Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 05-12-2002, 14.17.36   #31
Lukra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 103
Re: X LUKRA

Citazione:
Messaggio originale inviato da CHIARA
CIAO LUKRA,

SONO STATA BATTEZZATA DA PICCOLA E NE SONO FELICE.
SONO TUTT'ORA CATTOLICA PRATICANTE E NON VEDO PERCHE' NON FARE ALTRETTANTO COI MIEI FIGLI...
SE CRESCENDO NON VORRANNO SEGUIRE LA RELIGIONE CATTOLICA SARANNO LIBERI DI SCEGLIERSENE UN'ALTRA,
NON SARA' CERTO IL SACRAMENTO DEL BATTESIMO A IMPEDIGLIERLO, GIUSTO?

TU INTANTO, COS'HAI DECISO?

CIAO A TUTTI!

Allora...
intanto Ciao Chiara.
Ti premetto,se non l'hai letto nei messaggi precedenti, che non ho un figlio:mi sto laureando e non ho una storia sufficientemete solida da pensaredi averne uno,ma se la sfiga ci si mettesse in mezzo o per qualche motivo dovesse capitare mi piaceva il fatto di sentire tante opinioni diverse dalla mia per formarmi.
In questo momento non so a cosa credere:ritengo si apossibile una qualche forma di divinità che però va oltre i nostri sensi e intelletti umani.
Siocuramente, sono presuntuoso(scusami),non è il Dio che la chiesa ci propina da sec..... Posto questa considerazione..io sarei molto tentato dal non farlo battezzare perchè, se atrent'anni volesse farlo da solo, avrebbe molto più valore, e nel contempo stimolerei un eventuale figlio alla rifelssione in merito a queste cose(e qui non so se farei bene o male perchè forse è meglio la beata ignoranza a volte!!Cmq...),ma mi piaceva stimolare le riflessioni di persone più adulte, colte e riflessive di me su un argomento che mi sta molto a cuore.
Io non credo che sia la stessa cosa inserire o non inserire un bambino in una comunità di questo tipo,soprattutto se vivi in realtà piccola(ora vivo a Parma ma provengo da un paesino di poche anime dell'alta Toscana), dove, sì, se non si manda un bimbo a ricevere i sacramente può essere additato da tutta la comunitàà (finta)ecclesiastica, ma se lo si fa battezzare, tanti piccoli meccanismi di comunità renderebbero inevitabile il suo ingresso al catechiesmo, alla comunione, alla cresima e alla messa, per poi chiedersi...MA IO CHE CI FACCIO QUI?
Lukra is offline  
Vecchio 06-12-2002, 08.17.08   #32
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
A Chiara

Cara Chiara il tuo messaggio non fa una grinza, ma perchè sei contenta di essere cattolica. Sono i perplessi e i dubbiosi a porsi queste domande.

Willow is offline  
Vecchio 07-12-2002, 14.54.19   #33
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
Ma io vorrei sapere da un cattolico, onesto con se stesso e con gli altri, se è felice veramente e sinceramente di praticare un rito come il battesimo che nulla ha a che fare con gli insegnamenti del Cristo, che dovrebbe essere il motore immobile di chi si vuole professare appunto Cristiano, e di imporlo addirittura al proprio bimbo ?
E' un problema non solo di onestà di fede ma anche di ipocrisia; sennò diciamolo apertamente: è un rito per farsi accettare in società, nella società degli ipocriti.
david is offline  
Vecchio 07-12-2002, 15.28.01   #34
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Citazione:
...il motore immobile...

Che bella questa! me la segno.

ciao David...
Mistico is offline  
Vecchio 07-12-2002, 18.36.53   #35
CHIARA
Navigatrice saltuaria...
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 99
x David

CIAO DAVID,

provo a risponderti io.
Sono felice di essere stata battezzata e lo farò sicuramente ai miei figli. Non vivo l'essere stata battezzata come un'imposizione dall'alto ma per quello che è: sono diventata cristiana e per questo ringrazio chi ha scelto per me e mi ha introdotta nel cammino di fede.

