Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-11-2003, 18.14.39   #11
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
In nome della fede e della bontà divina ho visto uccidere milioni di anime. Non vi è dio cristiano dato che non esiste un dio solo buono, è inconcepibile.
Se è vero che l'uomo è fatto ad immagine e somiglianza di dio, allora quest'ultimo sarà ambiguo quanto l'uomo, dupplice in aspetto come lo stesso.
La Bibbia, non va letta, ma interpretata...
Da anni chiedo che qualcuno mi spieghi il buco temporale esistente nella vita del cristo, ma..neppure un teologo è riuscito a colmare il mio desiderio di sapere.
I vangeli sono dei bellissimi scritti..ma tali rimangono dato che la chiesa ne ha ammessi solo alcuni, quelli fastidiosi..stranamente, sono stati occultati, come occultato è stato tutto il materiale che riguardava quegli anni che vanno dalla fanciullezza all'inizio della predicazione.
Cristo fù un grande profeta al pari di Maometto..impensabile l'assunzione a figlio di dio, dato che secondo la fede cattolica, tutti lo siamo. Inoltre..mi chiedo come mai, la grande ed amata chiesa non accetti che la mente umana possa superare le comuni capacità ed andare ad agire ove il comune mortale non arriva. Semplice gridare al miracolo ed attribuire ad un presunto dio l'azione, più difficle addentrarsi nei meandri di antiche filosofie sparite e fatte marcire da un clero succube di se stesso e del potere temporale.

Posso accettare l'ipotesi dell'incontrro con una comunità buddista, di fatto, pare che Cristo ricevette delle iniziazioni esoteriche, conoscenze che la chiesa rinnega poiché indurrebbero a credere in un dio uomo, capace di usare i "poteri della sua stessa mente"...

Sono Giorgio, se ti dicessi che dio è quella coscienza superiore (o energia) che regola nel perfetto equilibrio l'universo e che quale scopo ha.. la semplice continuità della vita? ritieni sia plausibile? oppure è meglio adorare idoli fatti di metallo ed inneggiare a qualcosa che se analizzi attraverso la ponderazione logica, vedrai rispecchiere la perfetta assurdità?
ciao

Ultima modifica di deirdre : 11-11-2003 alle ore 18.18.18.
deirdre is offline  
Vecchio 11-11-2003, 19.00.55   #12
eugenio
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Messaggio originale inviato da CHIARA
Ok Eugenio (ti dò del tu anche se hai scritto di essere anziano...), non facciamolo diventare un discorso tra sordi però...
Però io penso che uno possa dire di avere fede quando riesce a vedere nelle quotidiane realtà della sua vita (2 mogli credenti, la parrocchia di appartenenza dedicata ai santi, insomma, cose semplici e anche banali se vuoi) la presenza del Signore. Io ci ho messo parecchio a capirlo e ho pregato molto per accorgermi della Sua presenza nella mia vita... Tu ci sei molto vicino, non arrenderti dando la colpa alla tua razionalità, segui il tuo cuore!

Comunque, non vorrei diventare "insistente", se ho esagerato, scusa.
A presto, Chiara*


Chiara...ESIGO il tu. Ci mancherebbe! C'è uno in kata che dà dei lei a tutti con un linguaggio forbito. Mi fa vomitare!
Ti dico una cosa. Ho un amico d'infanzia, il quale a vent'anni ha studiato a fondo i VANGELI, poi è diventato un politico ateo, e a 50 anni, si trovava in Umbria seduto su una panchina, e guardava il verde che lo circondava, ma senza concentrazione nè preghiera. Un bel momento ha sentito qualcosa di strano, un segno, ma forte, e si è trovato sbalzato in una dimensione mistica. Da allora è credente, ma sul serio, e partecipa a discussioni sulle messe in piazza, ecc.
Questo per dirti che succede, ma non perchè qualcuno l'ha convinto.... Era solo soletto. Sono processi strettamente individuali, che capitano quando uno meno se lo aspetta.
Questo ti volevo dire. Io comunque, anche se non sono un praticante, conduco una vita parallela, perchè ritengo i Vangeli un concentrato di saggezza, e parlo volentieri dell'argomento, anche se mi considero un ESTERNO. Ciao Chiara... un abbraccio!
Eugenio
 
