Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 06-02-2015, 12.27.34   #1
Mariano
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 06-10-2014
Messaggi: 49
La fede è un dono?

Io ritengo che la fede sia un'esigenza dell'uomo pensante che crede nell'esistenza di qualcosa oltre la sua razionalità; qualcosa che sente e non sa definire, ma che non ha nulla a che fare con l'angoscia dell'ignoto, bensì col senso della vita.
La fede non è credere nei dogmi e nei riti delle religioni.
La fede ha generato le religioni che poi l'hanno ingabbiata in una struttura di dogmi e miti.
Al giorno d'oggi, in una società pervasa da varie religioni, per trovare la fede è necessario, almeno temporaneamente, uscire dalle gabbie create dalle religioni.
C'è chi condivide?
Mariano is offline  
Vecchio 06-02-2015, 19.44.56   #2
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: La fede è un dono?

@Mariano

Per trovare la fede in che, in che cosa?!?!
Duc in altum! is offline  
Vecchio 06-02-2015, 22.48.29   #3
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: La fede è un dono?

Citazione:
Originalmente inviato da Mariano
Io ritengo che la fede sia un'esigenza dell'uomo pensante che crede nell'esistenza di qualcosa oltre la sua razionalità; qualcosa che sente e non sa definire, ma che non ha nulla a che fare con l'angoscia dell'ignoto, bensì col senso della vita.
La fede non è credere nei dogmi e nei riti delle religioni.
La fede ha generato le religioni che poi l'hanno ingabbiata in una struttura di dogmi e miti.
Al giorno d'oggi, in una società pervasa da varie religioni, per trovare la fede è necessario, almeno temporaneamente, uscire dalle gabbie create dalle religioni.
C'è chi condivide?

Chi l'avrebbe donata... la fede?

Non è che tu costruisci immagini logico/razionali e, non avendo una risposta, ma supponendola di tuo, definisci fede le conclusioni a cui pervieni?

Se quella è la fede, allora penso che ogni essere umano ne possieda un pò.
laryn is offline  
Vecchio 07-02-2015, 00.56.03   #4
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: La fede è un dono?

Citazione:
Originalmente inviato da Mariano
per trovare la fede è necessario, almeno temporaneamente, uscire dalle gabbie create dalle religioni.

..ma ancor prima,dalla ragione stessa,anch'essa (e forse sopratutto) creatrice di gabbie.
quindi,secondo me più che un dono e' una conquista a se stessi,una scelta di autentica libertà.
acquario69 is offline  
Vecchio 07-02-2015, 06.27.24   #5
Mariano
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 06-10-2014
Messaggi: 49
Riferimento: La fede è un dono?

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!

Per trovare la fede in che, in che cosa?!?!
Perché vuoi perpetuare lo stesso errore che si è perpetrato nei tempi?
Non pensare presuntuosamente di poter definire qualcosa che non è definibile!
Mariano is offline  
Vecchio 07-02-2015, 06.50.55   #6
Mariano
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 06-10-2014
Messaggi: 49
Riferimento: La fede è un dono?

Citazione:
Originalmente inviato da laryn
Chi l'avrebbe donata... la fede?

Non è che tu costruisci immagini logico/razionali e, non avendo una risposta, ma supponendola di tuo, definisci fede le conclusioni a cui pervieni?

Se quella è la fede, allora penso che ogni essere umano ne possieda un pò.
Non ritengo che la fede sia un dono.
Non ritengo che sia una costruzione logico/razionale, bensì un sentimento.
Ritengo che ogni uomo (pensante) l'abbia.
Ritengo che non se ne possa avere un poco: o si ha o non si ha!
Mariano is offline  
Vecchio 07-02-2015, 07.06.50   #7
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: La fede è un dono?

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
@Mariano

Per trovare la fede in che, in che cosa?!?!


secondo me ti ha già risposto.

Citazione:
nell'esistenza di qualcosa oltre la sua razionalità; qualcosa che sente e non sa definire

quando qualcuno cerca di esprimere qualcosa credo bisogna pure "leggere fra le righe" e non filtrarle solo attraverso le nostre lenti
acquario69 is offline  
Vecchio 07-02-2015, 09.26.55   #8
laryn
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-07-2014
Messaggi: 134
Riferimento: La fede è un dono?

Citazione:
Originalmente inviato da Mariano
Non ritengo che sia una costruzione logico/razionale, bensì un sentimento.
Anche il sentimento è un modo di pensare e, pertanto, una costruzione logico/razionale del sistema mentale che permette di pensare.

Citazione:
Ritengo che ogni uomo (pensante) l'abbia.
Poichè la fede è di solito legata a concetti religiosi, bisognerebbe che tu spieghi cosa intendi con il tipo di fede cui fai riferimento. C'è la fede scientifica, c'è la fede politica, quella di due innamorati (simboleggiata persino da quell'oggeto chiamato "fede" (l'anello)... e svariati altri tipi di fede.
Forse tu parli della fede in senso lato. come quella facoltà che ti permette di riflettere e interrogarti e poi darti una qualche teorica risposta, alla quale tu credi per initmamente, per fede. Anche in una teoria scientifica si può credere per fede (Big Bang, evoluzione, brodo primordiale da cui derivò la vita, abiogenesi, etc.). Si può perciò definire la fede come costruzione teorica di un' interrogativo e alla sua ipotetica risposta.

