Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 22-11-2006, 13.08.17   #21
Padmani
Ospite
 
Data registrazione: 07-04-2006
Messaggi: 21
Riferimento: Ego e reincarnazione.

Citazione:
Originalmente inviato da Ateo
Scusate, ma in questo contesto non ho capito la differenza tra anima ed ego.
Caro Ateo, non ti do torto. Questi concetti sono difficili da capire perchè in findei conti è solo folosofia, metafisica. Come possiamo capire queste cose leggendo,senza averne avuto esperienza?......POtrei affermare che l' Ego muore,l'anima no, ma le mie affermazioni potrebbero essere false, perchè tu non le hai verificate. Sarebbero solo dei dogmi, di cui facciamo a meno. il discorso si potrebbe ampliare all'infinito: cosa muore, e che cos'è la morte?
Ma in fine dei conti,che importanza ha capire tutte queste cose? Cosa cambia se lo sappiamo? Nulla. Le risposte sono dentro ciascuno di noi, basta cercare. Cercando troverai la 'tua' risposta, che vale molto di più di ciò che puoi leggere da qualche parte.
Padmani is offline  
Vecchio 22-11-2006, 13.17.09   #22
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Ego e reincarnazione.

essere piena manifestazione dello spirito.
senza ostacoli mentali (distorsioni)
non è forse questo il "parlare senza ego"?
non è forse in tali momenti che la voce è "unica"?

mi viene in mente un'artista nel momento in cui dipinge.

domanda:
questa "condizione" può essere "continua"?
e se non lo è cosa determina la differenza?
turaz is offline  
Vecchio 22-11-2006, 13.34.51   #23
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Ego e reincarnazione.

[quote=cincin]
Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
tu non hai ego, o meglio non sei il tuo ego, giusto?
Esatto, MIMMO, noi non siamo il nostro ego.
Noi siamo la Consapevolezza.


quindi non ricordi come ti chiami se non hai ego?
La memoria è di due tipi: quella fattuale, dei fatti, che non influisce sulla nostra psicologia, e che ci permette di ricordarci come ci chiamiamo, dove abitiamo, e dove abbiamo parcheggiato l’auto, per esempio. Questo tipo di memoria è indispensabile per poter interagire col mondo che ci circonda.
Poi c’è la memoria psicologica, quella che lascia dentro noi degli strascichi e che influiscono sul nostro approccio con le persone e le cose.
Per esempio, litigo col collega, e il mio comportamento successivo con quel collega sarà influenzato dal litigio avvenuto precedentemente.
Quando si dice non avere ego, ci si riferisce al secondo “tipo” di memoria, quella psicologica.


e se invece parli di impersonificarti con il tuo ego, come fai a scrivere , chi è che mi scrive non udi le parole, non fanno parte della memoria...
Essere identificati col proprio ego (e intendo la memoria psicologica), vuol dire credere di essere il proprio ego, e quando c’è questa identificazione i nostri comportamenti, le nostre parole, le nostre emozioni, i nostri sentimenti vengono influenzati da questa memoria.
Scrivere, parlare senza ego, vuol dire non introdurre nulla di personale in quello che si scrive o che si dice.
Quando si scrive o si parla senza ego, lo si fa senza la memoria psicologica, e tutto quello che viene fuori è frutto della nostra Consapevolezza, che può esistere solo nel presente e in quanto tale non è memoria.


ricorda caro amico
credere di essere non è essere!
Giusto, MIMMO.
Il credere è della mente, ma la mente è passato, e il passato non esiste.
Credere vuol dire non esistere.
Ciao, cincin

p.s. puoi chiamarmi cara amica

cara Amica,
sapevo cosa mi avresti risposto , ma vorrei aggiungeti un'altra domanda. Chi sei? Tu che scrivi chi sei?
Non nego, ne affermo quanto dici, ti posso dire che concordo su alcune cose,,,,,,credere è della mente, senza dubbio, la memoria è passato, scontato.
Seconda domanda.....quando vivi il presente senza giudicarlo tramite la rete del pensiero che nasce dal passato, chi è che vive?
Terza domanda...nel forum si è parlato di reincarnazione, ma se noi (IL NOSTRO EGO) siamo il passato, quindi illusione d'essere chi è che si reincarna?
ciao
CARA CINCIN
MIMMO is offline  
Vecchio 22-11-2006, 14.17.50   #24
andreax
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 72
Riferimento: Ego e reincarnazione.

Reincarnazione...altra chimera dell'uomo malato di un male incurabile: l'egoismo. Perchè vi abbandonate nelle sensuali braccia del Budda e non rimanete qui con me a crogiolarvi nel del dolore di una vita senza senso?
andreax is offline  
Vecchio 22-11-2006, 14.40.01   #25
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Ego e reincarnazione.

Citazione:
Originalmente inviato da andreax
Reincarnazione...altra chimera dell'uomo malato di un male incurabile: l'egoismo. Perchè vi abbandonate nelle sensuali braccia del Budda e non rimanete qui con me a crogiolarvi nel del dolore di una vita senza senso?

dunque la vita è priva di significato?
MIMMO is offline  
Vecchio 22-11-2006, 14.52.22   #26
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Ego e reincarnazione.

