Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 17-01-2007, 19.51.56   #31
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Parallelo fra Cristo e Buddha

Yam sono rimasto indeciso se risponderti o no ms volevo farti notare due luoghi comuni, piuttosto semplici, in cui cadi:

Il primo è dove affermi: Non regge questo paragone, anche perche' l'influenza sull'umanita' intera del messaggio di Cristo e' di una potenza straordinaria ed e' sotto gli occhi di tutti, ma in particolare nel nostro cuore, dove il Logos ha la sua dimora naturale, sin dalla nascita e in ogni uomo.
Beh vedere l’umanità intera nell’occidente cristiano e fare finta che non esistano un miliardo e mezzo di cinesi taoisti, un miliardo di indiani induisti e quasi un miliardo di buddisti è abbastanza brutto verso quei popoli che tu escludi dall’umanità intera.

Sotto gli occhi di tutti, dove tu vedi la straordinaria potenza del messaggio cristiano, io vedo invece che il cristianesimo si è espanso soprattutto grazie al proselitismo, (che nessuna altra religione ha) e grazie ad un evangelizzazione aggressiva, eseguita attraverso una capillare opera missionaria spesso attuata con la forza. Quello che è sotto gli occhi di tutti è quanto poco si siano espansi nonostante questa aggressività propagandistica.

L’altra cosa che ci tenevo a dirti è che, da come l’ho visto io, U.G. non dimora affatto in uno stato alterato di coscienza anzi direi che è la naturalezza e la normalità fatta persona…...
Il suo messaggio è ambiguo per chi si ferma alla superficie o all’apparenza. Infatti U.G. fa l’esatto opposto del predicatore “che predica bene ma razzola male”. Decisamente U.G. predica male ma ha una correttezza nei rapporti umani ed una pulizia intellettuali che non ho mai trovato in altre persone. E per quanto riguarda U.G. direi che basta.
Se poi tu, (secondo luogo comune), vuoi stimare Budda e Gesù superiori agli attuali illuminati moderni, senza considerare come nel corso di millenni una figura può essere caricata di significati che originariamente non aveva e mitizzata, è un tuo privilegio. Continua pure a credere che quei maestri antichi erano autentici, e che dove passava Buddha sbocciavano i fiori e che Gesù camminava sulle acque, mentre gli attuali non sono autentici, forse perché Nisargdatta fumava, U.G. parla di soldi e vomita in continuazione e Ramana aveva una vacca sacra…. Anche questo è un tuo privilegio.

Io credo che anche Gesù e Buddha sudassero e puzzassero, ma ovviamente posso sempre sbagliare.

Sul resto non dico niente. Abbiamo due concezioni diverse dell’Advaita…. Magari sei più avanti di me, non lo so…. Non mi interessa confrontarmi con te, ne convincerti del mio punto di vista. Se hai ragione tu evolvendo capirò cosa volevi dire, se ho ragione io a suo tempo capirai tu. Continuare a tirarci addosso tra noi due, i rispettivi punti di vista non fa bene ne a te, ne a me, ne a chi ci legge.


Ultima modifica di VanLag : 17-01-2007 alle ore 21.26.16.
VanLag is offline  
Vecchio 17-01-2007, 22.06.05   #32
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Parallelo fra Cristo e Buddha

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Yam sono rimasto indeciso se risponderti o no. Ma volevo farti notare due luoghi comuni piuttosto semplici in cui cadi:

Il primo è dove affermi: Non regge questo paragone, anche perche' l'influenza sull'umanita' intera del messaggio di Cristo e' di una potenza straordinaria ed e' sotto gli occhi di tutti, ma in particolare nel nostro cuore, dove il Logos ha la sua dimora naturale, sin dalla nascita e in ogni uomo.
Beh vedere l’umanità intera nell’occidente cristiano e fare finta che non esistano un miliardo e mezzo di cinesi taoisti, un miliardo di indiani induisti e quasi un miliardo di buddisti è abbastanza brutto verso quei popoli che tu escludi dall’umanità intera.

Conosco i numeri e non sono quelli che dici e in ogni caso non fanno testo, e' il contenuto che fa testo e questo va valutato ad oriente come ad occidente. In entrambe le polarita' si e' sviluppato qualcosa, ora, forse, e' il momento di andare oltre le storiche divisioni formali.

QUI e qui e qui ci sono dei numeri abbastanza affidabili.

Citazione:
Sotto gli occhi di tutti, dove tu vedi la straordinaria potenza del messaggio cristiano, io vedo invece che il cristianesimo si è espanso soprattutto grazie al proselitismo, (che nessuna altra religione ha) e grazie ad un evangelizzazione aggressiva, eseguita attraverso una capillare opera missionaria spesso attuata con la forza. Quello che è sotto gli occhi di tutti è quanto poco si siano espansi nonostante questa aggressività propagandistica.

