Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 17-01-2003, 09.15.01   #11
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
... così come puoi dimostrare di respirare dell'aria essendoci stati degli studi approfonditi sulla materia ... allo stesso modo si può dimostrare - o si potrà in futuro - determinati fenomeneni perchè ci sono persone che con serietà morale e professionale studiano la questione. E' per questo che non amo chi tira ipotesi sulla base di ciò che più lo emoziona. Un conto è un deja-vu ... tutto un'altro paio di maniche sono i ricordi o flash di vita passate ... l'unico modo per capire e non lasciarsi perdere nel romanticismo è studiare certi fenomeni, approfondire, cercare.

Se nel tuo post ti riferivi anche o solo a me, spero così di averti chiarito che non avevo intenzione - magari ammetto può essere sembrato - di denigrare il tuo intervento in alcun modo, ma troppi sono ormai i cultori della new age (con le lettere minuscole), e cercare di capire e studiare certi fenomeni diventa più complicato e confuso ... perciò quel che dico, prima di confondere un evento certo che si studia da anni e che non ha nulla a che fare (le testimonianze sono totalmente differenti riguardo ciò a cui tu alludi) col fenomeno a te caro.

Hai chiesto una opinione, ti è stata data ... è vero hai perfettamente ragione , nessuno ha la verità in tasca ... ma a volte ci piace crederlo.

Con rispetto

kri is offline  
Vecchio 17-01-2003, 11.35.53   #12
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Personalmente non penso che continuiamo a rivivere sempre e comunque la nostra vita, semplicemente basta guardarsi attorno per capire che l'esistenza non si ripete mai, è estremamente prodiga di esemplari unici, quindi a che pro una replica infinta....

Per quanto riguarda i deja-vu penso che il nostro cervello (o il karma) non sia nientraltro che un seme.
Similmente ad un seme di melograno che ha già dentro di sé l'immagine della pianta e dei sui frutti, così noi abbiamo l'immagine della nostra vita (cioè del nostro karma), ma solo potenzialmente.

Le cause di interdipendenza che continuamente creiamo con la nostra vita interferendo ed interagendo con il divenire rideterminano continuamente il nostro "destino", nondimeno esso è segnato sin dall'inizio.
Prestare attenzione alle nostre paure ci permette di indagare all'interno di questo seme e attraverso
L'osservazione/accettazione delle paure, libera dal rifiuto e dall'approvazione, ci permette di far sciogliere questi grumi che altrimenti potrebbero causare delle trombosi!
A volte queste immagini in embrione si realizzano altre volte no, quante volte uno starnuto in Italia causa un tifone in Cina!
L'uomo saggio bandisce dal suo animo l'ansia e la speranza egli solo è padrone del proprio tempo e del proprio destino: è padrone del proprio passato grazie al ricordo, vive con pienezza il proprio presenze e comanda il futuro perchè lo prevede, breve è la vita per i molti che non godono del giorno per la paura della notte e la notte nell'ansia del giorno nuovo (forse ho divagato?).
visir is offline  
Vecchio 17-01-2003, 22.16.41   #13
anomis
Ospite
 
Data registrazione: 12-01-2003
Messaggi: 39

Cosa c'è di male a trarre ipotesi sulla base di ciò che più emoziona?

La differenza tra un déjà-vu ed un ricordo di vita passata non l'ho mai messa in discussione: un déjà-vu è un flash di vita precedente già conclusa e non un ricordo riferito ad un momento passato della vita che si sta vivendo.

Ora mi rendo conto che possono solo nascere incomprensioni finchè non chiarisco come la penso.

Secondo me ogni persona nasce, vive e muore sempre nello stesso corpo, nella stessa epoca storica, sempre nello stesso ambiente familiare, sempre nello stesso contesto socio-economico per affrontare infinite volte sempre le stesse sfide.
Tutto si svolge sempre allo stesso modo finchè, inseguito a scelte differenti da quelle che vi sono state nelle vite precedenti, il corso degli eventi cambia (ed è da questo momento che non si hanno più i déjà-vu).

Non credo vi sia la fine di una vita, ma che questa nasca, scorra e muoia infinite volte: ogni individuo ha una ed una sola vita ripetuta continuamente.

Le persone vissute in epoche precedenti a questa stanno ancora vivendo così come le persone delle generazioni future stanno già vivendo.

Vorrei aggiungere che io non so nulla sulla "new age" e che poco conta, in questo contesto, inserire una ipotesi sotto una od un'altra corrente di pensiero.

