Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 30-11-2002, 16.10.49   #1
Lukra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 103
battezzare un figlio???....

Mi permetto di porre un quesito a tutti... A me interessa soprattutto il parere dei non credenti -cattolici- convinti-(per questi ultimi mi sembra la risposta sia scontata),ma vorrei ascoltare anche loro se vogliono darmi un giudizio psicologico sociale
. Vorrei sentire opinioni di chi magari ha anche un figlio.
E' un interrogativo piccolo ma grande che mi sta premendo. Io non ho ancora un figlio,ma mi piacerebbe farmi un'idea più precisa a riguardo.
C'è qualcuno che vuole partire con qualche rifelssione?
Si... Perchè poi lei...
No... perchè comunque lui...
ciau a tutti.

Ultima modifica di Lukra : 30-11-2002 alle ore 16.14.36.
Lukra is offline  
Vecchio 30-11-2002, 16.28.44   #2
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Ti racconto la mia esperienza

Io ho 40 anni e ho un passato di "cattolica integralista" fino all'età precisa del mio 25° compleanno, quando mi resi conto (a mò di illuminazione) che non potevo proprio essere cattolica (sul perchè ne posso discutere eventualmente in altra sede).
In un periodo MOOOOLTO incasinato della mia vita mi sono trovata incinta del mio compagno, quindi in una situazione di grande necessità pratica di aiuto.
Purtroppo questo ha comportato che non fossi libera di scegliere, e spinta dalle pressioni dei miei e dei suoi familiari, io e colui che è ora mio marito decidemmo (io a denti molto stretti) di far battezzare la nostra bambina.
Non ho mai smesso di pentirmene, nonostante il fatto che comunque frequenta una scuola gestita dai Salesiani, avrei grandemente preferito che non fosse stata battezzata. Infatti ora che ha 8 anni e 1/2 ho attaccate alle costole una miriade di FASTIDIOSISSIME zecche.... alias genitori, zii etc. che mi rovinano l'esistenza affinchè io mandi la bambina al catechismo e le faccia fare la 1° comunione.
Dal momento che non credo più nel valore salvifico dei sacramenti, dal momento che ho scoperto che la faccenda del peccato originale è stata una mossa politica della chiesa che si stava costituendo come stato, prima dell'anno 1000, e che nulla c'entra con fattori di tipo religioso, dal momento che ora come ora mia figlia non desidera affatto seguire la via del cattolicesimo (sicuramente esasperata dalle pressioni che le vengono fatte), posso dire con forza:
SE TORNASSI INDIETRO MI GUARDEREI BENE DAL BATTEZZARE LA MIA DOLCE E DALLE ORIGINI INNOCENTE BAMBINA!!!!!!
Ygramul is offline  
Vecchio 30-11-2002, 16.48.48   #3
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
per Lukra

Citazione:
Messaggio originale inviato da Lukra
Mi permetto di porre un quesito a tutti... A me interessa soprattutto il parere dei non credenti ... .... Vorrei sentire opinioni di chi magari ha anche un figlio.

Ciao Lucra,
forse sai già che sono un panteista e probabilmente non sai che ho due figli, una di 28 er uno di 14 anni.

Quando fu tempo di battezzarli, io mi opposi inutilmente... mia moglie e tutti i miei parenti li fecero comunque battezzare. Io non partecipai alla funzione in entrambi i casi. Per via della mia assenza, ci furono serissime difficoltà perchè nessun sacerdote era disposto a battezzarli senza il mio consenso e soprattutto senza la mia presenza. Alla fine trovarono in un'altra città un cappellano dell'aereonautica, amico di mio cognato, che per pura amicizia...
Devi sapere che il battesimo non é semplicemente il togliere il "peccato originale" dall'anima del battezzando, attualmente... ATTUALMENTE... é soprattutto l'impegno da parte di ENTRAMBI i genitori a crescere i propri figli facendone dei cristiani convinti e programmati alla perfezione. Dunque, oggi il battesimo é l'impegno che i genitori assumono, nei confronti della chiesa cristiana, di assicurare i propri figli alla fede cristiana. E' una specie di contratto senza il quale tutto ciò che ha a che fare con la cristianità sarà precluso, ed in cambio di questo ricatto, i genitori "vendono" i propri figli alla chiesa cristiana.
Quanto ho detto non é una mia mera ipotesi, é invece una precisa cronaca della realtà attuale, verificata, dopo esserne stato informato da molti, ...personalmente.