Questo lo so benissimo, non e' di questo che ho parlato, ma di qualcosa di piu' profondo, che va oltre tutte le ideologie, tutti i dogmatismi. Ho anche detto che quel qualcosa e' innato in ogni essere umano, basta saperlo ascoltare. In ogni tradizione io trovo sempre quella stessa conoscenza, pura e incontaminata e so riconoscerla perche' ho imparato a scovarla dentro di me.
Pratico il Buddismo Tantrico e non l'ho mai nascosto e proprio li ho trovato una chiave preziosa: e' necessaria una trasformazione, una cosa cioe' molto pratica e anche solo leggendo il Vangelo, per quanto sia stato manipolato e alterato si puo' essere in grado di metterla in atto.
Yam is offline  
Vecchio 18-01-2007, 09.37.20   #33
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Parallelo fra Cristo e Buddha

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Questo lo so benissimo, non e' di questo che ho parlato, ma di qualcosa di piu' profondo, che va oltre tutte le ideologie, tutti i dogmatismi. Ho anche detto che quel qualcosa e' innato in ogni essere umano, basta saperlo ascoltare. In ogni tradizione io trovo sempre quella stessa conoscenza, pura e incontaminata e so riconoscerla perche' ho imparato a scovarla dentro di me.
Pratico il Buddismo Tantrico e non l'ho mai nascosto e proprio li ho trovato una chiave preziosa: e' necessaria una trasformazione, una cosa cioe' molto pratica e anche solo leggendo il Vangelo, per quanto sia stato manipolato e alterato si puo' essere in grado di metterla in atto.
Questo che hai scritto è bello ed in un certo senso dai anche una spiegazione di questa “luce”, (tu l’hai chiamata “qualche cosa di più profondo”), che va oltre tutte le ideologie e tutti i dogmatismi, dai una spiegazione dove dici: - so riconoscerla perche' ho imparato a scovarla dentro di me
Quella luce la vedi ovunque perché proviene da te stesso, perché sei tu stesso la luce.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Conosco i numeri e non sono quelli che dici e in ogni caso non fanno testo, e' il contenuto che fa testo e questo va valutato ad oriente come ad occidente.
Sui numeri ci sarebbe da discuterne. Sicuramente quel miliardo e trecento milioni di cinesi, (non un miliardo e mezzo come avevo detto), che noi vediamo ora come tutti materialisti lanciati alla conquista del capitalismo e che fino a qualche decennio fa vedevamo come tutti maoisti, hanno un cuore confuciano e taoista.
Loro non te lo diranno mai perché la prima frase delle loro “scritture”, se posso usare impropriamente questo termine, esordisce dicendo: - il Tao che può essere detto non è il Tao – invitando così a seguire la “via”, (il Tao), senza indulgere nelle parole.
Non te lo diranno mai perché il loro approccio è l’esatto opposto di quello occidentale, perché a loro hanno insegnato che:

- “Un buon mercante nasconde accuratamente la propria mercanzia e agisce come se non avesse niente; il saggio colmo di virtù, ama tanto più presentarsi come un uomo semplice, sprovveduto e corto d’intelletto.-

e da quella ne è nata una discrezione, una riservatezza ed un silenzio che spesso, gli occidentali, abituati ad usare la saggezza come mezzo di potere o di conquista sociale, guardano con sospetto.
Ci sarebbe tantissimo altro da dire sulla Cina e sul suo popolo ma sarebbe fortemente o.t. per cui chiudo qui.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
ora, forse, e' il momento di andare oltre le storiche divisioni formali.
Non dirlo a me che è il momento di andare oltre le polarità, dillo a chi insulta le altre religioni con atteggiamenti del tipo: - solo noi abbiamo la verità rivelata. Solo noi sappiamo e conosciamo la verità. Solo noi siamo nel giusto. Solo il nostro Dio è quello vero. -

VanLag is offline  
Vecchio 18-01-2007, 10.43.36   #34
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Parallelo fra Cristo e Buddha

Piccola intromissione viandantiana:
Secondo me il Gesù dell’ottica cristiana e ancora di più cattolica non potrà mai essere avvicinato al Budda buddista, perché il primo è dio, il secondo un uomo.
Ma nell’ottica induista allora le cose potrebbero tornare, per la bagvad gita ogni qual volta c’e’ un impoverimento spirituale Dio si incarna, così fece con Budda, per qualcuno questa è stata una trovata sempre di Visnu per dare un’opportunità spirituale anche agli atei.
E infatti non si può affatto dire che il Buddismo non sia spirituale.
Ma nell’ottica ebionita e nell’ottica gnostica, e in quella musulmana Gesù è un semplice uomo, per i primi un grande uomo che è stato adottato da Dio al momento del batesimo, per i secondi è il Logos che si è incarnato in un corpo umano, per i terzi un grande profeta, ma sempre un uomo.

