Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 26-07-2006, 16.36.47   #21
fmoo1949
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-10-2005
Messaggi: 224
Re: Re: Re: Re: Re: il perdono di sé..

Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa
non è facile ma è necessario,per liberarsi, e viverepoi in una dimensione di pacificazione e di gioia.
E' meglio farlo con la guida di qualcuno esperto(anche padre Dante ebbe bisogno di qualcuno che lo sostenesse nella visione di tutti i vizi del mondo che poi sono tutti i lati oscuri di ognuno di noi) ma dopo ti senti umano, vicino a tutti i tuoi simili, sai comprendere te stesso e gli altri .Ii rischio è una necessità
se ancora non lo hai fatto ti consiglio di farlo non è mai troppo tardi per guarire....
Le difficoltà connesse ad un cammino di ascensione interiore impongono fatti.
La conquista della grande pace, senza la quale nessuno va da nessuna parte, è un fatto personale così profondo e complesso che perdonare se stessi, per come lo intendo io, nulla ha a che vedere con il perdonare i propri errori assolvendosi sempre e comunque.
Si tratta di scoprire chi veramente si è nel profondo; liberare il represso avendo il coraggio del confronto; di affrontare quella parte di sé (che è in ognuno) che non contiene i soli “errori” di questa vita ma è retaggio/essenza di ciò che siamo ora. Si tratta in fondo di portare alla luce ciò che fa scattare (quando non si vorrebbe ma prende il sopravvento) l’ira e quant’altro di ignominioso è nell’animo umano racchiuso nella “bestia” che è in noi.
Perdonarsi a parole o nelle intenzioni non basta. Ma forse non stiamo parlando della stessa cosa. Per guarire nell’anima bisogna prima riconoscersi; e poi perdonarsi.
fmoo1949 is offline  
Vecchio 26-07-2006, 18.31.25   #22
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Re: Re: Re: Re: Re: Re: il perdono di sé..

Citazione:
Messaggio originale inviato da fmoo1949
Le difficoltà connesse ad un cammino di ascensione interiore impongono fatti.
La conquista della grande pace, senza la quale nessuno va da nessuna parte, è un fatto personale così profondo e complesso che perdonare se stessi, per come lo intendo io, nulla ha a che vedere con il perdonare i propri errori assolvendosi sempre e comunque.
Si tratta di scoprire chi veramente si è nel profondo; liberare il represso avendo il coraggio del confronto; di affrontare quella parte di sé (che è in ognuno) che non contiene i soli “errori” di questa vita ma è retaggio/essenza di ciò che siamo ora. Si tratta in fondo di portare alla luce ciò che fa scattare (quando non si vorrebbe ma prende il sopravvento) l’ira e quant’altro di ignominioso è nell’animo umano racchiuso nella “bestia” che è in noi.
Perdonarsi a parole o nelle intenzioni non basta. Ma forse non stiamo parlando della stessa cosa. Per guarire nell’anima bisogna prima riconoscersi; e poi perdonarsi.
e invece parliamo dela stessa cosa, bisogna riconoscere tutti i nostri vizi, le nostre parti più brutte, la nostra rabbia, la nostra invidia, la nostra furbizia che vuole fregare il prossimo, la nostra voglia di dominare l'altro, anche il nostro desiderio di uccidere perchè tutti lo abbiamo provato, insomma tutto lo schifo che abbiamo relegato nell'inconscio inferiore, nella cantina della nostra casa, ma una voltas entrati dobbiamo spolverare, ramazzare, e pulire con tanta acqua fino a scoprire il diamante, la perla, il cristallo di rocca........buon lavoro francesco!!!
paperapersa is offline  
Vecchio 26-07-2006, 19.03.43   #23
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Re: Re: Re: Re: Re: Re: il perdono di sé..

Citazione:
Messaggio originale inviato da fmoo1949
Si tratta di scoprire chi veramente si è nel profondo;
Sì, fm, finchè non si scopre chi si è, ci sarà sempre l'eterna domanda.
Ma per scoprire chi si è non lo si può fare chiedendolo alla mente, perchè la mente non può fornire la domanda e la risposta contemporaneamente; risponderà quello che le fa comodo, quello che più le piace, quello che più soddisfa l'ego.
La risposta ce la può dare un'altra entità, una entità imparziale che si rivela a noi quando volgiamo il nostro sguardo all'interno.
Questa entità è la nostra Consapevolezza. E di colpo sai chi sei

Citazione:
Si tratta in fondo di portare alla luce ciò che fa scattare (quando non si vorrebbe ma prende il sopravvento) l’ira e quant’altro di ignominioso è nell’animo umano racchiuso nella “bestia” che è in noi.
Quando arriva l'ira, fm, è sufficiente guardarla in faccia, che essa fugge via con la coda tra le gambe.
Le emozioni negative che albergano in noi, hanno piede libero perchè noi siamo assenti, perchè la nostra consapevolezza dorme.
Risveglia la tua consapevolezza, e le emozioni negative si scioglieranno come neve al sole

Citazione:
Perdonarsi a parole o nelle intenzioni non basta.

