Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 15-03-2008, 09.44.59   #11
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Spirito & Materia

Citazione:
Originalmente inviato da ciro6
Siamo noi Spirito dentro un corpo (e/o anche intorno)
oppure tutto un insieme.
Se credete di essere uno spirito, allora per quale motivo staremmo dentro un corpo materiale?
E se pensate siamo tutto un insieme quale destinazione avrete dopo la morte, allo spirito che stava tutt'uno con il corpo cosa lo attende?


Grazie

Siamo e Non-Siamo una Coincidenza e Non-Coincidena di Tutto e Nulla, Sempre e Mai, Dovunque e in Nessun Posto...

Il Dentro e il Fuori si Fondono e si Separano... la Domanda è la Risposta e la Risposta è la Domanda (questo la mia "mente" lo ha colto da poco tempo, anche se nella mia "essenza" già era presente allo stato cosiddettamente "puro")...

Non puoi andare dove non sei e dove sei è la Destinazione...
...sii quel che sei e saprai di esserlo anche dopo la morte.

Ciao Ciro6, Buon Cammino in Te Stesso!
veraluce is offline  
Vecchio 15-03-2008, 12.07.00   #12
ciro6
AgaeflamO
 
L'avatar di ciro6
 
Data registrazione: 01-03-2008
Messaggi: 76
Riferimento: Spirito & Materia

Ringrazio a tutti quelli che stanno cercando di dissipare le mie incertezze o di allrgare il panorama.
Il dubbio rimane quando guardando la natura, la sola che abbiamo a disposizione si nota che tutto in natura nasce, cresce e si sviluppa, dando frutti se si tratta di pianta da frutto, oppure dando altre cose, in sostanza la possibilità di creare ossigeno dall'anidride carbonica.
Quindi tutto sembra finalizzato a e credo che anche noi dovremmo esserlo in qualche modo paragonabile ai cicli della natura.
Ora però l'essere umano è complesso e multidimensionale abbracciando diverse realtà, e se ora siamo presenti qui secondo me dovremmo esserlo anche da altre diverse parti, quindi un Essere che sperimenta la globalità delle possibili esistenze.
Il punto è siamo questo essere che continua a farlo da sempre, oppure siamo un essere che è in trasformazione, ovvero dopo questa esperienza di vita può DIVENIRE effettivamente uno spirito a tutti gli effetti?
Quindi siamo esseri consolidati ed esistenti da sempre, oppure esseri in formazione attraverso la prova terrena? Ovvero dei nuovi kspiriti che si formano su una ben più vasta platea degli stessi e più evoluti?
ciro6 is offline  
Vecchio 15-03-2008, 16.14.40   #13
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Spirito & Materia

Citazione:
Originalmente inviato da ciro6
Quindi siamo esseri consolidati ed esistenti da sempre, oppure esseri in formazione attraverso la prova terrena? Ovvero dei nuovi kspiriti che si formano su una ben più vasta platea degli stessi e più evoluti?
Io credo che più che esseri,siamo "occhi" dell'unica Coscienza.
"Essere" è solo la testimonianza di ciò.
Noor is offline  
Vecchio 15-03-2008, 18.31.10   #14
ciro6
AgaeflamO
 
L'avatar di ciro6
 
Data registrazione: 01-03-2008
Messaggi: 76
Riferimento: Spirito & Materia

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Io credo che più che esseri,siamo "occhi" dell'unica Coscienza.
"Essere" è solo la testimonianza di ciò.

Vuoi dire cellule che costituiscono gli occhi della Coscienza.
ciro6 is offline  
Vecchio 15-03-2008, 18.45.00   #15
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Spirito & Materia

Citazione:
Originalmente inviato da ciro6
Vuoi dire cellule che costituiscono gli occhi della Coscienza.
Nel senso di occhi,che vedono il ciò che accade,e lo testimoniano,senza esserci personalità ,o coscienze personali.
Noor is offline  
Vecchio 15-03-2008, 21.08.53   #16
ciro6
AgaeflamO
 
L'avatar di ciro6
 
Data registrazione: 01-03-2008
Messaggi: 76
Riferimento: Spirito & Materia

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Nel senso di occhi,che vedono il ciò che accade,e lo testimoniano,senza esserci personalità ,o coscienze personali.

Certo ma allora questi occhi vedono miliardi di realtà, e in questo caso formate da cosa se c'è personalità o coscienza pesonale?
In sostanza come è possibile una realtà così variegata se c'è unifromità di visione? E poi realtà di cosa di se stessi?
ciro6 is offline  
Vecchio 16-03-2008, 08.05.31   #17
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Rinuncia!

