Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.


Vecchio 09-01-2007, 15.18.40   #11
Greuze
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-01-2007
Messaggi: 47
Angry Riferimento: prodi e la storia

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
Sono certo che Prodi ha guidato bene l'Europa, che ha bloccato bene la crisi in Libano, che ha condotto bene la Manovra Finanziaria Correttiva dei conti sbilanciati dello Stato. E' un professore di sviluppo economico: è stato mio professore.
Chi scrive qua dentro cerchi di non 'fare la velina'; intendo dire di non fare come la scioccherella parlamentare che vuol insegnare economia a Padoa Schioppa!
Questo è un segno culturale di quanto siamo in sottosviluppo. Nel nome di 'tanto in politica ognuno dice la sua' qua si scrive e si scrive come le veline (e con ciò indico il ruolo, la parlamentare e non le altre persone, glorie di Venere)!

Io non so tu che cosa riesci a trovare di positivo in Romano Prodi dato che da quando è salito al governo non ha mantenuto una sola promessa .....non dovevamo continuare guerre inutili e ci siamo ancora.....gli onesti cittadini hanno avuto uno smacco enorme con la finanziaria....i poveri studenti avranno esami sempre più difficili....abbiamo avuto la beffa dell'indulto.....e tanto altro.....

Più umiliato di così il popolo italiano non poteva essere....ora tira tu delle conclusioni
Greuze is offline  
Vecchio 09-01-2007, 17.23.44   #12
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: prodi e la storia

Citazione:
Originalmente inviato da Greuze
Io non so tu che cosa riesci a trovare di positivo in Romano Prodi dato che da quando è salito al governo non ha mantenuto una sola promessa .....non dovevamo continuare guerre inutili e ci siamo ancora.....gli onesti cittadini hanno avuto uno smacco enorme con la finanziaria....i poveri studenti avranno esami sempre più difficili....abbiamo avuto la beffa dell'indulto.....e tanto altro.....

Più umiliato di così il popolo italiano non poteva essere....ora tira tu delle conclusioni

...bè il suo predecessore, il Cavaliere nazionale, non mi sembra che in 5 anni abbia rivoluzionato l'Italia come aveva proclamato in pompa magna con il suo famoso patto con gli Italiani...
...e oltretutto con vari procedimenti penali, sulla sua persona, archiviati, prescritti o in corso...

...quella, come italiano, la vivo come un'autentica umilizione...

...lasciamo lavorare in pace Prodi, poi trarremo le conclusioni...

...in ogni caso, governare un popolo di individualisti come il nostro è dura per tutti...

Spaceboy is offline  
Vecchio 10-01-2007, 07.10.31   #13
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: prodi e la storia

Se la tua domanda è serena, si apre il dialogo. Se è ideologica, cioè se tu sai già quello che si deve dire in merito, allora qualsiasi cosà dirò tu la coglierai dal lato opposto al mio: ciò che per me è male per te è bene, ciò che è bene per me a te parrà male.
Suppongo che tu sia sereno.
"Non dovevamo continuare guerre INUTILI" ed infatti è stata bloccata la guerra in Libano. Se non internevamo avrebbe moltiplicato i morti e poteva dilagare di più. Ci siamo ritirati dall'Iraq dove 'eravamo a portare la pace agli ordini degli americani che c'erano e ci sono per fare la guerra (Bush ha promesso che durerà decenni)'.
"Gli onesti cittadini hanno ricominciato a pagare le tasse, cioè ad essere onesti, dopo anni di condoni ed inviti ad evadere le tasse", sanno che i conti disastrati dello Stato non si rimetteranno a posto da soli e quindi si tirano su le maniche e, mugugnando, provvedono.
I poveri studenti dovranno fare esami più difficili. Esatto! Questa è proprio la perla. Se la dai ad un pirla che non vuole studiare e che ama la barzelletta che si può vivere e prosperare senza studiare allora il pirla si arrabbierà. Se la dai ad uno studente bravo ed onesto, che sa che la vita non ti regala quello che ti dà, ma che te lo fa pagare caro e duro, allora prenderai da questo fatto il motivo per cambiare atteggiamento! Meno male: non mi dicono più -rincoglionisci!-, ma -liberati, studiando duro!-.
Carlo Forin is offline  
Vecchio 10-01-2007, 20.17.49   #14
andreax
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 72
Riferimento: prodi e la storia

[CODE][/CODE]
Io avrei delle domande per il nostro prof di economia:

-Lei è anche uno stratega? Dato che lei ha pronunciato sentenze distinguendo guerre "giuste" da guerre "non giuste", non è anche lei ora una "velina" ?

-Il concetto di "redistribuzione" del reddito sventolato tanto dalla "sua squadra di governo", può essere considerato uno strumento demagogico?

