Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 29-05-2008, 19.28.32   #31
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Del mondo ma non nel mondo...

Salve ! ho errato condivido quanto scrive l'amico ... per continuare ad errare , non c'è contraddizione quando si postadella stessa natura del mondo (insostanziale, impermanente, insoddisfacente), e poi
impermanenza, insoddisfacenza, ecc., invece sono dei concetti, delle astrazioni formulate dalla mente.?
eih! così per fare due chiacchere non per polemica claudio
fallible is offline  
Vecchio 29-05-2008, 20.14.33   #32
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: NEL mondo ma non DEL mondo...

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Quindi il corpo-mente è permanente?
no.
il distinguo tra ente e concetto è nell'ambito del riscontro dualistico.
perciepiamo come "cosa" un corpo, per es., che poi la meditazione ci fa vedere insostanziale e impermanente,
mentre concetti e astrazioni sono idee che albergano solo nella nostra mente, non le "vediamo fuori".
andre2 is offline  
Vecchio 29-05-2008, 20.26.33   #33
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Del mondo ma non nel mondo...

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
non c'è contraddizione quando si postadella stessa natura del mondo (insostanziale, impermanente, insoddisfacente), e poi
impermanenza, insoddisfacenza, ecc., invece sono dei concetti, delle astrazioni formulate dalla mente.?
la mente è del mondo, e formula concetti su caratteristiche del mondo. gli è pertinente.
andre2 is offline  
Vecchio 29-05-2008, 22.45.00   #34
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: NEL mondo ma non DEL mondo...

Citazione:
Originalmente inviato da andre2
no.
il distinguo tra ente e concetto è nell'ambito del riscontro dualistico.
appunto..è una distinzione solo dualistica..
Comunque mi sono perso..
Per me rimane valido:nel mondo (permanenza)
del mondo (impermanenza)
Chiaramente c'è interconnessione,non separazione.
Noor is offline  
Vecchio 30-05-2008, 01.45.50   #35
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Del mondo ma non nel mondo...

Salve!
sarò de coccio ma il mondo è o no insostanziale,impermanente insoddisfacente o è solo una mia astrazione concetto mentale?
è tardi e ho avuto fin'ora una nottataccia in reparto, vogliate scusarmi se non comprendo claudio
fallible is offline  
Vecchio 30-05-2008, 11.06.41   #36
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Del mondo ma non nel mondo...

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Salve!
sarò de coccio ma il mondo è o no insostanziale,impermanente insoddisfacente o è solo una mia astrazione concetto mentale?
lo è (il mondo insostanziale,impermanente, insoddisfacente).
ma se non c'è mente, non ci sono queste astrazioni.
ovvero, la "non-mente" o "non-sè" non formula questi concetti-astrazioni.
mi viene in mente un koan di hui neng, "qual'era il tuo volto prima di essere concepito?" (più o meno).....
andre2 is offline  
Vecchio 30-05-2008, 14.02.49   #37
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: Del mondo ma non nel mondo...

"nel mondo ma non del mondo", se questa affermazione viene accolta con fiducia e abbandono ha un suo proprio potere di guarigione che porta a sentire l'energia silenziosa dell'essere primordiale.
Allo stesso tempo si tratta solo di un concetto. Un concetto che guarisce da concetti piu' distorti.
Anche quello che puo' essere guarito e' solo un concetto e anche quello che puo' essere sentito, perso, trovato o abbandonato.

E' una grande fortuna che si tratta solo di concetti..
Flow is offline  
Vecchio 28-08-2014, 08.58.21   #38
elsire
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 27-08-2014
Messaggi: 162
Riferimento: Del mondo ma non nel mondo...

Citazione:
Originalmente inviato da DavidDavide
Beh, per commentare sarebbe opportuno che tu chiarisca un po’ meglio quali argomenti vuoi affrontare.

Siamo tutti capaci di scrivere frasi dal tono mistico-filosofico, accozzando insieme paroloni altisonanti al solo scopo di dare un tono serio ad una frase senza senso.

Sono capace anche io:

“La luce che ci illumina, oppure l’oscurità che ci inebria? Sono graditi commenti”

“L’Uomo cammina nel mondo o il suo Viaggio è pura illusione? Sono graditi commenti”

“L’Essere si erge sulla materia o è parte integrante di Essa? Sono graditi commenti”

“Dio è sostanza illuminata o è puro pensiero di fuoco? Sono graditi commenti”


Sono tutte frasi che cercano di imitare i toni e lo stile del linguaggio filosofico, con una spiccata tendenza al mistico-religioso.

Tuttavia sono accozzaglie di paroloni senza alcun senso, esattamente come:

“Del mondo ma non nel mondo... nel mondo ma non del mondo!
due atteggiamenti riguardo all'accadente...graditi commenti”

O mi spieghi cosa intendi dire con questa frase, oppure non sono in grado di fornirti alcun commento

La frase: "Del mondo ma non nel mondo... nel mondo ma non del mondo!", secondo me, non e' semplicemente una nebulosa formulazione dal tono mistico-filosofico, ottenuta accozzando insieme paroloni altisonanti al solo scopo di dare un tono serio ad una frase senza senso.
Si tratta, invece, di una intrigante ed icastica parafrasi del Vangelo di Giovanni, laddove Gesu', rivolgendosi ai discepoli, dice: "Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete DEL mondo, ma vi ho scelti io NEL mondo, per questo il mondo vi odia."
DavidDavide chiede che gli venga spiegata tale affermazione.
Gli si potrebbe rispondere: "Chi ha orecchie per intendere, intenda", come, appunto, avrebbe fatto Gesu'.
Per come l'intendo io, comunque, il senso e' il seguente.
Essere "nel" mondo, significa che noi esseri umani, nel bene e nel male, non possiamo che operare in questo mondo, in cui ci siamo ritrovati a nascere.
Pero', ci sono alcuni che sono solo "del" mondo, cioè, integralmente presi dai beni e dai desideri individualistici terreni, ma che non operano positivamente "nel" mondo; cioè si astengono dal compiere il bene, predicare il Vangelo, ed amare il prossimo.
In questo senso, pur essendo "del" mondo, non sono positivamente "nel" mondo.
I Cristiani, invece, lo fanno; e, per questo, spesso vengono ridicolizzati e odiati "dal" mondo... di coloro che sono solo "del" mondo.
Quanto alla seconda parte della formulazione, a me sembra evidente che Fallible faccia ricorso -anche qui- ad una sorta di diafora: cioè, al riutilizzo di parole già usate, ma con una sfumatura di significato leggermente diversa.
Il che, in effetti, può confondere un po' le idee.
Essere "nel" mondo ma non "del" mondo, infatti, secondo me significa che il vero cristiano è -necessariamente- nel mondo (sperando che ivi operi degnamente), ma:
a) è privo di attaccamento per le cose di questo mondo;
b) sa che lo attende un altro mondo, che è oltre questo...e che quindi, alla fin fine, loro non sono di questo mondo.
Ma questa è solo la mia modesta opinione.
Fallible potrà confermare se è esatta o meno.
elsire is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it