Giusto, fm; perdonarsi a parole è una presa in giro e noi lo sappiamo benissimo.
D'altro canto, una volta che hai scoperto chi sei, non c'è nessuno da perdonare

Ultima modifica di cincin : 26-07-2006 alle ore 19.11.06.
cincin is offline  
Vecchio 26-07-2006, 20.10.17   #24
fmoo1949
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-10-2005
Messaggi: 224
Vedo che in lista ci sono degli illuminati. E mi fa piacere perché possono essere (essermi) di aiuto.
Chi ha già svolto il “lavoro” (e quindi è ormai costantemente centrato con ciò che è nel profondo, tanto che la sua vigilità gli consente di essere osservatore mentre agisce nel quotidiano, senza porsi domande perché ormai consapevole dell’azione senza che ci sia distinzione tra l’agente e l’azione) fa bene a consigliare e a spronare gli altri.

Io cerco di andare avanti a piccoli passi, con i miei tempi. Perché se è pur vero che l’esperienza altrui aiuta, se la si fa propria senza lo sforzo che comporta, è un po’ come leggere dei libri che, siccome trovano la propria accettazione, si crede di essere diventati ciò che il libro illustra.

Che dire, una lista è bella anche per questo: chi sa può dire, chi ha (È) può dare.
fmoo1949 is offline  
Vecchio 29-07-2006, 07.55.39   #25
sapienza
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-07-2006
Messaggi: 43
Question Riferimento: il perdono di sé..

Citazione:
Originalmente inviato da fmoo1949
Vedo che in lista ci sono degli illuminati. E mi fa piacere perché possono essere (essermi) di aiuto.
Chi ha già svolto il “lavoro” (e quindi è ormai costantemente centrato con ciò che è nel profondo, tanto che la sua vigilità gli consente di essere osservatore mentre agisce nel quotidiano, senza porsi domande perché ormai consapevole dell’azione senza che ci sia distinzione tra l’agente e l’azione) fa bene a consigliare e a spronare gli altri.

Io cerco di andare avanti a piccoli passi, con i miei tempi. Perché se è pur vero che l’esperienza altrui aiuta, se la si fa propria senza lo sforzo che comporta, è un po’ come leggere dei libri che, siccome trovano la propria accettazione, si crede di essere diventati ciò che il libro illustra.

Che dire, una lista è bella anche per questo: chi sa può dire, chi ha (È) può dare.
Dice il Vero ed Unico Maestro:
"Ogni fratello non fa altro che ingannare";
Anche se in Buona Fede, molti cercano di "aiutare" il fratello nel cammino intrapreso, credendo di avere raggiunto chissà quale meta;
Ma ancora ci dice il Maestro:
"Medico cura te stesso";
Cioè se io sono ancora sotto la legge della morte, come faccio a parlare di Vita?
Ed allora, nessuno in questo mondo è capace di vincere la Morte, solo CRISTO GESU lo ha fatto, è Resuscitato e tramite Lui anche noi Resusciteremo;
Ma questo presuppone la perdita della vecchia natura umana, poichè se il "Seme" non muore non può rinascere il "Seme Eterno";
Sapienza ciao
sapienza is offline  
Vecchio 29-07-2006, 12.32.55   #26
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Riferimento: il perdono di sé..

Citazione:
Originalmente inviato da sapienza

Cioè se io sono ancora sotto la legge della morte, come faccio a parlare di Vita?
Giusto.
Se si vuole conoscere veramente la vita bisogna sottrarsi alla legge della morte, e per potersi sottrarre ad essa bisogna conoscerla.
Citazione:
Ed allora, nessuno in questo mondo è capace di vincere la Morte, solo CRISTO GESU lo ha fatto, è Resuscitato e tramite Lui anche noi Resusciteremo;
Se noi riusciamo a trovare il modo per non morire, non dovremo resuscitare.

Citazione:
Ma questo presuppone la perdita della vecchia natura umana, poichè se il "Seme" non muore non può rinascere il "Seme Eterno";
Sapienza ciao
Infatti; solo dopo che sarà morto il nostro ego, potrà emergere la nostra eternità.
cincin is offline  
Vecchio 29-07-2006, 18.25.48   #27
sapienza
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-07-2006
Messaggi: 43
Riferimento: il perdono di sé..

Citazione:
Originalmente inviato da cincin
Giusto.
Se si vuole conoscere veramente la vita bisogna sottrarsi alla legge della morte, e per potersi sottrarre ad essa bisogna conoscerla.

Se noi riusciamo a trovare il modo per non morire, non dovremo resuscitare.