Citazione:
Originalmente inviato da ciro6
Certo ma allora questi occhi vedono miliardi di realtà, e in questo caso formate da cosa se c'è personalità o coscienza pesonale?
In sostanza come è possibile una realtà così variegata se c'è unifromità di visione? E poi realtà di cosa di se stessi?
Quale personalità,quale coscienza personale?
Chi è che fa il sogno?
E' Chuang-tsu che si risveglia e si chiede se egli è un sogno della farfalla, o se è la farfalla a credersi chuang-tsu?
Chi è che si chiede tutto questo?
C'è forse un sogno che vuole conoscere se stesso?

Eccoti un beffardo racconto "zen" di Franz Kafka:

"Era mattino molto presto, le strade pulite e vuote, andavo verso la stazione. Quando confrontai l’ora del campanile col mio orologio, vidi che era molto più tardi di quanto potevo credere:

mi dovevo affrettare e lo spavento di questa scoperta mi rese incerto sulla strada: non ero ancora pratico dei questa città, ma fortunatmente nelle vicinanze c’era un vigile, corsi verso di lui, e senza fiato, domandai la strada. Egli rise e disse: “Da me tu vorresti sapere la strada?” “Sì”, risposi io, “da solo non la posso trovare.” “Rinuncia! Lascia perdere!” disse lui e si allontanò con un grande salto, così come la gente che col proprio ghigno vuol essere lasciata sola."

Franz Kafka
Noor is offline  
Vecchio 16-03-2008, 09.50.57   #18
crepuscolo
viandante
 
Data registrazione: 19-11-2006
Messaggi: 199
Riferimento: Rinuncia!

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Quale personalità,quale coscienza personale?
Chi è che fa il sogno?
E' Chuang-tsu che si risveglia e si chiede se egli è un sogno della farfalla, o se è la farfalla a credersi chuang-tsu?
Chi è che si chiede tutto questo?
C'è forse un sogno che vuole conoscere se stesso?

Eccoti un beffardo racconto "zen" di Franz Kafka:

"Era mattino molto presto, le strade pulite e vuote, andavo verso la stazione. Quando confrontai l’ora del campanile col mio orologio, vidi che era molto più tardi di quanto potevo credere:

mi dovevo affrettare e lo spavento di questa scoperta mi rese incerto sulla strada: non ero ancora pratico dei questa città, ma fortunatmente nelle vicinanze c’era un vigile, corsi verso di lui, e senza fiato, domandai la strada. Egli rise e disse: “Da me tu vorresti sapere la strada?” “Sì”, risposi io, “da solo non la posso trovare.” “Rinuncia! Lascia perdere!” disse lui e si allontanò con un grande salto, così come la gente che col proprio ghigno vuol essere lasciata sola."

Franz Kafka

Fantastico...risposta pertinente ed efficace perfettamente aderente al sogno là dove chi ghigna insegna
con tutto il rispetto taccio e mi inchino alla tua simpatia caro noor
crepuscolo is offline  
Vecchio 16-03-2008, 10.18.07   #19
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Rinuncia!

Citazione:
Originalmente inviato da crepuscolo
Fantastico...risposta pertinente ed efficace perfettamente aderente al sogno là dove chi ghigna insegna
con tutto il rispetto taccio e mi inchino alla tua simpatia caro noor
Certo!
La durezza dello zen,che la mente legge come beffarda e ghignante,in fondo è solo utile a zittirla..
pS non inchinarti troppo che può farti male la schiena!
Noor is offline  
Vecchio 16-03-2008, 10.46.50   #20
ciro6
AgaeflamO
 
L'avatar di ciro6
 
Data registrazione: 01-03-2008
Messaggi: 76
Riferimento: Spirito & Materia

Certo enunciare una parabola non è poi così tanto difficile e dire che noi stessi non ce la facciamo a spiegare una realtà da noi creata non è complicato.
Peggio è invece se queste realtà del sogno sono miliardi e tutte si scontrano, dato che invece noi materialmente ne facciamo di lineari.
configurare un matrix nel sogno o un ologramma lo si può capire, ma ci sono dei punti di riferimento che vadano oltre la morte e il prima del nascere no!!!!
Quindi diremmo che tutto quello che è prima e dopo è risveglio?
E allora in questo caso un grando Essere è presente prima o dopo o si tratta di una coscienza che per quanto grande non è cmq omnicomprensiva di tutto ma s ua volta compresa?
ciro6 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it