Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 12-04-2005, 12.02.01   #11
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Chi è Tdg?

Adesso i bannati sono anche innominabili?

Tdg = Testimoni di Geova
webmaster is offline  
Vecchio 12-04-2005, 12.07.22   #12
il pensiero
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-10-2004
Messaggi: 1,265
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Non so niente di questa storia Ilpe. Mi dispiace moltissimo qualunque bannaggio,
Caro mistik,
ho cercato di capire il tuo farneticare, ma non riesco a capire dove vuoi parare, ti chiedo di essere meno enigmatico.
il pensiero is offline  
Vecchio 12-04-2005, 12.48.36   #13
Vale
Ospite abituale
 
L'avatar di Vale
 
Data registrazione: 06-11-2004
Messaggi: 191
E' la commedia degli equivoci?
Vale is offline  
Vecchio 12-04-2005, 13.18.01   #14
il pensiero
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-10-2004
Messaggi: 1,265
P.S.

a) Chi è in sospetto è in difetto.
b) La prima gallina che canta è quella che ha ovato.
il pensiero is offline  
Vecchio 12-04-2005, 13.30.21   #15
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Inno al piacere

Citazione:
Messaggio originale inviato da il pensiero
..Io, a naso e anche un po’ affrettatamente, mi sono inventato che forse tutto ciò è sbagliato ed ho deciso di aiutarla a difendere i suoi diritti universali a vivere una vita libera da condizionamenti, ma non so da che parte iniziare l’arringa e ....

... non so neanche se ho sbagliato forum, spero di no!
Io sono un esperto di arringhe, (anche se questa l’ho scritta in 25 puntate)…… Se non è suffciente possiamo passare alle acciughe, poi ai tonni, agli scampi e calamari e via dicendo…..

E lui rispose dicendo: Il piacere è un canto di libertà, Ma non è libertà. E' la fioritura dei vostri desideri, Ma non il loro frutto. E' un abisso che esorta alla scesa, Ma non è profondo né alto. E' un uccello in gabbia che si alza in volo, Ma non è lo spazio conquistato. Sì, francamente, il piacere è un canto di libertà. E io vorrei che lo intonaste in tutta pienezza, ma temo che a cantarlo perdereste il cuore.

Ho voluto postare le parole di Gibran, perché ritengo che lui, più di chiunque altro, abbia espresso in questo brano la bellezza del “piacere” di un qualche cosa cioè, che la cultura umana ha travisato e denigrato fino al punto di criminalizzarlo, soprattutto in alcune sue manifestazioni come il piacere sessuale.
Si è inventata un’equazione dove il piacere è debolezza, il piacere è mollezza, il piacere in ultima analisi è la via del vizio, contro il concetto di una via del dovere che per converso viene indicato come forza, come temperanza, cioè come virtù.
Che queste assurde equazioni siano funzionali ad un certo tipo di società orientato alla vendita l’ho già spiegato. Non c’è nulla di più remunerativo che creare situazioni di disagio, che fare stare male la gente, che sull’onda del malessere inizierà a struggersi ed a “comprare” ogni sorta di rimedio.

D’altro canto che la vita è fatica, che l’uomo è cattivo, che la nascita è dolore etc…., sono informazioni così connaturate con la nostra psiche che chi le mette in discussione, difficilmente risulta credibile. Non può essere così facile ci diciamo e spaventati dal lago di luce che ci si para davanti ci abbarbichiamo sempre più alla fatica ed al dolore, finendo per trovare naturale lo stare male.

Eppure la libertà è contagiosa e se c’è un uomo libero tra noi inevitabilmente contagerà tutti. Non è un caso che non appena un uomo libero manifesta troppo apertamente se stesso, il potere reagisce e lo isola in qualche ghetto intellettuale, o gli fa bere la cicuta, o lo mette in croce. Sembrerebbe che nulla minacci il potere come il piacere.

Ma il piacere è una canzone di libertà, perché è connaturato alla vita ed alla natura, anche se nei nostri giorni oscuri, noi ne siamo così disabituati che il Profeta stesso ci dice di temere che cantandolo possiamo perdere il cuore.
Eppure esso è tutto attorno a noi nella natura in tutte le sue forme, guardiamola ora in primavera questo brulicare che canta, sorride, danza, esplode, sboccia, pulsa, profuma, invita alla gioia, invita all’amore…… invita alla vita, invita al piacere.

