collettiva. Solo le Anime cioè possono essere considerate singolarmente responsabili dei loro pensieri. Nel mondo spirituale, le Anime rappresentano la forma adulta dello Spirito; gli Spiriti collettivi rappresentano la forma adolescenziale dello Spirito; le scintille divine rappresentano la forma bambina dello Spirito.

Solo le specie spazio-temporali essere umano, delfino/balena, rettile, animale e Natura hanno un Corpo di Luce. Solo tali specie fisiche, infatti, possono ospitare un'Anima (il Corpo di Luce, ricordiamolo, è la struttura energetica che serve ad ospitare un'Anima in una data forma spazio-temporale). Tuttavia vi possono essere Anime che si incarnano senza il bisogno di un Corpo di Luce: ciò è possibile solo se tali Anime sono sufficientemente pure da non poter cadere in alcuna delle griglie magiche malefiche (cristica, adamitiche e di Lilith). Tali Anime possono essere solo Anime angeliche così elevate da esser pronte ad incarnarsi in una forma umana: una volta incarnate rappresentano cioè degli Angeli umani.
In una forma umana si possono incarnare un'anima umana, oppure un'anima animale, oppure un'anima della Natura, oppure un'anima angelica. Questo spiega fra l'altro il perché molte persone somigliano ad animali.

La gerarchia animica è diversa dalla gerarchia delle specie spazio-temporali.
La gerarchia delle specie spazio-temporali è, in ordine decrescente: essere umano, delfino/balena, rettile, angelo, animale, Natura, cellula, molecola, atomo, quark.
La gerarchia delle Anime sui Piani di Luce è invece, in ordine decrescente: essere umano, animale, Natura, angelo.

Un'anima può collegarsi a molteplici forme spazio-temporali allo stesso tempo. Non esiste una gerarchia tra gli Spiriti collettivi: solo i rettili ed i delfini, al pari della cellula, della molecola, dell'atomo e del quark, sono ospitati da Spiriti collettivi (l'Anima invece è uno Spirito individualizzato). Uno Spirito collettivo è uno Spirito che, pur dotato di capacità creativa (Volontà), non ne fa uso in modo autonomo ma agisce passivamente adattandosi al pensiero della collettività spirituale. Tali Spiriti collettivi non vivono sui Piani di Luce bensì fanno esperienza direttamente nello spazio-tempo incarnandosi una volta che uno Spirito collettivo inizia ad utilizzare la propria capacità creativa (Volontà) esso è pronto per divenire un'Anima (Spirito individualizzato). Tuttavia uno Spirito collettivo può entrare nel Piano di Luce più basso come Anima angelica.

Per ora mi fermo qui...
Gianfry is offline  
Vecchio 07-01-2008, 14.03.09   #8
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Citazione:
Originalmente inviato da Gianfry
...................... Lo spirito...................

E' positivo, secondo me, il tuo tentativo di dimostrare l'esistenza di quella realtà che chiamiamo spirito con delle analogie di ordine scientifico.
Personalmente un argomento che esprimo spesso si richiama alla realtà del sogno...intendo quel fenomeno che si verifica quando dormiamo .

Faccio appello a quanto detto da un saggio, il venerabile Beda: esistono due libri della rivelazione...( ognuno chiami il primo come vuole Bibbia, Bhagavit Gita, Corano ecc. ecc.) il secondo è il libro della natura.

Prendo questa affermazione alla lettera...e mi domando quale realtà della natura sia rivelativa del mondo dello spirito, cosicché ognuno che mai in vita sua abbia letto un libro e neppure abbia imparato a leggere e sia all'oscuro della storia, possa conoscere questa verità essenziale?

E la risposta che mi do è sempre quella: il sogno.

Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 07-01-2008, 15.33.18   #9
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Citazione:
Originalmente inviato da Zero
1)perché esistono i mondi spirituali ed i mondi materiali? Che relazione c’è tra loro?
I mondi spirituali non sono nettamente diversi dai mondi materiali, sembra che esista una sola entità che è viva ed è energia pura, possiamo chiamarla LUCE, questa LUCE può "raffredarsi" e farsi "pesante" e si potrebbe fare una scala di gradazioni a cui far corrispondere i vari stati di questa sostanza. Per esempio un'ampia fetta di tradizioni esoteriche vedono nell'uomo 4 corpi: fisico, emozionale, mentale, eterico. E non c'è una differenza netta ma è materia sempre più sottile, tant'è che ad un certo punto si parla di "energie sottili" anziché materia, ma in verità si capisce bene come non ci sia una reale distinzione tra materia ed energia.
In questa esposizione comunque lacunosa (non me ne intendo molto di queste cose... e mi baso su tante fonti eterogenee e letture di vari libri...) è più o meno abbozzata anche la "relazione" tra spirito e materia, o meglio come in realtà abbiamo una sola cosa su diversi piani di vibrazione (nelle culture orientali si parla spesso di vibrazione anziché gradi o stadi della materia, e devo dire che mi sembra un'idea più raffinata anche se non la padroneggio bene). Questi piani di vibrazione sono tutti comunicanti e collegati, come esattamente non lo so.