-L'eccessiva tassazione diretta, non potrebbe creare emorragie di capitale all'estero, scoraggiare gli investimenti e determinare un feedback negativo tale da portare al collasso il nostro già precario equilibrio economico?
andreax is offline  
Vecchio 11-01-2007, 08.26.53   #15
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: prodi e la storia

Rispondo:
-la guerra è ingiusta in quanto guerra. Non occorre essere uno Stratega per riconoscere oggi, ad esempio, che ieri Bush ha dichiarato giusto aggiungere 21.000 uomini combattenti in Iraq -per vincere- e l'altro giorno ha fatto bombardare dall'alto la Somalia -per perdere-: gli effetti al suolo saranno risibili -per vincere- decisivi, forse (e speriamo di no) per perdere. Compatteranno il fronte avverso: il nemico USA è qua, si diranno. La sua nuova strategia è forse questo?
La mia osservazione sull'aspetto giusto dell'intervento in Libano riguarda il fatto che è stata fermata la guerra invasiva di Israele. C'è bisogno di uno Stratega per vedere questo? E' così difficile? Non si doveva fare perchè la guerra è ingiusta? E la pacificazione, è giusta o ingiusta?

-redistribuzione del reddito. Il problema della nostra economia è: fase di sottosviluppo che non garantisce un'accumulazione di capitale minima e l'agevolazione dell'innovazione tecnologica. L'ossessione del Governo precedente è stata 'meno tasse' a chi ha, nell'idea infantile che chi ha è imprenditore e dunque accumula. Si sono moltiplicate le aree di rendita e si è agevolata la tendenza al sottosviluppo.

-tassazione diretta e indiretta. Suggerisco di studiare di più, ma molto di più. Il sistema socioeconomico è complesso e fa ridere chi crede di avere ricette facili. Tremonti, il fiscalista che con le sue ricette liberali facili ha perso con l'Europa (ma non se ne ricorda più nessuno?) ha ridotto l'Italia a viaggiare in bassa classifica; ha prodotto qualcosa di buono in cinque anni coi suoi 20 condoni? Chiedo un esempio pratico spendibile, non macroricette da imparaticchio. Studia, amico mio. E lascia stare l'ideologia: è la cicuta, il veleno dell'economia. E' un veleno che insieme all'ebbrezza della sintesi dà l'ignoranza e l'incomprensione dei fatti. Come può, ad esempio, un ideologo riassumere l'effetto della manovra finanziaria correttiva 2006 > 2007? Avete visto? 4,1%, 3%+1,1 di sforo. Bel risultato! Ignorando l'effetto positivo del 2,5 peggiorato del 1,6 causato dall'effetto di ignoranza del Governo precedente delle prescrizioni dell'Europa sul trattamento fiscale dell'Iva delle macchine aziendali. Non sarà mica stato Prodi il responsabile, vero, caro economista?
Carlo Forin is offline  
Vecchio 11-01-2007, 15.00.57   #16
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: prodi e la storia

[quote=Carlo Forin]Rispondo:
. Studia, amico mio. E lascia stare l'ideologia: è la cicuta, il veleno dell'economia. E' un veleno che insieme all'ebbrezza della sintesi dà l'ignoranza e l'incomprensione dei fatti. Come può, ad esempio, un ideologo riassumere l'effetto della manovra finanziaria correttiva 2006 > 2007? QUOTE]

lo studio implica la conoscenza e l'applicazione di tesi del passato. Questo per l'economia , che per sua natura e' un divenire e non una stasi, e' cio' che di piu' dannoso ci possa essere. Infatti Smith con l'evolversi dell storia fu capovolto da marx, superato dall'innovatore keynes e quest'ultimo fu innovato dal monetarista.Ogni societa' ha bisogno della propria politica economica, non di copiare pedissequamente.
Abbiamo bisogno di innovare l'economia non di applicare tesi trite e ritrite.
aurora is offline  
Vecchio 11-01-2007, 16.12.10   #17
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: prodi e la storia

[quote=aurora]
Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
Rispondo:
. Studia, amico mio. E lascia stare l'ideologia: è la cicuta, il veleno dell'economia. E' un veleno che insieme all'ebbrezza della sintesi dà l'ignoranza e l'incomprensione dei fatti. Come può, ad esempio, un ideologo riassumere l'effetto della manovra finanziaria correttiva 2006 > 2007? QUOTE]

lo studio implica la conoscenza e l'applicazione di tesi del passato. Questo per l'economia , che per sua natura e' un divenire e non una stasi, e' cio' che di piu' dannoso ci possa essere. Infatti Smith con l'evolversi dell storia fu capovolto da marx, superato dall'innovatore keynes e quest'ultimo fu innovato dal monetarista.Ogni societa' ha bisogno della propria politica economica, non di copiare pedissequamente.
Abbiamo bisogno di innovare l'economia non di applicare tesi trite e ritrite.