Vecchio 11-11-2003, 19.08.02   #13
eugenio
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
In nome della fede e della bontà divina ho visto uccidere milioni di anime. Non vi è dio cristiano dato che non esiste un dio solo buono, è inconcepibile.
Se è vero che l'uomo è fatto ad immagine e somiglianza di dio, allora quest'ultimo sarà ambiguo quanto l'uomo, dupplice in aspetto come lo stesso.
La Bibbia, non va letta, ma interpretata...
Da anni chiedo che qualcuno mi spieghi il buco temporale esistente nella vita del cristo, ma..neppure un teologo è riuscito a colmare il mio desiderio di sapere.
I vangeli sono dei bellissimi scritti..ma tali rimangono dato che la chiesa ne ha ammessi solo alcuni, quelli fastidiosi..stranamente, sono stati occultati, come occultato è stato tutto il materiale che riguardava quegli anni che vanno dalla fanciullezza all'inizio della predicazione.
Cristo fù un grande profeta al pari di Maometto..impensabile l'assunzione a figlio di dio, dato che secondo la fede cattolica, tutti lo siamo. Inoltre..mi chiedo come mai, la grande ed amata chiesa non accetti che la mente umana possa superare le comuni capacità ed andare ad agire ove il comune mortale non arriva. Semplice gridare al miracolo ed attribuire ad un presunto dio l'azione, più difficle addentrarsi nei meandri di antiche filosofie sparite e fatte marcire da un clero succube di se stesso e del potere temporale.

Posso accettare l'ipotesi dell'incontrro con una comunità buddista, di fatto, pare che Cristo ricevette delle iniziazioni esoteriche, conoscenze che la chiesa rinnega poiché indurrebbero a credere in un dio uomo, capace di usare i "poteri della sua stessa mente"...

Sono Giorgio, se ti dicessi che dio è quella coscienza superiore (o energia) che regola nel perfetto equilibrio l'universo e che quale scopo ha.. la semplice continuità della vita? ritieni sia plausibile? oppure è meglio adorare idoli fatti di metallo ed inneggiare a qualcosa che se analizzi attraverso la ponderazione logica, vedrai rispecchiere la perfetta assurdità?
ciao


Sei Giorgio di "politica"? Quello con cui ho litigato appena adesso?
Cioè Giorgio 51? Senti Giorgio, Ho visto adesso dopo che ho parlato con Chiara. Devo andare a cena. Ti devo però rispondere, ma devo raccogliere le idee....... A più tardi allora!
O se non posso, domani...Ciao!
 
Vecchio 11-11-2003, 19.24.10   #14
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Giorgio? no..io sono deirdre e sono una donna...sorry o madò...
SonoGiorgio è il nick di uno dei partecipanti al forum..quella specifica domanda era rivolta a lui...

Ultima modifica di deirdre : 11-11-2003 alle ore 19.27.52.
deirdre is offline  
Vecchio 11-11-2003, 20.27.36   #15
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
Perdonami Deidre, forse sono troppo stanco dopo questo martedi d'inferno, ma non ho ben compreso il senso del tuo post. Cioè non ho capito perchè hai rivolto a me la tua domanda. Puoi spiegarmi? Volevi per caso dirmi che la logica non serve per comprendere Dio? Davvero, non ho capito.
Giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 11-11-2003, 21.51.55   #16
eugenio
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Giorgio? no..io sono deirdre e sono una donna...sorry o madò...
SonoGiorgio è il nick di uno dei partecipanti al forum..quella specifica domanda era rivolta a lui...


Lùùùù? Nooo!!!
Non farmi morire, dai...
ibiscorosso
 
Vecchio 12-11-2003, 08.25.44   #17
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
per Giorgio

Citazione:
perchè sei convinto che con la ragione non riuscirai mai a comprendere Dio se non sai, come nessuno qui, cosa sia Dio?

Questa tua domanda mi ha colpito, di fatto, tu chiedi se sia possibile definire attraverso la ragione un fattore che non è possibile comprendere. Io ho messo in gioco un'ipotesi e chiedevo se fosse accettabile o meno.
deirdre is offline  
Vecchio 12-11-2003, 08.26.51   #18
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Messaggio originale inviato da eugenio
Lùùùù? Nooo!!!
Non farmi morire, dai...
ibiscorosso

..ma guarda che sei un enigma sai?
deirdre is offline  
Vecchio 12-11-2003, 12.51.57   #19
eugenio
 
Messaggi: n/a
per deirdre

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
..ma guarda che sei un enigma sai?



