Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-03-2005, 19.01.42   #1
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
Eckhart

lo conoscete avete letto le sue opere, cosa ne pensate ...
io lo stò leggendo questi giorni lo trovo sensazionale.....

diecidieci is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.05.01   #2
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Eckhart chi? Eckhart Tolle oppure Jhoann (Meister) Eckahart?
Paolo77 is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.07.17   #3
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Eckhart chi? Eckhart Tolle oppure Jhoann (Meister) Eckahart?
...
Meister Eckahart lo hai letto???
diecidieci is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.11.04   #4
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Mi dispiace ma non l'ho letto, ma ho intraletto la sua biografia...dimmi il titolo del libro che stai leggendo almeno lo prendo...
Paolo77 is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.14.43   #5
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
si paolo uno è "La nobiltà dello spirito"
l'altro è "La via del distacco" sono aforismi

ti scirvo qui alcune cose........

Quando è la pienezza del tempo? Quando non c'è più il tempo. La pienezza del tempo c'è per chi, nel tempo, ha posto il suo cuore nell'eterno, e per cui sono morte tutte le cose temporali.

Fin tanto che l'uomo ha tempo, spazio, numero, molteplicità non è come deve essere, e Dio gli è lontano ed estraneo. Perciò nostro signore dice: "Chi vuole divenire mio discepolo, deve abbandonare se stesso."

Per Dio vale di più esser generato spiritualmente da ogni vergine - ovvero da ogni anima buona - che esser nato corporalmrente da Maria.

L'uomo distaccato da se stesso è così puro che il mondo non può sopportarlo.

L'uomo che si è distaccato da se stesso e da tutte le cose, che non cerca in niente il suo utile e che compie tutte le opere senza perché e solo per amore - un tale uomo è morto al mondo intero e vive in Dio, e Dio in lui.
diecidieci is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.23.19   #6
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Leggendo le ultime tre righe mi è venuto in mente il karma yoga, soprattutto la Baghavagita, dove Krishna spiega ad arjuna la necessità di non cercare un profitto da ogni azione...
Ne ho sentito parlare bene di Eckahrt da parte di Osho, ma non ho mai approfondito...spero di leggerlo al più presto per riprendere questa discussione
Paolo77 is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.24.55   #7
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
ok volentieri paolo..alla prossima....
considera che tante sono le cose scritte ma più vado avanti e più mi rendo conto che la REALTA' è UNA ...
diecidieci is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.29.51   #8
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Cioè qual è la realtà?
Paolo77 is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.37.12   #9
diecidieci
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-03-2005
Messaggi: 88
Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Cioè qual è la realtà?


.. una, unica, tu sei il tutto, quello che vivi è quello che ti serve per maturare.... se ti ditacchi dalla tua realtà...che ti si è costruita sopra con molteplici condizionamenti... vedrai l'unica vera REALTA'....
(ora non ti conosco...ma magari già la vedi ....)
diecidieci is offline  
Vecchio 08-03-2005, 19.46.37   #10
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Si, interessante quello che hai detto, però parli dal punto di vista assoluto, cioè di chi ha raggiunto. Per ogni livello di coscienza c'è una realtà diversa, nel senso che ognuno potrebbe pensare che sia quella vera, quindi relativamente per ognuno può essere quella la vera realtà...
Sono solo le letture di Eckhart che ti hanno fatto comprendere questo o anche altre? ( se ti va di parlarne naturalmente)
Paolo77 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it