Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Storia
 Storia - Fatti e personaggi, passato e attualità.
Vecchio 28-06-2007, 02.01.45   #21
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Io, nel 1946, ma ragionando con la testa di oggi avrei votato monarchia.

Perché nel bene e nel male, l'unica cosa concreta che avevano in comune gli italiani, nel '46 era il Re e la Casa Reale, che allora si scriveva così, con le iniziali maiuscole.
Anche la Patria, forse, ma era un concetto abbastanza astratto e tutto sommato alquanto diverso fra i piemontesi ed i calabri.

Non la lingua, intendo quella parlata quotidianamente, non le tradizioni culinarie o culturali o ludiche. Proprio nulla. E la storia (per quei pochi che la conoscevano) era una storia di divisioni, non di unità.

Oggi invece non voterei monarchia, perché una monarchia è difficile inventarsela ancor più di una res-publica, almeno una monarchia che significhi qualcosa.

Perché nella res-pubblica si possono più facilmente abbacinare i semplici, facendo balenare l'idea che essendo pubblica, la "res" è un poco anche loro, e quindi ognuno è anche "potere" oltre che "suddito".

Nella monarchia invece bisogna avere un senso di "sovrano" e "suddito" già coagulato da generazioni di dominazione e soprusi, ed esserci mentalmente abituati.
Come una bandiera... nuova, non è che un pezzo di stoffa, prende valore con le lacrime ed il sangue. Chiedi agli inglesi, o più ancora ai giapponesi!

Forse, se nel '46 non avessimo votato repubblica, ora avremmo un senso dell'Italia più solido di quello basato sulla nazionale di calcio. Ma è solo una possibilità, naturalmente!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 28-06-2007, 13.24.12   #22
Rigoletto
Ospite
 
Data registrazione: 26-06-2007
Messaggi: 13
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Io, nel 1946, ma ragionando con la testa di oggi avrei votato monarchia.

Perché nel bene e nel male, l'unica cosa concreta che avevano in comune gli italiani, nel '46 era il Re e la Casa Reale, che allora si scriveva così, con le iniziali maiuscole.
Anche la Patria, forse, ma era un concetto abbastanza astratto e tutto sommato alquanto diverso fra i piemontesi ed i calabri.

Non la lingua, intendo quella parlata quotidianamente, non le tradizioni culinarie o culturali o ludiche. Proprio nulla. E la storia (per quei pochi che la conoscevano) era una storia di divisioni, non di unità.

Oggi invece non voterei monarchia, perché una monarchia è difficile inventarsela ancor più di una res-publica, almeno una monarchia che significhi qualcosa.

Perché nella res-pubblica si possono più facilmente abbacinare i semplici, facendo balenare l'idea che essendo pubblica, la "res" è un poco anche loro, e quindi ognuno è anche "potere" oltre che "suddito".

Nella monarchia invece bisogna avere un senso di "sovrano" e "suddito" già coagulato da generazioni di dominazione e soprusi, ed esserci mentalmente abituati.
Come una bandiera... nuova, non è che un pezzo di stoffa, prende valore con le lacrime ed il sangue. Chiedi agli inglesi, o più ancora ai giapponesi!

Forse, se nel '46 non avessimo votato repubblica, ora avremmo un senso dell'Italia più solido di quello basato sulla nazionale di calcio. Ma è solo una possibilità, naturalmente!

Come disse l'ex re Umberto in una intervista, le monarchie sono come i sogni, o si ricordano subito oppure non si ricordano piu'.

la monarchia italiana era oramai screditata da decenni, fin dai tempi di Vittorio Emanuele II, con il III, durante il suo primo decenno di regno, riusci' a creare una base di consenso ma comunque la maggioranza dei ceti produttivi preferiva guardare verso il mondo politico cattolico oppure socialista.

La monarchia ci regalo guerre interne (repressione nel Sud Italia), guerre esterne (coloniali, due guerre mondiali, avventure in Etiopia, Libia e riconquista della Libia, occupazione delle isole dell'Egeo, ecc.), sullo sfondo un paese che non progrediva nell'alfabetizzazione, nella sanita', ecc.

Il concetto di Patria non e' legato e non puo' essere legato per sempre ad una famiglia.
Mi sembra che paesi repubblicani (Francia, Austria, ecc) abbiano un sentimento piu' profondo del nostro e che affonda proprio nelle tradizioni repubblicane. In sostanza la gente ha interiorizzato i benefici di questo sistema e in esso si riconosce (magari anche criticandolo duramente, ma una critica non finalizzata ad azzerarlo o abbatterlo).
Vale anche per i regni, dove i comportamenti leali dei regnanti hanno portato gli stessi ad incarnare la nazione. Ma come ci fu un re di Danimarca che indosso' la stella gialla per solidarizzare con gli ebrei, un altro re di Danimarca prima o poi finira' nella cronaca rosa. Per esempio, i belgi rispettano il defunto Baldovino, ma su suo fratello Alberto ci sono molti punti interrogativi (persino inquietanti).