Ogni mente umana deve essere considerata singolarmente in quanto questa può creare idee e pensieri simili ad altre menti, può esserne influenzata, ma non sarà mai uguale ad una qualsiasi altra mente.


anomis


Ultima modifica di anomis : 17-01-2003 alle ore 22.20.58.
anomis is offline  
Vecchio 17-01-2003, 22.34.05   #14
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
è interessante e anche bella la tua ipotesi ... però la prima cosa che mi è venuta in mente ... magari banalissima ... è:
un bimbo che nasce e poi dopo 5 giorni muore, sarà condannato così per l'eternità?

Se ognuno di noi è responsabile per se stesso ... quel bambino non avrà mai modo di espiare niente!

kri is offline  
Vecchio 17-01-2003, 22.35.49   #15
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Mai sentito parlare di "Eterno Ritorno"?
sisrahtac is offline  
Vecchio 17-01-2003, 22.55.21   #16
anomis
Ospite
 
Data registrazione: 12-01-2003
Messaggi: 39
Per kri.......

Si, ho pensato più volte anche io ad una situazione simile a quella che hai descritto tu e mi sono data questa risposta: se una persona in una, due o più cilcli della sua esistenza ha avuto un dramma, una fine improvvisa o una vita lunghissima questo non significa che ricapiti negli altri cilci di vita.

Ripeto che anche i déjà-vu non accompagnano sempre la persona e, soprattutto, che vi è un momento, in ogni ciclo di vita, dopo il quale questi non vi sono più: ogni vissuto può modificarsi non appena vi sono scelte (della persona o di altri) che ne deviano il percorso.

E' solo fantasia la mia?
Mah! Potrebbe essere.

anomis
anomis is offline  
Vecchio 17-01-2003, 23.16.34   #17
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
E' tutto molto bello ma...prove di quello che dici?
Beh,forse certe cose si possono solo percepire...
Per parallelismo...il ciclo cellulare,le orbite dei pianeti,le stagioni...se tutto,nella vita,è ciclico,perchè il tempo non può esserlo?Così salta anche il problema dell'origine di tutto e della fine di tutto....perchè la fine e l'inizio coincidono e sono solo il punto di una "circonferenza"...Però in questa teoria io non accetto variabili!Se il bambino muore subito,non per essere cinici,ma cavoli suoi!La natura non ha morale,anche la sua morte è funzionale al compimento dell Assoluto ciclico.Troppo comodo darsi spiegazioni a misura d'uomo sui fenomeni dell'universo...

Ultima modifica di sisrahtac : 17-01-2003 alle ore 23.20.49.
sisrahtac is offline  
Vecchio 17-01-2003, 23.42.35   #18
anomis
Ospite
 
Data registrazione: 12-01-2003
Messaggi: 39
Si, c'è qualcosa che sento essere vero anche per me nelle tue frasi.

Ma ritorniamo al punto di partenza: come mai i déjà-vu sono più ricorrenti nel primo periodo della nostra vita?

Tutto è ciclico e le variabili ci sono, altrimenti ogni ciclo sarebbe identico ad un altro ed avremmo continui déjà-vu per tutto il corso di una esistenza.

La natura non ha una morale ed allora come mai noi uomini abbiamo una morale? Non siamo noi, forse, appartenenti alla natura?


anomis
anomis is offline  
Vecchio 17-01-2003, 23.51.04   #19
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Natura morale?Allora se ti cade un fulmine in testa è perchè sei stato cattivo?Mi sembra un interpretazione un po' antiquata....

I deja-vu ce li abbiamo nella prima parte della vita perchè semplicemente abbiamo più fantasia.Quando si cresce si capisce che certe cose sono solo illusioni...forse...
sisrahtac is offline  
Vecchio 18-01-2003, 00.15.39   #20
anomis
Ospite
 
Data registrazione: 12-01-2003
Messaggi: 39
Cosa intendi per "interpretazione antiquata" non lo capisco: non vi sono interpretazioni vecchie o nuove, bensì interpretazioni che sentiamo essere le migliori dentro di noi in base alla nostra esperienza personale ed in base al nostro modo di essere e di concepire ciò che ci circonda.

Non è vero che un fulmine, inteso simbolicamente, cade in testa a chi è cattivo, dato che, solitamente, sono le persone più buone ad essere colpite per prima.

I déjà-vu non sono frutto della nostra fantasia!
Temo che tu non abbia il mio stesso concetto di "déjà-vu".


anomis

Ultima modifica di anomis : 18-01-2003 alle ore 00.28.17.
anomis is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it