Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 01-06-2002, 13.25.28   #11
Morfeo
 
Messaggi: n/a
"Morfeo che tipo di yoga hai fatto? Ti e' piaciuto? Immagino di no se non hai proseguito. "

?????

Cosa vorrebbe dire "non ti è piaciuto?" Cos'è un dolce che si assaggia e se ti va lo mangi?

Ho imparato il pranayama e l'ho usato quando mi è servito, praticavo altro al tempo, ma tutto serve e tutto è lo stesso...


Kayten mi spieghi cosa significa, mi sono allenato qualche volta???
Stai sempre parlando di yoga?

E' come quelli che vanno in palestra per due mesetti e poi dicono: "Io ho fatto Aikido" !


Boh... sarò io ad essere estremista in queste cose... (vabbeh non solo in queste...)
 
Vecchio 01-06-2002, 17.00.41   #12
Pie'oh'pah
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Originally posted by Morfeo

E' come quelli che vanno in palestra per due mesetti e poi dicono: "Io ho fatto Aikido" !


Ehm...

"io ho fatto kendo, io ho fatto kendo!"


...non ho potuto resistere...
bacio!!

Pie
 
Vecchio 01-06-2002, 23.00.40   #13
Luca
Ospite abituale
 
L'avatar di Luca
 
Data registrazione: 24-05-2002
Messaggi: 71
E' diverso fare una cosa perche' ti serve o perche' ti appassiona e ti piace proprio. Come un dolce, perche' no? Quando ho iniziato lo facevo 11 ore al giorno preche' mi piaceva, ma non avevo niente da curare; poi e' diventata una professione con allenamenti sempre piu' intensi ed ho dovuto gestire meglio i tempi per non andare in stress da affaticamento.
E' giusto il termine "allenamento", perche' no? Il fisico deve essere allenato per sostenere una buona pratica altrimenti ci si fa male.
E' ovvio che poi i benefici vengono da se con il movimento e attraverso la pratica di asana e pranayama ma perche' aspettare di averne bisogno?
Luca is offline  
Vecchio 03-06-2002, 08.53.02   #14
kayten
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2002
Messaggi: 57
Morfeo, il "mi sono allenato qualche volta con un mio amico" non e'
stato un prova e poi cambia, ma per un motivo che mi ha aiutato parecchio,in quei tempi soffrivo di una forte aritmia cardiaca e mi davano delle pastiglie che mi toglievano tutte le forze, allora il mio amico istruttore yoga una sera mi prese le pastiglie e le butto' via e dalla mattina seguente per un 20 giorni per quasi due ore iniziammo gli esercizi yoga sia ginnastici che di respirazione,da quel momento tutti i disturbi sono scomparsi e le pastiglie le tengo sempre come ricordo.
ciao!
Adriano
kayten is offline  
Vecchio 04-06-2002, 11.11.31   #15
Luca
Ospite abituale
 
L'avatar di Luca
 
Data registrazione: 24-05-2002
Messaggi: 71
Ciao kayten,
che yoga fa il tuo amico? I ninja utilizzano anche la meditazione? Non si puo sapere in pratica come lavorate per raggiungere quello che hai detto?
Luca is offline  
Vecchio 04-06-2002, 12.00.57   #16
kayten
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2002
Messaggi: 57
X Luca

Ciao Luca, non conosco il nome dello yoga praticato dal mio amico,mi informero'.per quanto concerne la mia scuola abbiamo un modo di agire tutto nostro,trattandosi di combattimento occorre avere tutte le forze fisiche e psichiche allineatee quindi in caso di pericolo non c'e' tempo per ricorrere a mantra o mudra,
quindi avendo studiato i 5 elementi e le relative proprieta' fisiche e psichiche ho lavorato su queste sino ad amalgamarle,ti faccio un esempio, dell' alfabeto prima impari vocali e le consonanti, nel nel nostro caso queste sono i singoli elementi, poi le parole , ovvero sai usarli ma uno alla volta, ed infine con le parole formi delle frasi di senso compiuto,ossia in una tecnica sono usati piu' elementi
pilotandoli dal Vuoto.vi sono momenti in cui e'richiesta la concentrazione ed altre in cui la concentrazione deve essere tassativamente negata,poiche' usata bloccherebbe il fisico.
riconosco che e' un metodo strano,ma vedi che i miei allievi non hanno alcun problema a confrontarsi (per studio e non per gare!)
con compagni di altre arti.il duro e' risolvere la situazione con un colpo solo,ma il bello di questo studio e' la precisione che deriva dal conoscere il piu' possibile se stessi.
per quanto concerne la meditazione la usiamo ma non e' un cardine almeno per noi.
ciao!

