Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-07-2006, 15.24.17   #11
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
(A me interesserebbe particolarmente come egli ha lavorato per definire il concetto trinitario, gia' presente in Plotino e ancora prima in Filone di Alessandria.)

Partiamo da Platone:
Uno e Diade sono i Principi primi, tà akra kai pròta, perciò la protologia è la dottrina che si occupa di essi.
Grande è il significato che assume in greco il verbo idein da cui le idee, la funzione dell'idea è in un rapporto costante con le cose ma l'idea è in sè sussistente, si può dire che è un raporto operativo, funzionale.
Mi spiego meglio: il pensiero è sempre pensiero di qualcosa, il contenuto di questo pensiero è l'idea, cioè è uno schema interpretativo (si pensi all'idealismo di Schelling ed Hegel).
Se immaginiamo che le idee siano semplicemente modelli il rapporto non funziona più in uqanto ci deve essere un rapporto tra le idee e le copie o Forme, del mondo sensibile.
Riprendiamo ora l'Uno e la Diade...in che rapporto stanno per Platone? E' fondamentale capire questo passaggio per comprendere poi Plotino e Filone.
Il tutto e la parte si richiamano continuamente..se noi pensiamo che l'Uno in Platone è l'Essere inteso come trascendente allora non abbiamo compreso ciò che in realtà per Platone è fondamentale. L'Uno può essere inteso come principio primo ma può essere anche inteso in quanto unità-molteplicità-diversità....se prendo ad esempio il concetto di tavolo, è un concetto ma i tavoli sono molti (discorso successivo di Aristotele sulle categorie e le predicazioni dell'essere). Ecco che il tutto e la parte si richiamano continuamente.
Quest'Uno stà dunque in un significato a rappresentare l'intero. Ma l'uno in quanto uno-parte quindi l'uno in sè è pluralità di parti, è molti infiniti ma poichè le parti sono parti di un tutto allora l'uno è nè parti ne tutto, è onnipresente. In questo senso indica il rapporto uno-molteplicità.
In un terzo senso in Platone l'Uno viene anche analizzato nel suo rapporto col Non-Uno e per Platone il rapporto non sussiste poichè in sostanza il non-uno altri non è che ciò che Sant'agostino chiamava l'assenza del Bene.
Nel Filebo Platone gioca a cambiare i termini e chiama l'Uno il Bene, da cui deriva la misura.
La Diade non è il numero due così come l'uno no è il numero uno.
Sono principi metafisici e meta-matematici:; la diade è principio e radice delle mollteplicità degli essere, è un sorta di materia intelligibile, in-determinata e in-definita che funge da sostrato alla'azione dell'Uno, di qui la molteplicità delle cose in tutte le forme..l'Uno senza la diade non avrebbe efficacia produttiva anche se le è gerarchicamente superiore. Ma non sono principi dualistici bensì sono in rapporto di polarità in senso di prototipi.
L'uno agisce sulla diade in maniera de-terminante, de-limitante, quindi l'essere è prodotto da due principi e risulta essere una sintesi di unità-molteplicità come scrive Platone nel Filebo. La protologia platonica fu perciò considerata nella tradizione filosofico-teologica cristiana come anticipazione della dottrina Trinitaria, da Filone in poi..Plotino ne abbozzò soltanto una parte, ma Filone completò l'opera quando riformulò la dottrina delle idee.
Ora a voi la palla....





Ultima modifica di Emily : 04-07-2006 alle ore 15.27.31.
Emily is offline  
Vecchio 04-07-2006, 15.41.10   #12
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da Emily
..Plotino ne abbozzò soltanto una parte, ma Filone completò l'opera quando riformulò la dottrina delle idee.