A mio avviso, i mondi spirituali, cioè i Piani di Luce, sono costituiti da 18 sfere concentriche di pura energia (LUCE) NON particellare (spazio) che ospitano le anime che sono anch'esse sfere di LUCE ma autonome rispetto ai Piani di Luce, cioè dotate di una capacità creativa autonoma, cioè di propria consapevolezza (tempo). In questi mondi il tempo e lo spazio sono separati.
I mondi materiali, cioè lo spazio-tempo, sono uno specchio dei Piani di Luce, ma sono costituiti da energie particellariche formano la materia ed antimateria (quark e bosoni). Qui il tempo e lo spazio sono fusi insieme.

La Vita nello spazio-tempo è costituita da due parti: una fisica (materia) ed una eterica (antimateria). Per quanto riguarda l'essere umano, esso possiede 18 corpi:
1 corpo fisico, fatto di materia (quark) con una certa densità, o vibrazione;
1 corpo eterico astrale, fatto di antimateria (bosoni), che fa da collante agli organi e alle cellule del corpo fisico conferendogli la densità che conosciamo;
2 corpi mentali fatti di materia (quark) che hanno una vibrazione superiore a quella del corpo fisico (perciò non li vediamo);
2 corpi mentali fatti di antimateria (bosoni) che hanno una vibrazione superiore al corpo fisico e ai corpi mentali;
2 corpi emotivi fatti di materia (quark) che hanno una vibrazione superiore a quella del corpo fisico e dei corpi mentali (perciò non li vediamo);
2 corpi emotivi fatti di antimateria (bosoni) che hanno una vibrazione superiore al corpo fisico e ai corpi mentali;
2 corpi intuitivi fatti di materia (quark) che hanno una vibrazione superiore a quella del corpo fisico e dei corpi mentali ed emotivi (perciò non li vediamo);
2 corpi intuitivi fatti di antimateria (bosoni) che hanno una vibrazione superiore al corpo fisico e ai corpi mentali ed emotivi;
2 corpi creativi fatti di materia (quark) che hanno una vibrazione superiore a quella del corpo fisico e dei corpi mentali, emotivi ed intuitivi (perciò non li vediamo);
2 corpi creativi fatti di antimateria (bosoni) che hanno una vibrazione superiore al corpo fisico e ai corpi mentali, emotivi e intuitivi;

Questi 18 corpi hanno una loro vita autonoma. In sostanza noi viviamo contemporaneamente 18 vite parallele, di cui solo di quella del piano fisico siamo consapevoli. Le altre 17 vite sono vissute dai nostri Sé eterici (nei 17 corpi sottili) e noi possiamo viverle nei sogni.


Citazione:
Ora però devo evidenziare anche un punto più difficile: l'uomo ha l'emisfero destro e quello sinistro separati dal corpo calloso, questa separazione è ciò che simbolicamente significa la cacciata dal paradiso terrestre, siamo connessi con la parte più razionale del nostro cervello (l'albero della conoscenza) e separati da quello dell'altra metà irrazionale, ma più correttamente sapiente e connessa con i "mondi invisibili" (l'albero della vita rimasto nel paradiso e nascosto agli uomini), quindi ora è come se ci fosse un "velo" che non ci fa vedere il mondo come realmente è, che ci tiene separati da Dio e dagli angeli lasciandoci nell'ignoranza fonte di tutti i mali. Quindi questi "mondi invisibili" a cui non abbiamo più accesso (salvo qualche mente illuminata che ogni tanto porta luce all'umanità) non sono solo una parte di mondo che non si vede, ma un mondo dentro noi, che è realmente spirituale e addirittura increato, esiste da sempre, a differenza di quello comunemente chiamato "materiale" che è stato creato, inoltre è dislocato, non è in nessun luogo.