Non penso che il battesimo sia un rito per farsi accettare in società. Per esempio io non ho nulla contro chi non è battezzato o non vuole battezzare i propri figli o non crede...
Però dovresti spiegarmi perchè dici che il battesimo non ha nulla a che fare con gli insegnamenti di Cristo.
Per quanto ne so, anche Gesù è stato battezzato e il nostro battesimo è come il suo: in acqua e spirito.

Mi spiace che ci siano persone che pensino di far battezzare i figli per essere accettati in società, credo invece che dovrebbero farlo per trasmettere la fede...

Non so se sono stata CHIARA, ho provato a dirti quello che penso.
A PRESTO!
CHIARA is offline  
Vecchio 08-12-2002, 02.55.26   #36
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
Ciao Chiara,
grazie intanto per essere la prima cattolica ad avermi risposto.
Vedi, la mia contestazione nasce proprio da questo equivoco: che Gesù abbia detto di battezzare i propri figli.
Da cattolica praticante dovresti avere una certa “agilità” nel consultare i Vangeli: trova allora un solo punto dove il Cristo ordina ai propri discepoli di battezzare i figli. Non esiste! Addirittura, come ho spiegato in un precedente messaggio, dopo esser stato battezzato da Giovanni ( che battezzava solo adulti e comunque con un rito del tutto diverso da quello che noi abbiamo ricevuto da piccoli) Cristo spiega che da lui in poi il battesimo non sarà più quello dell’acqua, bensì quello del Fuoco, cioè dello Spirito.
Tanto è vero che nei primi secoli cristiani il battesimo non veniva praticato. Poi è stato reintrodotto dalla Chiesa Cattolica al potere come segno di appartenenza all’esercito dei fedeli, e comunque solo agli adulti. Poi il rito è stato preso e eseguito sui neonati, per “marchiarli” fin dalla nascita, con la seguente aberrante motivazione o scusa… ( non sto scherzando!!!): se chi non viene battezzato non va in Paradiso come fanno i bambini che muoiono prima di essere battezzati da grandi? Allora battezziamo tutti e subito, appena nati… Questa purtroppo è la storia della nostra pseudo-religione. Il Cristianesimo è ben altra cosa.
La stessa cosa è avvenuta col CELIBATO DEI PRETI ( mai ordinato né consigliato dal Cristo), la CRESIMA, la CONFESSIONE, e tanti altri capisaldi del culto cattolico: non esistono nei Vangeli, non sono esistiti per secoli neppure all’interno della Chiesa, poi un papa dopo l’altro hanno aggiunto tali doveri del tutto anticristiani ( infatti sono tutte trasposizioni di riti analoghi di antiche credenze pagane) per immobilizzare, conquistare e controllare sempre più fedeli.
E allora, sperando sempre che si vada a cercare ciò che ho detto nei Vangeli, e tralasciando argomenti ulteriori come le lotte per il potere, la frenesia per la ricchezza, il sangue versato di tanti innocenti, possiamo ritenere ancora il Cattolicesimo fedele agli insegnamenti del Cristo?
Chiedo ai cattolici una riflessione si questo argomento.
Lo chiedo da Cristiano.
david is offline  
Vecchio 08-12-2002, 03.00.55   #37
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
Wink Per il buon Mistico:

“MOTERE IMMOBILE” è l’espressione usata da Dante Alighieri per definire l’Empireo, ossia il luogo “immobile” perché eterno e immutabile ma”motore” di tutto, degli altri cieli, degli angeli e degli uomini.