Citazione:
Originalmente inviato da cincin
L’anima la possiamo identificare con la Consapevolezza, quindi la nostra essenza, il nostro essere.
L’ego è tutto il nostro bagaglio culturale.
L’anima è il nostro vero Sé.
L’ego è il nostro falso Sé.
L’anima il nostro esperire, e in quanto tale è la Conoscenza.
L’ego è la nostra memoria e in quanto tale è il nostro sapere.
La nostra vera natura è la Conoscenza.

Ciao, cincin.

Lo Spirito...non l'Anima....che e' sensibilita' e memoria.
Yam is offline  
Vecchio 22-11-2006, 16.42.25   #27
Padmani
Ospite
 
Data registrazione: 07-04-2006
Messaggi: 21
Riferimento: Ego e reincarnazione.


Citazione:
Originalmente inviato da turaz
domanda:
questa "condizione" può essere "continua"?
e se non lo è cosa determina la differenza?

Io penso che questo Stato possa essere continuo, se tutto rimane così come è.
Molti Maestri realizzati hanno parlato di questa condizione, Naropa, Padmasambhava, e lo stesso Buddha Sakyamuni. Tutti l'hanno descritta come una condizione in cui non viene manipolato nulla, tutto si manifesta senza sforzo e naturalmente. Quando meditiamo per alcuni attimi riusciamo ad allentare sforzi e tensioni, ma appena ce ne rendiamo conto abbiamo già ricominciato a fare qualcosa, e l'Ego riprende il suo potere.
Nella condizione dello Stato Naturale (cioè incontaminato) tutto, anche i pensieri e le emozioni, sono purificati. Dobbiamo 'solo' non fare niente.
Padmani is offline  
Vecchio 22-11-2006, 17.26.19   #28
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Ego e reincarnazione.

Citazione:
Originalmente inviato da Padmani



Io penso che questo Stato possa essere continuo, se tutto rimane così come è.
Molti Maestri realizzati hanno parlato di questa condizione, Naropa, Padmasambhava, e lo stesso Buddha Sakyamuni. Tutti l'hanno descritta come una condizione in cui non viene manipolato nulla, tutto si manifesta senza sforzo e naturalmente. Quando meditiamo per alcuni attimi riusciamo ad allentare sforzi e tensioni, ma appena ce ne rendiamo conto abbiamo già ricominciato a fare qualcosa, e l'Ego riprende il suo potere.
Nella condizione dello Stato Naturale (cioè incontaminato) tutto, anche i pensieri e le emozioni, sono purificati. Dobbiamo 'solo' non fare niente.

ma se insegui uno scopo , meditare, sederti e non fare, quello che si chiama ZAN_ZEN giusto? non è già uno sforzo,una ricerca di un qualcosa?
non so se mi spiego....è una forma di disciplina, che implica comunque avere un obbiettivo e quindi uno sforzo, la meditazione non dovrebbe "accadere"!
MIMMO is offline  
Vecchio 22-11-2006, 17.54.45   #29
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Ego e reincarnazione.

Citazione:
Originalmente inviato da Padmani



Io penso che questo Stato possa essere continuo, se tutto rimane così come è.
Molti Maestri realizzati hanno parlato di questa condizione, Naropa, Padmasambhava, e lo stesso Buddha Sakyamuni. Tutti l'hanno descritta come una condizione in cui non viene manipolato nulla, tutto si manifesta senza sforzo e naturalmente. Quando meditiamo per alcuni attimi riusciamo ad allentare sforzi e tensioni, ma appena ce ne rendiamo conto abbiamo già ricominciato a fare qualcosa, e l'Ego riprende il suo potere.
Nella condizione dello Stato Naturale (cioè incontaminato) tutto, anche i pensieri e le emozioni, sono purificati. Dobbiamo 'solo' non fare niente.

e allora quale scopo ha la tua esistenza?
nessuno?
quello di sederti ad ammirare e contemplare?
oppure c'è qualcosa che ci sfugge?
turaz is offline  
Vecchio 22-11-2006, 18.25.55   #30
Padmani
Ospite
 
Data registrazione: 07-04-2006
Messaggi: 21
Riferimento: Ego e reincarnazione.

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
ma se insegui uno scopo , meditare, sederti e non fare, quello che si chiama ZAN_ZEN giusto? non è già uno sforzo,una ricerca di un qualcosa?
non so se mi spiego....è una forma di disciplina, che implica comunque avere un obbiettivo e quindi uno sforzo, la meditazione non dovrebbe "accadere"!


Sì,Mimmo, in realtà quello che si fa durante la meditazione formale- seduti a gambe incrociate- è comunque uno sforzo,piccolo o grande che sia. Ecco perchè noi non siamo Illuminati e non Conosciamo. Ecco perchè siamo nel Samsara. Ecco perchè non sappiamo che cosa significhi esattamente l'affermazione 'Samsara e Nirvana sono la stessa cosa....'
Padmani is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it