Se Avessi avuto la possibilità di imporre la mia decisione, l'avrei fatto, perchè non ha senso battezzare un bambino che a stento ha imparato a dire "mamma" e "papà" costringendolo ad una educazione religiosa che, al massimo, é esclusivamente nella convinzione dei suoi genitori. Quando da grande si porrà spontaneamente il problema di Dio e si chiederà cosa credere... quello sarà il momento magico della sincera conversione: allora farà la propria scelta liberamente e nel frattempo avrà, comunque, avuto modo di scoprire quale religione hanno i propri genitori.. quale puro riferimento.

Guardati intorno ed osserva quanta gente c'é che si dichiara di una religione e poi vive da atea. Non ha senso, per me.

Oggi i miei figli sono battezzati... ma certamente non sono cristiani: chi ha sbagliato?

ciao...

Ultima modifica di Mistico : 30-11-2002 alle ore 16.51.52.
Mistico is offline  
Vecchio 30-11-2002, 16.56.58   #4
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Carissimo Lukra

Ti accontento, come mi hai richiesto in pvt:

Citazione:
Ti chiedo uno sforzo.... mettiti in altri panni..sei psichiatra...dai..uno sforzo..prova a dirmi cosa può succedere a mia figlia se non venisse battezzata...


Posso dirti che dipende molto dal contesto in cui vivi. Un conto è abitare in una città, magari in una grande città, dove nel bene e nel male le opinioni altrui tendono ad essere (più o meno) rispettate, anche se questo in alcuni casi può anche voler dire che nessuno si interessa dell'altro.....

Altro discorso se abiti in un centro piccolo, fortemente condizionato da una cultura legata alla religiosità tradizionale.

Nel primo caso non succederebbe molto, a dire il vero. Dipende anche come fai vivere a tua figlia lo stato di non-cattolicesimo. Se tu non sei cattolico, se la madre di tua figlia non lo è, lei vivrà presumibilmente come una situazione normale la sua e strana quella degli altri (è quello che è successo a mia figlia).
Ovviamente non dovresti chiedere che venga esonerata dall'ora di religione perchè in tal caso ne permetteresti una ghettizzazione senza senso (è un mio parere, prendilo con le molle).

Se vivi in un altro tipo di contesto, se non ci fossero altre famiglie vicine con una situazione analoga, la bambina potrebbe sentirsi "diversa" soprattutto nello scoprire di essere l'unica che non fa la 1° comunione o che frequenta la messa domenicale.
In tal caso è meglio a mio parere rinunciare a qualche convinzione personale e farle vivere questi aspetti "sociali" (a quel punto non sarebbero più religiosi) perchè possa mantenere il senso di appartenenza (alla scuola, alle amicizie ecc.) che da bambini è veramente importante.....

Ultima modifica di Ygramul : 30-11-2002 alle ore 17.02.51.
Ygramul is offline  
Vecchio 30-11-2002, 16.57.48   #5
Lukra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 103
il bene o il male del figlio...
???
per quale motivo bisognerebbe battezzare o non battezzare un figlio???

la mia è pura voglia di capire..anche se penso si sia intuito,non voglio rivelare la mia idea di fondo ora, perchè non permetterebbe un fluire degli aiuti richiesti..
Lukra is offline  
Vecchio 30-11-2002, 17.01.07   #6
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Per Mistico

Hai ragione: ho molto ridotto il punto fondamentale del problema: infatti col battesimo di mia figlia io per la prima e unica volta in vita mia HO SPERGIURATO!!! Non mi preoccupa Dio: so bene che Lui è perfettamente in grado di comprendere il mio spergiuro, ma il mio senso di integrità ha vacillato.
Mi piace il fatto che ti definisca un panteista, è un modo di vivere la spiritualità molto ricco, a mio parere.
Ygramul is offline  
Vecchio 30-11-2002, 17.02.38   #7
Lukra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 103
Re: Carissimo Lukra

[quote]Messaggio originale inviato da Ygramul



OOhhh...comiciano ad emergere i punti che mi premevano...

ma...

