Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 12-08-2002, 08.39.48   #11
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
In realtà "vivere attendendo" (e quindi credendo e sperando) è la falsariga esistenziale su cui si muove l'incontro tra il divino e l'umano.

Mi permetto di essere in accordo con questa tua frase...se non ho sbagliato a capire è ciò che definisco passività...dimmi se sbaglio...


Sinceramente non mi sono mai posta il problema di capire perchè il popolo d'israele stia ancora attendendo il messia...però, ora che Armonia mi ha meso la pulce nell'oracchio.....
Gli ebrei non accettano l'umanizzazione di dio, di conseguenza non viene accettato Cristo come suo figlio.Credo interpretino cristo come un profeta...cito un testo
"Circa duemila anni fa in Israele, a Betlemme, nacque un bambino ebreo di nome Yeshu, Gesu'. Egli predicava valori ebraici: valori di amore, uguaglianza tra gli uomini... Gesu' fu tradito da un tal Giuda, ebreo anche lui, come la maggioranza degli abitanti di quella terra all'epoca, e crocifisso dai Romani. Gesù era un maestro, ma alcuni lo ritennero addirittura il Messia. Così si formarono le prime comunità Giudeo-Cristiane dalle quali discese la religione Cristiana."
La nascita della religione cristiana avviene col riconoscimento di Cristo quale figlio di Dio...morto e risorto per la salvezza dell'uomo.
Sono due religioni diverse, tradizioni differenti...
anche se molto vicine...
deirdre is offline  
Vecchio 15-08-2002, 16.41.23   #12
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Leggendo il libro "Essere Ebrei", intervista del rabbino Toaff da parte di Alain Elkan, si può trovare, tra l'altro, la spiegazione della ragione per cui per gli ebrei Gesù non era il Messia: il Rabbino dice che non si erano, allora, verificati i segni dell'èra messianica: la resurrezione dei morti e la pace fra i popoli. Tra l'altro invito a ricordare, nelle discussioni di tipo spirituale, che esistono Religioni, grandiose e ricchissime di spiritualità limpida, che non prevedono affatto l'esistenza di un Creatore, quale che sia. Mi riferisco al Buddhismo in tutte le sue forme. Altre religioni prevedono l'idea di una Forza ineffabile, impersonale, non descrivibile, e parlo del Taoismo e di alcuni modi di vivere l'Induismo (il Tao, il Brahaman). Leggere qualcosa con animo sgombro su queste religioni ha un potere straordinario di spalancare le porte su un mondo molto diverso da quello che conosciamo bacio!!
Ygramul is offline  
Vecchio 15-08-2002, 17.44.49   #13
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Bene!

E' un piacere vederti (sic!). Rotto gli indugi... spero che ti trovi bene!!!!


SCUUUULTORE!!! vieni ad accogliere... trattala bene, è una corregionale... E' sarda, come me... massimo omaggio!!!!

Poi, tranquillo, pagherò da bere!!!


Ciao
visechi is offline  
Vecchio 18-08-2002, 11.00.29   #14
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
per Armonia

A quei tempi il Cristianesimo e la religione Mussulmana, chiaramente ancora non esistevano, e l'Induismo e il Buddismo erano troppo lontani, così esistevano due sole grandi religioni: la religione Pagana degli opulenti e sempre vittoriosi Romani e quella Ebrea degli striminziti e polverosi Giudei. E guarda caso da quelle parti in Palestina entrambi convivevano senza litigi sotto Erode e Caifa.
Gesù criticando entrambi e non accettando l'aridità di quelle tradizioni, fu come una boccia da bowling, fece strike! Così con il Cristianesimo nacque l'antitesi a quei due mondi, tanto che Caifa dovette chiedere la Sua morte, ed Erode se ne lavò le mani e lasciò decidere al popolino. Ma entrambi non fecero i conti con tutta la banda degli Apostoli ancora a spasso e con i seguaci che andavano moltiplicandosi. I Romani allora tentarono il tutto per tutto e nacque così la percuzione dei Cristiani, quello che in egual maniera duemila anni dopo un certo Hitler cercò di fare con gli Ebrei. Come si dice, ciò che è fatto è reso.

Ecco perchè, secondo il mio modesto parere, gli Ebrei non accettando quel Messia ne stanno aspettando un'altro.

Salve
firenze is offline  
Vecchio 18-08-2002, 16.55.12   #15
Horla
Ospite abituale
 
L'avatar di Horla
 
Data registrazione: 18-08-2002
Messaggi: 41
Ciao, certo che la vostra discussione è molto interessante; personalmente mi chiedo come abbiano fatto i seguaci della setta ebraica di Gesù a staccarsi dall'ebraismo fondando una nuova religione e diffondendola in tutto il mondo allora conosciuto, a partire dal suo centro, Roma (e resistendo ancora dopo duemila anni).
Poi volevo dire che è limitante, almeno per me, ditemi anche voi cosa ne pensate, che debba essere il luogo di nascita a determinare la fede religiosa (a nostra insaputa, come con il battesimo).
Mi sembra squallido che si debba essere cristiani automaticamente solo perché il destino ti ha fatto nascere in un paese in cui la religione ufficiale in quel periodo storico era il Cristianesimo.
Penso che nessun bambino dovrebbe essere inserito in una "chiesa" piuttosto che in un'altra, ma che ad una certa età come adulto dovrebbe scegliere la strada migliore per lui.
Horla is offline  
Vecchio 18-08-2002, 17.10.14   #16
784
Numero
 
L'avatar di 784
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 291
Io trovo ben più strabiliante che gli Ebrei abbiano conservato la loro... ?!?!
784 is offline  
Vecchio 18-08-2002, 17.33.46   #17
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Nessuno impone l'appartenenza ad una religione...è l'uomo che si autoconvince di tutto ciò...il fattore territorio non è rilevante (fortunatamente)...credo che chiunque..almeno in occidente, sia libero di sentirsi parte di una religione. E non è certo Dio ad imporre il credo.