david is offline  
Vecchio 08-12-2002, 11.25.37   #38
Lukra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 103
Caro David,

ho 26 anni,ma fino ai 20 sono andato in Chiesa costantemente perchè mia madre, che crede ai valori espressi durante la Messa, ha sempre creduto di farmi del bene mandandomici. In tanti anni ho ascoltato bene la parola di Gesù, o meglio, di coloro che l'hanno tramandata. Non avevo ancora dentro di me quello che ormai è diventato un postulato che tutto filtra(il dubbio), e perciò, per certi periodi, io ci credevo davvero!!
Poi le cose sono cambiate e cambiamenti nella mia vita mi hanno, prima portato a discostarmene, e poi a metterla proprio da parte.
In questi anni successivi ho ragionato su come, tra le altre cose, possano cambiare le credenze anche più radicate, se a loro togliamo il CONTESTO. Il contesto è tutto, dà significato al particolare e nel particolare si attualizza.
Non ho la tua cultura in materia (in realtà la cultura ce l'ho ancora su poche cose...),a mi sembrano corrette tante tue deduzioni.
Mai ho letto, nel vangelo di Gesù, parole relative alla costruzione della Chiesa,così come è stata per secoli e come la troviamo oggi.
Ripeto, non sono un teologo, ma ho ascoltato anni di letture e di prediche, e, mentre la lettura diceva una cosa, l'interpretazione ne diceva un'altra.
Il battesimo in acqua, il matrimonio dei sacerdoti, l'esclusione delle donne dalla celebrazione della messa, e altri assurdi vincoli cui sono sottoposti i fedeli nell'insegnamento di Cristo, mi fanno sobbalzare sulla sedia, e...quando in realtà trovo qualcuno come te che cerca di spiegare i processi storici attraverso cui si sono realizzati questi vincoli, ecco che mi appare chiaro quanto debbano essere stati intelligenti coloro che per primi hanno iniziato ad elaborare(più che questo corpus di dogmi), il concetto secondo cui, attraverso quella direzione, si sarebbe potuto "soggiogare"(scusate il termine,ma non mi viene in mente niente di più tenero che corrisponda a ciò che voglio intendere io), centinai di generazioni di esseri umani.
E' stato tutto geniale....! O magari non è stato nient'altro che la ripetizione di processi di potere già esistiti nella nostra millenaria storia(da Gesù ad oggi è passato ben poco se raffrontiamo il tutto alla storia delle costruzioni sociali)..chi lo sà...sono ignorante :l'ho detto!
Mi trovo imbarazzato quando sento parlare di persone di Chiesa, preti, laici o chiunque, che , per rispondere a domande critiche, curiose, usano parole che loro hanno detto per spiegare qualcosa che sui sacri libri non c'era scritto!!
Passi per i preti anziani,che sono andati avanti a suon di leggende raccontate per meglio (ma sì dai...siamo benevoli) far comprendere il significato della parola di Gesù a gente non colta...ma quando si sente parlare anchele persone più giovani, tutto questo è inacettabile(metaforicamente, si intende)!!
La cosa che onestamente mi dispiace è immaginare, sempre che esista in quanto divinità eterna e non solo in quanto profeta reamente esistito circa duemila anni fa, quanto Gesù stia piangendo mentre osserva la sua creatura.
Lukra is offline  
Vecchio 08-12-2002, 14.23.13   #39
Merlino
 
Messaggi: n/a
Llucra ha ragione, sono del suo stesso parere.
 
Vecchio 08-12-2002, 14.32.35   #40
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Per Chiara....

innanzitutto ciao.....ora, tu dici di essere credente e praticante, bene...sono felice per te... ora, io non vedo il battesimo come qualcosa di indispensabile, anche se ho dovuto e sottolineo...dovuto...battezza re mio figlio... (giuro che se avessi potuto, l'avrei evitato volentieri...ma come ho già detto per la pace familiare...mi sono dovuta rassegnare)....dicevo? Si...non trovi sia una forma d'imposizione nei confronti dei tuoi eventuali figli? Non puoi decidere tu per loro....
A mio avviso, il battesimo come gli altri sacramenti dovrebbere essere proposti..e non sottilmente e moralmente imposti...in età adulta, in modo tale che l'individuo possa essere in grado di decidere per se stesso...
Dimmi tu...perchè io..che non mi ritengo cristiana...mi devo sentire addosso il peso di un sacramenteo non voluto... dico peso..perchè per me lo è.....

Per quanto riguarda mio figlio..la solita storia, ho anche avuto qualche problema col nome... questo poi..veramente è un'assurdità.

ciao e buona domenica...
deirdre is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it