Infatti; solo dopo che sarà morto il nostro ego, potrà emergere la nostra eternità.
Caro Cincin,
chi ti dice che devi attendere la tua morte per Rinascere?
Guai a pensarla così, poichè non avresti Salvezza per il tuo Spirito, dice il Maestro:
"Operate sinchè sia giorno";
Se il tuo giorno (esperienza terrena) finisce e tu non hai fatto la Seconda Scelta, poichè la prima fu fatta in Origine Eterna, non potrai più ricriminare, poichè verrà un altro che ti farà ritornare nella medesima legge universale, ma non mi riferisco al tuo corpo-mente che morirà comunque, ma alla Scintilla che è in te, Essa deve DECIDERE cosa fare prima che il giorno finisca e adesso lo sa, poichè le mie Parole non sono rivolte agli uomini, ma alle Scintille di ogni uomo e qualunque risposta positiva o negativa sia rivolta verso di me, nulla cambia, poichè non è quello che dice la volontà umana ciò che conta, ma ciò che ha e dovrà decidere lo Spirito di ogni forma-sostanza;
Tu ne sentirai solo gli effetti, o rimarrai nel BUIO o ritornerai alla LUCE.
Sapienza ciao
sapienza is offline  
Vecchio 29-07-2006, 20.02.22   #28
fmoo1949
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-10-2005
Messaggi: 224
Riferimento: il perdono di sé..

Citazione:
Originalmente inviato da sapienza
Dice il Vero ed Unico Maestro:
"Ogni fratello non fa altro che ingannare";
Anche se in Buona Fede, molti cercano di "aiutare" il fratello nel cammino intrapreso, credendo di avere raggiunto chissà quale meta;
Ma ancora ci dice il Maestro:
"Medico cura te stesso";
Cioè se io sono ancora sotto la legge della morte, come faccio a parlare di Vita?
Ed allora, nessuno in questo mondo è capace di vincere la Morte, solo CRISTO GESU lo ha fatto, è Resuscitato e tramite Lui anche noi Resusciteremo;
Ma questo presuppone la perdita della vecchia natura umana, poichè se il "Seme" non muore non può rinascere il "Seme Eterno";
Sapienza ciao
Ciao Sapienza, visto che non puoi essere un fratello perchè potresti ingannare gli altri, chi sei? Un messaggero divino?
E se il Maestro dice "medico cura te stesso", perchè vuoi curare gli altri?
fmoo1949 is offline  
Vecchio 29-07-2006, 21.00.31   #29
sapienza
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-07-2006
Messaggi: 43
Riferimento: il perdono di sé..

Citazione:
Originalmente inviato da fmoo1949
Ciao Sapienza, visto che non puoi essere un fratello perchè potresti ingannare gli altri, chi sei? Un messaggero divino?
E se il Maestro dice "medico cura te stesso", perchè vuoi curare gli altri?
Caro Fmoo1949,
penso di averti già risposto in precedenza ad un altro tuo quesito,
ma ti ripeto, non guardare a "chi", ma guarda alla Legge che ti paleso, hai tu una Speranza nel mondo?
Se c'è l'hai non puoi trovare nelle mie parole una risposta;
Se senti che ti manca qualcosa, che sei insoddisfatto e non sai perchè, se vorresti un mondo perfetto, ma che non trovi in nessun luogo, ecco che hai una Speranza che troveranno Risposta nel recepire le mie parole che non provengono dall'uomo, come Acqua per un'assetato, Cibo per un'affamato;
Stabilisci tu ciò che ti pare più consono al tuo "sentire";
Sapienza ciao
sapienza is offline  
Vecchio 30-07-2006, 09.09.07   #30
cincin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-05-2006
Messaggi: 185
Smile Riferimento: il perdono di sé..

Citazione:
Originalmente inviato da sapienza
Caro Cincin,
chi ti dice che devi attendere la tua morte per Rinascere?
Guai a pensarla così, poichè non avresti Salvezza per il tuo Spirito, dice il Maestro:
"Operate sinchè sia giorno";
Se il tuo giorno (esperienza terrena) finisce e tu non hai fatto la Seconda Scelta, poichè la prima fu fatta in Origine Eterna, non potrai più ricriminare, poichè verrà un altro che ti farà ritornare nella medesima legge universale, ma non mi riferisco al tuo corpo-mente che morirà comunque, ma alla Scintilla che è in te, Essa deve DECIDERE cosa fare prima che il giorno finisca e adesso lo sa, poichè le mie Parole non sono rivolte agli uomini, ma alle Scintille di ogni uomo e qualunque risposta positiva o negativa sia rivolta verso di me, nulla cambia, poichè non è quello che dice la volontà umana ciò che conta, ma ciò che ha e dovrà decidere lo Spirito di ogni forma-sostanza;
Tu ne sentirai solo gli effetti, o rimarrai nel BUIO o ritornerai alla LUCE.
Sapienza ciao
Ciao Sapienza, sono donna E tu?

Non ho detto che dobbiamo attendere la morte per rinascere, ma esattamente il contrario: se troviamo il modo per non morire, non dovremo rinascere
Quindi io sono d'accordo col Maestro; dobbiamo "lavorare" mentre siamo in vita, e non, sperare in un futuro paradiso, o in una resurrezione.
La resurrezione la possiamo ottenere in vita, anche in questo preciso momento. E se risorgi in vita, essa si trasforma in paradiso
cincin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it