Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-09-2006, 04.22.58   #1
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Smile dio e ragione

Salve a tutti, purtroppo in questo periodo non partecipo al forum perchè il mio computer è arrivato o lo cambio o lo faccio formattare, si blocca dopo 10 minuti che è acceso........se qualcuno sa come si formatta ben venga con le istruzioni ( ora sto scrivendo da uno che posso usare saltuariamente); in questi giorni, forse per via di quanto succcesso al papa, sono preso da quanto la" percezione" di "dio" venga influenzata in noi credenti occidentali, da quello che è stato il pensiero illuminista e conseguentemente della collocazione della ragione nell'essere umano; sono dell'idea che dio e ragione non debbano andare necessariamente d'accordo anzi credo che la "fede" sia tutto fuorché ragionevolezza, se ho fede per la mia squadra di calcio...... la seguo fino in capo al mondo (iperbole), mi piacerebbe avere qualche opinione al riguardo, un cordiale saluto con la speranza di avere oresto un attrezzo funzionate claudio

ps nella mia ignoranza non so se le altre "civiltà" abbiamo avuto un periodo illuminista anche loro ciao
fallible is offline  
Vecchio 21-09-2006, 10.02.22   #2
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: dio e ragione

se la religione e la fede fossero del tutto irrazionali
la verità sarebbe solo patrimonio degli atei
e invece io credo che in questi tempi
sempre di più scienze e fede stiano collaborando
nella ricerca e nel raggiungimento della verità.
Basta vedere come la fisica dei quanti, e le neuroscienze siano sempre più in stretto contatto.
paperapersa is offline  
Vecchio 21-09-2006, 11.17.23   #3
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: dio e ragione

scusami fallibile ma proprio non capisco come vi vengano in mente sempre questo tipo di ragionamenti; secondo te miliardi di persone nei secoli sono state e sono "irragionevoli"? hai presente il film Matrix? ebbene chissà che "irragionevoli" non siano proprio quelli che "credono" di star vivendo la vita vera su questa terra per poi scoprire che.....
Il fatto fallibile è che la fede oltre il visibile ti porta a conoscere anche l'invisibile ma, soprattutto ed anzi proprio per questo, ti porta a vedere il visibile interiore molte volte reso invisibile proprio da chi crede e spera e rende conto unicamente alla sua ragione che per questo motivo rimane assai limitata. Proprio per questo poi si può fare in modo di mettere fede per una squadra con FEDE per un modo nuovo di vedere la vita, la propria , rivoluzionando completamente gli esseri spenti e irragionevoli nella "ragionevolezza" umana per divenire specchio della ragionevolezza divina, piu completa, alla comprensione vera senza piu maschere, senza falsità, che la ragionevolezza limitata umana non puo e purtroppo molto spesso non vuol vedere perchè non la comprende. Se credi di non aver capito è proprio perchè ti sei posto come limite quel che credi abbia significato perchè lo percepisci come tale. E questo è un vero peccato!
joannes is offline  
Vecchio 21-09-2006, 13.14.10   #4
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: dio e ragione

:
Citazione:
Originalmente inviato da joannes
scusami fallibile ma proprio non capisco come vi vengano in mente sempre questo tipo di ragionamenti; secondo te miliardi di persone nei secoli sono state e sono "irragionevoli"? hai presente il film Matrix? ebbene chissà che "irragionevoli" non siano proprio quelli che "credono" di star vivendo la vita vera su questa terra per poi scoprire che.....
Il fatto fallibile è che la fede oltre il visibile ti porta a conoscere anche l'invisibile ma, soprattutto ed anzi proprio per questo, ti porta a vedere il visibile interiore molte volte reso invisibile proprio da chi crede e spera e rende conto unicamente alla sua ragione che per questo motivo rimane assai ...

dici: La fede va oltre il visibile...se io dicessi: vedi, il paranormale ti permette ti andare oltre e vedere l'invisibile...sarebbe la stessa cosa.

Per cui chiedo:

1) cosa significa avere fede?
2) come arrivare ad averla?
3) che differenza c'è tra l'aver fede e credere?

Rispondere " se non ce l'hai non puoi capire " equivarrebbe a dire che non è per tutti...ma non credo sia cosi, giusto?

Mi aspetto quindi una risposta diversa.

E neanche mi aspetto che tu mi dica di seguire i comandamenti o leggere il vangelo...ciò implicherebbe che io creda che questi siano veri e quindi implicherebbe che io faccia poggiare la mia fede su una credenza il che sarebbe assurdo...dato che la fede non è neppure credenza ( la credenza è infatti atto del pensiero )...perchè se lo fosse, credere in una cosa piuttosto che in un altra non farebbe alcuna differenza.