Una persona puo' certamente diventare il punto in cui un popolo si identifica, ma le persone cambiano e spesso in peggio.
E' preferibile ancorare il sentimento delle persone ad aride leggi scritte. Saranno pure aride, ma non risento di possibili capricci di chi ritiene suo diritto per nascita (o magari per grazia divina) comportarsi in un modo piuttosto che in un altro.
Rigoletto is offline  
Vecchio 28-06-2007, 15.04.02   #23
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Citazione:
Originalmente inviato da Rigoletto
...
...

E' preferibile ancorare il sentimento delle persone ad aride leggi scritte. Saranno pure aride, ma non risento di possibili capricci di chi ritiene suo diritto per nascita (o magari per grazia divina) comportarsi in un modo piuttosto che in un altro.


Ho rilevato alcune sfumature su cui ci sarebbe da obiettare, nella parte dell'intervento di Rigloletto che non ho quotato, ma sono di secondaria importanza.

Estremamente interessante invece trovo quest'ultimo periodo, su cui concordo assolutamente. La "certezza della legge", per quanto arida essa sia è certamente auspicabile garanzia di equità e dignità di tutti!

Ma come, "ancorare il sentimento delle persone..."?
Inchiodandocelo, forse?
Lucio Musto is offline  
Vecchio 28-06-2007, 17.03.04   #24
Rigoletto
Ospite
 
Data registrazione: 26-06-2007
Messaggi: 13
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello

Ma come, "ancorare il sentimento delle persone..."?
Inchiodandocelo, forse?


Gian Domenico Romagnosi, patriota repubblicano milanese (e padre politico di Mazzini) descrive benissimo questo processo che porta gli uomini ad interiorizzare certe conquiste socio-culturali e a farle proprie, pur matenendo le proprie opinioni.
Tutti bene o male critichiamo l'ordinamento esistente, ma se qualcuno attaccasse seriamente e pericolosamente i fondamenti stessi di quell'ordinamento (che pur tra mille difetti ci ha fatto conoscere un lungo periodo di pace, progresso e magari anche un po di benessere) la maggioranza si ergerebbe a sua difesa.
Come piu' o meno accadde, per esempio, dopo il delitto Moro in Italia.
Rigoletto is offline  
Vecchio 18-07-2007, 12.30.50   #25
Fenice73
Nuovo ospite
 
L'avatar di Fenice73
 
Data registrazione: 15-07-2007
Messaggi: 2
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Spero che questo mio primo intervento non sia fonte di polemica e me ne scuso prima se qualcuno intende io voglia mettere troppa "carnae al fuoco".

Premesso che io sono a favore della monarchia per i piu svarati motivi (sono anche cavaliere mauriziano) fra i quali l'assoluta imparzialità del sovrano che tende a fare sempre il bene della nazione. E' vero che qualchje errore nella seconda guerra mondiale è stato fatto, ma su questo se ne potrebbe parlare a josa sensa venirne mai a capo. Qualcuno ha prospettato che la Corona costerebbe piu della Repubblica citando il Regno Unito
Cito di seguito dei dati apparsi in una tabella del libro "La casta" (Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella) e che tratta gli sprechi della Republica (ne consiglio la lettura con un digestivo a portata di mano )

Spese per il Quirinale nel 1992 (euro correnti) 107.311.000
Spese per la Corona Britannica Nel 1992 ( Euro correnti) 132.790.000
Spese del Quirinale per il 2006 (euro correnti) 217.000.00
Spese per la Corona Britannica per il 2006 (Euro correnti) 56.800.000
Personale Quirinale militari esclusi 1.072
Personale Corona Britannica militari esclusi 433
Artigiani al Quirinale (2001) 59
Artigiani Corona Britannica 15
Addetti segreteria Quirinale 63
Addetti Segreteria Corona Britannica 43
Costo lordo medio dipndente Quirinale 74.500 euro
Costo lordo medio dipendente Corona Britannica 38.500 euro

Ditemi un pò voi chi costa di più.
Fenice73 is offline  
Vecchio 31-08-2007, 02.06.10   #26
Horus_il_falco
Nuovo iscritto
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 148
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

se ladomanda è fatta al presente vuol dire ipotizzare che ogi ci sia quel referendum fra monarchia e repubblica, ma il referendum fu ne 46. Io avrei votato republica perchè i savoia si erano compromessi molto con il fascismo anche se non mancarono all'ultima ora cambiamenti verso la resistenza al sud con il principe Umberto e quella che morì nei campi di concentramento condividendo la sorte di molti altri. ciononostante non era sufficente.

ma se ogi si porrebe la stessa questione non credo che avrebbe molta importanza come referendum, non raggiungerebe il quorum.
Horus_il_falco is offline  
Vecchio 02-09-2007, 15.01.50   #27
Knight Kenneth
Ospite
 