Quindi se si inquadra Gesù nell’ottica di un grande uomo mitizzato, che camminava sulle acque come Budda, che combattè col diavolo nel deserto come Budda con Mara (se ricordo male correggete pure) se si riconosce che questi sono attributi mitici dati dagli uomini solo per rendergli gloria, allora torna ad essere uomo come Budda, e come lui insegna una via.
Che è esattamente la stessa: fatevi piccoli, amate, seguite una retta condotta.



p.s.
X Vang Lag, belli i testi sull’eucarestia ma soprattutto quello sul bastone e la carota, vorrrei aprirci un thread su delle cose che della Bg non mi tornano
La_viandante is offline  
Vecchio 18-01-2007, 11.47.57   #35
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Parallelo fra Cristo e Buddha

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag

Sicuramente quel miliardo e trecento milioni di cinesi, (non un miliardo e mezzo come avevo detto), che noi vediamo ora come tutti materialisti lanciati alla conquista del capitalismo e che fino a qualche decennio fa vedevamo come tutti maoisti, hanno un cuore confuciano e taoista.

Stai dicendo la stessa cosa che ho detto io rispetto all'insegnamento del Cristo in Occidente. Io lo spero che sia cosi, perche' il rischio di una tragedia immane c'e', se non rispetteranno l'ambiente e i diritti umani (nel 2004 sono state 5000 le esecuzioni capitali).
Gia' solo i dati sul rispetto dela Vita indicano qualcosa.

I cinesi ebbero delle difficolta' ad assimilare l'insegnamento Buddista, proprio per quella "praticita'" di cui parli, ma non credere che gli esseri umani abbiano tutti un mente cosi sottile da comprendere il senso del Tao. I cinesi, a differenza degli Indiani hanno da tempo perso la loro identita' profonda. Sara' l'India ad essere la prima potenza economica mondiale, dicono...e me lo auguro.



Citazione:
Non dirlo a me che è il momento di andare oltre le polarità, dillo a chi insulta le altre religioni con atteggiamenti del tipo: - solo noi abbiamo la verità rivelata. Solo noi sappiamo e conosciamo la verità. Solo noi siamo nel giusto. Solo il nostro Dio è quello vero. -

Beh possiamo iniziare ad andare oltre.....oltre cosa?
Oltre la mente, oltre l'ego, anche nel rispondere ad un post su un forum.
Yam is offline  
Vecchio 18-01-2007, 15.20.23   #36
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Parallelo fra Cristo e Buddha

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Stai dicendo la stessa cosa che ho detto io rispetto all'insegnamento del Cristo in Occidente. Io lo spero che sia cosi, perche' il rischio di una tragedia immane c'e', se non rispetteranno l'ambiente e i diritti umani (nel 2004 sono state 5000 le esecuzioni capitali).
Gia' solo i dati sul rispetto dela Vita indicano qualcosa.
Secondo me c’è una diversità e cioè che la Cina ha un filo “culturale” ininterrotto dalla notte dei tempi, (il taoismo preesisteva a Lao Tse), fino ad oggi .
I famosi ari, o indo-europei che hanno sconvolto tutto il bacino dell’eurasia antica, quando hanno provato ad entrare in Cina hanno trovato sulla loro strada la catena dell’Himalaya ed i mongoli e non sono riusciti a passare.

La nostra storia è molto più complessa e disordinata. Basta pensare che festeggiamo la Pasqua che è la festa nella quale, gli ebrei, commemoravano, (secondo il rito codificato in Es. 12), la liberazione del popolo di Israele dalla schiavitù d'Egitto. Ora, senza nulla voler togliere al popolo ebreo, mi piacerebbe sapere cosa c’entravano le vicissitudini di quel popolo del medio oriente, con l’Europa antica, che era più legata all’ellenismo ed al paganesimo.

Inoltre da almeno trecento anni, cioè dalla rivoluzione copernicana molti hanno iniziato a prendere le distanze dal cristianesimo ed anche questo significherà qualche cosa.

Piuttosto mi spieghi perché tuonate tutti contro le violazioni dei diritti umani in Cina e nessuno dice mai niente delle vittime civili in Iraq che sono molte di più?
Sei anche tu convinto che se i cinesi uccidono qualcuno sono dei mostri, mentre se l’uccidiamo noi siamo dei portatori di civiltà?

Citazione:
Originalmente inviato da La_viandante
X Vang Lag, belli i testi sull’eucarestia ma soprattutto quello sul bastone e la carota, vorrrei aprirci un thread su delle cose che della Bg non mi tornano
Ho letto il 3d che hai aperto e, dammi il tempo di rinfrescare i miei ricordi sulla Gita, poi interverrò.
Qui farei solo una considerazione e cioè che noi occidentali siamo inevitabilmente viziati dall’idea che le scritture siano l’espressione della "verità rivelata" e come tali infallibili, e facciamo fatica ad accettare che invece, la verità, possa esserci stata presentata, deliberatamente, mischiata a miti e leggende.
Forse non è un caso che la Gita è inserita in un poema epico di dimensioni enciclopediche, (qualche cosa come 10 - 11 volte l’Iliade e l’Odissea messe assieme) e forse è in questa considerazione che possiamo trovare una spiegazione ai dubbi che tu esprimi ed anche alle contraddizioni che io stesso ho rilevato…..

VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it