Metaforicamente quello che dici lo trovo giusto!
In altri termini, il cervello diviso in due parti separate rispecchia la "caduta" che ha portato alla separazione dei due emesferi. La parte sinistra del cervello sta ad indicare la mente razionale, che elabora sulla base della dualità (o polarità), che segue prima il male e poi il bene. La parte destra del cervello, quella analogica, è collegata con il cuore e rappresenta l'intuizione, cioè l'integrazione (unificazione) delle polarità. Infatti l'Ascensione consiste nell'integrare le polarità per arrivare all'UNITA'. Per ascendere occorre usare a pieno le due parti: mente e cuore. La mente serve per riconoscere le polarità ed il cuore serve per integrarle. Nel cuore risiede la nostra anima ed è lei che dovrebbe guidarci nell'evoluzione perché da essa provengono le vere informazioni spirituali.

Citazione:
2)come furono create le anime e dove vivono?
Dio è Uno e molteplice, Dio è l'infinito attivo dentro il vuoto primordiale passivo, è un essere unico semplice quanto il nulla e complesso quanto l'infinito. Nella semplicità è Uno in tutti e tutti sono Lui, nella complessità ciascuno di noi, ciascun essere e cosa che esiste è un frammento della sua esistenza, anche la nostra anima è un "frammento" di Dio, se anche uno solo di noi non esistesse, in realtà non potrebbe esistere Dio, quindi tutte le anime esistono da sempre.

In buona parte Concordo!

Secondo me, le anime furono create dall'ANIMA PADRE 18 miliardi di anni fa e furono create tutte come anime angeliche con il minimo di consapevoelzza e con il compito di evolvere tramite il pensiero e la volontà. Nella loro evoluzione le anime si sono poi differenziate in termini di consapevolezza (in ordine decrescente) come segue: anime umane, anime animali, anime della Natura e anime angeliche

Citazione:
E' anche vero che spesso si parla di creazione delle anime, esseri che non hanno memoria dell'inizio dei tempi, anime più o meno anziane, in realtà tutte esistono da sempre come potenziale all'interno del vuoto primordiale, quando vengono create in realtà sarebbe più corretto dire che si "svegliano", cioè prendono coscienza.

Quando le anime si risvegliano vuol dire che hanno deciso di ascendere.

Citazione:
Altra cosa: tutto è coscienza, le anime si muovono all'interno della coscienza di Dio che è l'Universo stesso, e non solo questo. Il grado di evoluzione di un'anima non è direttamente proporzionale al tempo della sua esistenza, ma è la consapevolezza raggiunta, inoltre il tempo è relativo alla consapevolezza e in funzione di questa accellera e rallenta. Sono vari decenni che il tempo ha iniziato ad accellerare, con la conseguente "crescita rapida" di consapevolezza per l'umanità, e una manifestazione più diretta del karma da scontare, e anche l'intenzionalità è più rapida a manifestarsi sul piano fisico. Dal 1987 al 2012 è un periodo molto particolare, si conclude con una svolta per la coscienza mondiale, l'inizio di una nuova era non la fine.

In buona parte concordo! Comunque la scadenza importante non si avrà nel 2012, bensì nel 2017, quando il nostro sistema solare entrerà nella cintura fotonica del GRAN SOLE CENTRALE (il sole della nostra creazione). In quel momento entreremo nella potente energia magnetica pura e coloro che non si saranno risvegliati penso che avranno qualche problema con le loro energie distorte.


Citazione:
3)perché le anime si incarnano ?
La risposta che più facilmente si trova è: per fare esperienza, perché quando le anime "tornano" al loro "corpo" spirituale, in base alla consapevolezza maturata sul piano fisico, hanno una più completa e vivida visione di Dio, si avvicinano alla Sua consapevolezza;


Concordo!

Citazione:
il processo è graduale ma prevede anche dei "salti quantici", inizialmente si parte dal regno minerale, poi si passa ad una sfera superiore quella vegetale, poi animale, umana, poi angelica e così via fino a Dio (il Grande ritorno a Casa a cui tutta la creazione è necessariamente destinata).

L'evoluzione nello spazio-tempo è in ordine crescente: quark, atomo, molecola, cellula, natura, animale, angelo, rettile, balena/delfino, essere umano.
Gianfry is offline  
Vecchio 07-01-2008, 15.40.39   #10
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Gerarchia ed Evoluzione delle Anime

Citazione:
Originalmente inviato da zero
(Seguito...)
Però sinceramente perché sia necessario tutto questo non lo so, non potevamo essere immediatamente consapevoli fin da subito? Dio ha le "mani legate" da qualche necessità? E' o non è onnipotente? Effettivamente inizialmente si dice che c'era il Paradiso perfetto, poi a seconda della tradizione o dottrina che consideriamo abbiamo vari episodi, ma alla fin fine possiamo dire che c'è stata una Caduta (a prescindere da come o chi abbia fatto i danni...) ecco mi vien da dire: ma come è stato possibile in un mondo perfetto una simile disgrazia?? Era inevitabile? E meglio che sia avvenuta? Non lo so e vorrei proprio saperlo.