Se vivi in un altro tipo di contesto, se non ci fossero altre famiglie vicine con una situazione analoga, la bambina potrebbe sentirsi "diversa" soprattutto nello scoprire di essere l'unica che non fa òla 1° comunione o che frequenta la messa domenicale.
In tal caso è meglio a mio parere rinunciare a qualche convinzione personale e farle vivere questi aspetti "sociali" (a quel punto non sarebbero più religiosi) perchè possa mantenere il senso di appartenenza (alla scuola, alle amicizie ecc.) che da bambini è veramente importante.....

riguardo a questo punto...
cosa si fa?
si battezza?
non la si battezza e appena vede che è diversa la si battezza e poi...via ...oplà di corsa a fare la comunione???
Lukra is offline  
Vecchio 30-11-2002, 17.06.07   #8
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Re: Carissimo Lukra

Citazione:
Messaggio originale inviato da Ygramul

Se vivi in un altro tipo di contesto, se non ci fossero altre famiglie vicine con una situazione analoga, la bambina potrebbe sentirsi "diversa" soprattutto nello scoprire di essere l'unica che non fa la 1° comunione o che frequenta la messa domenicale.
In tal caso è meglio a mio parere rinunciare a qualche convinzione personale e farle vivere questi aspetti "sociali" (a quel punto non sarebbero più religiosi) perchè possa mantenere il senso di appartenenza (alla scuola, alle amicizie ecc.) che da bambini è veramente importante.....

Sei saggia. E' lo stesso identico problema che stò attraversando proprio in questo periodo con mio figlio (7 anni e mezzo).
Ho la sensazione che, esclusivamente per il suo bene, dovrò fare come dici tu. Pazienza per le convinzioni personali, ma mio figlio prima di tutto... poi vedrà lui.
Grazie!
Ciao, un bacione (posso?)
P.S.: mio figlio è battezzato; i motivi per cui l'ho fatto battezzare in accordo con mia moglie, è lo stesso che ha indotto molti a farlo ... parenti, genitori ... contesto (ipocrisia)
visechi is offline  
Vecchio 30-11-2002, 17.07.33   #9
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Smile Lukra

Citazione:
riguardo a questo punto...
cosa si fa?
si battezza?
non la si battezza e appena vede che è diversa la si battezza e poi...via ...oplà di corsa a fare la comunione???


Penso che se vivi in un contesto di quel tipo già un pò lo sai se è meglio battezzare o se puoi permetterti di seguire le tue idee... E poi, cavoli, facciamo comunque tanti sbagli!!! Alla fine è meglio sbagliare con la propria testa...
Ygramul is offline  
Vecchio 30-11-2002, 17.14.36   #10
Lukra
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 103
Re: Lukra

Citazione:
Messaggio originale inviato da Ygramul


Penso che se vivi in un contesto di quel tipo già un pò lo sai se è meglio battezzare o se puoi permetterti di seguire le tue idee... E poi, cavoli, facciamo comunque tanti sbagli!!! Alla fine è meglio sbagliare con la propria testa...

già,ma anche se vivessi in un posto del genere...non sarebbe "almeno carino" dare a mia figlia o mio figlio(non ne ho ancora..) gli strumetni per vivere come penso sia giusto vivere, o per il suo bene, o per combiare le cose(che a me non vanno bene:è naturale,ma tutto è comunque in fondo in fondo una rivalsa o un ripercorrimento nella pelle del figlio seguendo le nostre orme,o no?)
Lukra is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it