Ultima modifica di individuo : 21-09-2006 alle ore 14.18.20.
individuo is offline  
Vecchio 21-09-2006, 14.58.56   #5
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: dio e ragione

Citazione:
Originalmente inviato da individuo
:
Citazione:
Originalmente inviato da joannes
scusami fallibile ma proprio non capisco come vi vengano in mente sempre questo tipo di ragionamenti; secondo te miliardi di persone nei secoli sono state e sono "irragionevoli"? hai presente il film Matrix? ebbene chissà che "irragionevoli" non siano proprio quelli che "credono" di star vivendo la vita vera su questa terra per poi scoprire che.....
Il fatto fallibile è che la fede oltre il visibile ti porta a conoscere anche l'invisibile ma, soprattutto ed anzi proprio per questo, ti porta a vedere il visibile interiore molte volte reso invisibile proprio da chi crede e spera e rende conto unicamente alla sua ragione che per questo motivo rimane assai ...

dici: La fede va oltre il visibile...se io dicessi: vedi, il paranormale ti permette ti andare oltre e vedere l'invisibile...sarebbe la stessa cosa.

Per cui chiedo:

1) cosa significa avere fede?
2) come arrivare ad averla?
3) che differenza c'è tra l'aver fede e credere?

Rispondere " se non ce l'hai non puoi capire " equivarrebbe a dire che non è per tutti...ma non credo sia cosi, giusto?

Mi aspetto quindi una risposta diversa.

E neanche mi aspetto che tu mi dica di seguire i comandamenti o leggere il vangelo...ciò implicherebbe che io creda che questi siano veri e quindi implicherebbe che io faccia poggiare la mia fede su una credenza il che sarebbe assurdo...dato che la fede non è neppure credenza ( la credenza è infatti atto del pensiero )...perchè se lo fosse, credere in una cosa piuttosto che in un altra non farebbe alcuna differenza.

la fede si può anche acquistare......
fai un corso, ti addottrinano ed hai fede
ma appena hai un dubbio comincia l'infelicità e la ricerca
e dalla ricerca appassionata si arriva
alla fiducia incondizionata nell'A M O R E.
Tutto ciò che viene comunemente chiamato fede
è solo frutto di catechismo, letture,etc.....la vera fede è altro
nasce da un bisogno interiore di sapere, di scoprire
e di abbandonarsi poi totalmente a D I O
paperapersa is offline  
Vecchio 21-09-2006, 17.55.17   #6
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: dio e ragione

salve !!!!
da un bisogno interiore di sapere, di scoprire
e abbandonarsi poi totalmente a D I O

comunque intendevo parlare dell'influenza dell'illuminismo nella percezione di dio tra i credenti occidentali , l'uomo identificato nella ragione ciao claudio
fallible is offline  
Vecchio 21-09-2006, 20.20.36   #7
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: dio e ragione

Non ti dirò questo infatti individuo:

1) aver fede lo dice la parola stessa, ovvero cosi come da piccoli abbiamo fede verso i nostri genitori perchè amati da essi, allo stesso modo abbiamo fede nella parola di colui che si è donato per amore, come ci ha promesso e già in questa vita , anche per cose a te "invisibili", non rimaniamo delusi ne traditi; chi non ha fede non è tanto per ignoranza o incredulità quanto per insofferenza a sottomettersi a Dio.

2)sottomettendosi a Dio e pregandolo di aprire il nostro cuore; Egli ti ascolterà e il peccato che ti rendeva cieco cadrà come una crosta dal medesimo, spalancandoti gli occhi e mostrandoti la tua miseria di fronte al Padre e di ciò che avevi bisogno; se non puoi credere che ciò avvenga è proprio per il motivo che ti ho detto; tutti bene o male siamo alla ricerca di Dio, ma è sottomettendosi a lui che si può chiamarlo padre, non piu un essere sconosciuto perchè si avrà tangibilmente il suo amore per il figlio perduto e poi ritrovato. Giriamo e rigiriamo ma è nel nostro cuore che dobbiamo vedere, non facendo esperienze di chissacchè come sento dire purtroppo spesso.