Ultima modifica di kayten : 04-06-2002 alle ore 12.06.54.
kayten is offline  
Vecchio 05-06-2002, 12.27.25   #17
Luca
Ospite abituale
 
L'avatar di Luca
 
Data registrazione: 24-05-2002
Messaggi: 71
Il discorso diventa un po' complesso. Bisognerebbe provare quello che fai per capire bene. Dalle poche informazioni mi viene da pensare che comunque quello che fate e' una forma di meditazione. Per meditazione io intendo la cessazione di tutte le attivita' mentali (essenzialmente i pensieri). In questo modo si assume il pieno controllo della mente e secondo me puo' essere molto d'aiuto in una disciplina marziale. Se non ho capito male quello che fate e' un po' un mettere da parte le interazioni mentali; non penso che un ninja si faccia prendere dal panico in una situazione di pericolo.
E' ovvio che la meditazione (quella pura in assanza completa di pensiero) non puo' essere utilizzata durante i combattimenti; anch'io quando poi affronto i problemi della vita non mi metto a fare mudra e mantra, pero' se pratico tutte le sere poi si agisce diversamente, riuscendo a valutare tutte le situazioni nella massima lucidita' e senza le distorsioni e influenze emozionali a cui puo' essere soggetta la mente. La Vera pratica si deve vedere nella vita.
Luca is offline  
Vecchio 05-06-2002, 13.39.49   #18
kayten
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2002
Messaggi: 57
vero Luca

la vera pratica e' nella vita, infatti quando si parla di spade , conbattiamo con quelle affilate come un rasoio ed i colpi sono veri
e piu' volte, spade costose sono volate in pezzi, ed e' li' vche devi assumere il controllo e comprendere innanzi tutto che la viste e' solo uno dei tanti organi e non il primario e che se pensi sei perso!! il corpo sa cosa fare dopo un buon addestramento, ed e' inutile rompergli le scatole con i pensieri.in un altro topic ho descritto come vediamo noi i 5 elementi, da quelli traiamo la forza e la conoscenza necessaria per applicare cio' che veramente si impara ed in cui si crede.ricorrere a simulazioni non impara nessuno e' il colpo vero che ti insegna ed una buona regola e' : "non trovarsi dove il colpo arriva".ed inoltra devi comprendere il mutamento istantaneo del tempo reale quindi se inserisci il pensiero l' azione tarda ed appartiene al passato con il conseguente risultato di perdere.
kayten is offline  
Vecchio 05-06-2002, 13.43.58   #19
kayten
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2002
Messaggi: 57
Per Luca

ripeto il post dell' altro forum, forse qui e' il suo posto giusto:


5 regole
Penso un po' per mia convinzione causa le esperienze vissute
ed anche per aver riflettuto sul loro significato che queste 5 regole (chiamiamole cosi' per comodita') possano forse aiutare
le persone a non cedere alla tentazione di cadere in stati malinconico depressivi. io ve le dico poi sta a voi tirarmi pomodori oppure no (vi prego tiratemeli solo molli!! grazie)!.

1) forza
2) conoscenza
3) capacita' di osare
4) restare in silenzio
5) qui ed ora.

1) Forza :

nulla arriva gratuitamente quindi per ottenere occorre lavorare sodo ma lavorare, un buon copro deve essere supportato da un buon spirito ed una buona forza e' quella che aiuta a vivere meglio.

2) conoscenza :

tanta forza senza cervello sarebbe sprecata, quindi occorre imparare a conoscere e comprendere piu' cose possibili e mai ritenersi troppo soddisfatto od arrivati,sforzarsi sempre di arrivare al' essenza senza sentieri tortuosi che deviano.

3) Capacita' di osare

se ora hai la forza e la conoscenza dovrai uscire allo scoperto nella vita ed applicare integralmente cio' che hai imparato,la conoscenza aiutera' il corpo e la forza aiutera' la conoscenza nella realizzazione dei propri progetti.

4) Restare in silenzio

ossia quando sei forte, hai la conoscenza e quindi inizi ad osare (inteso come vivere veramente, se quqlcosa va storto non stare li' a recriminare o cercare false giustificazioni che ritarderebbero solo la tua riuscita, stai zitto e rifletti sulle possibili cause dell' insuccesso, gli insuccessi si verificano quando incontri gente piu' preparata di te oppure tu stesso commetti errori determinanti.quindi, rimboccati le maniche , leccati le ferite e riparti cercando di non commettere due volte lo stesso errore.

5) Qui ed ora

sembra la piu' facile ma in realta' e la piu' difficile, in poche parole significa essere sempre se stessi ed essere sempre presenti ed essere estremamente consci che la realta' muta di attimo in attimo quindi devi muoverti insieme ad essa.in questo modo
vivrai la vera vita senza rimpianti e quando verra' il tempo di guardarsi un attimo indietro sorriderai dicendo...."cacchio, pero' di casino ne ho fatto abbastanza!!!" e dormirai tranquillo in attesa di ritornare.
ciao a tutti
Adriano
kayten is offline  
Vecchio 16-06-2002, 23.17.43   #20
Luca
Ospite abituale
 
L'avatar di Luca
 
Data registrazione: 24-05-2002
Messaggi: 71
Talking Yoga=

Lo yoga e' una disciplina marziale.
Luca is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it