Inizialmente Dio e Dea avevano generato Adamo ed Eva nell'EDEN con una consapevolezza elevata (liv. 3.000.000.000) che garantiva loro e a i loro discendenti anche l'immortalità della forma. Da questa base i figli di Dio dovevano partire per evolvere ulteriormente e guadagnarsi la Saggezza e la Sapienza (il frutto dell'albero). Ma essi contravvennero al consiglio di Dio e vollero mangiare il "frutto acerbo" convinti dalla tentazione del "serpente" che avrebbero comunque potuto raggiungere la Saggezza e la Sapienza senza meritarle.
Dio sapeva della possibilità della "caduta" ma non la impedì perché volle lasciare liberi i suoi figli di creare la loro realtà come la desideravano. In fondo la caduta l'hanno decisa loro e Dio ha rispettato il loro libero arbitrio.
La caduta ha portato gli esseri umani sempre più in basso come vibrazione e consapevolezza, a causa della loro inesperienza. Ma questo doveva accadere affinché potessero imparare a crescere: Non c'era altro modo.
In fondo noi sappiamo che ogni essere umano per crescere deve fare le proprie esperienze di vita, le cui lezioni non si possono imparare se non vivendo sulla propria pelle le esperienze.

Citazione:
4)che differenza c’è tra le anime di persone umane e anime di animali?
Credo che molte anime di animali si fondono insieme per dare origine ad una sola anima umana, infatti la somatica di una persona (il volto e non solo) a volte tende a somigliare ad un qualche animale, magari a causa degli occhi un po' sporgenti, vicini, il mento pronunciato, rughe particolari, il naso aquilino o in altra maniera, etc. Quando l'uomo richiama con i suoi tratti un certo animale, significa che c'è un disequilibrio nella sua anima e un tratto del suo carattere diventa troppo pronunciato (scontroso, insistente, grossolano, acido, ciarliero...), così c'è anche una carenza da qualche altra parte (timido, pauroso, impacciato, confuso, disorientato...). Naturalmente l'ho fatta molto semplice il discorso andrebbe esposto in modo più chiaro e meglio definito, però credo di aver dato un'idea. L'anima è semplice e complessa, noi siamo consapevoli di una vita la nostra che viviamo ora, ma in realtà possiamo fare ancora più esperienza vivendo più vite contemporaneamente, e sono molto diverse le vite che si passano, solo l'istante della nascita e della morte coincide (sembra bizzarro ma in diverse fonti più volte o letto cose simili). Il nostro sé superiore è l'angelo già formato che saremo, siamo noi creatori di noi stessi e creatura al tempo stesso, come Gesù Cristo che era Uomo e Dio, tutti noi lo siamo, tutto sta a diventarne realmente consapevoli. (non chiedetemi come perché lo chiedo io a voi)

Secondo me, molte persone somigliano ad un qualche animale perché in essi è incarnata l'anima di un animale. Infatti in una forma umana si può incarnare: un'anima umana, o un'anima animale, o un'anima di Natura o un0ì'anima angelica. Ovviamente tra le varie anime c'è una differenza evolutiva. Per esempio un'anima umana è più evoluta di un'anima animale, ecc. Un'anima angelica incarnata in una forma umana ha bassa consapevolezza ma per questo è più pura della altre anime; non sa ancora per esempio cosa sia il male.

Citazione:
5)che differenza c’è tra le anime angeliche e le altre anime?
Stesso discorso della risposta 4, molte anime umane (che tra l'altro sono affini, stesso grado di evoluzione e comunque da sempre legate in modo particolare, anche se alcune non si sono mai incontrate sul piano terreno, però inconsciamente sono sempre rimaste in contatto, attraverso il sé superiore) si fondono per dare origine ad un angelo. E anche loro hanno un'evoluzione e passeranno ad una sfera superiore quando sarà il momento giusto. Pensiamo per analogia alle cellule che ci formano: siamo un unico essere che contiene una molteplicità di esseri di grado inferiore, ma di pari dignità all'essere unico, perché non potrebbe esistere senza quelli inferiori.