3)quando il cuore ha fede perchè ha una visione perfetta dell'amore di Dio allora crede che Lui può far parte della tua vita; molti però possono anche credere in dio ma non avere fede in lui nelle situazioni piu svariate perchè non credono che Dio possa essere presente nella propria vita e nelle proprie disgrazie; cosi ad esempio come mi è capitato quando qualcuno dei propri cari sta morendo e non si ha fede che possa guarire grazie alle preghiere Dio ha rispetto delle nostre decisioni ma se lo preghiamo esso ci ascolta perchè a chi chiede sarà dato e a chi bussa sarà aperto. Scommetto che per te la pregiera è un po come il credere; siccome mai ne hai fatto esperienza la ritieni inutile. Ma è sempre il discorso della sottomissione, perchè Dio si rivela agli umili e contriti di cuore.
joannes is offline  
Vecchio 21-09-2006, 20.28.04   #8
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: dio e ragione

è strano paperapersa se dovessi ascoltare te dovrei riguardare tutta la mia vita da un altra prospettiva; io mai ho studiato catechismo (mio padre è islamico) ne altre letture da cui è scaturito qualcosa, ma è grazie allo Spirito a cui ho sottomesso la mia volontà che mi ha rivelato la pienezza dell'Amore; e quando vi è la pienezza non vi è qualcos'altro di piu grande. Ma questa pienezza non puo rimanere tale se non la si fa conoscere, perchè l'amore, quello vero, non può essere trattenuto nel cuore ma rivelato; se ti accorgi che non accade questo nel tuo cuore probabilmente devi guardare bene dentro te stessa perchè trattasi di qualcosa che non ha a che fare con la fede tantomeno con l'amore sempre che non ci piaccia solo specchiarvisi e rimanere a rimirarlo.
joannes is offline  
Vecchio 25-09-2006, 06.29.02   #9
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: dio e ragione

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
è strano paperapersa se dovessi ascoltare te dovrei riguardare tutta la mia vita da un altra prospettiva; io mai ho studiato catechismo (mio padre è islamico) ne altre letture da cui è scaturito qualcosa, ma è grazie allo Spirito a cui ho sottomesso la mia volontà che mi ha rivelato la pienezza dell'Amore; e quando vi è la pienezza non vi è qualcos'altro di piu grande. Ma questa pienezza non puo rimanere tale se non la si fa conoscere, perchè l'amore, quello vero, non può essere trattenuto nel cuore ma rivelato; se ti accorgi che non accade questo nel tuo cuore probabilmente devi guardare bene dentro te stessa perchè trattasi di qualcosa che non ha a che fare con la fede tantomeno con l'amore sempre che non ci piaccia solo specchiarvisi e rimanere a rimirarlo.

sono perfettamente d'accordo con te!!!
ma la conoscenza di cui tu parli e che vuoi trasmettere non si può
imporre e forse neanche proporre ma solo testimoniare con la propria vita.....
quando si accende una luce non c'è bisogno di dire agli altri vedete
io ho acceso la mia luce, gli altri se ne accorgono, vedono che
c'è luce senza bisogno di dimostrazioni e teologie.....
ci sono certe espressioni nel mondo cattolico che non hanno nulla
da invidiare al mondo dell'Islam : la cresima ci fa diventare "soldati di Cristo"!
pensa a me che sono contraria a quaunque esercito e militarizzazione.....
CI SONO PURTROPPO CONTRADDIZIONI E PARADOSSI IN QUALUNQUE
CREDENZA RELIGIOSA....
da queste contraddizioni nasce la ricerca spirituale....
ci si chiede come Dio perfetto possa far affermare cose imperfette
a certi suoi ministri o rappresentanti in terra
e pur comprendendo che certe cose sono e devono restare misteriose
si va in cerca del Graal del vero contenitore dell'Amore.....
e se lo si trova non c'è bisogno di sbandierarlo ai quattro venti
perchè diviene chiaro per tutti che l'hai trovato...
paperapersa is offline  
Vecchio 25-09-2006, 08.46.16   #10
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: dio e ragione

Citazione:
Originalmente inviato da joannes
è strano paperapersa se dovessi ascoltare te dovrei riguardare tutta la mia vita da un altra prospettiva; io mai ho studiato catechismo (mio padre è islamico) ne altre letture da cui è scaturito qualcosa, ma è grazie allo Spirito a cui ho sottomesso la mia volontà che mi ha rivelato la pienezza dell'Amore; e quando vi è la pienezza non vi è qualcos'altro di piu grande. Ma questa pienezza non puo rimanere tale se non la si fa conoscere, perchè l'amore, quello vero, non può essere trattenuto nel cuore ma rivelato; se ti accorgi che non accade questo nel tuo cuore probabilmente devi guardare bene dentro te stessa perchè trattasi di qualcosa che non ha a che fare con la fede tantomeno con l'amore sempre che non ci piaccia solo specchiarvisi e rimanere a rimirarlo.


Mi sembra tu abbia male interpretato quello che ha scritto papera...
individuo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it