Home Page Riflessioni.it

TESTI Canzoni - Classici in lingua francese con traduzione

TESTI Canzoni - Classici in lingua francese - Indice

Testi canzoni originali con traduzione in italiano di Ermanno Tassi

 

Chariot - Petula Clark

Di: Stole, Del Roma, Jacques Plante

 

Testo della canzone (lingua originale)

 

Chariot

 

Chariot, Chariot, si tu veux de moi
Pour t'accompagner au bout des jours
Laisse moi venir près de toi
Sur le grand chariot de bois et de toile(1)
Nous nous en irons
Du côté d’où montera le jour
Dans les premiers reflets du ciel
Avant la chaleur du soleil
Sous la dernière étoile
La plaine, la plaine, la plaine
N'aura plus de frontière
La terre, la terre, sera notre domaine
Que j'aime, que j'aime,
Ce vieux chariot qui tangue,
Qui tangue, qui tangue
Si tu veux de moi
Pour dormir à ton côté toujours
L'été sous la lune d'argent
L'hiver dans la neige et le vent
Alors dis-le moi, je pars avec toi
La plaine, la plaine, la plaine
N'aura plus de frontière
La terre, la terre, sera notre domaine
Que j'aime, que j'aime,
Ce vieux chariot qui tremble
Qui tremble, qui tremble
Si tu veux de moi
De ma vie et de mon pur amour
Le long des torrents et des bois
Au cœur  des dangers et des joies
Alors dis-le moi, je pars avec toi


Testo della canzone (Traduzione in italiano)

Traduzione a cura di Ermanno Tassi

 

Carro

 

Carro, carro, se tu mi vuoi
Per accompagnarti alle fine dei giorni
Lasciami venire con te
Sul grande carro di legno e tela
Noi ce ne andremo
Dal punto dove sorge il giorno
Nei primi riflessi celesti
Prima della calura solare
Sotto l’ultima stella
La pianura, la pianura
Non avrà più frontiera alcuna
La terra, la terra sarà di nostro dominio
Come mi piace, come mi piace
Questo vecchio carro che ondeggia
Che ondeggia, che ondeggia
Se tu mi vuoi
Per dormirti a fianco sempre
L’estate sotto la luna d’argento
L’inverno nella neve ed il vento
Allora dimmelo, io parto con te
La pianura, la pianura
Non avrà più frontiera alcuna
La terra, la terra sarà di nostro dominio
Come mi piace, come mi piace
Questo vecchio carro che ondeggia
Che ondeggia, che ondeggia

Se tu vuoi me
La mia vita e il mio amore puro
Giù per i fiumi e i boschi
In mezzo ai pericoli e alle gioie
Allora dimmelo, io parto con te.

 

NOTE

Questo strepitoso brano nato come strumentale è stato scritto da Frank Pourcel (Stole - pseudonimo) e da Paul Mauriat (pseudonimo Del Roma) che sono stati due dei più rinomati direttori d’orchestra e compositori in campo internazionale. La versione francese è stata portata al successo da Petula Clark, mentre quella in lingua inglese da Little Peggy March, che figura dell’apposita sezione sotto il titolo I Will Follow Him.

1) Carro di legno trainato da cavalli con intelaiatura di ferro ad arco, sormontata da un telone, come le carovane dei pionieri del Far West.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2018

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...