Poiché un'anima umana si può collegare ad un numero indefinito di forme umane, si possono avere così molte anime affini. Tutte queste forme sono potenzialmente forme gemelle, ma alla fine l'anima si incarnerà completamente solo in due forme gemelle: una maschile ed una femminile.
Le anime sono sempre in collegamento olografico tra loro: perciò tutte le informazioni vengono tra loro condivise.


Citazione:
6)esiste una gerarchia ed un’evoluzione delle anime?
Nella risposta 3, 4 e 5 si trova più o meno anche la risposta 6, ci sono salti quantici, da una sfera a quella superiore, quel che so io abbiamo: minerale, vegetale, animale, umano, angelo, serafino, Dio. Sono 7, questo numero scandisce il ritmo dell'universo, il cuore dell'universo e il cuore dell'uomo sono uniti da un ritmo che è il 7. (ma non so bene come e perché, non a caso la settimana ha 7 giorni) Inoltre l'uomo è al 4° gradino, è il ponte che può mettere in collegamento, il minerale con Dio, il vegetale con il serafino e l'animale con l'angelo. Se uno traccia dei semicerchi per fare questi collegamenti e mette una linea verticale sotto l'uomo compare un candelabro ebraico.

A mio avviso, la gerarchia delle anime sui Piani di Luce è, in ordine decrescente: anima umana, anima animale, anima della Natura, anima angelica.
La gerarchia angelica sui Piani di Luce è la seguente, partendo dai più elevati, con relativi Arcangeli responsabili:
1° piano: i Troni con Sandalfone responsabile;
2° piano: i Metatroni con Metatron responsabile;
3° piano: i Serafini con Kryon responsabile;
4° piano: i Metaserafini con Krom responsabile;
5° piano: i Cherubini con Gabriele responsabile;
6° piano: i Metacherubini con Sodoma responsabile;
7° piano: le Potestà con Lucifero responsabile;
8° piano: le Metapotestà con Metatron responsabile;
9° piano: le Dominazioni con Raffaele responsabile;
10° piano: le Metadominazioni con Ezechiele responsabile;
11° piano: le Virtù con Daniele responsabile;
12° piano: le Metavirtù con Uriele responsabile;
13° piano: i Devas con Lucifero responsabile;
14° piano: I Metadevas con Gioele responsabile;
15° piano: i Grigi con Ariele responsabile;
16° piano: i Metagrigi con Emanuele responsabile;
17° piano: i Rettiliani con Samuele responsabile;
18° piano: i Metarettiliani con Michele responsabile;


Citazione:
Comunque non è finita i 3 regni superiori che appartengono al mondo increato, si possono suddividere ciascuno in 3 cerchi, e otteniamo 9 sfere angeliche, non le ricordo... ma si trovano facilmente sono anche nella divina commedia di Dante. Il nostro compito è diventare PONTE, il PONTE è la fede, che non è credere ad una ideologia ma è una FORZA che nasce dalla consapevolezza di sapere chi siamo realmente, ognuno di noi è diverso, ognuno di noi ha una VIA unica, bisogna riconoscerla, la mia non l'ho trovata e non so neanche come cercarla e tutto questo mi sembra ingiusto.

Spero di aver detto qualcosa di utile e interessante a Gianfry, purtroppo è una difficile ricerca tra esoterismo, cabala, religioni varie, yoga, filosofie, antiche sapienze, vangeli, colloqui con angeli tramite spiritismo (cercando di capire cosa è roba seria e cosa non lo è...): che mondo! Avrei gradito una guida prima di essere buttato quaggiù! La domanda da 1.000.000 $ secondo me è la 3, confesso che mi tortura abbastanza, in altre parole potrei tradurla così: perché non è sempre stato tutto perfetto per tutti? Altrimenti non c'era bisogno dei cicli e della reincarnazione, e dell'evoluzione, etc. avrei voluto che Dio ci avesse dato in mano il puzzle completo, io non mi diverto a ricostruirlo: non so quali sono i pezzi, come vanno messi, dove devo cercali, a volte dubito se esista davvero un puzzle da mettere in ordine...

E' vero che ogni essere umano segue la sua via unica. E ciascuno la sta seguendo anche se non ne è ancora cosciente. Se la tua anima si è risvegliata, allora sta ascendendo ma tu come forma ancora non ne sei cosciente. Comunque dovresti cercare di seguire gli impulsi della tua anima. Le informazioni della sdag (scuola di ascensione globale), secondo me, ci consentono di intraprendere coscientemente la via dell'ascensione globale.
Gianfry is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it