Brava Aurora!
E non alimentiamo contrapposizioni, ma cerchiamo di capire: perchè la posizione dell'economia italiana è precipitata in tutte le classifiche? Lasciamo stare il 'per colpa di chi'! Il problema principale della nostra economia va letto con chiavi socioeconomiche: solo l'adozione dell'euro ci ha tenuto fuori dal baratro monetario! E non dovevamo entrarci! Il parametro: non superate con l'idebitamento pubblico il 60% del PIL non è stato rispettato per entrare [e siamo stati accettati lo stesso perchè tra i sei cofondatori MEC], e non viene ancora sfiorato ora [siamo al 106% mi dicono] dopo tanti anni. Questo è il problema da osservare: il peso eccessivo della politica -istituzioni pubbliche comprese- sulla società italiana! E non è certo l'evasione fiscale la strada per farla rialzare, poveretta!
Carlo Forin is offline  
Vecchio 12-01-2007, 15.29.21   #18
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: prodi e la storia

[quote=Carlo Forin]

il peso eccessivo della politica -istituzioni pubbliche comprese- sulla società italiana [quote]

l'hai detto.
e' mai stato fatto un calcolo di quanto il peso della politica (stipendi, uffici, pubblicita',spese per progetti non realizzati, corsi di aggiornamento inutili, sperpero di denar pubblico per appalti supevalutati, gite viaggi e benefit vari dei politici...etc) costano al cittadino?

con l'aumentare della burocrazia questi costi scendono o salgono?
aurora is offline  
Vecchio 12-01-2007, 23.00.01   #19
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: prodi e la storia

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
Rispondo:
-la guerra è ingiusta in quanto guerra. Non occorre essere uno Stratega per riconoscere oggi, ad esempio, che ieri Bush ha dichiarato giusto aggiungere 21.000 uomini combattenti in Iraq -per vincere- e l'altro giorno ha fatto bombardare dall'alto la Somalia -per perdere-: gli effetti al suolo saranno risibili -per vincere- decisivi, forse (e speriamo di no) per perdere. Compatteranno il fronte avverso: il nemico USA è qua, si diranno. La sua nuova strategia è forse questo?
La mia osservazione sull'aspetto giusto dell'intervento in Libano riguarda il fatto che è stata fermata la guerra invasiva di Israele. C'è bisogno di uno Stratega per vedere questo? E' così difficile? Non si doveva fare perchè la guerra è ingiusta? E la pacificazione, è giusta o ingiusta?

-redistribuzione del reddito. Il problema della nostra economia è: fase di sottosviluppo che non garantisce un'accumulazione di capitale minima dlel'agevolazione dell'innovazione tecnologica. L'ossessione del Governo precedente è stata 'meno tasse' a chi ha, nell'idea infantile che chi ha è imprenditore e dunque accumula. Si sono moltiplicate le aree di rendita e si è agevolata la tendenza al sottosviluppo.

-tassazione diretta e indiretta. Suggerisco di studiare di più, ma molto di più. Il sistema socioeconomico è complesso e fa ridere chi crede di avere ricette facili. Tremonti, il fiscalista che con le sue ricette liberali facili ha perso con l'Europa (ma non se ne ricorda più nessuno?) ha ridotto l'Italia a viaggiare in bassa classifica; ha prodotto qualcosa di buono in cinque anni coi suoi 20 condoni? Chiedo un esempio pratico spendibile, non macroricette da imparaticchio. Studia, amico mio. E lascia stare l'ideologia: è la cicuta, il veleno dell'economia. E' un veleno che insieme all'ebbrezza della sintesi dà l'ignoranza e l'incomprensione dei fatti. Come può, ad esempio, un ideologo riassumere l'effetto della manovra finanziaria correttiva 2006 > 2007? Avete visto? 4,1%, 3%+1,1 di sforo. Bel risultato! Ignorando l'effetto positivo del 2,5 peggiorato del 1,6 causato dall'effetto di ignoranza del Governo precedente delle prescrizioni dell'Europa sul trattamento fiscale dell'Iva delle macchine aziendali. Non sarà mica stato Prodi il responsabile, vero, caro economista?

Complimenti, Carlo

Questo è davvero un bel post, spiegato con chiarezza.
Mi trovi perfettamente d'accordo.

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 13-01-2007, 09.57.15   #20
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: prodi e la storia

[quote=aurora][quote=Carlo Forin]

il peso eccessivo della politica -istituzioni pubbliche comprese- sulla società italiana
Citazione:

l'hai detto.
e' mai stato fatto un calcolo di quanto il peso della politica (stipendi, uffici, pubblicita',spese per progetti non realizzati, corsi di aggiornamento inutili, sperpero di denar pubblico per appalti supevalutati, gite viaggi e benefit vari dei politici...etc) costano al cittadino?

con l'aumentare della burocrazia questi costi scendono o salgono?

L'ha fatto Prodi nell'estate 2005: ha detto che ci sono 500.000 italiani che vivono sulle spalle degli altri Italiani. Il suo staff mi ha scritto l'altro giorno per dirmi che Prodi si ricorda benissimo e non intende dimenticarlo. Intanto, hanno ridotto del 30% le paghe dei ministri, per cominciare a dar l'esempio giusto.
Carlo Forin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it