deirdre.121103

Tu chiedi molte risposte, e farò del mio meglio, anche se l'argomento è scottante, e non mi va di offendere nessuno. Sono d'accordo in quasi tutto quello che dici.
Il fatto è che le religioni sono sempre state una necessità per le grandi masse. Tu non puoi dire: "non uccidere, perchè è cattiva educazione". Devi dire: " se uccidi, Dio ti punirà". Che cosa sia Dio, nessuno lo sa, e a seconda dello sviluppo culturale di una etnia, abbiamo un tronco d'albero, il sole, la luna, e altre cose visibili. Con l'ebraismo, inizia il Dio invisibile, sulla vetta del Sinai, ma nessuno immagina la sua figura, che in fondo è una specie di Giove che non si vuol far vedere. Il suo potere è limitato, può far scendere la manna, può maledire i reprobi di Aronne, ma niente di più. Fa l'alleanza con un gruppo di beduini che girano per il deserto e li classifica "popolo eletto" . Si comincia ad organizzare uno Stato moderno, con le leggi scritte: il decalogo. Le leggi sono dettate "direttamente" da Jahvè, per cui indiscutibili. Da quel ceppo nascono le religioni monoteiste, tra cui la cristiana. Io sono convinto che la "misericordia" sia un innesto buddista, ma non insisto perchè credo di essere solo io a pensarlo. Ritengo che sia un progresso rispetto all'ebraismo intollerante. Però ha dei limiti,
avvertiti nel primo comandamento da Mosè. "Non farai rappresentazione alcuna di Dio". C'è già la percezione di un Dio immenso e onnipresente, per cui non rappresentabile.
Quì nascono le contraddizioni.
La prima è il Dio buono. Non so quando sia nata, perchè non mi sembra di ravvisarla nei Vangeli. Ma posso sbagliarmi, data la secolare falsificazione del Vangelo operata dalla Chiesa di Roma.
Basta vedere gli occhi della zebra mangiata viva dal leone che le fruga nella pancia, per avere dei dubbi sulla bontà divina. Non poteva fare tutti vegetariani? La zebra non ringrazia Dio per la sua bontà. A questo punto è meglio Jahvè il giustiziere...
Inoltre si capisce la paura del clero del seicento di fronte a Galileo. Hanno capito che una creazione così immensa come l'universo che si stava disvelando, creava dubbi sull'esistenza di un creatore così potente.
Non era più sulla nuvola, ma era molto più in là.
Difficile rivolgersi a una "persona" grande miliardi di anni luce! E allora in soccorso ci sono la Madonna, la dea madre mediterranea, e Gesù, simbolo di Dio in terra. Il pregante ha bisogno di visualizzare l'oggetto per raggiungere la concentrazione. E poi il rito OOM
per i buddisti, e il rosario per i cristiani per favorire la concentrazione. A questo punto si crea il feeling, e l'individuo è più potente, è investito da energia.
Ecco, ENERGIA. Io penso che per rendere credibile all'uomo del duemila l'esistenza di un Dio creatore, si può pensarlo come energia primordiale, che penetra tutto il creato, nelle forme più disparate. Come oggetto visualizzabile, il Cristo, come veicolo per realizzare la concentrazione.
Tutto questo vedo per un credente evoluto.
In quanto a me, agnostico, io penso che l'universo sia sempre esistito, che abbia dimensioni a noi non rivelabili, che pulsi come un polmone, dilatandosi e contraendosi con un periodo di miliardi di anni, che un determinato momento e in un determinato luogo nasca la vita come espressione estrema evolutiva della natura, che il big beng sia una balla, e che corrisponda allo stato di massima concentrazione, cui segue la fase di dilatazione. Questo penso io, ma è un quadro puramente estetico, e cioè ha un valore di modello possibile. Fatto sta che l'energia è l'unico fattore comune presente nel mondo che conosciamo.
Mi sono dilungato troppo, ma era impossibile essere più brevi senza creare equivoci.
E tu chi sei, deirdre? Sei un mistero maggiore della Trinità...o sbaglio? In ogni caso un caro saluto.

Eugenio
 
Vecchio 12-11-2003, 13.35.54   #20
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
Per Deirdre
Io forse parto da un presupposto diverso dal tuo.
Io non so cosa sia Dio; e proprio perchè non lo so, non posso affermare "a priori" che questa Entità non sia comprensibile dalla ragione umana. Se partissi dal presupposto contrario, inizierei una ricerca con una limitazione autoimposta e non giustificata.
Forse, quando e se riuscirò ad avere maggiore "saggezza", comprenderò che la "ragione" è stata in grado di condurmi fino ad un certo punto della Via; da quel momento in poi, forse, dovrò ricorrere ad altre virtù, come l'intuizione o l'immaginazione. Ma in ogni caso ciò che fortemente credo è che Dio sia perfettamente accessibile alla mente dell'Uomo. Se così non fosse, non avrebbe senso la ricerca, non avrebbe senso porsi troppe domande; forse, sempre se questo Dio esiste, non sarebbe un'Entità meritevole dell'onore che gli tributiamo se ci ha fornito di ragione ed intelligenza solo per vederci soffrire nei vicoli ciechi delle domande esistenziali. Sarebbe solo un crudele Padrone che si nasconde agli occhi dei suoi schiavi, dopo averli bastonati ben bene. Allora, inutile cercare; godiamo della materialità, abbandoniamo ogni etica, fottiamocene dell'Universo e dell'Uomo.
Ma io non credo che sia così.
ciao
giorgio
SonoGiorgio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it