Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 03-03-2004, 14.06.03   #31
Cris
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 19-02-2004
Messaggi: 33
x atisha

Grazie! Ho già conosciuto Gurdjieff tempo fa, ma non è stato il percorso che interagiva con il mio modo di sentire, cioè non mi ha aiutata a cambiare......c'era sempre qualcosa che sfuggiva.Forse ho la testa dura e ho bisogno di percorsi più semplici!
Cris is offline  
Vecchio 03-03-2004, 14.44.01   #32
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
x Cris

Partiamo dal fatto che non esiste solo un percorso e che comunque ogni "incontro" deve offrirci qualcosa.. sta a noi, alle nostre intuizioni ed alla nostra vera sete di ricerca "capire".
Dici che Gurdji non interagiva con il tuo "sentire".
Perchè, te lo sei mai chiesta?
Forse disturbava il tuo sonno?
Per esperienza credo non esistano percorsi più semplici, perchè è sempre la mente che crea consiglio semplice, comodo.
Ciò che invece accettiamo va a far parte della coscienza (quale scelta), ciò che neghiamo va a far parte dell'inconscio e rimane sepolto..creando divisione. Quello che gettiamo all'interno del "sacco" quale scelte di comodo, rimangono incanalate dentro di noi, controproducendo.
perchè dico questo?.. per riallacciarmi al discorso di inizio discussione, per considerare che ogni cosa che "escludiamo" per facilitarci un'azione, rimane in magazzino...
il percorso di pulitura e trasformazione sta proprio in questa osservazione e confronto.. anche in queste piccole cose, piccole scelte.
E' sempre la mente che sceglie, comodamente!



atisha is offline  
Vecchio 03-03-2004, 19.34.01   #33
Cris
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 19-02-2004
Messaggi: 33
A parte il fatto che non ho mai dormito bene per tutta la mia vita, volevo solo dire che ho viaggiato con le visuali di G. per un pò di strada fino ache ne ho trovate altre da esperimentare. Tutto qui!

Grazie comunque per l'interessamento.
OGNI PERCORSO VA BENE SE TI PORTA A CASA
Cris is offline  
Vecchio 03-03-2004, 19.40.49   #34
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
OGNI PERCORSO VA BENE SE TI PORTA A CASA


Credo sia una nuova illusione....

le visuali di Gurdjieff non si discostano di molto da quelle di altri maestri contemporanei e non... qui bisogna osservare.
cmq .. è un processo che dovrai sperimentare, ne io ne altri lo possiamo fare al tuo posto!
Un caro saluto e buon viaggio
atisha
atisha is offline  
Vecchio 18-03-2004, 20.40.42   #35
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Mi ricordo che in un documentario su Archimede ascoltai un pensiero di questo grande uomo che diceva più o meno così: puoi leggere un teorema solo dopo che ne hai scritto la formula.
Ovvero prima devi costruire una teoria e poi sarai in grado di leggerla su di un libro.

Per la spiritualità non è diverso. Leggere una valanga di libri non può arricchirti neppure di una briciola se non l' hai sperimentato prima sul campo.

L'esperienza pratica, il nostro vissuto e le nostre riflessioni valgono più di mille parole.

Puoi leggere mille ottime ricette di dolci ma fare una torta e farla bene è altro.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 26-05-2004, 22.19.11   #36
Curandera
Ospite abituale
 
L'avatar di Curandera
 
Data registrazione: 11-05-2004
Messaggi: 90
ripescaggio

Era finito in fondo, ma mi è piaciuto e riportandolo in lista credo varrebbe la pena di rileggerlo la sincerità è un bel tema
Curandera is offline  
Vecchio 27-05-2004, 12.08.24   #37
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Sincerità...
già, un bel tema da portare a regola e riferimento nel cammino verso la Spiritualità.
Sincerità è anche cogliere i vincoli che ci vedono obbligati a considerarci "infelici coscienze", riuscendo a riconoscerci come coscienze libere, dopo aver compiuto un viaggio che per tappe ed esperienze porta sì in realtà diverse e difficili da comunicare, ma che alla fine potrà solo spingerci verso nuove e comuni regioni per aprire gli occhi nel famoso "qui e ora", in quell'energia originaria (o primaria) di difficile spiegazione... ma che chiunque ne abbia fatta esperienza al di là della scienza, filosofia o teologia, non potrà che limitarsi a sorridere all'intolleranza ed emozione espressa da chi ancora ne coglie realtà diversa a seconda della propria evoluzione.

Sincerità..un bel tema sicuramente...
ciao e grazie.
atisha is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it