Data registrazione: 31-08-2007
Messaggi: 22
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Io sono nato sedici anni dopo il 1946 e quindi non ho votato durante il celebre refrendum istituzionale; è anche difficile dire come avrei votato, se avessi potuto, in quel periodo, dopo la dittatura e soprattutto dopo la tragedia della guerra.
Ho sentimenti monarchici, ma proprio non mi riesce di riconoscere il "mio sovrano" in uno degli attuali membri della casa di Savoia, pretendenti al trono d'Italia (Vittorio Emanuele ed il biscugino Amedeo) ... Un po' per come è stato costituito il loro regno in Italia, attraverso cioè il ricorso alla corruzione dei funzionari e degli ufficiali dei sovrani pre-unitari, ai brogli durante il cosiddetto "plebiscito" e, quando tutto questo non raggiunse i risultati sperati, attraverso una sanguinosa guerra di conquista, che soprattutto nel sud si espresse con crudeltà inaudite.
Certo non incoraggia l'affetto per la monarchia la collezione di figuracce che i membri di casa Savoia. dei diversi rami, hanno collezionato e non solo negli ultimi tempi. Anzi credo che le varie vicende che sono apprse sui rotocalchi, abbiano reso un ottimo servizio alla causa repubblicana.
Infine, la mia visione della monarchia, e del rapporto sovrano-sudditi, è molto più prossima a quella che, a suo tempo, fu tutelata dalla casa d'Absburgo e dalla casa di Borbone che non alla monarchia costituzionale inaugurata da Vittorio Emanuele II.

Knight Kenneth
Knight Kenneth is offline  
Vecchio 03-09-2007, 00.15.36   #28
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Ogni volta che sento queste storie mi prende un po di nostalgia, mi viene in mente la storia della scuola, studiata proprio perchè non vissuta, sarebbe difficile fare un libro di storia sull'oggi, ma quanto sarebbe istruttivo, se non altro sapresti come muoverti senza farti male.
L'uomo è partito da due poi ha formato l'esercito di conquista o di difesa,poi gli eserciti ed erano così tanti che se uno si difendeva l'altro attaccava e vicevera, poi per unirli allo scopo comune è arrivato il condottiere, da condottiere a furor di popolo re, anzi Re e poi RE, e da qui comincia il brutto la figura eroica declina provvidenzialmente sullo stratega e le alleanze, poi infine dittatore, ma se come dittatore è un bluf, allora è la fine di tutti quelli che ci hanno creduto, ancora qualche colpo di coda con l'esportazione della dittatura.......poi guerra e per finire potresti rischiare la vita.
A questo punto c'è il disordine più completo: o il Re o la morte,si grida, dall'altra parte, o la repubblica o la morte.......anzi...anzi... morte al re. E morte al re conviene sempre a tutti perchè alla fine non muore nessuno ed il re fugge in esilio con l'oro, esilio dorato. Ma quando la memoria si è offuscata dall'araba fenice sono nati il Presidente della Repubblica ed il Capo del Governo, con l'aggiunta stavolta del Capo gi Gabinetto.
Allora si ricomincia
Io penso sia questo il succo della risposta alla tua domanda, anche perchè si suppone che nella repubblica almeno la scheda del voto sia gratis e quindi per tutti, anche per chi la vorrebbe comprare.
ozner is offline  
Vecchio 05-09-2007, 13.19.32   #29
Valerio2
Ospite abituale
 
L'avatar di Valerio2
 
Data registrazione: 05-09-2007
Messaggi: 113
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Buongiorno a tutti.

Premesso che voto per la Repubblica, siete convinti che quella in cui viviamo lo sia?

A me sembra che quando veniamo chiamati alle urne votiamo per un sovrano pro-tempore. E se poi non ci piace, ce lo dobbiamo tenere ugualmente, fino alla scadenza o a fine prematura. E', peraltro, un sovrano che deve tenere conto dei suoi vassalli, molto potenti, che con lui condividono vantaggi e scranni.

Secondo me democrazia vuole anche dire che il popolo può prendere decisioni.

Ma chi ha mai chiesto il nostro parere?

Dico questo perchè non riesco a tenere separato il concetto di res publica da quello di democrazia.
Valerio2 is offline  
Vecchio 10-09-2007, 17.53.37   #30
mastino_napoletano
Frà Diavolo
 
Data registrazione: 09-09-2007
Messaggi: 24
Riferimento: 1946: voi votereste per MONARCHIA O REPUBBLICA

Avrei votato per la MONARCHIA se si fosse trattato di votare per una monarchia costituziale (tipo Inglese), ma dato che si trattava di votare per gli "usurpatori * " Savoia W la repubblica.
P.S. Se si fosse trattato di votare per la monarchia del "Regno delle Due Sicilie" beh allora non ci sarebbe stata discussione: avrei senz'altro optato per il Regno di Napoli e per i Borboni.-
Usurpatori per aver usurpato il Regno delle Due Sicilie.
mastino_napoletano is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it