Scusa adesso sono di fretta, ti rispondero' con calma anche se mi sembra piuttosto faragginosa la tua esposizione e di solito mi piace parlare con persone che hanno una comprensione meno cerebrale delle cose, ma come avrebbe fatto Plotino ad abbozzare e Filone a completare che sono vissuti il primo 3 secoli dopo il secondo?
Yam is offline  
Vecchio 04-07-2006, 15.50.26   #13
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
mmm...
così come riportato mi viene da associare al termine Uno il concetto di "alto" e al termine Diade il concetto di "basso".

poi mi pare di aver capito che l'uno in sostanza sarebbe "padre-madre" e diade sarebbe una sorta di figlio.

o mi sbaglio?
turaz is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.13.08   #14
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Scusa adesso sono di fretta, ti rispondero' con calma anche se mi sembra piuttosto faragginosa la tua esposizione e di solito mi piace parlare con persone che hanno una comprensione meno cerebrale delle cose, ma come avrebbe fatto Plotino ad abbozzare e Filone a completare che sono vissuti il primo 3 secoli dopo il secondo?
Mi dispiace che giudichi la mia esposizione faragginosa...comunque ho invertito i due filosofi, volevo dire che la concezione di Filone troverà il suo pieno sviluppo in Plotino.
In Filone si trova la concezione del Logos quale creatore, sconosciuta alla filosofia greca, che diviene attività derivante dall'Uno e pienamente coincidente con essa.
Ma il Logos è anche considerato prima ipostasi divina distinta dall'Uno.
Plotino comunque visse circa due sec dopo Filone.
Emily is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.17.20   #15
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
mmm...
così come riportato mi viene da associare al termine Uno il concetto di "alto" e al termine Diade il concetto di "basso".

poi mi pare di aver capito che l'uno in sostanza sarebbe "padre-madre" e diade sarebbe una sorta di figlio.

o mi sbaglio?
Che l'Uno sarebbe padre e-madre in Platone non è presente ne che la diade è il figlio...questo è avvenuto dopo Gesù che chiama Dio Padre e Lui si fa chiamare Figlio di Dio.
Emily is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.20.10   #16
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
chiaramente.
ma la "sostanza" è quella mi pare di capire leggendo.

cmq il concetto di "figlio" non è stato "creato" da Yeshouah.

Yeshouah usava termini di per se "comuni" tra gli ebrei
(leggasi kabbalah)

i principi cardine (padre-madre-figlio) chissà che andando a ritroso non si ritrovino in culti legati ad akhenaton...

ciao
turaz is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.27.21   #17
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
chiaramente.
ma la "sostanza" è quella mi pare di capire leggendo.

cmq il concetto di "figlio" non è stato "creato" da Yeshouah.

Yeshouah usava termini di per se "comuni" tra gli ebrei
(leggasi kabbalah)

i principi cardine (padre-madre-figlio) chissà che andando a ritroso non si ritrovino in culti legati ad akhenaton...

ciao
Si può usare un concetto dicendo che sono un figlio ma diverso è dire che sono "Il Figlio di Dio" è per questo che l'hanno messo a morte perchè secondo gli ebrei bestemmiava....altrimenti perchè è morto se usava concetti comuni agli ebrei? Non si sarebbero dovuti scandalizzare, giusto?
Emily is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.39.46   #18
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Fu Filone a parlare di Padre e Figlio........ma Filone non era Cristiano e non sapeva neanche chi fosse Cristo.
Yam is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.56.41   #19
Emily
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-05-2006
Messaggi: 119
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Fu Filone a parlare di Padre e Figlio........ma Filone non era Cristiano e non sapeva neanche chi fosse Cristo.
Innanzitutto di Filone si sà pochissimo (non è certo che non sapesse chi fosse Cristo) inoltre potrei sapere dove parla di Padre e Figlio?
Mi risulta che egli fuse la tradizione giudaica con quella greca.

Vorresti dire che Gesù non parlò di Padre e Figlio?
Il Padre Nostro chi ce l'ha insegnato???
Emily is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.58.25   #20
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
alt... il padre nostro non è stato "creato" da Yeshouah (seppur questa è la comune credenza)....
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it