VanLag is offline  
Vecchio 12-04-2005, 13.45.20   #16
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
il pensiero, se stai chiedendo un aiuto veramente e non e' uno scherzo, dovresti esprimere chiaramente la richiesta che fai a questo forum,
in questa frase
Citazione:
Una mia sorella incarnata è stata radiata perché ha fornicato con un sorello altrettanto incarnato


io leggo

che e' stata allontanata da una comunita', e poi dici dei testimoni di geova

dici ke e' anoresica... si procede per enigmi???
e' uno skerzo?

se eì' davvero stata allontanata dai tdg allora la cosa e' davvero molto seria, e c sono delle strutture che si occupano del problema di plagio che avviene in questa setta

perche' fin dall'infanzia vengono indottrinati e poi e' difficile togliere tutte quelle cose dall'inconscio, servono aiuti psikiatrici non un arringa su un forum
se poi volevi dire altro ed e' altrettanto seria sii serio pure tu
La_viandante is offline  
Vecchio 12-04-2005, 15.52.52   #17
il pensiero
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-10-2004
Messaggi: 1,265
Re: Inno al piacere

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag

E lui rispose dicendo: Il piacere è un canto di libertà, Ma non è libertà. E' la fioritura dei vostri desideri, Ma non il loro frutto. E' un abisso che esorta alla scesa, Ma non è profondo né alto. E' un uccello in gabbia che si alza in volo, Ma non è lo spazio conquistato. Sì, francamente, il piacere è un canto di libertà. E io vorrei che lo intonaste in tutta pienezza, ma temo che a cantarlo perdereste il cuore.


Condivido il tuo intervento e mi compiaccio perché non sei uno spuntato se hai colto al volo contenuto della mia richiesta.
Non so se hai riportato il pensiero di Kahlil integralmente, ma io non vorrei essere indotto a confondere il desiderio con il piacere.

Secondo me il meccanismo del piacere è un po’ incasinato...

Il piacere,è il pensare alla bella esperienza passata, forse nel momento dell’unione non si può pensare che ci sia il piacere.

Il piacere è l’esperienza ripetuta alimentata dal desiderio consapevole di ricreare le condizioni che ti hanno portato a sperimentare la prima esperienza.
il pensiero is offline  
Vecchio 12-04-2005, 16.06.20   #18
il pensiero
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-10-2004
Messaggi: 1,265
Citazione:
Messaggio originale inviato da La_viandante
il pensiero, se stai chiedendo un aiuto veramente e non e' uno scherzo,
Il pensiero è sempre sincero, non fa scherzi pesanti, e non voleva dire altro di quello che ha già detto.

Solo che ora mi accorgo di essere ignorante, di aver cioè toccato un argomento scottante e che forse la situazione del fatto è più seria di quel che pensavo.
Vuoi essere più espanso in questo tuo dire?: fin dall'infanzia vengono indottrinati

TKS
il pensiero is offline  
Vecchio 12-04-2005, 16.24.39   #19
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
per il pensiero:

forse su questo sito puoi trovare qualcosa: http://alessiaguidi.provocation.net/index.htm

spero possa esserti utile.
rodi is offline  
Vecchio 12-04-2005, 16.30.25   #20
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Mi dispiace aver dato adito all'equivoco, pensavo che in questa sezione fosse palese TdG, perchè l'ho letto in altre discussioni (forse non qua)... vabbeh...
"Problema" ilPe... se vuole far parte di quella comunità e loro impongono quella regola deve accettarla, altrimenti uscire da quella comunità... non vedo alternative... se tu invece vuoi solo parlare del fatto che sia giusto o meno... chi può dirlo? Io penso che una comunità (qualsiasi sia) dovrebbe avere come unica regola quella di impedire dissidi tra i membri... aiutarli all'armonia.... però di certo non posso sentenziare sulle comunità altrui...

Dalla risposta che hai dato a Van deduco che invece volevi portare il discorso sul piacere e il preambolo era una scusa (cavolo se sei contorto )

Mi dispiace (poi neanche tanto, ma si dice così no?) non condivido la tua idea di piacere... ci sono altre variabili in gioco... è vero che spesso è solo la memoria... quella è la depravazione (in senso che non si cerca/prova piacere ma l'automatismo... anche in campo sessuale) ma sussistono possibilità di esperire nuove situazioni (il che rischia di portare all'opposto non essere mai contenti e cercare sempre il nuovo... sempre in maniera automatica)... sapete che stiamo parlando anche implicitamente di ricerca spirituale?
E allora dove sta il mezzo? E come lo si può mettere in pratica?
Ok lascio spazio anche agli altri.....
Uno is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it