Citazione:
Ritengo che non se ne possa avere un poco: o si ha o non si ha!

Non può essere un dogma. In genere ogni tipo di fede è suscettibile di mutamento di veduta, di abbandono delle basi su cui si fonda e di accettazione di altre basi. Non è eterna come dicono che sia quella di tipo religioso.
Si può avere tanta fede per poi, a seconda degli eventi, rigettarla in toto o in parte (prima hai fede in babbo natale, poi, maturando, distruggi quella fede).
laryn is offline  
Vecchio 07-02-2015, 12.34.10   #9
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: La fede è un dono?

** scritto da Mariano:

Citazione:
Non pensare presuntuosamente di poter definire qualcosa che non è definibile!

Meno male che sostieni di non dover credere nei dogma!
Questa affermazione che è filosofia applicata?!?!

Io, personalmente, la Fede la vivo, e non è possibile vivere qualcosa o Qualcuno senza averlo conosciuto (cosa ben differente da comprendere) e definito.
Penso che tu stia volendo non accettare che è umanamente impossibile esistere senza Fede (ossia credere obbligatoriamente in qualcosa di definito in quel determinato momento che il giorno dopo può anche cambiare, ma sempre condizionerà e dirigerà le nostre decisioni o scelte), oppure, non ti va giù che si possa avere fede in Dio.

Tu sostieni di dover trovare questa fede, ovviando che già il tuo agire è conseguenza di una fede, da ciò, ribadisco, la mia domanda: Per trovare la fede in che, in che cosa, se già ne hai una?!?!


Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 07-02-2015, 15.26.30   #10
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: La fede è un dono?

Citazione:
Originalmente inviato da Mariano
Io ritengo che la fede sia un'esigenza dell'uomo pensante che crede nell'esistenza di qualcosa oltre la sua razionalità; qualcosa che sente e non sa definire, ma che non ha nulla a che fare con l'angoscia dell'ignoto, bensì col senso della vita.
La fede non è credere nei dogmi e nei riti delle religioni.
La fede ha generato le religioni che poi l'hanno ingabbiata in una struttura di dogmi e miti.
Al giorno d'oggi, in una società pervasa da varie religioni, per trovare la fede è necessario, almeno temporaneamente, uscire dalle gabbie create dalle religioni.
C'è chi condivide?


Ciao Mariano.
Parecchi anni fa decisi di leggermi la Bibbia per intero, mi ci sono voluti anni perchè prendevo appunti e mi prendevo pause di riflessione).
Lo feci in un momento di crisi cultural-razionale.
La prima cosa che mi colpì, ma non è solo per la Bibbia, lo è per l'Islam, il vero Islam) e la cultura indiano cinese, è la sapienza e la saggezza antica. L' ho capito che l'uomo morale ed etico non ha mutato nel tempo.
La fede è il salto nel buio il cui ciglio prima del burrone è la ragione, cioè la ragione ti porta fino ad un certo punto, poi "devi crederci", ed è un fatto personalissimo. Sono perfettamente d'accordo con te , ragione+fede è il tentativo di trovare risposte ai significati della vita e in particolare della propria esistenza, in quell'orizzonte temporaneo di pochi decenni che ci offre l'esistenza.

Dopo aver letto e direi anche studiato direttamente la Bibbia per i fatti miei ,senza alcun filtro interpretativo e senza commentari, allora quelle sottolineature quell domande che man mano leggendo mi sono posto, ho cercato, per quanto fosse possibile delle risposte.
Dopo ,solo diopo vengono le interpretazioni, l'ermeneutica e l'esegesi e quindi la costruzione logico razionale delal fede nel dogma, la secolarità delle Chiese, ma prima come comunità originarie, i diversi punti di vista e interpretazioni ecc.

Ma il punto fondamentale è che quella fede è la stessa inspiegabile qualità che la scienza non riesce a trovare e quindi nega come irrazionalità.
Si nega quindi la coscienza, si nega il sentimento, si nega l'etica: quelle che invece ritengo tanto importanti quanto la ragion-razionale.
Perchè la ragione non può da solo spiegare i nostri moventi, cioè le motivazioni per cui ragioniamo in una certa maniera particolare, ogni uomo una testa e ogni umano cerca una sua "collocazione" esistenziale, un suo punto di equilibrio.
La fede quindi è l'inspiegabile motivazione e in quanto tale non ha un linguaggio codificabile, non può essere espressa dalla sola logica razionale dei dogmatismi, è semplicemente oltre e prima nella stesso tempo, in quanto fra motivazione e scopo per trovarvi i significati del perchè sentiamo dentro di noi quelle motivazioni e nello stesso tempo ci poniamo domande razionali per trovare i segni, i significati del nostro cammino, che poi è la vita. Non c'è una risposta razionale.

Ma sentiamo le correlazioni con altri linguaggi.
Quando ci innamoriamo di una persona , abbiamo fede, abbiamo fiducia in lei, al di là della ragione:quindi ci affidiamo.
L'amore è declinabile dalla ragione, dalla psiciologia, dalla poesia, eppure quanti lo hanno definito, ma sfugge a qualunque tentativo di imprigionarlo di definirlo definitivamente.
L'amore ha a che fare con la fede, quindi c'è anche un sentimento.
paul11 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it