Ma tornando al discorso Ebrei...forse si dimentica che il misticismo d'israele ha gettato le fondamenta di ciò che definiamo esoterismo......da molti negato, calunniato e deriso.
Provate per un solo istante a staccarvi dal concetto di religione passiva quale è il cristianesimo ed aprire la mente a ciò che di mistico esiste in questa dottrina.
baci
deirdre is offline  
Vecchio 18-08-2002, 17.54.59   #18
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Re: per Armonia

Citazione:
Messaggio originale inviato da firenze
A quei tempi il Cristianesimo e la religione Mussulmana, chiaramente ancora non esistevano, e l'Induismo e il Buddismo erano troppo lontani, così esistevano due sole grandi religioni: la religione Pagana degli opulenti e sempre vittoriosi Romani e quella Ebrea degli striminziti e polverosi Giudei. E guarda caso da quelle parti in Palestina entrambi convivevano senza litigi sotto Erode e Caifa.
Gesù criticando entrambi e non accettando l'aridità di quelle tradizioni, fu come una boccia da bowling, fece strike! Così con il Cristianesimo nacque l'antitesi a quei due mondi, tanto che Caifa dovette chiedere la Sua morte, ed Erode se ne lavò le mani e lasciò decidere al popolino. Ma entrambi non fecero i conti con tutta la banda degli Apostoli ancora a spasso e con i seguaci che andavano moltiplicandosi. I Romani allora tentarono il tutto per tutto e nacque così la percuzione dei Cristiani, quello che in egual maniera duemila anni dopo un certo Hitler cercò di fare con gli Ebrei. Come si dice, ciò che è fatto è reso.

Ecco perchè, secondo il mio modesto parere, gli Ebrei non accettando quel Messia ne stanno aspettando un'altro.

Salve

Permettimi una rettifica: all'epoca di Gesù non esistevano solo quelle 2 religioni. Intanto il termine "Pagano" deriva da "Pagus", latino medievale, ed indica residui di politeismo fra gli abitanti delle campagne italiche. Le religioni politeiste erano diverse, ed avevano delle caratteristiche molto interessanti: infatti in alcuni casi si trattava di un politeismo solo apparente, ha dato origine a riti misterici dalle caratteristiche mistiche molto raffinate, e parlo dei misteri eleusini e quelli legati al culto di Iside e Horus.
Inoltre troppo spesso dimentichiamo una grandissima religione antica, la più antica del Mediterraneo, probabile culla della stessa religione ebraica: all'origine chiamata MASDEISMO, con l'avvento di Zaratustra (profeta paragonabile a Gesù e Maometto ma che li precedette di molto), venne chiamata ZOORASTRISMO. Presente nell'area Persiana, proprio tra il Tigri e l'Eufrate, i suoi seguaci vennero cacciati con le invasioni dei mussulmani e tutt'ora vivono in piccole comunità dell'India Occidentale col nome di PARSI.
Un'ultima cosa: nell''800 in Persia venne suscitato un altro profeta, in seno all'Islam e da questa religione perseguitato. Ha dato origine ad una nuova religione che viene chiamata BAHA'I (ho una collega che ne è seguace e la conosco in "presa diretta".) Si tratta di una religione che persegue scopi pacifici ed è molto attenta all'ecologia, i membri hanno il divieto di fare proseliti e considerano ogni profeta, tra cui il loro, quello suscitato da Dio per quell'epoca storica e quel luogo.
Spero di non avervi annoiato... ma lo studio delle religioni è per me passione, piacere, interesse.
Ygramul is offline  
Vecchio 19-08-2002, 10.11.58   #19
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
L'attesa del messia
Per mille anni gli ebrei hanno atteso il messia, che avrebbe creato un regno di pace sulla Terra. Le premesse storiche per queste aspettative risalgono al tempo dello splendore di Israele sotto Davide, quando il veniva unto e consacrato al momento dell'insediamento. Messia infatti significa letteralmente "colui che è stato unto". Fin dai tempi della cattività babilonese gli ebrei hanno nutrito la speranza e la fede nella venuta del Messia, un nuovo re della stirpe di Davide.
Anche oggi rimane viva tra gli ebrei la speranza della venuta del Messia. Ma non tutti concepiscono il Messia come una persona.
Molti parlano piuttosto di un tempo messianico, cioè una condizione di pace sulla terra, in cui Israele è destinato a occupare una posizione di eminenza.
Credo che quest'ultima ipotesi cioè l'attesa di un tempo messianico, sia quella a cui, qualsiasi essere umano di ogni razza o religione, spera che avvenga se non per se almeno per i suoi figli.
Armonia is offline  
Vecchio 19-08-2002, 11.43.08   #20
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
La mia è stata solo una semplice sintesi per introdurre una mia riflessione. E' chiaro che volendo approfondire, si dice che il Gesù e Maria non si chiamassero così, ma Joshua e Miriam, e che entrambi appartenessero agli Esseni, popolo a parte con conoscenze spirituali elevatissime.

Per quello che ne so, ciò che sta per arrivare non dovrebbe essere tanto un "periodo messianico", quanto invece la venuta di un soggetto particolare che abbia come missione una specie di "ristrutturazione spirituale". Questa volta però non sarà un "agnello sacrificale" ma un "leone ruggente" che dovrà divorare tutte quelle false illusioni religiose che sono adesso sparse per tutto il mondo.

Salve
firenze is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it